Hogwarts - 5° Piano
Hogwarts - 5° Piano


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Lavinia_Grent


    Citazione:
    Regole di scrittura:
    - il tempo verbale è il passato (andò NON va)
    - la persona è la terza singolare (lei/lui NON io)
    - le descrizioni vanno fra asterischi ** si
    - il discorso diretto deve essere scritto senza nulla (ed eventualmente colorato)
    - i pensieri vanno in corsivo (ed eventualmente fra virgolette "")




    Ultima modifica di Lavinia_Grent oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Lavinia_Grent

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 8
    Galeoni: 1555
        Lavinia_Grent
    Corvonero
       
       

    *Era una fredda mattina di fine febbraio. Nonostante l'inverno stesse finendo e la primavera fosse alle porte, il clima era puramente ancora invernale. C'era un bel sole e il cielo azzurro, ma un freddo ancora pungente. La neve si era quasi sciolta del tutto e ormai imbiancava solo le alte cime del paesaggio attorno a Hogwarts. La professoressa Lavinia Grent quella mattina entrò nell'Aula di Antiche Rune in modo tranquillo. Si era alzata di buon ora, aveva fatto colazione con Joy e Orion, era andata come suo solito al Town Hall per ritirare delle pergamene da leggere e poi era subito partita per il Castello, luogo in cui aveva organizzato insieme alla sua collega docente di Aritmanzia, la professoressa Elena Apefrizzola, un'esercitazione congiunta. In Aula trovò già la sua collega Elena. Andò verso di lei, ma non tolse il mantello. C'era particolarmente freddo lì dentro in quel momento. Appoggiò la sua borsa sulla cattedra. Le sorrise e la salutò con un cenno della mano mentre le si avvicinava.*

    Ciao cara. Siamo pronte?

    *Le disse con tono tranquillo. Avevano preparato un'esercitazione sui numeri legati alle Rune. Avevano pensato di far costruire loro un talismano considerando la corrispondenza tra Rune e numeri. Credeva fosse un argomento interessante e sperava in una grande partecipazione e soprattutto entusiasmo da parte degli studenti. Stimava molto Elena, era una bravissima insegnante. Era più piccola di lei, ma non di molto. Era stata anche lei una Corvonero e durante i suoi ultimi anni scolastici ricordava di averla intravista qualche volta in Sala Comune. Aveva legato con lei, invece, dopo Hogwarts, proprio perchè erano entrate tutte e due nel corpo docente della scuola. Quella era la prima volta che organizzava un'esercitazione con lei e si era trovata molto bene. Trascorsero una decina di minuti e vide i primi studenti entrare in aula. Li salutò e li invitò ad entrare con un cenno della mano. Quando l'aula fu abbastanza piena prese la parola.*

    Buongiorno a tutti e benvenuti alla prima esercitazione di Antiche Rune e Aritmanzia. Io e la professoressa Apefrizzola abbiamo organizzato qualcosa di particolare per oggi. Non preoccupatevi, non sarà niente di difficile. Vi aiuteremo noi se avrete qualche difficoltà.

    *Aggiunse la bionda insegnante dopo aver visto le espressioni preoccupate degli studenti. Antiche Rune e Aritmanzia erano considerate materie complesse e molto neurali, poi per giunta insieme. I ragazzi meno temerari si erano un po' spaventati. Per l'attività che avevano organizzato ovviamente occorreva un po' di conoscenza delle Rune e dei Numeri, e anche dei talismani e degli incantesimi che Lavinia aveva spiegato durante le sue lezioni.*

    Oggi parleremo di Rune legate ai Numeri e alla fine di questa esercitazione sarete in grado di costruire un talismano secondo un criterio un po' diverso da quello che vi ho finora spiegato.
    Per iniziare facciamo un po' di brainstorming. Ripassiamo un po' insieme alcuni concetti delle mie vecchie lezioni. Qualcuno sa spiegarmi cos'è un talismano? E poi cosa molto importante... chi di voi si ricorda l'incantesimo Signo?


    *Pose quelle due domande per rispolverare vecchi e semplici concetti che dopo aver seguito le sue lezioni dovevano saper spiegare ad occhi chiusi.*






    Benvenuti alla prima esercitazione di Antiche Rune e Aritmanzia.

    Potete iniziare a postare. Descrivete il vostro arrivo in aula e rispondete alle domande.


    @Roxanne_Plagesombre, @Robert_Dippett, @Helen_Benlor, @Charlotte_Mills, @Sarah_Jonson, @Percy_Smith, @Dorcas_Moore, @Katrin_Hopkirk, @Jeanjery_Vergne, @Gaia_Lazzari, @Serenity_Hunter, @Sinfo_Arfen, @Opal_Saphirblue, @Eirwen_Quinn, @Gianna_Fields, @Miles_Halter, @Jane_Casterwill, @Cristine_Cullen, @Lavinia_Grent, @Sprotte_Smerald, @Sylvia_Turner, @Gabriele_Bordoni, @Shana_Sakai, @Marina_Lightwood, @Mihos_Renny, @Marcus_Largh, @Chloe_Hills, @Martina_Maggiore, @Mirco_Mcqueen, @Elena_Apefrizzola, @Kahina_Iaquinto, @Aras_Aquila, @Dean_Winchester, @Alexandra_Duval, @Elena_Salvatore, @Anastasia_Gray, @Sarah_Darcy, @Twili_Fullbusters, @Petro_Otyan, @Elfa_Winky, @Diana_Kelly, @Natuk_Denatura, @Stellagiulia_Clarke, @Mary_Heart, @Alyson_Chalamet, @Antonio_Seria, @Peter_Franquez, @Sara_Vinci, @Kristal_Thratchet, @Rosaline_Barnes, @Jade_Hailen, @Cosetto_Silverwing, @Elibetta_Orani, @Elena_Anderson, @Helen_Daniels, @Emma_Williams, @Achilles_Davids, @Marghe_Fiore, @Livia_Kira, @Bimba_Bella, @Valeria_Bologna, @Pinkk_Snow, @Lorena_Williams, @Jhon_Snow, @Millennium_Falcon, @Francesca_Spina, @Lissa_Hayward, @Elena_Canniel, @Kimberly_Beckendorf, @Leah_Goldsmith, @Megan_Torres, @Nick_QuasiSenzaTesta, @Gwenny_Fitzgerald, @Letizia_Fawley, @Alyn_Earnshaw, @Valerio_Mulee, @Celia_Mikellar, @Terry_Mangala, @Alfred_Leon, @Marty_Marty, @Luke_Farach, @Elison_Parusso, @Beatrice_Capotorto, @Emily_Banks, @Seraphine_Arcaden, @Lamia_Salem, @Aurora_Quinzel, @Angela_Dimaggio, @Leila_Clarke, @Diabolique_Denocturne, @Valentina_Giacco, @Percy_Raspell, @Beatrix_Anello, @Alexis_Arden, @Rayan_Wulfric, @Nevil_Wood,


  • Sprotte_Smerald

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 2
    Galeoni: 83
       
       

    *Quella mattina Sprotte si alzò dal letto molto presto perchè aveva perso il sonno. Solitamente non aveva problemi a dormire, ma quella notte aveva sognato la sorella che vedeva la bambina come un mostro e la detestava perchè era una strega, cosí si era svegliata affollata e seduta e non era più riuscita a chiedere occhio. Le cose in famiglia non stavano andando bene, il che non era una novità, ma questa volta le questione famiglia stavano cominciando a interferire nella vita scolastica di Sprotte perchè la bambina era costantemente distratta, non ascoltava a lezione e la situazione stava diventava ingestibile. Sprotte doveva trovare una soluzione perchè adorava la sua nuova vita è non poteva permettere che le questione familiari le rovinassero tutto. Si accorse che era già l'ora di avviarsi in aula ed essendosi vestita già da molto tempo era pronta per cercare la stanza dove si tenesse la lezione. Questa volta riuscí stranamente a trovarla senza bisogno di aiuto. Entrò, salutò educatamente le due professoresse e si sedette. Dopo poco la lezione cominciò e per prima cosa fuoco poste due domande riguardanti Antiche Rune, Sprotte non era sicura di sapere la risposta, ma provò comunque.*

    Un talismano è uno dei primi oggetti magici cioè incanalatori di magia creati nella storia. È un contenitore di energie positive. Ci sono diversi tipi di talismani come ad esempio un'amuleto che è un oggetto sul quale è attivo un'incantesimo di protezione e si porta sempre con se. Anche un simbolo disegnare su una semplici pergamena è un talismano. Affinchè l'effetto del talismano si sviluppi i varie oggetti devono essere incisi con dei simboli specifici. La parola talismano deriva dal greco e significa mettere in effetto. L'incantesimo signo è L'incantesimo trascinato che serve per incidere le Rune. Per praticare L'incantesimo bisogna pensare al proprio intento e pronunciare il nome della runa che si intende scrivere insieme a Signo e poi tracciare la forma con la bacchetta.

    *Disse Sprotte sperando di aver risposto correttamente*

    @Lavinia_Grent,@Serenity_Hunter




    Ultima modifica di Sprotte_Smerald oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Kristel_Hardit

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 2
    Galeoni: 267
       
       

    [ DORMITORIO GRIFONDORO]

    *Quella mattina Kristel si sentiva carica e pimpante, si era svegliata di buonumore e con una voglia matta di apprendere qualcosa di nuovo ed interessante.
    Aveva lasciato la sua stanza quasi come una ladra nel bel mezzo di una rapina, in punta di piedi e sperando di non far rumore. Di solito tutta quella delicatezza non le scorreva nelle vene ma, la notte precedente, aveva sentito la sua compagna di stanza rientrar tardi e di certo esser svegliata presto non era nei suoi programmi.
    Con un salto felino evitò delle scarpe lasciate sulla soglia della porta e, in men che non si dica, si ritrovò a tirar un sospiro di sollievo e sorridere senza una precisa motivazione.*

    Ottimo lavoro baby!

    *Commentò sarcastica e, parlottando tra sé e sé, lasciò il dormitorio, pronta a seguire la lezione.

    [AULA DI ANTICHE RUNE]

    Buongiorno!

    *La piccola Grifa varcò la soglia lasciando che il suo saluto riempisse l'aula. Si guardò intorno attentamente, lasciando che i suoi occhi accarezzassero con leggerezza i visi degli studenti già seduti, ma non notò alcun viso familiare. Sospirò sorridendo e prese posto attendendo l'inizio della lezione.*



  • Serenity_Hunter

    Corvonero
    AUROR

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 8
    Galeoni: 2098
       
       

    [CASTELLO DI HOGWARTS]



    *Dopo una ricca colazione a base di porridge, toast imburrata e tè bollente, preparata sapientemente dagli Elfi Domestici della scuola, Serenity era tornata di corsa nel suo dormitorio nella Torre Ovest per riporre i libri delle materie magiche dimenticate per la troppa fretta, pronta ad affrontare una nuova giornata di studio. Passando davanti la bacheca aveva notato la pergamena su cui era appuntato l'avviso dell'esercitazione congiunta di Antiche Rune e Aritmanzia: ricordava di averlo letto già qualche giorno prima ma le era sfuggito dalla mente, per cui ritornò nella sua stanza per afferrare i libri ed inserirli nella tracolla che portava sempre con sé.
    Camminando per i corridoi della scuola si perse ad osservare il cielo di quella giornata invernale di fine febbraio, salutando occasionalmente alcuni studenti di sua conoscenza che si affaccendevano a raggiungere le aule per le loro lezioni.
    La Hunter era molto entusiasta di poter seguire una nuova esercitazione, dopo quella di Erbologia che le era piaciuta particolarmente. A suo parere una materia come Antiche Rune, oltre ad essere molto interessante, era fondamentale per istruire le giovani menti ad ampliare le conoscenze; inoltre Aritmanzia avrebbe di certo aiutato a rivelare qualcosa in più sulle rune. Proprio l'associazione fra le due materie fu ciò a cui pensò costantemente la Corvonero finché non giunse alla soglia dell'aula della professoressa Grent.*

    [AULA ANTICHE RUNE]



    *Bussando educatamente alla porta, Serenity entrò nella spaziosa stanza in cui si tenevano le lezioni di Anche Rune, trovandoci all'interno la professoressa Grent e la professoressa Apefrizzola, già in posizione sulla cattedra. Ormai mancava poco perché potesse richiamarla Elena senza problemi, ma fino ad allora era una sua docente e le avrebbe portato il rispetto che meritava.*

    Buongiorno professoresse.

    *Salutò la ragazza prima di dirigersi verso i banchi e aspettare pazientemente l'inizio dell'esercitazione.
    Quando la classe si riempì di studenti, la Grent prese parola. Quel giorno avrebbero creato un talismano diverso, usando le conoscenze dell'Aritmanzia. Già era successa una cosa simile con Astronomia, tenendo conto della costellazione corrispondente alla runa scelta. Serenity era interessata su come si sarebbe evoluta l'esercitazione, così prestò attenzione alla domanda che pose l'ex Corvonero. Era un semplice ripasso di lezioni a cui aveva partecipato anni prima. Con un sospiro soddisfatto la diciassettenne alzò la mano, in attesa del suo turno per poter intervenire. *

    Un talismano è composto da due elementi: la runa e la pietra. Il dominio della runa, ossia la chiave di lettura per la successiva interpretazione, deve essere complementare con la scelta della pietra che andrà a comporre il talismano.
    Concentrarsi sull'intento è altresì fondamentale perché il talismano funzioni, per cui anche il giorno influisce sul risultato finale. Se volessimo per esempio crearne uno con funzione di protezione, per esempio, è ottimo farlo di martedì scegliendo Algiz come runa e l'ossidiana come pietra.


    *A questo punto mancava solo la spiegazione circa l'incisione vera e propria.*

    Per incidere una runa su un materiale si utilizza l'Incantesimo Tracciante. Basta pronunciare la formula "Signo" seguito dal nome della runa a nostra scelta e tracciare con la bacchetta la forma del glifo. Se l'incantesimo è andato a buon fine la runa comparirà sul supporto scelto.
    Ovviamente si dovrà poi procedere all'attivazione runica affinché il talismano funzioni a dovere. Una volta utilizzato, è buona norma gettare il talismano in fondo a un lago o un qualsiasi specchio d'acqua per evitare ritorsioni.


    *Finito di parlare, il Prefetto tacque e diede un'occhiata alla stanza. La ragazza che aveva parlato prima di lei aveva un aspetto familiare...

    Ehi ciao Sprotte. Come va?

    *Esclamò d'un tratto Serenity sorridendo, riconoscendola solo in quel momento. Già in parecchie esercitazioni aveva incontrato la Tassorosso ed era curiosa di conoscerla meglio ora che ne aveva l'occasione. *

    @Lavinia_Grent, @Elena_Apefrizzola, @Sprotte_Smerald,




    Ultima modifica di Serenity_Hunter oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Violet_Columbus

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 2
    Galeoni: 278
       
       

    [CAMERA SERPEVERDE III]
    *Viola si era appena alzata quando un raggio di sole le illuminò il viso; indossò la sua divisa e scese a fare colazione in Sala Grande.
    Dopo aver mangiato silenziosamente si diresse al quinto piano del castello di Hogwarts e si diresse nell'aula di Antiche Rune.
    Quel giorno la professoressa di Antiche Rune e quella di Artimazia avevano preparato una lezione particolare dove le due materie si sarebbero fuse.
    A Viola piaceva leggere le Antiche Rune e l'Artimazia, ma sapeva che erano due materie molto complicate ed era molto curiosa di sapere come avrebbero pensato di unirle senza renderle troppo complicate*

    [AULA DI ANTICHE RUNE]
    *Viola entrò in classe e salutò le insegnanti che sedevano dietro la cattedra*
    Buongiorno professoresse
    *E si sedette.
    La professoressa iniziò a spiegare e fece due domande, una sui talismani e l'altra su un incantesimo.
    Viola decise che non avrebbe risposto subito alla domanda e aspettò che le due ragazze al suo fianco risposero.
    La lezione si faceva interessante*

  • Lavinia_Grent

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 8
    Galeoni: 1555
        Lavinia_Grent
    Corvonero
       
       

    *La professoressa Grent si trovava nell'Aula di Antiche Rune dove era appena iniziata un'esercitazione congiunta con Aritmanzia, quindi in collaborazione con la professoressa Apefrizzola. In primo luogo era intervenuta lei ponendo delle domande agli studenti per ripassare dei concetti già visti in precedenza. Aveva chiesto c'era un talismano e come si eseguiva l'incantesimo Signo. Quei due argomenti erano fondamentali per lo svolgimento dell'attività di quella mattina. Dopo aver fatto quelle domande rimase lei ed Elena rimasero in attesa dell'intervento di qualcuno. Videro due braccia scattare in aria. Si tratta di Sprotte Smerald, Tassorosso del primo anno, e di Serenity Hunter, brillante studentessa dell'ultimo anno appartenente alla casa di Corvonero e che partecipava a ogni sua lezione ed esercitazione. Si era davvero appassionata alla sua materia e Lavinia ne era felice. Con un cenno diede la parola e Sprotte e poi a Serenty. Entrambe risposero correttamente alle sue domande. La docente sorrise loro.*

    Entrambe le vostre risposte sono corrette. Complimenti signorina Smerald e complimenti signorina Hunter! Tenete bene a mente il concetto di talismano e soprattutto l'esecuzione dell'incantesimo Signo perchè oggi ci serviranno.

    *Disse loro con soddisfazione. Subito dopo iniziò una breve spiegazione delle Rune collegate ai Numeri e alla Numerologia.*

    L'attività di oggi consisterà nella creazione di una talismano, ovvero molto semplicemente dovrete incidere due Rune su una pietra mediante l'incantesimo Signo che già sapete eseguire. Il Signo che eseguiremo oggi, però, ha una particolarità. Prima di mostrarvela dobbiamo parlarvi delle Rune e della loro relazione con i Numeri. Questi due elementi possono trovare dei punti in comune. Pensandoci bene possiamo paragonare il dio Odino a Pitagora. Il filosofo e matematico greco ha tramandato ai Pitagorici attraverso la sua scuola iniziatica la Numerologia con lo scopo di descrivere le leggi dell'universo, gli archetipi della vita umana e la natura che ci circonda. Nello stesso modo il dio norreno attraverso il suo sacrificio ci ha donato le Rune come simbolo di Conoscenza con lo scopo di comprendere ed elaborare il Creato. Per cui Rune e Numeri descrivono la stessa realtà attraverso il linguaggio archetipico e la simbologia. Combinandosi creano un'alleanza potente che porta alla consapevolezza di se e del divino. Questo concetto, se vi ricordate, è molto simile a quello del Viaggio del Guerriero attraverso gli Archetipi.
    Inoltre, e cosa molto importante, Rune e Numeri si potenziano o si annullano a vicenda. E questo è quello che principalmente interessa a noi oggi per la costruzione del talismano.


    *Spiegò molto semplicemente e con poche parole la correlazione tra Rune e Numeri. L'ultima frase che disse era quella che li avrebbe aiutati quella mattina durante l'attività. Gli studenti avrebbero costruito il loro talismano in base al concetto di potenziamento.*

    Ad ogni Runa corrisponde un Numero e di questo fra poco vi parlerà la professoressa Apefrizzola, molto più competente di me a riguardo. Io, invece, vi mostrerò la variante dell'incantesimo Signo che userete oggi per incidere le vostre Rune.

    *Si fermò un attimo. Aprì la sua borsa appoggiata sulla cattedra e tirò fuori un sacchettino di velluto, lo aprì e lo svuotò cautamente sulla cattedra. Conteneva tanti tipi di pietre che si utilizzavano le per costruire i talismani. Erano quelle che avrebbero usato gli studenti.*



    Queste pietre ci serviranno per il talismano. Ne dovrete scegliere una in base all'intento per cui vi serve il talismano. Come ben sapere, a ogni pietra corrisponde un significato diverso. Vi lascio uno schema alla lavagna.

    *Disse e sfoderando la sua bacchetta incantò il gessetto in modo che scrivesse le corrispondenze fra pietre e il loro significato. In questo modo i ragazzi avrebbero potuto scegliere la pietra più adatta al loro intento.*


    [clicca sull'immagine per ingrandirla]

    Sulla pietra che sceglierete dovrete incidere due Rune, una davanti e una sul retro. La Runa incisa davanti dovrà essere scelta in base al vostro intento, quindi dovete basarvi sul suo significato. Ricordatevi che è molto importante anche il verso con cui una Runa viene incisa, dritta o rovesciata, poichè il significato cambia. Della Runa incisa sul retro ve ne parlerà la professoressa Apefrizzola.

    *Spiegò. Lei ed Elena avevano deciso di dividere in due la spiegazione della costruzione di quel particolare talismano. La parte più numerologica l'avrebbe trattata la sua collega, lei si sarebbe occupata delle Rune e dell'incantesimo.*

    Come vi ho accennato prima, per incidere le Rune oggi useremo una variante del signo che si chiama "Number Signo". Per eseguirlo dovete pensare intensamente al proprio intento, in base al quale avete scelto la Runa, e pronunciare in modo chiaro e corretto il nome della Runa un tot numero di volte in base al numero cui corrisponde e poi SIGNO e disegnare con la punta della bacchetta il glifo della Runa. In sostanza cambia solamente quante volte dovete dire il nome della Runa. È più facile farlo che dirlo.

    Citazione:
    NUMBER SIGNO
    Descrizione: è un incantesimo runico che permette di incidere il glifo di una qualsiasi Runa su una pietra, una persona o un altro tipo di materiale, in base alla relativa corrispondenza numerologica.
    Effetto: Runa incisa visibile ad occhio nudo.
    Tipo: incantesimo runico
    Come si esegue: pensare intensamente al proprio intento, pronunciare in modo chiaro e corretto il NOME DELLA RUNA un tot numero di volte in base alla corrispondeza Runa-Numero + SIGNO e disegnare con la punta della bacchetta il glifo della Runa che si vuole incidere.
    Durata: immediata
    Esecuzione: verbale e non verbale
    Livello Minimo Consigliato: 3


    *Concluse vedendo le loro espressioni perplesse. Per cui era arrivato il momento della dimostrazione. Passò a spiegare passo passo ciò che faceva e perchè lo faceva.*

    Passiamo alla pratica. Prima di tutto devo scegliere la mia pietra. Il mio intento è creare un talismano positivo che doni più intuizione e saggezza a chi lo possiede. Per cui la pietra che scelgo è il Topazio.

    *Detto ciò prese dall'insieme di pietre che aveva rovesciato sulla cattedra un piccolo topazio.*

    La Runa che scelgo di incidere è Othila. Come ben sapete è la Runa dell'apprendimento e come vi dirà dopo la mia collega è associata al numero 7 che rappresenta il Saggio. Quindi nell'esecuzione dell'incantesimo Number Signo dovrò Ripetere il nome di Othila sette volte.

    *Sfoderò nuovamente la sua bacchetta di Noce e la puntò contro la piccola pietra. Chiuse gli occhi. Pensò intensamente alla sua carriera scolastica, alle Rune, a quanti sacrifici aveva fatto per raggiungere quella posizione. Pensò alla conoscenza, alla soddisfazione di raggiungere gli obiettivi. Pensò alla persona più saggia che conosceva, ovvero sua nonna Sophie. Avrebbe voluto trasferire un po' della sua saggezza e conoscenza dentro quella piccola pietra. Riaprì gli occhi e pronunciò:*

    OTHILA OTHILA OTHILA OTHILA OTHILA OTHILA OTHILA SIGNO!

    *Lo disse con fermezza e immediatamente dopo tracciò con la punta della bacchetta il glifo di quella Runa sul topazio. Magicamente comparve la Othila incisa. *



    *La prese e la mostrò alla classe. Era arrivato il momento di passare la parola alla sua collega. Non era ancora il momento di sfoderare le bacchette. Mancava l'altra parte del talismano.*

    Adesso passo la parola alla professoressa Apefrizzola.

    *Esclamò rivolgendosi ad Elena e sorridendole. Si spostò al lato sinistro della cattedra e lascio la classe a lei. Era una bravissima insegnante e sicuramente avrebbe spiegato le corrispondenze tra Rune e Numeri in modo impeccabile.*


    @Roxanne_Plagesombre, @Robert_Dippett, @Helen_Benlor, @Charlotte_Mills, @Sarah_Jonson, @Percy_Smith, @Dorcas_Moore, @Katrin_Hopkirk, @Jeanjery_Vergne, @Gaia_Lazzari, @Serenity_Hunter, @Sinfo_Arfen, @Opal_Saphirblue, @Eirwen_Quinn, @Gianna_Fields, @Miles_Halter, @Jane_Casterwill, @Cristine_Cullen, @Lavinia_Grent, @Sprotte_Smerald, @Sylvia_Turner, @Gabriele_Bordoni, @Shana_Sakai, @Marina_Lightwood, @Mihos_Renny, @Marcus_Largh, @Chloe_Hills, @Martina_Maggiore, @Mirco_Mcqueen, @Elena_Apefrizzola, @Kahina_Iaquinto, @Aras_Aquila, @Dean_Winchester, @Alexandra_Duval, @Elena_Salvatore, @Anastasia_Gray, @Sarah_Darcy, @Twili_Fullbusters, @Petro_Otyan, @Elfa_Winky, @Diana_Kelly, @Natuk_Denatura, @Stellagiulia_Clarke, @Mary_Heart, @Alyson_Chalamet, @Antonio_Seria, @Peter_Franquez, @Sara_Vinci, @Kristal_Thratchet, @Rosaline_Barnes, @Jade_Hailen, @Cosetto_Silverwing, @Elibetta_Orani, @Elena_Anderson, @Helen_Daniels, @Emma_Williams, @Achilles_Davids, @Marghe_Fiore, @Livia_Kira, @Bimba_Bella, @Valeria_Bologna, @Pinkk_Snow, @Lorena_Williams, @Jhon_Snow, @Millennium_Falcon, @Francesca_Spina, @Lissa_Hayward, @Elena_Canniel, @Kimberly_Beckendorf, @Leah_Goldsmith, @Megan_Torres, @Nick_QuasiSenzaTesta, @Gwenny_Fitzgerald, @Letizia_Fawley, @Alyn_Earnshaw, @Valerio_Mulee, @Celia_Mikellar, @Terry_Mangala, @Alfred_Leon, @Marty_Marty, @Luke_Farach, @Elison_Parusso, @Beatrice_Capotorto, @Emily_Banks, @Seraphine_Arcaden, @Lamia_Salem, @Aurora_Quinzel, @Angela_Dimaggio, @Leila_Clarke, @Diabolique_Denocturne, @Valentina_Giacco, @Percy_Raspell, @Beatrix_Anello, @Alexis_Arden, @Rayan_Wulfric, @Nevil_Wood,


  • Elena_Apefrizzola

    Corvonero Certificato

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 2966
       
       

    *Era da quando era entrata in aula quella mattina che non vedeva l'ora di parlare. La professoressa Apefrizzola si era presentata puntualissima, svegliandosi molto prima del previsto per non rischiare ritardi, come suo solito. Lei e Lavinia, la sua bravissima collega, avevano preparato un'ottima esercitazione unendo però due materie che gli studenti ritenevano difficili: Antiche Rune ed Aritmanzia. Inutile negare che l'insegnante di Aritmanzia fosse tesa, nonostante tutti i preparativi svolti. Si era riscossa dall'ammirare il freddo panorama invernale di Hogwarts, che la distraeva dall'imminente esercitazione, solo sentendo la collega salutarla.*

    Ciao cara. Siamo pronte?

    Ciao Lavinia, certamente! Iniziamo non appena gli studenti si saranno accomodati.

    *Gli studenti erano entrati in aula velocemente, salutando le docenti e venendo ricambiati da queste. Non appena furono tutti pronti Lavinia prese la parola. Avevano deciso entrambe di iniziare con un piccolo ripasso, dividendo equamente il tempo, per mettere gli studenti a proprio agio di fronte all'impresa di quell'esercitazione: creare un talismano con le conoscenze combinate di rune e numeri.
    La Grent guidava magistralmente l'apprendimento dei suoi studenti e Apefrizzola, da giovane insegnante, la guardava ammirata. L'incanto Number Signo di OTHILA sul Topazio fu eseguito prontamente non appena la spiegazione sui talismani e le rune fu completata.
    Quello era il punto di scambio e l'insegnante di Aritmanzia si fece avanti, mentre la Grent le passava la parola.*

    Buongiorno ragazzi. Molto bene, passiamo quindi all'individuare ora i legami con l'Aritmanzia.
    Prima però di commentare l'incisione e di continuare con il talismano, vorrei porvi una prima domanda...
    Come vi ricorderete non tutti i numeri sono importanti ai fini aritmatici.
    Chi di voi sa dirmi quali sono i numeri principali per una divinazione Aritmantica e che cos'è il metodo di Agrippa o Pitagora?


    @Roxanne_Plagesombre, @Robert_Dippett, @Helen_Benlor, @Charlotte_Mills, @Sarah_Jonson, @Percy_Smith, @Dorcas_Moore, @Katrin_Hopkirk, @Jeanjery_Vergne, @Gaia_Lazzari, @Serenity_Hunter, @Sinfo_Arfen, @Opal_Saphirblue, @Eirwen_Quinn, @Gianna_Fields, @Miles_Halter, @Jane_Casterwill, @Cristine_Cullen, @Lavinia_Grent, @Sprotte_Smerald, @Sylvia_Turner, @Gabriele_Bordoni, @Shana_Sakai, @Marina_Lightwood, @Mihos_Renny, @Marcus_Largh, @Chloe_Hills, @Martina_Maggiore, @Mirco_Mcqueen, @Elena_Apefrizzola, @Kahina_Iaquinto, @Aras_Aquila, @Dean_Winchester, @Alexandra_Duval, @Elena_Salvatore, @Anastasia_Gray, @Sarah_Darcy, @Twili_Fullbusters, @Petro_Otyan, @Elfa_Winky, @Diana_Kelly, @Natuk_Denatura, @Stellagiulia_Clarke, @Mary_Heart, @Alyson_Chalamet, @Antonio_Seria, @Peter_Franquez, @Sara_Vinci, @Kristal_Thratchet, @Rosaline_Barnes, @Jade_Hailen, @Cosetto_Silverwing, @Elibetta_Orani, @Elena_Anderson, @Helen_Daniels, @Emma_Williams, @Achilles_Davids, @Marghe_Fiore, @Livia_Kira, @Bimba_Bella, @Valeria_Bologna, @Pinkk_Snow, @Lorena_Williams, @Jhon_Snow, @Millennium_Falcon, @Francesca_Spina, @Lissa_Hayward, @Elena_Canniel, @Kimberly_Beckendorf, @Leah_Goldsmith, @Megan_Torres, @Nick_QuasiSenzaTesta, @Gwenny_Fitzgerald, @Letizia_Fawley, @Alyn_Earnshaw, @Valerio_Mulee, @Celia_Mikellar, @Terry_Mangala, @Alfred_Leon, @Marty_Marty, @Luke_Farach, @Elison_Parusso, @Beatrice_Capotorto, @Emily_Banks, @Seraphine_Arcaden, @Lamia_Salem, @Aurora_Quinzel, @Angela_Dimaggio, @Leila_Clarke, @Diabolique_Denocturne, @Valentina_Giacco, @Percy_Raspell, @Beatrix_Anello, @Alexis_Arden, @Rayan_Wulfric, @Nevil_Wood,


  • Serenity_Hunter

    Corvonero
    AUROR

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 8
    Galeoni: 2098
       
       

    *Per tutto il tempo che Lavinia Grent spiegò, la mano della ragazza era costantemente saldata attorno alla piuma appuntandosi quante più informazioni possibili. Era piuttosto interessante il parallelismo fra Pitagora e Odino, due uomini carismatici - un filosofo matematico e un dio norreno - che avevano donato all'umanità rispettivamente la conoscenza dei numeri e delle rune. Combinate insieme, potevano annullarsi o potenziarsi a vicenda, segnando a doppio filo il legame fra loro. Serenity, incuriosita di saperne di più sull'influenza che la Numerologia avesse nei confronti delle rune, prestò la massima attenzione sulla spiegazione. I Talismani erano stati ampiamente discussi in passato, considerando ogni singolo elemento che li componevano e che la giovane aveva già esposto alla docente di Antiche Rune. Secondo le parole della Grent, però, quel giorno ci sarebbe stata una piccola variante alla normale procedura. L'Incantesimo Tracciante, infatti, era leggermente diverso e specifico per l'esercitazione congiunta con Aritmanzia.
    Mentre Serenity si domandava quale fosse il collegamento delle Rune con i numeri, l'ex Corvonero passò al dettaglio dell'esercitazione. Fece una prova dimostrativa in cui incise la runa Othila seguendo le direttive appena citate. Prese dunque un topazio come pietra, in complementarietà con il dominio della saggezza dato da Othila, poi applicò il Number Signo. Il nome della runa fu pronunciato sette volte - tante quante indicava il numero corrispondente a essa, il Sette per la precisione - seguito poi dal "Signo" e la tracciatura con la bacchetta del glifo sulla pietra giallognola.
    A quel punto, però, il talismano era incompleto a detta della professoressa. Lei aveva mostrato solo come si effettuava l'incantesimo specifico, ma non il resto. Le rune da incidere erano due, una per ogni facciata della pietra e la Grent ne aveva mostrato solo uno. In più non era ancora ben chiaro perché il Sette corrispondesse proprio a Othila. Il fatto che l'Archetipo del Saggio combaciasse con il dominio della saggezza dava da pensare che non fosse tutto casuale, affascinando più che mai la diciassettenne. Al momento la pergamena di Serenity recava scritta la parte relativa ad Antiche Rune.



    Antiche Rune le piaceva molto, fin da quando l'aveva scelta al terzo anno come materia aggiuntiva assieme a Cura delle Creature Magiche e Aritmanzia appunto. Mai si era dovuta pentire delle lezioni che parevano molto intriganti e varie negli argomenti. Sentiva una certa connessione con le Rune e spesso si intratteneva in Sala Comune con il suo sacchetto nero con le 25 Rune da lei incise. Traduceva, legava e a volte interpretava seppure con una leggera diffidenza quando esaminava i risultati. Tutto ciò che riguardava la Divinazione era vista con una punta di sospetto, poiché non credeva alla lettura e influenza del futuro. Anche per Aritmanzia valeva la stessa cosa, eppure entrambe le materie si ponevano più come una sorta di guida per l'uomo stesso e non si trattava di semplici e futili superstizioni. Per questo interessavano alla Hunter.
    Fu il turno di Elena - la professoressa Apefrizzola - che fino a quel momento aveva taciuto in un angolo della classe. Una volta richiamata si fece avanti, pronta per ultimare la parte teorica. Doveva spiegare la Runa da incidere sul retro del talismano e far comprendere l'associazione Runa-numero.*

    Othila è la settima runa dell'Aett di Tyr... Che sia questo il nesso?

    *Si chiese la Corvonero, la cui risposta sarebbe giunta certamente a breve.
    Come immaginato, anche la professoressa di Aritmanzia pose un piccolo quesito a introdurre la sua spiegazione. Per la seconda volta Serenity alzò la mano, sicura di conoscere la risposta, aspettando diligentemente di avere l'autorizzazione a parlare. Era forse l'argomento più ripreso dalla docente, al punto che aveva quasi sottinteso potesse essere un elemento di valutazione per gli esami di fine anno. La Divinazione numeologica applicata dall'Aritmanzia, evidentemente, aveva valenza anche per le Rune.*

    La Numerologia permette di analizzare il futuro di una persona per mezzo dei numeri, considerandone nome, cognome e data di nascita. Quest'ultima è già composta da numeri, mentre il problema è la trasposizione delle lettere in valori numerici. Per fare ciò, è necessario utilizzare alcuni metodi per attribuire i Numeri Universali, ossia le cifre che vanno da 1 a 9, alle lettere. Uno di questi e sicuramente il più famoso è il Metodo di Agrippa o Pitagora, in cui si associano le cifre da 1 a 9 alle lettere dell'alfabeto latino così da essere impiegati durante la stesura del Quadro Aritmomantico. Per ogni elemento del Quadro si dovrà procedere a un calcolo peculiare e differente per ciascuno di essi, ma accomunati tutti dalla somma teosofica. Ciò significa che, qualora il risultato dovesse essere un numero a più cifre, si sommano le singole cifre che lo compongono fino a ottenerne uno solo. Solo nel caso dei numeri 11, 22 e 33 chiamati Numeri Maestri o per i numeri 13,14,16 e 19 detti anche Numeri Karmici questa regola non è applicabile. Tutti i numeri - Universali, Maestri e Karmici - hanno un proprio Archetipo che li governa, modelli fissi che influenzano a livello inconscio la personalità dell'uomo.

    *Di seguito Serenity sciorinò senza problemi le componenti del Quadro Aritmomantico, ben fissate nella sua mente. Tante volte si era esercitata in quella pratica, sia in esercitazioni di Aritmanzia congiunte con altre materie sia da sola in Sala Comune in preparazione agli esami. C'era da dire che la sua cara amica, ormai insegnante, rendeva il tutto molto più semplice di quanto fosse realmente. I calcoli richiedevano le famose tre I tanto care a Elena e a tutti gli Aritmantici come lei.
    Intelligenza, Ingegno e Intuito. Serenity sperava di applicarle tutte e tre.*

    I valori da considerare sono cinque:
    -il Numero dell'Apparenza, dato dalla somma teosofica dei valori corrispondenti alle consonanti di nome e cognome, rivela la maschera sociale che si mostra in pubblico;
    -il Numero dell'Anima, frutto della somma teosofica delle cifre relative alle sole vocali, stabilisce l'intimo e i sentimenti che sono manifestati solo nella solitudine o con persone fidate;
    -il Numero dell'Io è la personalità completa, fusione dell'Apparenza e dell'Anima, difatti si ricava sommando i valori di tutte le lettere che compongono nome e cognome del soggetto;
    -il Numero del Destino segna il karma, il percorso di vita assegnato e si ricava dalle cifre della data di nascita. Dei cinque è l'unico che non è influenzato dalle armoniche dell'alfabeto;
    -infine la Quintessenza, l'armonia dei quattro precedenti valori, che racchiude in sé l'identità dell'individuo. Si ricava sommando il Numero dell'Io con quello del Destino.


    *Non era stata molto prolissa sui significati dei vari numeri, ma aveva riportato solo la componente essenziale per centrare subito il punto della questione. Il fatto era che era molto più interessata all'applicazione pratica della materia e con un'ansia quasi incalzante desiderava sfoderare la bacchetta e mettersi all'opera con un talismano a suo piacimento. Nel mentre attendeva che altri intervenissero, Serenity iniziò a pensare allo scopo per cui fabbricare l'oggetto: quale intento doveva essere la chiave di tutto?*

    @Lavinia_Grent, @Elena_Apefrizzola, @Sprotte_Smerald, @Kristel_Hardit, @Viola_Colombo,


  • Violet_Columbus

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 2
    Galeoni: 278
       
       

    *Viola ascoltò attentamente la spiegazione dell'insegnante sull'incantesimo alternativo a quello Signo.
    Copiò con precisione ogni cosa che aveva scritto riguardo le pietre.
    Poi l'insegnante di Artimanzia fece una domanda sul Metodo Agrippa o Pitagora.
    Ricordava alcune informazioni come i numeri Universali dall'1 al 9; i numeri Maestri l'11, il 22 e il 33; infine c'erano i numeri Karmatici cioè il 13, il 14, il 16 e il 19.
    Decise subito di non rispondere: aveva paura di sbagliare e nel caso avrebbe detto qualcosa nel caso qualcuno si fosse dimenticato qualcosa che lei ricordava.
    Una ragazza alla sua destra, una Corvonero, alzò la mano e iniziò a parlare.
    Quando finì di parlare, Viola era molto colpita dalla memoria della ragazza; doveva aver studiato molto per essersi ricordata tutto.
    Così le disse sottovoce e con un sorriso*

    Complimenti, sei stata molto brava: un libro non sarebbe riuscito a spiegarlo meglio.

    *Poi alzò la mano*

    Per poter trovare il valore bisogna però prima sapere a quale numero corrisponde ogni lettera; perciò si parte alla prima lettera e dal primo numero e così sara 1=A, 2=B e così fino al nono numero.
    Infatti dopo di questo i numeri ripartiranno da capo mentre le lettere continueranno fino alla Z.
    Essendoci 26 lettere ogni numero significherà tre lettere tranne il numero 9 che ne varrà solo due.


    *Viola era abbastanza soddisfatta della risposta e non vedeva l'ora di scoprire un po' di più su di se*

  • Elena_Apefrizzola

    Corvonero Certificato

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 2966
       
       

    *La docente non dovette attendere molto prima che la mano di una studentessa, che era sempre stata presente alle sue lezioni scattasse in aria. Diede così subito il permesso a Serenity Hunter di parlare, ascoltando le parole sicure con sui la sua concasata ed amica rispondeva alla domanda. La studentessa chiarì anche i punti chiave del quadro aritmantico che non avrebbero però trattato in quell'occasione. Subito dopo che la Corvonero ebbe concluso la risposta anche una giovanissima Serpeverde alzò la mano, aggiungendo puntualmente e dettagliatamente la suddivisione specifica delle lettere nei vari numeri, secondo il Metodo di Agrippa. Fu stupita positivamente nell'apprendere che gli alunni ricordavano perfettamente i suoi insegnamenti. Forse era riuscita, a suon di ripetere, a far arrivare forte e chiaro il messaggio base della materia… non poteva che esserne felice!
    Apefrizzola rivolse un sorriso di sfuggita all'amica e collega Lavinia, trovando nel suo sguardo tutto il supporto che sempre le dimostrava. Era un’insegnante fantastica ed era un onore lavorare con lei. Rivolgendo poi lo stesso sorriso alla classe ed in particolare alle ragazze che avevano parlato continuò.*
    Perfetto Signorina Hunter e Signorina Colombo! Tralasciando il quadro aritmantico, che non rientra nello scopo di questa esercitazione, anche i novellini della materia avranno appreso, dalle parole delle vostre amiche che sono pochi i numeri veramente importanti nell’Aritmanzia. Ovviamente con il metodo di Agrippa un aritmante è in grado di capire molto su di se e su ciò che lo circonda, semplicemente mettendo in relazione i primi 9 numeri, o numeri Universali, con le lettere dell’alfabeto latino.
    Analogamente a quanto introdotto da Agrippa e Pitagora è possibile correlare Rune e Numeri. Le rune come ha già spiegato la professoressa Grent sono un mezzo, un tramite, per descrivere la realtà… ma la stessa cosa vale per i numeri, ecco quindi che la relazione tra i due “alfabeti del mondo reale” risulta molto semplice.


    *Con un semplice tocco della bacchetta la relazione tra Rune e numeri fu messa a nudo sulla lavagna. I numeri da 1 a 9 abbinati alle rispettive rune.*



    Quella che vedete alla lavagna è la corrispondenza diretta tra numeri e rune, associato in base alla loro natura spirituale. Questa deriva dalla tradizione nordica ed anche ovviamente dalla loro trasposizione in numeri.
    Ciò che vi rimane ora da ricordare per poter creare il vostro talismano è il significato di ognuno dei 9 numeri che vi ricordo può essere positivo o negativo. Per ottenere il risultato positivo, come ha dimostrato la docente di Antiche rune, questa va incisa diritta, per ottenere invece il significato opposto e negativo è necessario imprimerla rovesciata. Non rimane quindi che scegliere in base al numero ed al rispettivo Arcano che lo rappresenta la vostra runa.




    *Un altro tocco di bacchetta e una nuova tabella apparve accanto alla prima. Apefrizzola attese che gli alunni prendessero nota di quanto detto, dato che era soltanto una precisazione rispetto a quanto era già stato svolto da Lavinia, ma avrebbe permesso ai ragazzi di svolgere poi autonomamente il compito. Non appena le piume smisero di grattare le pergamene continuò, prendendo in mano la runa incisa dalla Grent e la mostrandola alla classe. Girò la pietra di Topazio ed indicò il RETRO della stessa.*



    I numeri legati ad alcune particolari rune possono inoltre amplificare il significato positivo o negativo conferito al talismano. Ogni faccia del vostro talismano può essere utilizzata.
    Come seconda azione dovrete incidere sul retro della prima incisione una seconda runa. Se il vostro intento è positivo per rafforzarlo andrà incisa la runa corrispondente al giorno della settimana in cui la prima incisione è stata effettuata, ovviamente sempre pronunciando il nome della runa l’esatto numero di volte ed utilizzando quindi l’incanto NUMBER SIGNO.
    Se l’intento è invece negativo la scelta ricadrà tra le Rune Hagalaz ed Isa, corrispondenti rispettivamente al numero 8 e 9. Queste infatti nella mitologia norrena rappresentano Skoll ed Hati, i lupi che inseguono gli astri Sole e Luna nel cielo e che li divoreranno nel giorno del Ragnarok. Scegliete Hagalaz, per Skoll, se l’incisione avviene di giorno, mentre sceglierete Isa, Hati, per un’incisione dopo il calar del Sole.
    Fate attenzione però, poiché gli intenti negativi, se potenziati sono imprevedibili.


    *La spiegazione era forse stata lunga, ma ora gli studenti avevano tutti i mezzi necessari per l’impresa, mancava soltanto una dimostrazione.*

    L’intento positivo della mia collega ha portato l’incisione di Othila sulla prima faccia del Topazio. Essendo oggi lunedì inciderò la Runa Laguz dietro alla sua per amplificarne il significato positivo.

    LAGUZ! LAGUZ!




    *Mostrò alla classe la Runa incisa e concluse il suo intervento.*

    Perfetto… ora avete tutti gli strumenti per creare il vostro personale talismano!
    Iniziate pure, io e la professoressa Grent saremmo sempre qui per qualsiasi problema, dubbio o richiesta di supporto.





    Siamo finalmente arrivati alla parte pratica dell’esercitazione!
    Sfoderate quindi le vostre bacchette per creare un talismano degno di voi!

    @Roxanne_Plagesombre, @Robert_Dippett, @Helen_Benlor, @Charlotte_Mills, @Sarah_Jonson, @Percy_Smith, @Dorcas_Moore, @Katrin_Hopkirk, @Jeanjery_Vergne, @Gaia_Lazzari, @Serenity_Hunter, @Sinfo_Arfen, @Opal_Saphirblue, @Eirwen_Quinn, @Gianna_Fields, @Miles_Halter, @Jane_Casterwill, @Cristine_Cullen, @Lavinia_Grent, @Sprotte_Smerald, @Sylvia_Turner, @Gabriele_Bordoni, @Shana_Sakai, @Marina_Lightwood, @Mihos_Renny, @Marcus_Largh, @Chloe_Hills, @Martina_Maggiore, @Mirco_Mcqueen, @Elena_Apefrizzola, @Kahina_Iaquinto, @Aras_Aquila, @Dean_Winchester, @Alexandra_Duval, @Elena_Salvatore, @Anastasia_Gray, @Sarah_Darcy, @Twili_Fullbusters, @Petro_Otyan, @Elfa_Winky, @Diana_Kelly, @Natuk_Denatura, @Stellagiulia_Clarke, @Mary_Heart, @Alyson_Chalamet, @Antonio_Seria, @Peter_Franquez, @Sara_Vinci, @Kristal_Thratchet, @Rosaline_Barnes, @Jade_Hailen, @Cosetto_Silverwing, @Elibetta_Orani, @Elena_Anderson, @Helen_Daniels, @Emma_Williams, @Achilles_Davids, @Marghe_Fiore, @Livia_Kira, @Bimba_Bella, @Valeria_Bologna, @Pinkk_Snow, @Lorena_Williams, @Jhon_Snow, @Millennium_Falcon, @Francesca_Spina, @Lissa_Hayward, @Elena_Canniel, @Kimberly_Beckendorf, @Leah_Goldsmith, @Megan_Torres, @Nick_QuasiSenzaTesta, @Gwenny_Fitzgerald, @Letizia_Fawley, @Alyn_Earnshaw, @Valerio_Mulee, @Celia_Mikellar, @Terry_Mangala, @Alfred_Leon, @Marty_Marty, @Luke_Farach, @Elison_Parusso, @Beatrice_Capotorto, @Emily_Banks, @Seraphine_Arcaden, @Lamia_Salem, @Aurora_Quinzel, @Angela_Dimaggio, @Leila_Clarke, @Diabolique_Denocturne, @Valentina_Giacco, @Percy_Raspell, @Beatrix_Anello, @Alexis_Arden, @Rayan_Wulfric, @Nevil_Wood,


  • Violet_Columbus

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 2
    Galeoni: 278
       
       

    *Viola prese la sua bacchetta, andò al tavolo delle insegnanti e prese un'ametista.
    Poi tornò al posto e pensò*

    Allora, ametista significa calma.
    Calma e pazienza sono sinonimi e quindi la runa é la numero 2.
    Quindi dovrei tracciare la Berkana.


    *Viola così con la bacchetta ripeté l'incantesimo Number Signo*

    BERKANA BERKANA SIGNO!

    *Sulla pietra apparí la runa da lei disegnata*



    *Poi doveva incidere la seconda runa cioè il lunedì.
    Quindi riprese la bacchetta e disse agitando la bacchetta*

    LAGUS LAGUS SIGNO!



    *Poggiò la bacchetta sul banco e prese l'ametista.
    Sperava di aver fatto giusto.
    La rigirò un po' tra le mani e controllò di aver tracciato in modo corretto le rune.
    Poi alzò la mano*

    Professoresse, ho finito; non sono sicura di aver disegnato la runa giusta però.

    *Aveva un po' paura e sperò con tutto il cuore di aver fatto giusto*

  • Serenity_Hunter

    Corvonero
    AUROR

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 8
    Galeoni: 2098
       
       

    *Una giovane Serpeverde, tutto d'un tratto, si rivolse inaspettatamente a Serenity complimentandosi per la risposta. La ragazza non se lo aspettava e stava cogliendo l'occasione per ringraziarla delle belle parole, quando la vide alzare la mano per aggiungere un elemento fondamentale per capire meglio come funzionasse il Metodo Agrippa o Pitagora. Ne approfittò non appena si zittì anche lei, una volta finito di parlare.*

    Ti ringrazio, a quanto pare lo studio per i M.A.G.O. procede bene e sta dando i suoi frutti. Ottima la tua precisazione sul Metodo Agrippa: in molti si confondono se non viene specificata la corretta combinazione. L'avevo tralasciata, hai fatto bene a parlarne. Di certo la professoressa Apefrizzola apprezzerà anche il tuo intervento.

    *Fu proprio la docente in questione a riprendere il discorso interrotto, non senza aggiungere due parole ai commenti ricevuti. Forse avrebbe dovuto evitare di parlare troppo, una volta che si rese conto dell'errore ormai era già troppo tardi. Il Quadro Aritmomantico era di troppo, non c'entrava assolutamente nulla con l'esercitazione in corso, ma la professoressa non sembrò irata per quelle nozioni aggiuntive. Alla fine Serenity aveva risposto ai due quesiti posti nonostante si fosse poi dilungata su un argomento non inerente alle Rune. Ciò che importava era solo che l'associazione fra numeri e lettere dell'alfabeto greco, sancita dal Metodo di Agrippa o Pitagora, valeva anche per le rune seguendo però uno schema diverso.
    Esse infatti possedevano una natura spirituale e in base a ciò si creava affinità con l'Archetipo: per questo motivo Othila era associata al Saggio. Che non fosse casuale la Hunter lo aveva già capito, anche se le sfuggiva il meccanismo. Aveva creduto che fosse simile all'alfabeto latino, associando il numero in base alla posizione negli Aett. Guardando però la tabella comparsa sulla lavagna, una considerazione affiorò nella sua mente.*

    Ventiquattro rune divise in tre Aett diventano otto rune per ciascuno di essi. Se si fosse associato il numero in base alla posizione nel Futhark così suddiviso, il Nove non avrebbe avuto nessuna runa corrispondente. Forse solo la Runa Bianca.

    *Anche lo schema sembrava confermarlo. Fehu per esempio era la prima Runa dell'Aett di Freya quindi doveva avere come suo Archetipo il Guerriero, l'Uno. Invece si trovava nel gruppo del Sei, l'Angelo: la ricchezza dei talenti combaciava evidentemente con la disponibilità dettata dall'Arcano. Cuioso, molto curioso.*

    Se non ricordo male la Grent aveva parlato degli Archetipi in una lezione... quella sull'inconscio e le onde cerebrali. Già, ora capisco perché esiste il collegamento con Aritmanzia.

    *La professoressa Elena Apefrizzola proseguì il lavoro svolto a metà dalla Grent. Voltando la pietra, incise col medesimo incantesimo la runa Laguz, corrispondente al giorno del lunedì con intento positivo. La pronunciò due volte, essendo associata al Due assieme a Berkana. Come era accaduto prima, anche Laguz fu impressa sul topazio. A quel punto Serenity ultimò i suoi appunti lasciati in sospeso, esattamente come lo era stato per il talismano incompiuto prima.



    Toccava a loro agire.
    Serenity ci aveva pensato molto sul tema riguardante il proprio talismano e uno solo le veniva in mente in quel momento. Da troppo tempo era tormentata dai ricordi nostalgici su Kribja Armstrong che non le davano pace. Più trascorreva il tempo, maggiore sembrava il dolore procurato dalla ferita. Credeva che lo scorrere dei mesi avrebbe lenito il suo dolore, ma in realtà sentiva solo accentuarlo. Che un talismano di sua creazione potesse risolvere una volta per tutte il problema? Non le restava che provarci. Fra tutte le idee era quella che la convinceva di più: inizialmente aveva intenzione di crearne uno per i genitori, quindi qualcosa sull'amore che provava per loro, o uno dedicato alla natura. L'immagine di Kribja sorridente, però, le compariva sempre e sentiva sempre una stretta al cuore quando ripensava ai bei momenti trascorsi insieme.
    Doveva trovare il rimedio adatto, la soluzione definitiva in modo da non soffrire più.
    Asciugando furtivamente una lacrima tremolante sul ciglio dell'occhio, il Prefetto di Corvonero rilesse fra sé la lista delle pietre preziose. Era pur sempre un'esercitazione e le piaceva dare il massimo in Antiche Rune, in aggiunta al reale scopo personale per cui voleva creare il talismano. I nomi elencati erano accompagnati dal relativo significato, così che anche i meno esperti potessero scegliere attentamente in base all'intento della Runa desiderata. Nel suo caso la malachite sembrava rispecchiare in pieno i suoi intenti.*

    Malachite. Superamento del dolore. Non potevo chiedere di meglio.

    *Su un nuovo rotolo di pergamena disegnò due pietre verdastre e scrisse sotto il nome di quella scelta. Ora bisognava decidere le due Rune da incidere sulle due facciate. La scelta per la prima, quella il cui dominio doveva combaciare con il significato della pietra, ricadde su Nauthiz. Seconda runa del secondo Aett - l'Aett di Heimdall - simboleggiava costrizione, destino e sollievo dal dolore. Quello più di tutti era il dominio che desiderava infondere nel suo talismano: lo sconforto provato una volta saputo della scomparsa di Kribja pareva inconsolabile e aveva davvero bisogno di risollevarsi definitivamente. Nell'interpretazione runica, estrarre Nauthiz indicava che le difficoltà della vita che incrociamo possono essere affrontate e superate solo mediante forza di volontà. Probabilmente anche per lei si trattava di una prova.
    Trovo in fretta l'Arcano corrispondente. Era lo stesso di Othila, il Saggio. Avrebbe perciò pronunciato ben sette volte il nome della Runa nel Number Signo. La domanda ora era: intento positivo o negativo?*

    In base alla spiegazione, il Saggio in positivo indica intuizione e ricerca della perfezione, in negativo invece dubbio e isolamento. Direi che il primo caso sia più adatto: in un certo senso è come se stessi ritrovando la perfezione nella mia anima.

    *Dato che aveva scelto un'influenza positiva, bisognava potenziarla con la Runa sul retro. Guardando l'altro schema, relativo alla seconda Runa, Laguz era la prescelta. Era un lunedì e corrispondeva al numero Due per cui andava pronunciata due volte durante l'incantesimo. A dire il vero tutte le rune positive incise quel giorno avrebbero avuto Laguz, esattamente come era capitato per il talismano della saggezza ultimato dalla professoressa Apefrizzola.
    Lo schema era dunque completo. Serenity gli diede un'ultima occhiata, assicurandosi che fosse tutto giusto.



    Decisa a pieno nel perseguire la strada della ripresa emotiva, Serenity si fece strada tra i banchi fino a giungere alla cattedra al cospetto delle due professoresse. Le pietre erano tantissime, creando un tripudio di colori sul legno. Ce n'erano di ogni forma e dimensione, a volte brillanti illuminati dal Sole e a volte opachi ma venati di varie sfumature. Il colore che la diciassettenne focalizzò, per trovare in fretta la sua pietra, fu il verde. Non era acceso come per gli smeraldi, ma più spento eppure di certo non meno bello. Ne trovò parecchi pezzi, ognuno con venature uniche e giochi di verde incredibili, scegliendone infine uno di forma ovoidale. La superficie era ben levigata e liscia al tatto, perfetta per un'incisione. Strisce verticali di varie tonalità di verde percorrevano l'intero diametro della pietra, facendola risaltare in tutta la sua magnificenza. La Hunter se la fece balzare sul palmo, soppesandola. Sì, era quella giusta.
    Metà talismano era pronto, mancava solo l'incantesimo vero e proprio per ambo i lati. La bacchetta in Larice era ben lucidata e pronta pre essere utilizzata. Con un sospiro Serenity la puntò sulla pietra di malachite. Doveva pronunciare Nauthiz sette volte prima di Signo, per cui ricorse alle dita per tenere il conto volta per volta.*

    NAUTHIZ...

    *E il primo era andato. Ne mancavano sei.*

    NAUTHIZ...

    *Il secondo pure. Due dita tese e le altre chiuse ancora nel palmo.*

    NAUTHIZ...

    *Aveva preferito ricorrere alla versione verbale dell'incantesimo perché aveva paura che gli eccessivi pensieri le impedissero di focalizzarsi completamente durante l'esecuzione non verbale. In più teoricamente era il metodo migliore per tenere tutto sotto controllo, oltre al ricorso delle dita nel conteggio.*

    NAUTHIZ...

    *Ma stava davvero contando bene? Teneva il conto con le dita proprio per non confondersi, ma se non fosse bastato e l'intero talismano risentisse di un eventuale errore?*

    NAUTHIZ...

    *No, doveva rimanere concentrata. Voleva creare quel talismano per superare una volta per tutte il dolore per l'abbandono di Kribja enon c'era posto per distrazioni e dubbi. Non quel giorno. Era a quota cinque, ne era certa. Mantenne salda la voce stentorea mentre continuava a pronunciare il Number Signo.*

    NAUTHIZ...

    *Le dita si richiusero tutte, tranne uno a indicare il sei. Ancora una volta e avrebbe finito il primo lato del talismano.*

    NAUTHIZ SIGNO!

    *Rapidamente Serenity si affrettò a tracciare il glifo di Nauthiz: una linea verticale come Isa e poi una obliqua da sinistra verso destra passante per il centro della prima.*



    *Girò sul retro la pietra incisa e si preparò per la seconda runa.*

    LAGUZ... LAGUZ SIGNO!

    *Anche in quel caso, dopo aver pronunciato la corretta formula con voce ferma, Serenity ripercorse il glifo con la punta della bacchetta sulla superficie verde. Laguz come base partiva da Isa, come Nauthiz, ma la linea obliqua da sinistra verso destra partiva dall'estremità in alto della linea verticale e non in mezzo come una croce storta.*



    Professoressa Grent, dobbiamo attivare il talismano o abbiamo finito?

    *Chiese immediatamente Serenity, la mano alzata per attirare l'attenzione della docente di Antiche Rune. Il talismano era completo ma per poter funzionare andava attivato con l'incantesimo Exsequor che avrebbe "risvegliato" lo Spirito Elementale delle Rune. Non prese iniziative da sola: preferiva ricevere l'autorizzazione prima, per essere sicura che fosse la cosa giusta da fare.
    La Corvonero prese in mano il suo talismano, osservandolo curiosamente. Poteva solo attendere risposta.*

    @Lavinia_Grent, @Elena_Apefrizzola, @Sprotte_Smerald, @Kristel_Hardit, @Viola_Colombo,


  • Marissa_White

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 2
    Galeoni: 275
        Marissa_White
    Tassorosso
       
       

    *Marissa, era rimasta li in classe al suo posto, a seguire tutto con la maggior attenzione possibile, dopo aver scritto con calma e attenzione tutti i suggerimenti e dettagli importanti dati dalle professoresse, diede un gran respiro si sollievo.
    La lezione era emozionante, perché per Marissa era come uno scavarsi dentro nell'anima, le professoresse dopo aver spiegato una prima parte della lezione, dissero poi di poter provare in maniera pratica, qualcuna delle sue compagne di classe si alzò senza riflettere due volte recandosi alla cattedra scegliendo ognuna la propria pietra, per L esercizio.
    Marissa, dopo un iniziale timore, decise di alzarsi anche essa è recarsi verso la cattedra dove scegliere anche lei la sua pietra.*

    Porfessoressa vorrei anche io provare,la pietra che credo sia più adatta a me e l ambra.

    *dopo essere tornata al suo posto continuò *

    L ambra e una pietra che mi somiglia molto per questo l ho scelta per affrontare questo esercizio, da come ho visto l ambra è una pietra che come me rispecchia, la gioia di vivere, allegria e spensieratezza, quella che ora sto vivendo.
    Quindi la runa adatta e la numero 1, quindi Sawulo.

    *con voce chiara Marissa gridò *

    Sawulo Signo!

    *successivamente sul retro, decise a pronunciare e segnare la pietra con la seconda runa ossia *

    Laguz ...Laguz Signo!

    *dopo aver fatto un gran respiro, stri vendo tra le mani la sua pietra successivamente averla incisa, guardo verso la cattedra sorridendo alle professoresse attendendo una loro verifica.
    L'emozione era tanta per Marissa, era come se si fosse fusa con la pietra in questione, sentendosi una cosa sola, i suoi occhi lucidi erano segno di emozione e sentimento, era molto emotiva, e non riusciva a non nasconderla*

  • Elena_Apefrizzola

    Corvonero Certificato

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 2966
       
       

    *Gli studenti passarono man mano di fronte alla cattedra per prelevare la loro pietra d'interesse. Il legno bruno dove si trovavano le tante pietre brillava di mille colori caldi e freddi allo stesso tempo, catturando in modi aspri o levigati la luce e rispecchiandosi in modo diverso negli occhi di ogni studente.
    Elena era incuriosita da alcune scelte, ma non commentò... tutto dipendeva dall'intento dei singoli studenti. Era una scelta molto personale e la docente non poteva che sperare che ogni giovane agisce nel modo più giusto. Vide molti scegliere la pietra a colpo sicuro, altri soppesarla abilmente prima di tornare al proprio posto, forse per assicurarsi che fosse l'amuleto giusto allo scopo.
    Anche gli influssi spirituali giocavano un ruolo fondamentale in minerale e connessione con la singola personalità.*

    Porfessoressa vorrei anche io provare,la pietra che credo sia più adatta a me e l ambra.

    *La sorprese una giovane Tassorosso che aveva partecipato anche alla sua ultima lezione. Marissa, così si chiamava, era veramente raggiante nel comunicare alle docenti la sua scelta e Apefrizzola sorridendo sinceramente le rispose.*

    Sono pienamente d'accordo signorina White, soprattutto in questo momento la sua gioia è palpabile. Non posso che esserne felice anch'io.

    *La ragazza si diresse quindi velocemente verso il suo banco. Quando tutti ebbero preso la propria pietra le insegnanti decisero di passare tra i banchi per controllare l'operato, senza però interferire con nessuno degli incanti anche in questo caso.
    Dopotutto l'esercitazione era molto sicura e non prevedeva nessun tipo di rischio per gli studenti.
    Mentre gironzolava tra i banchi Elena vide alcune incertezze ed iniziò ad aiutare gli indecisi ascoltandoli uno ad uno, esattamente come faceva anche Lavinia dall'altra parte della classe. Le due erano veramente una squadra affiatata ed era stato facilissimo accordarsi e preparare quell'esercitazione.*

    Professoresse, ho finito; non sono sicura di aver disegnato la runa giusta però.

    *La voce proveniva proprio dalle spalle della mora Apefrizzola che girandosi vide lo sguardo dubbioso di Viola Colombo, la serpina intuitiva che aveva risposto poco prima alla sua domanda insieme a Serenity. Non fece in tempo a risponderle che anche la studentessa poco distante dalla serpeverde, ovvero Serenity Hunter, formulò un'altra domanda rivolta alla docente di Antiche Rune.*

    Professoressa Grent, dobbiamo attivare il talismano o abbiamo finito?

    *Anche Marissa White le guardava speranzosa, avendo sicuramente finito il suo talismano. Elena si avvicinò alle 3 facendo segno a Lavinia di continuare pure a rispondere allo studente che l'aveva chiamata. era infatti più che felice di rispondere alle alunne che aveva intorno, ma soprattutto ammirava molto il loro impegno ed interesse, forse rivedendosi un po nella loro genuina curiosità.*

    Bene signorine fatemi vedere i vostri talismani per favore.

    *Chiese passando da ognuna di loro e controllando le rune incise da ambo i lati.
    Avevano fatto delle scelte molto interessanti, ma la stupì molto la scelta della sua amica Hunter, anche se decise di non commentare, preferendo lanciare solo un breve sguardo interrogativo alla Corvonero. Posizionandosi quindi tra le tre rispose alle loro domande sperando di essere il più possibile esaustiva.*

    Sono tutte e tre molto interessanti.
    Signorina Colombo, il suo talismano è completo e le conferirà sicuramente molta calma e tranquillità... come l'archetipo dell'innocente Fanciullo e la runa Berkana a cui è legato.
    Ovviamente come suggeriva la Signorina Hunter il talismano dovrà essere attivato con l'incanto Exsequor o addirittura con quello dell'Incipio. Questi permetteranno di attivare il dominio della Runa, facendo manifestare internamente o esternamente il suo Spirito Elementale. Abbiamo deciso di non proporvi questa parte oggi, dato che il livello dell'incantesimo è piuttosto alto e rischioso. Inoltre il talismano, pur non essendo interamente completo, grazie alla seconda runa ha già parte del suo potere pur non essendo legato all'elementale.
    Ovviamente per tutte la seconda runa è Laguz... mi sarei forse aspettata anche qualche incisione di Hagalaz, ma sono contenta di essermi sbagliata nella mia previsione!
    Forse è la sua runa signorina White che sprigiona una coraggiosa e contagiosa allegria! Spero contagi un po anche la signorina Hunter e che riesca a trovare la pace che brama.


    *Concluse quindi sorridendo alle tre studentesse vicine a lei. Avevano svolto un ottimo lavoro ed era veramente fiera di tutte loro. I talismani se usati correttamente avevano grandi poteri, sperava quindi che tutti gli studenti fossero in grado di trarne un corretto vantaggio senza stravolgere gli equilibri naturali del reale. Tornando quindi verso la cattedra quasi in contemporanea con la Grent decise che era ormai il momento purtroppo di concludere l'esercitazione.*

    Molto bravi ragazzi, mi complimento con tutti voi per aver appreso rapidamente i punti base della creazione di un talismano runico/aritmantico. Ricordatevi che ogni talismano è unico e legato al suo incisore in maniera indelebile, perciò come ultima raccomandazione vi raccomando moderazione nel loro utilizzo.
    L'esercitazione è conclusa, ma io e la mia collega Grent saremmo ancora qui per eventuali domande.




    Grazie a tutti voi per aver seguito questa piccola esercitazione!
    Concludete pure i vostri post e chiedete alle docenti per qualsiasi dubbio o domanda.

    Citazione:

    @Sprotte_Smerald,

    05/20 = Purtroppo Sprotte sei intervenuta soltanto all'inizio dell'esercitazione senza prendervi realmente parte.


    @Marissa_White,

    10/10 = Ciò che ti penalizza è purtroppo la presenza, ma avendo preso parte alla dimostrazione pratica correttamente ti sei meritata la metà del punteggio.


    @Serenity_Hunter,

    20/20 = Ottima partecipazione e risultato. Risposte puntuali e corrette! Complimenti!


    @Kristel_Hardit,

    05/20 = Purtroppo Kristel sei intervenuta soltanto all'inizio dell'esercitazione senza prendervi realmente parte.


    @Viola_Colombo,

    18/20 = Ottima presenza e conoscenza degli argomenti! Ti sei avvicinata al massimo, perciò continua così giovane streghetta!


    PUNTI PER CASATA

    TASSOROSSO = 15 punti totali
    CORVONERO = 20 punti totali
    GRIFONDORO = 5 punti totali
    SERPEVERDE = 18 punti totali



    Per chiarimenti contattare la professoressa Elena Apefrizzola
    o la professoressa Lavinia Grent.





    Ultima modifica di Elena_Apefrizzola oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale