Hogwarts - 3° Piano
Hogwarts - 3° Piano


  • Esperanza_Fuentes

    Tassorosso Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 506
       
       

    *Per quella sera Esperanza aveva combinato già abbastanza pasticci, però si era divertita moltissimo nonostante il male atroce del suo fondo schiena. Ronald improvvisó uno spettacolo di magia babbana, come quelli che facevano al circo. Esp c'era stata solo una volta con la sua famiglia ed era stata un esperienza molto piacevole. I pazienti sembravano felici di ricevere una compagnia così bizzarra, e il cuore della Tassorosso se ne rallegró. Ronald era un mago molto simpatico e le piaceva stare in sua compagnia. *

    Comunque ti è piaciuto lo spettacolino?

    *La risposta era più che ovvia. Era stato molto bravo a giostrare quella situazione e a togliere la pel di carota dall'imbarazzo subito dalla caduta, quindi facendogli una carezza sul viso gli rispose.. *

    Si Ronald.. Sei stato bravissimo, hai un talento innato per i giochi di prestigio. E sono stata felicissima di fare la tua valletta.

    *La serata giungeva al termine, e la Tassorosso cominviava a chiedersi quando sareppe finita la punizione. Era stato tutto fatto, mancava solo di lavare i pavimenti. Andò verso l'armadio delle scope, stando molto attenta a non far rumore per non svegliare i pazienti che avevano preso sonno, prese il secchio con uno strofinaccio, lo riempí d'acqua e prese a strofinare le vecchie mattonelle dell'infermeria. La sala era enorme, e quando ebbe finito era a dir poco esausta. Sperava solo che la preside mettesse subito fine a quel castigo. Ed Esp prima di violare le regole ci avrebbe pensato mille volte.*

    @Ronald_Canard, @Charlotte_Mills


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 274294
       
       

    *Durante tutta la punizione di Esperanza e Ronald Charlotte Mills era rimasta in disparte con l'Infermiera. Si erano sedute alla sua grande scrivania a discutere di alcune cose, ovviamente riguardanti l'infermeria di quel grandissimo e popolato castello.
    Ovviamente lo sguardo della donna si posò numerose volte su i due ragazzi in punizione. Il loro modo di intrattenere gli studenti degenti era alquanto strambo, sicuramente qualcosa che nessuno si sarebbe aspettato di vedere.
    Quando le due donne terminarono di mettersi d'accordo sul da farsi per quel locale del castello che aveva bisogno di maggior attenzioni, Charlott Mills si alzò dalla sua seduta e si rivolse alla Tassorosso e al Corvonero.*

    Direi che per oggi avete terminato.
    Queste sono le vostre bacchette che in precedenza mi avete consegnato.


    *Affermò riconsegnando i due catalizzatori magici ai due studenti che avevano scontato la loro punizione in un modo totalmente innovativo.*

    Spero che ci pensiate due volte la prossima occasione che volete infrangere il coprifuoco.

    *Terminò la preside ultra trentenne congedandosi dai due studenti.
    Aveva intenzione di recarsi a Londra, dove a casa sua l'attendeva una cena calda e un piccolo maghetto pronto a stare in sua compagnia. Le mancava infinitamente quel maghetto che chiamava figlio.
    Stava per andarsene quando decise di rivolgersi nuovamente allo studente più giovane dei due.*

    Ah, signor Canard.. un consiglio: non tutti i maghi o streghe vedono di buon occhio “la magia babbana”, di conseguenza faccia attenzione con i suoi trucchetti.



    *Affermò la ex Serpeverde.
    Erano molti i maghi e le streghe che non vedevano di buon occhio il mondo dei Babbani e tutto ciò che ne riguardava e, di conseguenza, bisognava far attenzione alle proprie azioni in qualsiasi occasione.
    Inoltre Ronald possedeva la vera magia, che motivo c'era di sfoderare quella insulsa e inutile che i Babbani utilizzavano per intrattenere amici e famigliari? Si trovava a Hogwarts e di conseguenza doveva dar spazio allo studio degli Incantesimi, della Trasfigurazione molto altro per poter dive3ntare, con il tempo, un mago abile con la propria bacchetta magica.*

    @Ronald_Canard, @Esperanza_Fuentes,



Vai a pagina Precedente  1, 2