• Marcus_Largh

    Tassorosso Insegnante Responsabile di Casa

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 9
    Galeoni: 126
        Marcus_Largh
    Tassorosso Insegnante Responsabile di Casa
       
       


    Non era nemmeno l'alba, che il docente di Cura delle Creature Magiche era già sveglio e nel suo ufficio. L'uomo viveva a Hogsmeade e non aveva problemi di trasferimenti ma, quel giorno, aveva deciso di recarsi alla buon ora al lavoro informando, con un messaggio la moglie ancora nel mondo dei sogni.
    Assorto nei suoi pensieri era un po' preoccupato per il tempo all'esterno: una violento temporale si sarebbe scagliato da li a poco e, se non bastasse, c'era un Lupo Mannaro nei pressi di Hogwarts.

    *Giusto oggi che ho lezione!*

    Pensò osservando il cielo cupo e carico di nuvoloni grigi. Certo era ancora presto, dato che la sua lezione si sarebbe svolta solo nel primo pomeriggio, quindi aveva tutto il tempo per far calmare quella violenta temporale.
    Sperava davvero che smettesse di piovere. Continuava ad osservare il cielo dalla finestra dell'ufficio, sospirando con tanta malinconia quell'aria fresca. Erano gli ultimi di novembre, ormai la bella stagione era alle spalle e si apprestava ad arrivare neve e aria natalizia! Il tempo era cambiato quasi improvvisamente, tanto da costringerlo qualche giorno prima a passare dall'infermiera del Castello giusto per trovare una cura al suo mal di gola e raffreddore. Nel giro di pochi minuti, tutto era passato e lui era tornato come nuovo.

    *Meno male.*

    Rifletté il docente, andandosi a sedere sulla sua poltrona e iniziando a preparare tutti gli appunti per la lezione, che avrebbe richiesto davvero molta concentrazione e apertura mentale.
    La mattinata trascorse velocemente e il cielo migliorò visibilmente sotto gli occhi dell'insegnante che non vedeva l'ora di vedere i suoi allievi e iniziare a spiegare. Amava quel lavoro e amava ancor di più la loro partecipazione e le loro domande curiose e piene di aspettative.

    *Bene, andiamo.*

    Si disse il docente,
    Il limitare della Foresta, quel giorno, sarebbe rimasto lontano dagli studenti infatti, la lezione di quel giorno, per la totale sicurezza degli alunni, si sarebbe tenuta nell'aula di Merlino – Salone Polivalente.


    Solo una volta in precedenza l'uomo aveva svolto una lezione in quell'aula del sesto piano, si era trattata di una lezione totalmente teorica.. Una lezione diversa da quella di quel giorno.
    Durante la mattinata aveva fatto su e giù per il castello per adibire l'aula come voleva lui, e alla fine c'era riuscito.
    Diversamente da solito erano presenti, nella temporanea aula di Cura delle Creature Magiche, dei banchi veri e propri posti in quell'occasione a semicerchio. Al centro dell'attenzione si trovevano alcune creature che, fino a quel momento, avevano dormito beatamente.

    ”Benvenuti ragazzi, prego prendete posto ma vi prego, non fate confusione.”

    Affermò l'uomo dai capelli color del rame.
    Sapeva che le creature che quel giorno avrebbero trattato avrebbero assai affascinato gli studenti di sesso femminile.
    Sentì infatti alcuni versi di approvazioni per le creature appisolate su grandi cuscini monocolore.

    "Bene, iniziamo.
    Oggi parleremo di una Creatura molto singolare e particolare."


    Iniziò a parlare Marcus con tono serio e professionale, attirando su di sé tutti gli occhi dei ragazzi: il rispetto era la cosa più importante, nonostante fosse un docente molto comprensivo e amichevole.
    Osservò i giovani incuriositi dalle sue parole, altri un po' sprezzanti e disinteressati che non avevano molta voglia di scoprire l'argomento del giorno.
    Fu in quel momento che si avvicinò alle due creature appisolate cercando di svegliarle. Vi vollero pochi secondi ma entrambe si mostrarono docili difronte all'uomo che le aveva addestrate.



    ”Prima di iniziare ditemi: notare qualche differenza?”

    ”La coda. Una è biforcuta e l'altra no.”

    ”Uno è un esemplare di Crup, corretto professor Largh?”

    L'ex Tassorosso sorrise, i due studenti che erano intervenuti (Marina per Grifondoro e Dorcas per Corvonero) avevano detto, entrambi, cose estremamente giuste e di conseguenza guadagnarono per le loro casate cinque punti a testa.

    ”Molto bene.
    Ci troviamo difronte ad un esemplare di Jack Terrier, una semplice razza canina, e ad un esemplare di Crup. Trovandoci a lezione di Creature Magiche parleremo dei Crup.
    La prima cosa che dobbiamo sapere è che sono creature molto voraci, divorano qualunque cosa gli si presenti davanti: dall'immondizia agli Gnomi, fino ad arrivare agli pneumatici delle discariche.”


    Citazione:
    Denominazione Crup
    Catalogazione Ministeriale Creature Animali
    Classificazione Ministeriale Creature XXX


    Il professore di quella materia chiese, agli studenti seduti ai banchi chi, dei presenti, conoscesse i Crup. Marcus era curioso di scoprire chi conoscesse quegli animali magici. Un Serpeverde del secondo primo alzò la mano. L'aveva visto qualche giorno prima nel Salone d'Ingresso.

    "I Crup sono dei cani magici che attaccano i Babbani."

    Sputò sprezzante il giovane verde argento.

    "Signor Plans, nonostante abbia risposto correttamente, non accetto discriminazioni nella mia classe."

    Rimproverò severo il docente. Poche erano le volte in cui si rivolgeva con quei toni alteri con i suoi studenti, ma certi ideali propri non li capiva, come ad esempio la superiorità della “razza magica”. Prese un respiro e proseguì.

    "Il Crup è originario del Sud Est dell'Inghilterra, ma non si sa molto sulla sua nascita. Nei libri troviamo scritto sempre che è stato creato magicamente, esistono però alcuni fonti non ufficiali che raccontano che tali creature prendano il nome dal mago che li ha inventati.”

    Una mano si alzò timidamente. Rosaline Barnes, studentessa del terzo anno appartenente a Tassorosso aveva una domanda da porre ed, educatamente, aveva aspettato il suo turno.

    ”Non si rischia, con la particolarità del Crup, di far scoprire la sua vera origine? Cioè quella magica?

    ”Ottima osservazione! E' per questo che, in tenera età cioè tra le sei e otto settimane di vita, viene recisa la coda a tali esemplari.
    Ciò avviene con l'incantesimo Amputante.
    Ulteriore accortezza è che, chi alleva o possiede un crup, deve possedere una patente (preceduta da un test) speciale rilasciata dal Ministero della Magia.”


    ”Personalmente ho origini americane e so sentito alcune storie interessanti sui Crup.. Come ad esempio quella di Thornton Harkaway, presidente del MACUSA che nel 1700 circa, oltre all'essere il capo del Magico Congresso, era un allevatore di Cup in Virginia.
    Da quello che ricordo dalle storielle lette ebbe dei problemi con i Babbani e fu costretto a trasferirsi nel Maryland, e con lui anche la sede del MACUSA.”


    Le conoscenze del Serpeverde del primo anno, nonostante la sua giovane età, erano davvero superiori a quelli di alcuni suoi coetanei. Quello che aveva racocntato il giovane Miles era tutto corretto, oltre ad essere l'esempio più noto di “problemi legati ai Crup”.

    ”Esattamente, dieici punti a Serpeverde.
    I Crup, quindi, come abbiamo detto sono legati ai maghi e alle streghe, e spesso utilizzati come cani da guardia: abbaiano in presenza di Babbani.”


    "Quindi, che rapporto ha invece verso Maghi e Streghe provenienti da famiglie dove uno o entrambi i genitori siano Babbani?"

    Gli studenti iniziarono a parlare tra loro e a porsi molte domande, così con un cenno della mano, il docente richiamò l'attenzione della classe, interrompendo il caos che si era alzato.

    "Dunque, un attimo di calma per favore. Ciò che si vocifera sui Crup è estremamente erroneo, in quanto prima si pensava fossero legati solo a famiglie Purosangue e che attaccassero anche i Maghi nati da genitori Babbani o Mezzosangue. Con il tempo, invece, questo mito si è rivelato infondato, dato che, essi inizialmente, è vero, sono un po' diffidenti ma dopo la prima fase iniziale, tipo dopo l'aver annusato il Mago, mostra pari affetto a un Purosangue.
    Io ad esempio sono un Nato Babbano, ma vedete bene la confidenza che la creatura ha instaurato con me."


    Respiri di sollievo si levarono da molti studenti, così il professor Largh riprese a spiegare con più calma e gioia l'argomento.
    L'interesse della classe era alle stelle, forse per la particolarità di quegli animali, un misto tra tenerezza e aggressività, ma nei confronti di un nemico, uno sconosciuto o un'intruso.
    La Torre dell'Orologio improvvisamente rintoccò l'ora, dando il segnale a Marcus che la sua ora era terminata.

    "Prima che andate, ecco qui i vostri compiti."

    Affermò l'uomo porgendo ai presenti delle pergamene con le consegne dei compiti relativi alla lezione di quel pomeriggio.

    Citazione:

    MODULO A (max 15 punti)
    Svolgi il seguente QUIZ

    MODULO B: svolgi, a tua scelta, solo una delle seguenti consegne (max 15 punti)
    - Ipotizza il comportamento di un Crup nei confronti di un Magonò, basandoti su ciò detto a lezione e riportando anche gli esempi fatti.
    - Inventa una personale biografia del mago che può aver “inventato” i Crup.
    - Racconta in stile GDR un'incontro con una di queste Creature Magiche; ovviamente dovrai dar spazio alla fantasia ed essere il più originale possibile.



    Gli elaborati dovranno essere consegnati entro e non oltre le 23.59 del 27 Dicembre 2018 nell'apposito MODULO o, in mancanza di esso, via MP
    In caso di dubbi, difficoltà o qualsiasi tipo di richiesta, non esitate a raggiungermi nel mio Ufficio o a inviarmi un GUFO


    I ragazzi afferrarono i loro fogli e corsero veloci verso i corridoi e le grandi scalinate, pronti ad affrontare un'altra lezione.

    *Speriamo di ricevere tanti bei compiti.*

    Rifletté Marcus speranzoso, incamminandosi anche lui. L'uomo però a differenza non sarebbe rimasto a Hogwarts, ma si sarebbe diretto verso il villaggio di Hogsmeade dove lo aspettava una bellissima moglie e una dolcissima figlia.



    Ultima modifica di Marcus_Largh 3 settimane fa, modificato 1 volta in totale