Hogwarts - Sotterranei
Hogwarts - Sotterranei


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584673
       
       



    Role Aperta da Jane_Casterwill


  • Jane_Casterwill

    Grifondoro Insegnante Responsabile di Casa Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 8
    Galeoni: 2790
       
       

    OFF GDR:
    La presente role è la "role di punizione" per @Zack_Plans, e @Sarah_Khan, per aver recato danni all'aula di Babbanologia e aver violato il coprifuoco.
    Il prima possibile starterò la role alla quale, ovviamente, siete invitati a partecipare.

    Ps: Come potete ben immaginare la punizione sarà solo in GDR e non influenzerà minimamente l'andamento della Coppa Delle Case. Vedetela come un ulteriore occasione per ruolare assieme Smile

    Firmato
    Professoressa Jane Casterwill


  • Jane_Casterwill

    Grifondoro Insegnante Responsabile di Casa Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 8
    Galeoni: 2790
       
       

    [SECONDO PIANO - UFFICIO PROFESSORESSA J. CASTERWILL]


    *Erano passate settimane da quando Jane, durante uno dei soliti controlli notturni per i corridoi, si era imbattuta in qualcosa di nuovo, per lei. Mai negli anni da prefetto le era capitata una cosa simile e come aveva sospettato la reazione della Preside era stata altrettanto clamorosa.*

    [INIZIO FLASHBACK]


    *Mentre camminava per i corridoi del primo piano, ripensando a una notte di anni prima, un sorriso nostalgico affiorò sulle labbra di Jane. Non aveva più pensato a determinate persone e farlo le procurò una strana sensazione. Infondo non era passato molto tempo.
    Dopo qualche secondo però i suoi ricordi furono interrotti da dei rumori. La diciottenne iniziò a guardarsi attorno, cercando di capire da dove provenisse quella confusione, accorgendosi poco dopo di una porta a qualche metro di distanza. Subito voltò il capo in sua direzione.*

    ”L' aula di Babbanologia?”

    *Quello era decisamente il luogo più insolito per una passeggiata notturna.
    Con passo felpato, cercando di non farsi sentire, Jane si avvicinò alla porta, sentendo i rumori aumentare. Tra essi riuscì a distinguere banchi e sedie che venivano spostati, in più quello che identificò come qualcosa che veniva tagliato. In fine il silenzio, finché una voce non tornò a disturbare la quiete notturna.*

    Sarah.. Hai qualche altra folle e geniale idea per mettere a soqquadro quest'aula?
    Devono capire che Babbanologia è per studenti sfigati.


    *Nonostante fosse attutita dalla porta quella non era sicuramente la voce dell’insegnante di Babbanologia. La ex Grifondoro, a quanto sembrava, aveva eppan sorpreso qualcuno a cui non piacevano i Babbani e che riteneva quella materia inutile e probabilmente anche indegna per quelle mura. Una smorfia amareggiata fece la sua comparsa sul volto della giovane, che si lasciò scappare un pesante sospiro. Era da anni che non ne incontrava ma ciò non voleva dire che persone così non esistessero ancora. Poteva anche immaginare che colori avrebbe visto sulle loro divise, se ancora le portavano.
    Dopo quell’attimo passato a ascoltare quello che accadeva, Jane decise di intervenire. Tenendo la bacchetta stretta nella mano destra utilizzò la mancina per spalancare la porta, facendo il suo ingresso nell’aula. Subito il suo sguardo si posò su due figure: una ragazza e un ragazzo. Tra i due riuscì a riconoscere solo l’ultimo, l’altra probabilmente era del primo anno.*

    Credo che per questa notte e molte altre voi abbiate finito, signor Plans. Giù le bacchette, subito!

    [FINE FLASHBACK]


    *La notte stessa la Preside Mills era stata informata dalla giovane professoressa dell’accaduto e praticamente mai, in sette anni anche quando la donna non ricopriva ancora quel ruolo, l’aveva mai vista così arrabbiata. Per scegliere della sorte dei due Serpeverde era stato convocato tutto il corpo docenti, in fondo a Hogwarts non accadeva una cosa simile da anni. Nelle varie riunioni i pareri erano stati contrastanti tra loro, per questo motivo la punizione non si era ancora tenuta. Ma il giorno era arrivato.
    Jane era seduta alla sua scrivania, due buste tra le mani. Strillettere per l’esattezza. Era la prima volta che ne scriveva una e aver ricevuto dalla professoressa di Arti Oscure il compito di occuparsi di tutto quanto la rendeva un po’ nervosa. Tuttavia non era la prima punizione di cui si occupava.*

    Porta subito queste lettere a Zack Plans e Sarah Khan!

    *E così fu.
    All’ora di pranzo di quella tranquilla domenica, un gufo volò al tavolo di Serpeverde, recapitando quelle buste rosse che da lì a poco vennero aperte, rivelando il contenuto.*



    Citazione:
    Gentili signor Plans e signorina Khan
    SIETE IN PUNIZIONE!
    E’ pregato/pregata di presentarsi alle due di questo pomeriggio nel primo laboratorio di pozioni.

    Cordialmente
    Professoressa Jane Casterwill.


    *Insieme a esse però altre due lettere vennero spedite, a insaputa dei due ragazzi.*

    [PRIMO LABORATORIO DI POZIONI]




    *Mancavano ancora cinque minuti all’orario stabilito, tuttavia nel laboratorio situato nei sotterranei si aggirava già la figura della giovane docente di Difesa Contro le Arti Oscure. Giorni prima si era accordata con la collega di Pozioni per far trascorrere un pomeriggio intenso ai due anti-Babbani, come li aveva soprannominati la diciottenne. A distrarla dai propri pensieri ci pensò la porta che si aprì, mostrando i due malcapitati.*

    Buongiorno, felice di vedervi!

    *Esclamò con enfasi come se quella fosse una normalissima giornata. Mentre parlava però la bacchetta, fino ad allora tenuta saldamente nella mano destra, si mosse velocemente. I catalizzatori di entrambi e giovani si sollevarono, dirigendosi verso Jane stessa.*

    Per prima cosa queste vi saranno revocate per oggi e al ritorno dalle vacanze invernali non potrete usarle per un mese, salvo durante esercitazioni scolastiche. E non temete, mi ricorderò io stessa di togliervele!

    *Rivolse un sorriso ai due Serpeverde, mentre posava la bacchette. Prima di proseguire notò con la coda dell’occhio la presenza delle altre due persone coinvolte in quella particolare punizione, così decise di spiegare finalmente in cosa avrebbe consistito.*

    Oggi ad aiutarmi avrò la professoressa Hunter e la signorina Quinn, io farò più che altro da supervisione. Voi dovrete, in nostra compagnia, pulire, sistemare e fare tutto quello che la mia collega vi dirà per rendere il laboratorio uno specchio! Tutto chiaro?

    *A chiunque la presenza delle altre due, specialmente della giovane Grifondoro, sarebbe sembrata superflua ma visto il motivo per cui erano tutti lì quel pomeriggio non lo era. Jane a stento riuscì a trattenere un sorriso per quello che, da lì a poco, i due adolescenti avrebbero compreso. Alla giovane non piaceva molto punire gli studenti ma data la gravità della situazione e ciò che avevano fatto riteneva giusto fare qualcosa. Forse avrebbero potuto cambiare idea, anche se era molto difficile.*

    Non mi resta che augurarvi buon lavoro. Professoressa sono tutti suoi!

    *Aggiunse infine, voltandosi verso la collega rivolgendole un sorriso, mentre si occupava di mettere al sicuro le bacchetta, che avrebbe tenuto lei per tutto il giorno.*



    OFF GDR:

    Cari Zack e Sarah
    ecco la vostra punizione!

    Come avete letto dovete occuparvi di sistemare il laboratorio. Tuttavia a farvi compagnia ci saranno due Nate Babbane.
    Ma non è finita qui! Nelle prime 2 role a cui parteciperete a Gennaio 2020, tranne le esercitazioni, non potrete usare la bacchetta. Dovrete quindi ruolare che vi sono state ritirate, come detto nella role.
    Buona role ;)


    @Zack_Plans, @Sarah_Khan, @Eirwen_Quinn, @Serenity_Hunter,




    Ultima modifica di Jane_Casterwill circa 4 mesi fa, modificato 3 volte in totale


  • Sarah_Khan

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 2
    Galeoni: 240
        Sarah_Khan
    Serpeverde
       
       

    *Era una tranquilla domenica... fino a quel momento.
    Sarah stava pranzando tranquillamente quando una busta rossa le fu recapitata. Sapeva bene cos'era: una Strillettera, anche se non ne aveva mai ricevuta una fino a quel momento.
    Curiosa ma allo stesso tempo consapevole di ciò che stava per succedere aprì la Strillettera che, altro non era, “l'invito” a presentarsi alla punizione di quel giorno.
    Il suo sguardo si posò sull'amico Zack Plans, ragazzo con la quale avrebbe condiviso la punizione. Una volta lasciato l'aula di Babbanologia la fatidica notte, i due Serpeverde non si erano sentiti in colpa per ciò che avevano fatto anzi ne erano orgogliosi, soprattutto perchè era ciò che i loro genitori gli avevano insegnato: i Babbani erano feccia e studiarli a Hogwarts era la cosa più oltraggiosa che potesse esistere.*

    Buongiorno, felice di vedervi!

    *Disse la professoressa di Difesa, quel pomeriggio quando i due poveri malcapitati giunsero nel primo laboratorio di Pozioni. Quale fosse stata la loro punizione l'avrebbero scoperto da li a pochissimo.
    Fu in quel momento che, come se nulla fosse, che la professoressa prese le loro bacchette. Sarah rimase shockata.. Almeno poteva avvisare! Spiegò infatti che le bacchette erano revocate, a lei ed a Zack, per l'intera giornata fino al ritorno dalle vacanza e che, inoltre, dopo le festività era vietato loro utilizzarla per un mese intero.*

    Mi scusi ma non mi sembra affatto giusto.
    E se dovessimo studiare, dopo le lezioni, Incantesimi e i vari movimenti del catalizzatore? Lo stesso vale per Trasfigurazione e la sua stessa materia!
    Saremmo svantaggiati rispetto all'intera classe.



    *Ribattè la ragazzina che, nonostante quello era pronta a sostenere la sua punizione.. anche se fare da Elfo Domestico non era certo tra le sue ambizioni principali della vita.
    Aveva grande rispetto per la professoressa e Preside Mills, anche lei Serpeverde e Purosangue e di conseguenza se la donna aveva deciso che quella punizione era adeguata a Sarah e Zack, la dodicenne non avrebbe detto altro nonostante i suoi pensieri erano come fiumi in piena.*


    @Jane_Casterwill, @Zack_Plans,


  • Zack_Plans

    Serpeverde Responsabile di Casa

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 5
    Galeoni: 697
        Zack_Plans
    Serpeverde Responsabile di Casa
       
       

    *Di tempo da quando Zack Plans e Sarah Khan avevano messo a soqquadro l'aula di Babbanologia ne era passato e, di conseguenza il quattordicenne aveva quasi pensato che si fossero dimenticati della punizione che i due dovevano scontare.
    Durante l'ora di pranzo di quel giorno però il Serpeverde avrebbe messo la parola fine ai suoi dubbi, infatti sia lui che Sarah ricevettero una busta rossa scarlatta che sapeva essere una Strillettera, un oggetto magico assai temuto dagli studenti.
    La lettera indirizzata al Purosangue lo invitava a raggiungere, quel pomeriggio, il laboratorio di Pozioni. Zack guardò l'amica con la quale avrebbe condiviso la punizione. Un semi sorriso misto a una risata era comparso sul suo volto. Loro non erano dispiaciuti per quello che avevano fatto quella fatidica notte e, di conseguenza, non si sentivano in colpa.
    Passata l'ora di pranzo assieme si avviarono verso la loro destinazione.


    Era curioso di sapere come mai si trovavano li. Cosa avrebbero dovuto affrontare quel pomeriggio? Raggiunto il laboratorio trovarono due professoresse ad aspettarli: la professoressa Casterwill e la professoressa Hunter.*

    Per prima cosa queste vi saranno revocate per oggi e al ritorno dalle vacanze invernali non potrete usarle per un mese, salvo durante esercitazioni scolastiche. E non temete, mi ricorderò io stessa di togliervele!

    *Disse la professoressa di Difesa contro le Arti oscure dopo averli salutati. Zack era davvero stupito. Quella restrizione gli sembrava davvero troppo severa, soprattutto perché le Bacchette Magiche erano essenziali per degli studenti di Hogwarts.
    Zack respirò profondamente cercando di non esternare tutto il suo disappunto, disappunto che era anche maggiore di quello della compagna Serpeverde.*

    Mi scusi ma non mi sembra affatto giusto.
    E se dovessimo studiare, dopo le lezioni, Incantesimi e i vari movimenti del catalizzatore? Lo stesso vale per Trasfigurazione e la sua stessa materia!
    Saremmo svantaggiati rispetto all'intera classe.


    *Esternò i propri pensieri Sarah. Zack era totalmente d'accordo con lei, ma per non peggiorare la situazione non disse nulla. Voltò il capo verso di lei e le tirò (senza farsi vedere da altri) la manica della sua divisa. Sapeva che Sarah l'avrebbe compreso solo ad un semplice sguardo.. erano amici proprio perché oltre a condividere ideali si comprendevano senza troppi giri di parole.
    Fu quando la professoressa Casterwill si rivolse nuovamente a loro che Zack notò la presenza di una terza persona che, fino a quel momento, non aveva notato.*

    Oggi ad aiutarmi avrò la professoressa Hunter e la signorina Quinn, io farò più che altro da supervisione. Voi dovrete, in nostra compagnia, pulire, sistemare e fare tutto quello che la mia collega vi dirà per rendere il laboratorio uno specchio! Tutto chiaro?

    Chiarissimo
    Anche se non penso di assomigliare ad un Elfo.. ma vabbè.


    *Affermò e pensò il quattordicenne rimanendo serio e con testa alta.
    Mai e poi mai avrebbe mostrato debolezza, anche difronte a dei docenti. O sguardo di Zack poi si posò velocemente sulla Grifondoro presente nella stanza. Non aveva idea della sua presenza li, ma da quanto aveva capito non si trovava li per scontare anche lei una punizione.. perché quindi era li?*


    @Eirwen_Quinn, @Sarah_Khan, @Serenity_Hunter, @Jane_Casterwill,


  • Serenity_Hunter

    Corvonero Insegnante
    AUROR

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 8
    Galeoni: 2443
       
       

    [Laboratorio di Pozioni]


    *Pranzare in fretta ormai era da prassi per la vita impegnativa di Serenity Hunter. A volte rimpiangeva i momenti da studentessa stressata per i compiti ma con la consapevolezza di avere più tempo per gustare i manicaretti preparati dagli Elfi. Sì, non rimaneva certo a digiuno però le sarebbe piaciuto godersi qualche minuto in più al tavolo degli insegnanti mentre spiluccava il meraviglioso pranzo. E invece il laboratorio la chiamava a sé, inesorabile, come se avesse una sorta di magia attrattiva dalla quale non riusciva mai a sottrarsi. Dietro di lei una serie di barattoli levitavano seguendola, recuperato dalle sue stanze prima di scendere fino al piano più infimo del castello.
    Da una Torre al Sotterraneo. Quand'era stata insegnante di Astronomia il suo ufficio quasi svetta a per raggiungere il cielo; ora invece si nascondeva persino alla luce del sole, rintanato tra i fumi ammaliato delle pozioni. Non sapeva con precisione in quanti si sarebbero mai adattati a un cambio così repentino, ma Serenity sì. Per amore della sua materia avrebbe cambiato qualsiasi cosa, com'era cambiata lei stessa dopo un lungo peregrinare in zone impervie e affascinanti. Scostò un ciuffo di capelli in disordine prima di aprire l'uscio.*



    Buon pomeriggio, scusate il ritardo.

    *Si annunciò con un sorriso Serenity mentre entrava nel suo amato regno. Gli occhi corsero immediatamente ai due ragazzi colti in flagrante, attendendo con chissà quale sentimento la punizione da scontare. Che la professoressa di Difesa avesse deciso di interpellare la sottoscritta era stata una sorpresa ma alla fine aveva accettato la proposta recapitata giorni addietro. In effetti il laboratorio aveva necessità di essere risistemato ed era un'ottima occasione da sfruttare perché capissero l'importanza della fatica. In aggiunta una studentessa di Grifondoro, Eriwen Quinn, per completare la punizione.*

    A quanto ho compreso vi siete divertiti a creare caos. Qui invece vi toccherà agire nella maniera opposta.

    *Con un colpo di bacchetta fece planare la moltitudine di barattoli sul bancone a lei più vicino, quello che adoperava come cattedra quando era intenta a spiegare. Per fortuna la magia la aiutava a non sforzarsi eccessivamente, cosa che non sarebbe accaduta per i due. Troppo semplice usare le bacchette! Jane le aveva già requisite pertanto non avevano altra scelta che eseguire il compito alla Babbana maniera. Buffa coincidenza, comportarsi seguendo i dettami dell'aula messa a soqquadro.*

    Oggi abbiamo un bel po' da fare, quindi direi di non perdere altro tempo. Laggiù nell'armadio noterete che molti ingredienti sono stati posizionati alla rinfusa probabilmente da qualche primino dispettoso. Dovete riclassificarli seguendo l'ordine alfabetico. Quando avrete finito venite qui, perché dobbiamo sistemare altri ingredienti in questi barattoli.

    Gli ingredienti in questione erano poggiati su ciotole temporaneamente, poiché non era igienico che rimanessero così a lungo a contatto con superfici poco consone. Potevano reagire o peggio rovinarsi irrimediabilmente, soprattutto quelli più delicati e fragili che necessitavano di maggiori cure. Sembrava di parlare come di neonati ma Serenity non se ne fece scrupoli: per lei un ingrediente andava trattato come di dovere o sarebbe stato un grosso spreco. Del resto senza di essi non avrebbe mai potuto fabbricare le pozioni che tanto adorava. La donna li indicò con un gesto della mano, enunciando gli altri compiti da svolgere.*

    Abbiamo cervelli di ratto da conservare nell'aceto, tentacoli di Murtlap in salamoia, un bel po' di milze di pipistrello, degli occhi di pesce palla... Insomma, roba viscida. Purtroppo non ci sono guanti di riserva perciò dovrete usare le vostre mani. Per fortuna non sono ingredienti velenosi, quindi un po' di olio di gomito e si comincia! Il resto si vedrà in seguito.

    *Batté le mani, come a spronare i due Serpeverde a darsi da fare senza indugiare ancora. In effetti il peggio lo correvano maggiormente loro: più tempi avrebbero perso in stupide chiacchiere, maggiore sarebbe stato il tempo di permanenza nel laboratorio a scontare la punizione. Le era capitato di gestirne una per ben 4 ore di fila, colpa dei puniti che invece di impegnarsi avevano preferito parlottare fra loro. Come risultato avevano creato più disordine di prima ed erano stati costretti a svolgere il doppio del lavoro.
    Serenity si avvicinò alla collega dopo aver dettato le ultime disposizioni, mentre con un occhio osservava comunque l'operato dei due. Supervisionare le sembrò un'ottima idea perché il laboratorio divenisse pulito e ordinato evitando disastri di ogni genere.

    Dunque... A quanto sembra la Babbanologia non è la vostra materia preferita. Forse conversare con una Nata Babbana come me o la signorina Quinn vi farà bene.

    *Propose con un sorriso, poggiandosi appena sul bordo della cattedra per iniziare quella particolare conversazione. *




    @Sarah_Khan, @Zack_Plans, come spiegato nel post i vostri compiti sono impegnativi e andranno eseguiti senza l'aiuto della Magia. Vi chiedo almeno un post in cui siete intenti all'organizzazione dell'armadietto (nulla vi vieta di scriverne anche di più) e almeno due post per la seconda fase della punizione. Non vi prometto niente, ma potrei aggiungere una terza se volessi essere un po' cattiva (ma è tutto da vedere, dipende da voi) ;)
    Ricordo che è anche presente @Eirwen_Quinn, che in questa punizione è presente in quanto Nata Babbana.
    Per qualunque chiarimento io e la professoressa @Jane_Casterwill, siamo a disposizione.

    Buon gioco!




    Ultima modifica di Serenity_Hunter circa 4 mesi fa, modificato 1 volta in totale


  • Eirwen_Quinn

    Grifondoro Insegnante Giornalista Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 4
    Galeoni: 361
        Eirwen_Quinn
    Grifondoro Insegnante Giornalista Moderatore Web Certificato
       
       

    [DORMITORIO FEMMINILE - TORRE DI GRIFONDORO]


    *Un’altra settimana era terminata alla scuola di magia e stregoneria di Hogwarts. Solitamente a quell’ora la tredicenne Grifondoro si sarebbe trovata a passeggiare per le vie del vicino villaggio, intenta a raggiungere il locale più famoso, il Tre Manici di Scopa, ma quel giorno era un altro il compito che l’attendeva. Quando qualche giorno prima aveva ricevuto una lettera dalla professoressa Casterwill, per un istante aveva temuto di aver combinato qualcosa, ma quella paura era stata sostituita dalla sorpresa. La docente di Difesa Contro le Arti Oscure richiedeva la sua presenza nel laboratorio di Pozioni per aiutarla con la punizione che due studenti dovevano scontare.
    Le voci al castello giravano in fretta, senza bisogno di ulteriori spiegazioni capì di cosa si trattava. Due Serpeverde erano stati sorpresi qualche settimana prima ad imbrattare l’aula di Babbanologia e a quanto sembrava professori e Preside erano piuttosto arrabbiati con i due studenti. Immaginava che la sua presenza fosse richiesta a causa delle sue origini, probabilmente la professoressa pensava che trascorrere del tempo con una Nata Babbana avrebbe fatto bene ai due vandali Purosangue.
    Non era un’ingenua o una sciocca, sapeva che alcuni dei suoi compagni, soprattutto se nati in famiglie Purosangue, erano convinti che quelli come lei non valessero niente e non meritassero di essere lì. Le risultava però difficile comprendere come fosse possibile odiare qualcuno per il solo stato di sangue. Avendo trascorso i primi anni della sua vita tra i Babbani sapeva che lo stesso accadeva tra di loro; anche tra chi non possedeva la magia c’era chi odiava e discriminava, per l'orientamento sessuale, politico, religioso, piuttosto che per il colore della pelle. Fortunatamente non aveva mai avuto a che fare con nessuno di ostile nei suoi confronti ed era sicura che quel pomeriggio, grazie alla presenza delle professoresse, i due Serpeverde non avrebbero detto niente contro di lei. Tuttavia le risultava difficile capire quell’odio e le causava tristezza quando a provarlo era qualcuno di così giovane.
    Un improvviso peso sulla schiena attirò la sua attenzione, non sapeva come, ma il suo felino rosso sapeva sempre quando era il momento di richiamare la sua attenzione perché rischiava di essere in ritardo. Un veloce sguardo all’immancabile orologio da polso le disse che effettivamente sarebbe arrivata qualche minuto dopo le due, dopotutto dal settimo piano a cui si trovava doveva raggiungere i sotterranei e, pur conoscendo tutti i percorsi più rapidi, ci avrebbe messo un po’. Si sistemò velocemente la divisa e poi, con una mano affondata nella tasca a stringere il catalizzatore per farsi coraggio, si diresse a passo svelto nel laboratorio.*

    [PRIMO LABORATORIO DI POZIONI]


    *A quanto sembrava non era l’unica giunta qualche minuto in ritardo, anche la professoressa Hunter, docente di Pozioni, stava varcando la soglia in quel momento e la Grifondoro si unì a lei. La prima cosa che osservò furono gli sguardi dei presenti, le professoresse erano estremamente serie, più di quanto l'avesse mai viste, mentre i due ragazzi puniti erano infastiditi. Mentre ascoltava le parole della professoressa Hunter capì il perchè, a quanto sembrava la loro punizione consisteva nel riordinare il laboratorio senza usare la magia, dovevano quindi sporcarsi le mani come ogni Nato Babbano aveva imparato a fare nei primi undici anni di vita.
    La docente concluse il suo discorso chiarendo il motivo della sua presenza, come aveva immaginato si trattava di un modo per metterli a contatto con qualcuno che disprezzavano.*

    Buon pomeriggio professoresse, chiedo scusa per essere arrivata con qualche minuto di ritardo.

    *La tredicenne si fece avanti, avvicinandosi alle due docenti. Il ritardo era pochissimo e inoltre, non essendo lei a dover scontare la punizione, era sicura non fosse un problema, ma le sembrava corretto scusarsi. A quel punto si ammutolì, non sapeva davvero cosa dire. Avrebbe dovuto conversare probabilmente con le docenti e i ragazzi di argomenti babbani, ma con cosa avrebbe dovuto iniziare?
    Si prese qualche istante per riordinare le idee e osservare ciò che la circondava, Pozioni era una delle sue materie preferite e le piacevano molto i laboratori. In quel momento il borbottio dei liquidi in ebollizione non facevano da sottofondo, né l’aria era satura di vapori colorati, era l’umidità a farla da padrone, ma il luogo l’affascinava comunque.*

    Professoressa Hunter lei di dove è originaria?
    Io arrivo dall’Irlanda, per la precisione da Galway. Mio padre è docente e ricercatore di cultura irlandese all’università.


    *Un leggero imbarazzo le colorò le guance, non le piaceva parlare di sé, ma da qualche parte avrebbe dovuto iniziare, in fondo era lì proprio per quello.*

    @Jane_Casterwill, @Serenity_Hunter, @Zack_Plans, @Sarah_Khan,


  • Zack_Plans

    Serpeverde Responsabile di Casa

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 5
    Galeoni: 697
        Zack_Plans
    Serpeverde Responsabile di Casa
       
       

    A quanto ho compreso vi siete divertiti a creare caos. Qui invece vi toccherà agire nella maniera opposta.

    *Furono le prime parole della professoressa di Pozioni rivolte ai due Serpeverde che si erano guadagnati quella punizione.
    Lo sguardo di Zack si posò sul volto della docente che, con un colpo della bacchetta, aveva fatto levitare numerosi barattori che, solitamente, avrebbero contenuto gli ingredienti essenziali delle pozioni.
    Da quello che la professoressa disse successivamente i due ragazzi, Zack e Sarah, avrebbero dovuto sistemare gli ingredienti che nell'armadio erano stati riposti alla rinfusa. Il loro compito era quello di riclassificarli in ordine alfabetico e, successivamente, sistemare altri ingredienti in quei barattoli che l'insegnante aveva appellato pochi secondi prima.*

    [...]Purtroppo non ci sono guanti di riserva perciò dovrete usare le vostre mani. Per fortuna non sono ingredienti velenosi, quindi un po' di olio di gomito e si comincia! Il resto si vedrà in seguito.

    *Affermò battendo le mani quasi a spronarli, un gesto che diede molto fastidio al Serpeverde più grande. Aveva capito benissimo, non aveva le orecchie otturate di conseguenza non c'era bisogno di quel gesto poco simpatico per attirare ulteriormente la loro attenzione..*

    Dunque... A quanto sembra la Babbanologia non è la vostra materia preferita. Forse conversare con una Nata Babbana come me o la signorina Quinn vi farà bene.

    *Propose la professoressa di pozioni a pochi passi dalla collega di Difesa.
    Zack rispose a quell'affermazione rivolta ai due ragazzi della stessa casata.*

    Mi scusi professoressa.. ma dobbiamo mettere a posto le cose, ci disturberebbe.

    *Affermò nel modo più irriverente che potesse immaginare. Aveva esordito con un “mi scusi”, ma personalmente proprio non aveva nulla da scusarsi. Non si era pentito per nulla per ciò che aveva fatto nell'aula di Babbanologia e, da quanto oramai conosceva Sarah Khan, anche lei non si doveva sentire in colpa per colpa.
    Di conseguenza quella punizione non avrebbe svolto l'effetto desiderato dalle due docenti, la loro mentalità sarebbe rimasta la stessa e, se ne caso gli fosse stata data la possibilità di rifare ciò che aveva fatto non avrebbe negato nulla.
    Si allontanò dalle due figure adulte in compagnia di Sarah.

    Al lavoro.
    Anche se alla fine non penso che amerò di più gli Elfi Domestici o i Babbani.


    *Sussurrò all'amica iniziando l'organizzazione dell'armadietto incominciando, ovviamente, dalla lettera A di Artigli, seguito da B di Bile e così via.*


    @Eirwen_Quinn, @Serenity_Hunter, @Sarah_Khan, @Jane_Casterwill,




    Ultima modifica di Zack_Plans circa 3 mesi fa, modificato 1 volta in totale