• Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 320783
       
       


    Un altro mese era passato e, in quel di Hogwarts, splendeva il sole anche il primo giorno di Maggio. Mancava appena mezz’ora all’inizio delle lezioni e Charlotte si trovava già in classe intenta a controllare che tutto fosse in perfetto ordine. Per l’occasione aveva, con un semplicissimo incantesimo, ripulito qua e la l'aula liberandosi di quegli oggetti che ormai non servivano più per nessuna occasione.
    La professoressa Mills amava che i suoi studenti fossero puntuali alle sue lezioni ed esattamente cinque minuti alle nove, sentì distintamente il vociferare dei suoi scalmanati studenti avvicinarsi all’aula. L’insegnate seduta alla cattedra attese l’ingresso di tutta la scolaresca e, solo qualche minuto dopo si alzò in piedi ed andò a chiudere la porta, segno che da quel momento nessun ritardatario era ammesso in classe.

    ”Buongiorno a tutti. Dunque.. direi di iniziare.
    Continueremo con l'argomento iniziato durante l'ultima lezione: demoni.”


    Affermò la donna porgendo alcune pergamene con alcuni disegni degli argomenti di quel giorno: il demone Azazel.


    Azazel era un demone che, secondo la tradizione cristiana era uno degli angeli scesi sulla terra, in particolare per offrire a donne ornamenti e vesti colorate per sedurre gli uomini.

    “Conoscete il demone Azazel?”

    ”Io sono di famiglia molto religiosa e nella Sacra Bibbia si parla di donne e figli di Dio, cioè Angeli, scesi sulla terra. Ora, mi scuso, non ricordo bene la situazione, ma ricordo che gli angeli delusero Dio: Shemhazai ebbe due figli mostruosi, mentre Azael inventò i cosmetici e gli ornamenti utilizzati dalle donne per sedurre gli uomini.”

    “Esattamente.
    Ora.. non parliamo di ciò che dice la Bibbia, ma dei demoni nostro argomento ma nonostante questo non posso evitare di raccontare il resto della “storia”.
    Dio vedendo i suoi Angeli scesi in tentazione, li minacciò. Minacciò di liberare le acque e distruggere tutti gli esseri viventi, detto ciò i suoi figli (gli angeli) si pentirono, mentre Azazel continuò ad offrire alle donne ornamenti e vesti molto colorate per sedurre gli uomini. Per questo motivo nel giorno dell’espiazione i peccati di Israele vengono imputati all’annuale capro espiatorio che viene lanciato al di là di una rupe e offerto ad Azael, chiamato anche Azazel.”


    Quelli erano i fatti narrati nel più importante libro per il Cristianesimo, infatti “capro espiatorio di Azazel” veniva lanciato vivo ogni anno nel giorno dell’espiazione.
    Doveva portare con sé i propri peccati e trasferirli nell'angelo caduto Azazel imprigionato in una caverna sotto un cumulo di pietre.

    “Esistono altre origini per la figura di Azazel. Esistono teorie che indicano il dio Pan, divinità greca-romana assai potente in Palestina, dove si dice essere giunto dalla Libia attraverso l’Egitto. A questo dio, sotto il nome di Azazel, tra gli ebrei era usanza sacrificare un capro nel giorno dell’ Espiazione. Come vedete non cambia molto da quello narrato in precedenza.”

    Vedeva attorno a sé gli studenti scrivere le nozioni più importanti sulle loro pergamene giallognole.
    Raccontò di un ulteriore storia, una piccola storiella che aveva trovato in un vecchissimo libro chiuso in una biblioteca alla periferia di Londra. Quella storia raccontava delcananita Genum, figlio di Lamech il cieco, che viveva nella terra dei pozzi fangosi (le rive meridionali del mar Morto dove sorgeva la corrotta città di Sodoma). Genum era stato allevato da Azael fin dalla tenera età e si dice che avesse inventato una grande quantità di strumenti musicali. Quando li suonava, Azael entrava in essi in modo che emanassero suoni talmente seducenti da incantare il cuore di tutti quelli che ascoltavano.
    Genun radunava compagnie di suonatori che, eccitati dalla musica, si accoppiavano tra di loro in modo promiscuo.
    Proprio per quello che gli arcangeli arcangeli Michele, Gabriele, Uriel e Raffaele avevano visto, raccontarono tutto al loro Dio le malvagità accadute sulla terra. Infuriato inviò Raffaele affinché legasse Azael mani e piedi, lapidandolo con pietre e gettandolo nell’oscura grotta di Dudael, dove si dice che gli ancora viva.

    ”Professoressa, ma quindi è giusto dire che molti dei demoni sono menzionati nelle sacre scritture, anche se le loro origini possono essere antecedenti?”

    ”Proprio così.”

    I demoni, tra cui Azazel, erano presenti sia nelle sacre scritture sia nei testi apocrifi e, secondo quest'ultimi sono rappresentati da uccelli rapaci.

    Citazione:
    “…degli uccelli rapaci calarono sulle bestie morte, ma Abramo li scacciò”.


    Citazione:
    “L'uccello immondo mi parlò e disse: «Che cosa stai facendo, Abramo, sull’altura santa, dove non si mangia o beve né vi è del cibo per gli uomini? Tutto sarà consumato dal fuoco e ti distruggerà». E avvenne che quando vidi la lingua degli uccelli dissi all'angelo: «È questo, mio signore, cos’è?» Ed egli disse: «Questa è una disgrazia, è Azazel»; ed egli disse a lui: «Vergogna, Azazel! La porzione di Abramo è in cielo, e la vostra è sulla terra, l'Eterno, il Potente, vi ha dato una dimora sulla terra… e attraverso di voi giungeranno ira e prove sulle generazioni di uomini che vivono empiamente».
    (Apocalisse di Abramo 13, 4-9)


    ”Ora direi che possiamo parlare dell'etimologia.
    Anche l’etimologia del nome di Azazel è alquanto discussa: diversi studiosi pensano che il nome asasèl sia derivato da asàs, “forte”, e da el, “dio”, venendo a significare “dio potente”. Altri invece sono convinti che le genesi del nome vada ricercata nella parola ebraica asasèl che a sua volta deriva da es, “capra”, e dal verbo asàl, “andarsene”.
    Come per il nome anche la fisionomia di Azazel, derivata da varie interpretazioni terrene, è mutata nel corso degli anni.”


    Spiegò la professoressa e Preside di Hogwarts. Azazel era difatti rappresentato nel Dictionnaire Infernal di J.A.S. Collin de Plancy come un demone morfologicamente simile a un caprone che impugna uno stendardo. Anche nell’opera Ars Goetia la descrizione di Azazel di poco si discostava da quella riportata nelle opere Pseudomonarchia daemonum e Dictionnaire Infernal, con l'unica aggiunta del simbolo per evocarlo, noto come sigillo di Azazel.


    Fu in quel momento che una mano si alzò educatamente. Si trattava di una Corvonero dai capelli corvini.

    ”Professoressa una domanda.
    Se la figura di Azazel in questo caso è antecedente al Cristianesimo, e come detto nelle scorse lezioni possono essere presenti anche in altre religioni.. E' giusto pensare che sia presente anche nel Corano o altri testi?”


    ”E' giusto pensarlo perchè è proprio così e, talvolta, viene identificato con lo stesso Iblis, equivalente del Satana nostrano, anch’egli un angelo caduto e condannato per un peccato di orgoglio.”

    Infine, sul demone Azazel, Charlotte ex Serpeverde raccontò la parte più importante cioè la demonologia moderna. Nella demonologia moderna Azazel era un demone molto potente che lavorava a stretto contatto con Satana e che, oltre ad essere il capo messaggero dell’armata infernale, era incaricato della sicurezza degli inferi.

    ”Direi che per oggi vi ho riempito fin troppo di informazioni.
    Questi sono i compiti, vi prego di segnarli e di consegnarli entro la scadenza.“


    Affermò Charlotte Mills, donna dai capelli corvini. Con un movimento della bacchetta i rotoli che gli studenti tenevano in mano aperti, si richiusero velocemente e vennero risposti nelle varie borse dei vari alunni che avevano preso parte a quella lezione.
    I compiti erano, secondo Charlotte che li aveva ideati, abbastanza semplici e capaci così di invogliare più studenti ad inviarle elaborati da consegnare.
    Anche un Troll di montagna sarebbe riuscito a svolgerli.

    Citazione:
    MODULO A
    QUIZ (max 15 punti)

    MODULO B scegli sono una delle tre opzioni (max 15 punti)
    - Svolgi un breve riassunto sulla figura di Azazel.
    - rappresenta come vuoi tu (tramite disegno o programma grafico) la tua personale raffigurazione del demone Azazel.
    - In un sogno ti appare Azazel, cosa succederà? Racconta in GdR la situazione.



    GLI ELABORATI DOVRANNO ESSERE CONSEGNATI TRAMITE L’APPOSITO MODULO (QUI) ENTRO E NON OLTRE LE ORE 23:59 DEL GIORNO 29/5/2019.
    Fino a quando non sarà attivo il modulo potete inviare i vostri elaborati via Messaggio Privato

    N.B. Per qualsiasi dubbio, domanda o chiarimento potrete: inviarmi un MP o passare direttamente nel mio UFFICIO.

    Ricordo che copiare-incollare informazioni da varie fonti è Severamente Vietato pena l'annullamento della risposta in questione.


    "Ora potete andare.”

    Affermò la donna che, dopo aver riordinato l’aula lasciata in disordine dagli alunni, si avviò anche lei verso la Sala Grande, dove avrebbe pranzato in compagnia degli altri professori.
    Aveva altre cose da fare era vero, ma una mangiata nella Sala Grande non la rifiutava nessuno, neppure un' insegnante con qualche accenno di ruga sul volto come lei.



    Ultima modifica di Charlotte_Mills 3 settimane fa, modificato 1 volta in totale