Hogwarts - 4° Piano
Hogwarts - 4° Piano


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584673
       
       



    Role Aperta da Keith_Connington


  • Keith_Connington

    Serpeverde Responsabile di Casa

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 7
    Galeoni: 1053
       
       

    [18 Novembre, Sera]


    *Le discussioni nel Salone d'Ingresso rimbombavano ancora nella testa di Keith Connington e quel Serpeverde si stava sforzando di lasciarsele alle spalle per tentare di fare in quelle poche ore un tentativo di cercare fra l'incredibile mole di libri informazioni utili sulla Licantropia.
    Katrin Hopkirk, il Prefetto di Corvonero, aveva ipotizzato che il mannaro che aveva rapito e forse ucciso Gianna Fields e Scorpius Malfoy fosse capace di trasformarsi anche senza che ci fosse il plenilunio. Lui, stuzzicato da quell'idea, era stato uno dei pochi a essersi convinto a recarsi in Biblioteca per supportarla in quella iniziativa.*

    Solo nello scorso secolo è stata inventata la Pozione Anti-Lupo da Damocles Belby. Escludere l'ipotesi che un mago sia riuscito a creare la sua esatta controparte è da sciocchi. I progressi della magia nel bene o nel male non possono essere arrestati.

    *Pensò lui, mentre finiva di sfogliare rapidamente un libro che trattava appunto della complessa creazione di Belby, senza però, ovviamente, illustrarne nel dettaglio il procedimento per realizzarla; stranamente la Pozione che rendeva un Licantropo trasformato inoffensivo era un miscuglio la cui preparazione era strettamente controllata dal Ministero.*

    Katrin dovrebbe essere qui a momenti... spero che apprezzi la pila di libri che le ho preparato.

    *Leggere tutti quei manuali era fisicamente impossibile. Il giovane Serpeverde si limitava a sfogliarli velocemente e a leggere solo i capitoli e i paragrafi che di essi attiravano la sua attenzione; era inevitabile che qualche informazione gli sfuggisse. Come molti della sua Casata, inoltre, la sua attenzione veniva spesso catturata da immagini macabre e truculente delle ferite causate dai morsi o di uomini che mutavano in lupi. La trasformazione sembrava essere davvero dolorosa.*

    @Katrin_Hopkirk, @Percy_Smith


  • Cristine_Cullen

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 5
    Galeoni: 205
       
       

    *Cristine stava camminando tranquillamente per i corridoi del castello mentre non smetteva di pensare a ciò che stava per fare in quel momento. Era passata solamente qualche ora dalla discussione animata tra le casate che c’era stata nel Salone d’Ingresso e alla fine la maggior parte dei studenti li presenti decise di cercare informazioni sul loro nemico. La Serpeverde aveva appena messo piede nella Biblioteca quando vide @Keith_Connington seduto a un tavolo probabilmente stava aspettando Katrin,la ragazza a cui era venuta l’idea di cercare risposte nella Biblioteca. Cristine andò dalla parte opposta del ragazzo,ovvero nella Sezione Proibita,li c’era sicuramente qualcosa in più. Davanti a lei vi erano numerosi scaffali impolverati,ma comunque si riusciva a leggere il nome dei libri.*

    Wingardium Leviosa!

    *Un libro,che per il suo spessore pareva molto più un accumolo di mattoni iniziò a levitare seguito sempre con la bacchetta alta dalla ragazza fino a farlo cadere con un leggero tonfo sul tavolo dov’era seduto il Serpeverde con altri libri.*

    Appena arrivato dalla Sezione Proibita

    *Cristine abbozzò un sorriso per poi spostare la sua attenzione sui libri che Keith aveva già preso prima del suo arrivo.*

    @Keith_Connington,@Katrin_Hopkirk,

  • Keith_Connington

    Serpeverde Responsabile di Casa

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 7
    Galeoni: 1053
       
       

    *Keith Connington era stato completamente catturato dal contenuto di un libro che stava consultando. Esso parlava in maniera estremamente cruda di una vicenda avvenuta ai tempi del medioevo, che aveva visto un clan di mannari attaccare un intero villaggio babbano.
    Riga dopo riga il Serpeverde si faceva sempre più teso: da una parte era terrorizzato e voleva smettere di leggere, dall'altra era curioso di comprendere come era andata a finire quella scorreria.
    Keith si era così focalizzato su quel che stava facendo che, quando Cristine Cullen, la sua compagna di dormitorio, fece rovinare sul tavolo di studio un pesante libro, i suoi occhi vennero iniettati dal terrore e cercò di allontanarsi d'istinto da lì per nascondersi, finendo per cadere dalla sua sedia.
    Fece male e fu imbarazzante.*

    Accidenti, Cullen, ma cos'hai nella testa?!

    *Imprecò lui, tirandosi su dal pavimento, dopo averla vista e aver capito che nessun mostro lo stava per dilaniare.
    Il volto di Connington era paonazzo. Le sue orecchie in particolare si erano fatte rosse come non mai. Non era livido di rabbia; era la vergogna per essere apparso all'altra come un coniglio completamente idiota a manifestarsi.
    Dopo qualche secondo, poi lo studente guardò il libro che lei gli aveva portato, credendo di fargli un favore, e poi tentò di ricordarsi cosa quella gli aveva appena comunicato.*

    Dannazione.

    *Se quello che diceva Cullen fosse stato vero, allora entrambi si trovavano in guai seri; quello era un volume del Reparto Proibito!*

    Forse sarò ripetitivo, ma te lo chiederò di nuovo... che diavolo ti frulla fra le meningi?
    Il Reparto Proibito è... proibito e ci sta per raggiungere Katrin, che - per la cronaca - è un Prefetto, cioè una studentessa che è incaricata di far rispettare le regole.


    *Keith Connington, mentre continuava a farle quella ramanzina, prese d'istinto il volume incriminato e si fece cogliere ancor più dal panico, come se fra le mani stringesse un ordigno pronto a esplodere.*

    I Prefetti possono entrare senza problemi in quella fottuta ala della Biblioteca, ma noi no... non potevi aspettare Hopkirk?

    *Le domandò lui retorico.*

    Dai... indicami subito da quale scaffale lo hai preso e forse nessuno si accorge di niente.

    *Mentre faceva quella richiesta alla sua compagna, Connington si domandava cosa ci fosse in quel castello che non andava e come fosse riuscita Cristine ad appropriarsi così facilmente di quella lettura; lui avrebbe messo sotto chiave ognuno di quei libri oscuri per non indurre in tentazione studenti come Cullen.*

  • Katrin_Hopkirk

    Corvonero Responsabile di Casa

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 722
       
       

    *La Sala Grande era ormai un ricordo, la dipartita di Connington l'aveva l'asciata allibita, ma aveva dichiarato di essere diretto alla biblioteca, quindi la giovane corva decise di dirigersi al quinto piano. Sbuffò sommessamente, quelle dannate scale cambiavano in continuazione costringendola a mutare il suo percorso. Ormai, dopo sette anni, avrebbe dovuto avere un allenamento appropriato a tutte quelle rampe e quelle intromissioni, eppure, le gambe le dolevano, forse era colpa dello stato di stress e stanchezza in cui si trovava. Si appoggiò al corrimano dell'ultima rampa.*

    dannate scale...

    *Mormorò scontrosa. Si rimproverava per il modo in cui si era comportata poc'anzi, perdere il controllo in quel modo non era da lei. Le porte dell'imponente biblioteca le si stagliarono davanti. La ragazza si concesse un ultimo lungo sospiro, poi si armò di buona volontà e varcò l'ampio uscio. All'interno le luci soffuse dovute all'ora tarda e l'odore di libri impolverati la abbracciarono dandole la calma di cui necessitava. Perlustrò lo spazio, scaffali infiniti popolavano il luogo, ripieni di libri dalle copertine più disparate, le grandi vetrate cesellate le ricordavano le chiese gotiche di cui aveva letto, la notte, al di fuori di esse, pareva limpida e priva di pericoli, ma se così fosse stato lei non si sarebbe trovata in quel luogo. Uno spicchio di luna faceva capolino da uno di quei finestroni, baciando d'argento il pavimento scuro.*



    * In un angolo dell'imponente stanza Keith aveva riposto su un tavolo un consistente numero di libri e manuali ed era immerso nella consultazione di uno degli stessi, dall'altro lato della sala vide l'altra serpevedere, che aveva preso parte al dibattito in sala grande, che avanzava facendo levitare un grosso tomo, scosse la testa. Avanzò austera verso i due, ma il serpeverde del quinto anno ebbe una reazione strana: prima rovinò maldestramente dalla sedia finendo disteso sul pavimento, poi individuato il volume, fonte dell'indignazione di Katrin, si mise a rimproverare la concasata. La corva rimase ferma fissando la scena *

    Accidenti, Cullen, ma cos'hai nella testa?! Forse sarò ripetitivo, ma te lo chiederò di nuovo... che diavolo ti frulla fra le meningi?
    Il Reparto Proibito è... proibito e ci sta per raggiungere Katrin, che - per la cronaca - è un Prefetto, cioè una studentessa che è incaricata di far rispettare le regole.


    *La ragazza sorrise mestamente.*

    E infatti il prefetto è qui...

    *Pensò la ragazza, ma non si mosse ancora, voleva vedere cosa sarebbe successo. Connington si arrabattava con il tomo in mano come un bambino che sta per essere colto con le mani nella marmellata. La corva riprese la sua avanzata, aveva visto e sentito abbastanza. Giunse dinnanzi a loro e rivolse uno sguardo gelido alla ragazza, poi sorrise al serpeverde e prese il libro, che il giovane maneggiava come se si trattasse di una cacca bomba.*

    Bene, vedo che ti sei già messo all'opera, ce li dividiamo?

    *Domandò al ragazzo indicando la pila di libri da lui selezionati. Poi messo in chiaro che sapeva come stavano le cose, si rivolse alla verde argento.*

    Ti pare il caso?

    *Domandò esasperata, non poteva ignorare la cosa, la sua carica gli imponeva di far rispettare le regole, così come la sua morale. Se quei libri si trovavano in una sezione denominata esplicitamente come "proibita" un motivo c'era.*

    Spero che le parole del tuo compagno facciano effetto, ma sappi che non potrò evitare di segnalare la cosa!

    *Lanciò un'ultima occhiata alla ragazza, poi si sedette al tavolo, appoggiò il libro lì accanto, non sapeva bene se come prova dell'infrazione o perché forse quel volume poteva contenere delle risposte. A ogni modo, lo lasciò lì senza consultarlo o rimetterlo al suo posto. Afferrò invece uno dei volumi selezionati da Keith e lo aprì, scorrendo la pagina dell'indice, poi una volta trovati possibili argomenti interessanti per la loro causa, si mise a sfogliare alla ricerca della pagina.*

    Si comincia!

    *Esclamò sommessamente cercando di sembrare positiva, sperava di trovare qualcosa, ma non ne era certa, come per ogni ricerca c'era la possibilità che si rivelasse un mero fallimento. Le parole le scorrevano sotto gli occhi praticamente prive di significato, si fermava solo quando trovava "lupo mannaro", "luna piena" o "foresta", ma non importava, la ricerca doveva continuare.*

    @Keith_Connington, @Cristine_Cullen, @Percy_Smith


  • Cristine_Cullen

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 5
    Galeoni: 205
       
       

    *La reazione di Keith fece abbozzare un sorriso alla Serpeverde,ma mai quanto la reazione che ebbe dopo aver visto il mattone che la ragazza aveva appena fatto cadere “ delicatamente “ sul tavolo.*

    Accidenti, Cullen, ma cos'hai nella testa?! Forse sarò ripetitivo, ma te lo chiederò di nuovo... che diavolo ti frulla fra le meningi?
    Il Reparto Proibito è... proibito e ci sta per raggiungere Katrin, che - per la cronaca - è un Prefetto, cioè una studentessa che è incaricata di far rispettare le regole.
    I Prefetti possono entrare senza problemi in quella fottuta ala della Biblioteca, ma noi no... non potevi aspettare Hopkirk?

    *Cristine aprì la bocca per dire qualcosa,ma fu interrotta dalla voce della Corvonero. Cristine alzò gli occhi al cielo,ma poi ascoltò tranquillamente ciò che aveva da dirgli la ragazza.*

    Bene, vedo che ti sei già messo all'opera, ce li dividiamo?

    *Disse quella frase a Keith per poi voltarsi verso di lei.*

    Ti pare il caso? Spero che le parole del tuo compagno ti facciano effetto,ma sappi che non potrò evitare di segnalare la cosa!

    *Cristine incrociò le braccia per poi puntare gli occhi color ghiaccio sulla ragazza ed iniziò a parlare con molta calma.*

    Capisco la reazione,ma pensateci un attimo.
    Un Lupo Mannaro che si trasforma senza Luna Piena? Non è una cosa che capita tutti i giorni e sono sicura che in quel libro c’è qualcosa. Dai ragazzi è un evento che accade una volta ogni dieci secoli,se non ci sono informazioni nella Sezione Proibita non ci sono neanche nel libri comuni,dato che anche la Preside Mills era esterrefatta per ciò che stava accadendo e se rimane così sorpresa una professoressa di Arti Oscure pensate davvero che un semplice libro della biblioteca di Hogwarts possa avere informazioni a riguardo?


    *Cristine non voleva creare tanto scalpore,solo che non voleva perdere tempo,per quanti tutti la ritenessero una piena di se,egocentrica e tutto in quelle settimane il suo unico pensiero era ritrovare Gianna,sua amica dal primo anno e Scorpius. *

    @Katrin_Hopkirk, @Keith_Connington,

  • Keith_Connington

    Serpeverde Responsabile di Casa

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 7
    Galeoni: 1053
       
       

    *Keith Connington si sentì morire quando Katrin apparve alle sue spalle e divenne più rosso in faccia di quel che già non era.
    Il Prefetto li aveva scoperti con qualcosa di proibito fra le mani e a stringerlo era proprio lui.
    Il Serpeverde non si permise di emettere neanche un suono e lasciò che fosse lei a parlare. Quando la Corvonero prese la parola, però, cominciò a rilassarsi: evidentemente aveva più intenzione di mettersi all'opera in fretta che di rimproverarli e aveva anche capito chi aveva avuto la brillante idea di attingere conoscenze proibite senza attendere il suo consenso.*

    Sì, ne ho presi più di quelli che posso effettivamente consultare da solo proprio per farti risparmiare tempo.

    *Le rispose lui e poi fece di nuovo silenzio, mentre ascoltava Cristine Cullen giustificarsi per quell'iniziativa.
    Egli comprendeva il punto di vista della sua compagna, ma lei non riusciva a mettersi in testa che esistevano procedure che dovevano essere seguite e in quel caso, con un Prefetto a disposizione, non era necessaria l'autorizzazione di un docente per visitare quell'ala della Biblioteca; lei poteva farlo per loro! Perché allora - si domandava Keith - se ne fregava delle regole? Cosa le sarebbe costato aspettare la Corvonero? Quell'impulsività faceva innervosire il ragazzo; pure lui aveva violato qualche volta il regolamento scolastico, come quando (ad esempio) si era recato nella Foresta Proibita per mera curiosità, ma l'aveva fatto senza avere a disposizione alternative, a differenza di Cullen.*

    Cullen, probabilmente la tua idea di cercare risposte nel Reparto Proibito si rivelerà vincente, ma, se mi hai ascoltato, avrai capito che non ti stavo accusando che stessi facendo qualcosa di inutile.

    *Il ragazzino non rimarcò concetti che precedentemente aveva già espresso; detestava ripetersi. Preferì piuttosto annuire, quando la Corvonero diede loro il via, mettere di nuovo in piedi la sedia che aveva fatto cadere e diede il libro recuperato da Cristine a Katrin; gli sembrava più giusto far immergere un Prefetto in quella lettura proibita.
    Egli si mise quindi all'opera con i manuali accessibili a tutti gli studenti. In silenzio cominciò a leggere e, dopo una decina di minuti sgranò gli occhi e si bloccò.
    Quel che aveva attirato così tanto l'attenzione di Connington non era affatto qualcosa di rilevante per il ritrovamento di Scorpius e Gianna, ma lo aveva così sorpreso e scandalizzato, che ci teneva a condividerlo con le due studentesse.*

    Lo sapevate che nella Foresta Proibita c'è un branco di cuccioli di Licantropo?
    In pratica somigliano a dei lupi veri e propri, ma sono più intelligenti di loro, non sono aggressivi come i Mannari e non trasmettano alcuna Maledizione e...


    *Si bloccò per qualche secondo e diventò, di nuovo, rosso d'imbarazzo.*

    E-e-e... in pratica vengono concepiti quando due Licantropi trasformati si... si accoppiano.

    *Quell'ultima informazione venne accompagnata da una sordida risata. Keith aveva quindici anni; tutto quello che riguardava argomenti da lui reputati un po' "zozzi" lo divertiva e lo imbarazzava al tempo stesso.*

    @Cristine_Cullen, @Katrin_Hopkirk,


  • Cristine_Cullen

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 5
    Galeoni: 205
       
       

    Cullen, probabilmente la tua idea di cercare risposte nel Reparto Proibito si rivelerà vincente, ma, se mi hai ascoltato, avrai capito che non ti stavo accusando che stessi facendo qualcosa di inutile.


    *Cristine abbozzò un lieve sorriso e prese un libro dal tavolo mentre scorreva con gli occhi sulle frasi scritte.*

    Lo sapevate che nella Foresta Proibita c'è un branco di cuccioli di Licantropo?
    In pratica somigliano a dei lupi veri e propri, ma sono più intelligenti di loro, non sono aggressivi come i Mannari e non trasmettano alcuna Maledizione e...

    *Keith stava parlando di un argomento trovato sul libro quando si bloccò e la Serpeverde istintivamente alzò gli occhi dal libro per vedere cosa avesse fatto stoppare il ragazzo,ma lui era ancora a fissare la pagina.*

    E-e-e... in pratica vengono concepiti quando due Licantropi trasformati si... si accoppiano.

    *Keith abbozzà una risata e la stessa cosa fece Cristine scuotendo la testa. Intanto aveva riportata l’attenzione sulla pagina che stava leggendo e quando lesse “ Lupo Mannaro “ si concentrò magggiormente.*

    Per diventare un Lupo Mannaro è necessario essere morsicato da un Lupo Mannaro che abbia assunto la forma di lupo, durante la luna piena. Il contagio avviene infatti quando la saliva del Lupo Mannaro si mischia con il sangue della vittima.

    *Cristine lesse quel piccolo paragrafo ad alto voce. Gianna e Scorpius si trovavano nella Foresta Proibita proprio durante la Luna Piena,che quella sera era anche la Luna Rossa per quanto ne sapevano loro,i due ragazzi potevano anche essere stati attaccati. Poi un pensiero attraversò la mente della Serpeverde.*

    Quella sera c’era la Luna Rossa. So che è un’opzione abbastanza improbabile,ma se il Lupo in questione fosse stato contagiato proprio quella sera? Sappiamo che,normalmente,un Lupo Mannaro si trasforma solamente ed unicamente con il Plenilunio,ma quello con cui abbiamo a che fare riesce a trasformarsi anche senza. Dovremmo cercare più informazioni sulla Luna Rossa,dopotutto è iniziato tutto con essa

    @Keith_Connington, @Katrin_Hopkirk,

  • Katrin_Hopkirk

    Corvonero Responsabile di Casa

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 722
       
       

    Cullen, probabilmente la tua idea di cercare risposte nel Reparto Proibito si rivelerà vincente, ma, se mi hai ascoltato, avrai capito che non ti stavo accusando che stessi facendo qualcosa di inutile.

    *Il prefetto scosse la testa, capiva che la sezione proibita aveva un certo fascino, anche lei ne era stata ammaliata e che sembrava contenesse ogni genere di risposta, ma non sapevano cosa stavano cercando, la risposta non doveva per forza essere oscura o inimmaginabile.*

    Non è detto, la soluzione potrebbe essere la più semplice, non dobbiamo incaponirci a pensare a qualcosa di strano o inimmaginabile, la risposta potrebbe essere proprio davanti ai nostri occhi!

    *Mormorò la ragazza immersa nella consultazione del tomo che aveva davanti, non voleva scartare l'opzione sezione proibita, non voleva scartare nessuna possibilità, dovevano avere una mente aperta e una vena intuitiva smisurata. Keith cominciò a leggere un trattato trovato sul libro che stava consultando, il ragazzo riferiva che nella foresta proibita esisteva una specie frutto dell'accoppiamento tra licantropi, la cosa pareva imbarazzarlo e divertirlo al contempo, anche Cristine pareva trovare la cosa esilarante. Katrin alzò la testa e sorrise, non tanto per la questione " accoppiamento" ma per la reazione dei due serpeverdi. Erano questioni che in genere non la toccavano, aveva altri pensieri e altre priorità, ma la reazione dei due ragazzi le fece ricordare che bene o male aveva solo 17 anni, anche se molte volte si sentiva più grande di quanto non fosse e che certi argomenti non assumevano per tutti una prospettiva puramente scientifica come invece accadeva per lei. Le relazioni umane specie di tipo amoroso l'avevano sempre lasciata abbastanza indifferente, la curiosità c'era, era nella sua natura, ormai lo sapeva piuttosto bene e credeva di essere finita tra i corvi anche per quella sua prerogativa.*

    Interessante, ma non credo abbia niente a che fare con il nostro lupo mannaro...

    *Esclamò sorridendo al giovane, poi riportò lo sguardo sulle evoluzioni d'inchiostro riportate sulla pagina dinnanzi a lei. Poco dopo Cristine lesse informazioni note a chiunque avesse seguito la lezione sui lupi mannari del professor Largh, ma la deduzione successiva doveva essere tenuta in considerazione, la luna rossa era un fattore anomalo che poteva aver alterato la situazione. Kat annuì silenziosa alle parole della ragazza, fissò la pila di libri che aveva davanti, poi si alzò e si diresse nella sezione dedicata all'astrologia, forse avrebbe trovato qualcosa, sapeva che l'astrologia veniva usata dai centauri per predire il futuro e che ogni astro aveva un significato anche magico, rientrava in qualche modo nell'esoterismo.*

    Avessimo a disposizione un centauro, forse potrebbe darci qualche informazione... Bisogna accontentarsi....

    *Mormorò dubbiosa fissando il muro di libri dinnanzi a lei, prese tutti quelli che nel titolo avevano la parola "luna" e tornò al tavolo. Iniziò a sfogliare gli indici alla ricerca di qualcosa di utile. Per quanto leggesse la luna di sangue rappresentava sempre sventura, cambiamento, era presagio di morte.*

    Ci sono varie leggende sulla luna rossa, gli Inca credevano che fosse collegata a un giaguaro che divorava la luna per poi scendere sulla terra e ucciderli tutti. Secondo le credenze mesopotamche la luna veniva attaccata e quindi nascondevano il sovrano per proteggerlo. Secondo i greci questa luna è legata alla caccia a causa del colore sanguigno, quindi è ricollegabile ad Artemide, mentre per i Wicca è riconducibile a Lilith la madre di tutti i demoni... per quanto riguarda i lupi mannari dice che come i demoni vengono rafforzati dagli influssi della luna rossa, ma non trovo altro...

    *Esclamò demoralizzata fissando le pagine, possibile che non trovasse alcun collegamento, nessun indizio... La questione la frustrava, doveva esserci qualcosa che li aiutasse. Si rialzò e ricominciò a cercare, prese un paio di libri che le parevano adatti, ricominciò a sfogliare, poi dopo svariati minuti di silenzio, si bloccò e voltò il tomo verso gli altri due.*

    Citazione:




    *Non sapeva se c'entrava qualcosa, ma quella pagina aveva catturato il suo interesse.*

    Che ne pensate?

    *Domandò ai suoi compagni speranzosa.*

    @Keith_Connington, @Cristine_Cullen, @Percy_Smith, @Opal_Saphirblue,




    Ultima modifica di Katrin_Hopkirk 2 settimane fa, modificato 1 volta in totale


  • Keith_Connington

    Serpeverde Responsabile di Casa

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 7
    Galeoni: 1053
       
       

    *Assieme i tre sembravano lavorare abbastanza bene: lo scambio di informazioni ottenuto era continuo e qualcuno di loro azzardava ipotesi che non erano niente male e che spingevano Keith a farsi ulteriori domande. Non tutti quei quesiti però erano propriamente pertinenti con la scomparsa di Gianna Fields e di Scorpius Malfoy o sul loro rapitore e quindi alla maggior parte di esse non diede voce per non far rischiare alle due compagne di ricerca di perdere altro tempo prezioso per la consultazione di tutto il materiale che erano riusciti a reperire.*

    Sembra una leggenda nordica che tenta di spiegare l'origine della Licantropia.

    *Rispose a Hopkrik, dopo aver consultato la bellissima pagina illustrata di quell'antico tomo.*

    A proposito di mitologia norrena, il nostro lupo forse somiglia più Berserkr: loro, pur perdendo ugualmente la coscienza nel farlo, potevano decidere quando trasformarsi.

    *Disse lui non troppo convinto, mentre si grattava sotto il mento, assumendo di colpo un'aria pensierosa.
    Aveva in mente un'altra ipotesi. Essa però, se si fosse rivelata vera, avrebbe reso vana quella ricerca.
    Fece qualche attimo di silenzio e poi glie la espose:*

    E se questo ululato fosse in realtà un bluff? Se il rapitore stesse prendendo tempo?

    *Domandò a entrambe. Questa forse era un'ipotesi più probabile di quelle che aveva formulato fin'ora. Cosa ci voleva a un mago per rendere un ululato "credibile"? Ben poco. Quasi sicuramente, se si fosse applicato, anche Keith ci sarebbe riuscito con qualche misera pozione per alterare la voce e un Incantesimo Sonorus per amplificarla per renderla udibile fin dentro alle mura scolastiche.*

    Pensare che ad aspettarti nella foresta c'è un Essere capace di maledirti anche se non c'è la luna piena, potrebbe inibire parecchi di noi dal mettersi alla ricerca di Gianna e Scorpius.

    *Keith per lo meno doveva ammettere che non avrebbe mosso un passo fuori da Hogwarts se non sentisse di poter contare sulla presenza di altre bacchette oltre alla sua.*

    Insomma: chi ha visto questa sera il Licantropo?

    *La domanda retorica del Serpeverde serviva a spronare entrambe a considerare come accreditata quell'opzione.*

    @Katrin_Hopkirk, @Cristine_Cullen,


  • Opal_Saphirblue

    Tassorosso Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 4
    Galeoni: 61
       
       

    Speriamo di trovare qualche notizia interessante... E utile, soprattutto...

    *Una vocina sottile sussurrava in una mente eclettica e turbinante sotto una matassa di capelli turchini che svolazzavano per i corridoi di Hogwarts.

    Era appena uscita dalla Sala Grande: dopo un'accesa discussione tra studenti riguardo i metodi più funzionali da attuare per aiutare le ricerche dei due alunni dispersi, l'entrata improvvisa del professor Smith aveva letteralmente lasciato tutti senza parole. Nemmeno un più piccolo squittio poteva più infastidire le orecchie del docente, dopo l'incantesimo Languelingua lanciato dallo stesso insegnante di Volo, spazientito dai battibecchi dei giovani maghi.
    Quindi, Opal aveva lasciato la sala da pranzo, diretta verso la Biblioteca, dove la stavano probabilmente aspettando il figlio di Salazar Keith e la sua amica Katrin: il Prefetto di Corvonero aveva infatti proposto di sfogliare qualcuno dei volumi polverosi delle librerie del Castello per tentare di comprendere meglio la natura del licantropo che terrorizzava il Mondo Magico in quel periodo.

    La Tassetta trovò Keith, Katrin ed inaspettatamente anche la Serpina Cristine già chini sui libri, intenti a consultare accuratamente i manuali.
    La streghetta decise di non disturbare la loro concentrazione: si sedette silenziosamente accanto e scelse un grosso tomo dalla copertina vermiglia dalla pila selezionata dai compagni. Una sfera argentata era impressa sul frontespizio. La luna influenza la trasformazione dei licantropi... Doveva trattarsi del libro giusto. Iniziò a sfogliare le pagine ingiallite dal tempo, focalizzandosi sul Capitolo X intitolato La Luna Rossa ed appuntando alcune parole chiave su una pergamena. Si raccolse i capelli e cominciò la lettura.*



    Citazione:
    Nonostante la Terra si frapponga tra Sole - che genera la luce - e Luna - che riflette la luce -, non tutta l'energia luminosa viene offuscata e una parte di essa riesce ad interagire con la superficie lunare, mutando talvolta la sua colorazione: emerge perciò il rosso, ciò che non normalmente non è visibile, poiché incluso nel colore bianco che siamo soliti osservare. La luce rossa richiama quello che c'è sempre stato pur essendo nascosto, un invito ad entrare nel profondo dei livelli dell'esistenza. A livello intellettivo, essa indica il nostro inconscio e la natura di trasformazione della realtà. Si dice che la Luna Rossa porti sventura: una realtà illusoria viene rischiarata da una forza veritiera e il nostro Essere può mostrarsi con più facilità, liberandosi dalle catene che solitamente ci imprigionano. Questo raro fenomeno scarlatto esalta quindi la forza di liberazione dalle costrizioni, liberando il vero Io e simboleggiando infine una rinascita dell'individuo.


    *Ancora impossibilitata nella comunicazione, Opal toccò appena la spalla della Corvonero, indicandosi la bocca e tentando di proferire parola, pur non emettendo alcun suono. Cercava di comunicarle di spezzare l'incantesimo: per una chiacchierona come lei, peggior fattura non poteva esistere!
    Sfiorò quindi la pergamena su cui aveva annotato le sue scoperte riguardo la Luna Rossa, sperando in alcune deduzioni funzionali al loro lavoro.*

    @Katrin_Hopkirk, @Keith_Connington, @Cristine_Cullen




    Ultima modifica di Opal_Saphirblue 2 settimane fa, modificato 1 volta in totale


  • Cristine_Cullen

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 5
    Galeoni: 205
       
       

    Ci sono varie leggende sulla luna rossa, gli Inca credevano che fosse collegata a un giaguaro che divorava la luna per poi scendere sulla terra e ucciderli tutti. Secondo le credenze mesopotamche la luna veniva attaccata e quindi nascondevano il sovrano per proteggerlo. Secondo i greci questa luna è legata alla caccia a causa del colore sanguigno, quindi è ricollegabile ad Artemide, mentre per i Wicca è riconducibile a Lilith la madre di tutti i demoni... per quanto riguarda i lupi mannari dice che come i demoni vengono rafforzati dagli influssi della luna rossa, ma non trovo altro...

    *Cristine ascoltò la lettura di Katrin,ma sospirò quando si accorsero che almeno su quel libro,non c’era scritto niente che li avrebbe aiutati nella loro ricerca.*

    Che ne pensate?

    *Alzò nuovamente la testa per poi inchiodare lo sguardo sulla pagina che aveva indicato la Corvonero. Parlava di come secondo quella “ leggenda “ fossero stati creati i Licantropi.*

    A proposito di mitologia norrena, il nostro lupo forse somiglia più Berserkr: loro, pur perdendo ugualmente la coscienza nel farlo, potevano decidere quando trasformarsi.
    E se questo ululato fosse in realtà un bluff? Se il rapitore stesse prendendo tempo?

    *La Serpeverde spostò l’attenzione su Keith ascoltando cos’aveva da dire senza intervenire subito.*

    Pensare che ad aspettarti nella foresta c'è un Essere capace di maledirti anche se non c'è la luna piena, potrebbe inibire parecchi di noi dal mettersi alla ricerca di Gianna e Scorpius

    *In effetti anche i professori non sapevano proprio cosa fare dopo l’ululato di questa notte. Anche loro nonostante avessero una preparazione eccezionale non capivano con chi o con che cosa avevano a che fare questa volta.*

    Insomma: chi ha visto questa sera il Licantropo?


    Sai Keith potresti avere ragione. Non è un’opzione da buttare via questa,ma se così dovesse essere la domanda che mi porrei sarebbe “ perché?” Insomma come sappiamo un Lupo Mannaro con la Luna Piena non riesce a ragionare come un umano e compie gesti come uccidere,attaccare innocenti e ok,ma una volta tornato alla sua forma umana torna ad essere la persona di sempre! Se è vero che si sta prendendo gioco di tutti noi fingendo una trasformazione senza il Plenilunio che cosa vuole da Hogwarts? Perché rapire degli studenti?

    *Ultimi avvenimenti di questo genere risalgono alla seconda guerra magica,quando Lord Voldemort fece stragi di Nati Babbani e imprigionò alcuni studenti di Hogwarts o quando si impadronì della scuola stessa. Ma Voldemort era morto e stavolta era definitivo quindi cosa stava succedendo? Che qualcuno ancora vivo e libero dei suoi seguaci voglia vendicarsi? Cristine scosse la testa riportando l’attenzione sul libro che stava leggendo e sbuffò quando non trovò niente. L’occhio le cadde sul libro della Sezione Proibita e lanciò un’occhiata a Katrin*

    Lo consultiamo Katrin?


    *Subito dopo aver posto quella domanda vide Opal che varcava la soglia della Biblioteca e che si stava dirigendo verso il loro tavolo pronta per dare una mano.*

    @Keith_Connington, @Katrin_Hopkirk, @Opal_Saphirblue,

  • Katrin_Hopkirk

    Corvonero Responsabile di Casa

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 722
       
       

    *Le ricerche procedevano senza troppo successo, la pagina trovata sul mito norreno non aveva le risposte che sperava, l'arrivo della sua amica dai capelli turchini, fu silenzioso, ma ben gradito, l'ora si faceva tarda, gli occhi iniziavano a bruciare e una mente in più non guastava. Opal attirò la sua attenzione, ci mise un po' a capire qual era il problema, si era dimenticata dell'incantesimo scagliato dal professor Smith per sedare il litigio in sala grande, recuperò la bacchetta infilata nello stivale sinistro e si rivolse verso la Tassorosso.*

    Finite

    *Lei si era liberata del divieto di parola non appena uscita dalla sala grande, era diventata piuttosto brava con gli incantesimi non verbali, ma la ragazza accanto a lei più piccola di qualche anno probabilmente non era ancora in gradi di fare magie simili, sorrise all'amica e spostò lo sguardo su ciò che le stava mostrando, il trattato spiegava il fenomeno astrologico, quindi Katrin in un primo momento non comprese perché sarebbe dovuto essere rilevante, continuò a leggere e una frase in particolare richiamò il suo sguardo.*

    Questo raro fenomeno scarlatto esalta quindi la forza di liberazione dalle costrizioni, liberando il vero Io e simboleggiando infine una rinascita dell'individuo.

    *Lesse a mezza voce pensierosa, qualcosa in quella frase aveva un significato interseca che il suo cervello cercava di portare alla luce, ma prima che ci riuscisse la voce di Keith richiamò la sua attenzione.*

    E se questo ululato fosse in realtà un bluff? Se il rapitore stesse prendendo tempo?

    *Katrin prese in considerazione le parole del serpeverde, in un primo momento le parvero plausibili, ma più ci pensava più la cosa le pareva improbabile, un mago oscuro avrebbe potuto camuffare o modificare la propria voce, ma la preside e i professori avrebbero riconosciuto l'inganno. Inoltre non c'era logica nel rapire due studenti, l'ipotesi le pareva poco probabile, quindi scosse la testa sospirando.*

    Non credo sia un bluff...

    *Mormorò sconsolata. Cristine era di altro avviso, ma avere opinioni di verse era un'ottimo modo per analizzare la situazione, maghi oscuri, seguaci di Voldemort ce ne erano ancora, lo sapeva. L'aveva scoperto nelle sue notti di vagabondaggio per le zone più oscure e meno raccomandabili del mondo magico, aveva sentito storie, raccolto informazioni, cercava risposte ma nel frattempo si era immersa in quella parte di mondo che la scuola cercava di tenere all'esterno per proteggere i suoi studenti. Un velo di apprensione le offuscò lo sguardo, conosceva la paura del non sapere ed anche peggio dell'essere perfettamente a conoscenza del pericolo a cui si andava incontro.*

    Lo consultiamo Katrin?

    *Domandò la serpeverde ammiccando al libro da lei preso nella sezione proibita, il prefetto era scettico, conosceva libri come quello, ci aveva studiato, ne aveva trovato anche di peggiori e sapeva che mettevano a dura prova l'anima cercando di trascinarla in qualche pozzo oscuro e senza ritorno, ci combatteva tutti i giorni, da quando aveva iniziato con la Clavis Salomonis doveva costantemente combattere per restare in equilibrio tra luce e ombra, per non perdere completamente sé stessa, era un destino che non augurava a nessuno, ma lei sapeva a cosa andava incontro quando aveva scelta quella via. Aveva ceduto la sua anima per la conoscenza e non se ne pentiva, sapeva che quel libro non era così pericoloso, ma temeva comunque per gli altri studenti presenti.*

    Il professor Smith ha detto che passerà a controllare, ne parleremo con lui quando ci raggiungerà!

    *Esclamò ponendo un punto definitivo alla questione, poi si rivolse a Opal.*

    Cosa stavi cercando di dirmi prima?

    *Domandò accennato alla pagina ancora aperta dinnanzi alla tassa.*

    @Keith_Connington, @Percy_Smith, @Cristine_Cullen, @Opal_Saphirblue,


  • Cristine_Cullen

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 5
    Galeoni: 205
       
       

    Il professor Smith ha detto che passerà a controllare, ne parleremo con lui quando ci raggiungerà!

    *Quella fu la risposta che la Serpeverde ricevette da Katrin e non riuscì a trattenere un leggero sbuffo, ma lasciò comunque che l'argomento "libro della Sezione Proibita " morì li. Si sporse in avanti sul tavolo aprendo il terzo libro della serata, le ore passavano velocemente, ma loro non avevano ancora trovato nulla e più passava il tempo, più Cristine tornava a pensare alla sua idea iniziale. Scosse la testa riportando l'attenzione al libro che aveva davanti la faccia e prese a leggere il primo paragrafo. Si innervosì quando si accorse che c'erano scritte le stesse identiche cose che erano sul libro precedente così sbottò chiudendo e passandosi una mano tra i capelli*

    Non c'è scritto niente di nuovo in questo fottutissimo libro!

    *Fece scorrere lo sguardo sui tre presenti al tavolo,poi un'idea passò per la testa della Serpe*


    Faccio un giro per la Biblioteca magari trovo qualcosa

    *Senza aspettare una risposta si alzò dal tavolo per poi dirigersi verso i vari scaffali. Non avevano trovato nulla sui libri di Creature Magiche, ma magari su qualche libro delle Arti Oscure c'era qualcosa riguardante un incantesimo che un Lupo Mannaro poteva usare per decidere quando trasformarsi.*



    @Opal_Saphirblue, @Katrin_Hopkirk, @Keith_Connington,



    Ultima modifica di Cristine_Cullen 2 settimane fa, modificato 3 volte in totale


  • Keith_Connington

    Serpeverde Responsabile di Casa

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 7
    Galeoni: 1053
       
       

    *Keith aveva già messo le mani dietro la testa e aveva iniziato a poltrire, mentre le sue compagne si davano da fare.
    La strada della maledizione alterata dalla luna rossa sembrava aver stuzzicato l'attenzione di tutte loro e anche Keith ne era attratto, ma, a quel punto, dubitava di trovare risposte in quel luogo. Quanto era probabile che fosse stato documentata la contaminazione da parte di un Licantropo durante quel meraviglioso fenomeno astronomico? Troppo poco - era la risposta che si dava il Serpeverde, che, pur rinunciando ad adoperarsi continuava a stare lì a vedere cos'altro riuscivano, invece, a trovare le tre studentesse (anche la Tassorosso Sophirblue si era aggiunta).*

    Chi ti ha stregata?

    *Chiese a Opal incuriosito, mentre Katrin annullava l'Incantesimo Languelingua che l'aveva colpita.
    Almeno per questa risposta non avrebbero dovuto consultare nessun manuale della Biblioteca; la Tassorosso glie l'avrebbe fornita.

    Dopo qualche minuto, poi, iniziarono a parlare del suo Responsabile di Casata, il Professor Smith; a quanto pareva avrebbe dovuto raggiungerli.
    Keith si chiese, grattandosi la testa, quanto aiuto avrebbe potuto dare loro un docente di Volo, ma preferì non dar voce a quel dilemma, al contrario, voleva parlare un po' con Katrin.*

    Non escludere a prescindere la mia idea... potrebbe davvero trattarsi di un gioco d'ombre fatto per apparire più temibile di quel che non è.

    *Il mondo animale era pieno di esempi a supporto dell'idea di Connington: ad esempio, le rane e i rospi si gonfiavano per scoraggiare i loro predatori, apparendo più grandi e, di conseguenza, più minacciosi.*

    Tornando a quello che avevi detto poco fa', eviterei di consultare un centauro per tre ragioni:
    Punto uno: si trovano nella Foresta, che a noi è interdetta;
    Due: parlano con linguaggio ermetico e si affidano alla divinazione;
    Infine... sono arroganti e altezzosi. Quella sottospecie di ronzini ti farebbero umiliare per poi non darti niente in mano.


    *Keith riteneva i centauri degli Esseri sopravvalutati dalla maggior parte: il loro orgoglio e la loro presunta saggezza lo infastidivano in maniera incredibile. Erano come quelle persone che credevano di aver capito tutto dalla vita e che davano l'idea di avere la verità in tasca... ma anche ai loro occhi, che tanto riuscivano a guardare lontano, la vita era un mistero irrisolvibile.*

    @Cristine_Cullen, @Katrin_Hopkirk, @Opal_Saphirblue,



Vai a pagina 1, 2  Successivo