• Jane_Casterwill

    Grifondoro Insegnante Responsabile di Casa Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 8
    Galeoni: 2245
       
       



    Gennaio era ormai arrivato, portando con sé il nuovo anno e la neve che quel giorno aveva deciso di imbiancare tutto quanto. Dalle finestre del secondo piano si poteva vedere il candido manto che ricopriva la scuola. I ragazzi, quelli che erano rincasati per le vacanze, avevano fatto ritorno a scuola da qualche giorno, trovando ad aspettarli i compagni che invece erano rimasti. Dopo il Ballo del Ceppo solitamente la maggior parte dei giovani preferivano passare le vacanze con la famiglia, non tutti però. Anche la giovane donna che vagava nel proprio ufficio in quel momento spesso, durante gli anni da studentessa, aveva preferito rimanere a Hogwarts. Quell’anno per sua fortuna non le era stato difficile scegliere. Un paio di giorni a Londra, passando il Natale con entrambe le famiglie riunite, per poi tornare al villaggio di Hogsmeade dove abitava. Ma quel giorno non si trovava a casa, bensì nell’ufficio adiacente all’aula di Difesa Contro le Arti Oscure. Secondo il calendario delle lezioni toccava proprio alla professoressa Casterwill dare il via al 2020. Quindi a lei toccavano gli studenti addormentati, probabilmente appesantiti dalle leccornie natalizie e con la voglia di seguire sotto i tacchi. I giorni precedenti la giovane insegnante li aveva passati cercando un tema che potesse risvegliare i ragazzi dal loro letargo invernale. Non era stato semplice, Jane aveva molti argomenti tra i quali scegliere, ma alla fine aveva fatto la sua scelta.
    Con la solita pila di fogli e la fidata bacchetta scese le scale che collegavano l’ufficio all’aula, trovando quest’ultima ancora vuota, mancavano ancora pochi minuti all’inizio della lezione. Così sistemò con cura le proprie cose sulla scrivania, dando le spalle alla porta che poco dopo si aprì. Il suono dei primi passi strascicati risuonavano nel silenzio della stanza mentre lei finiva di sistemare tutto il necessario. Dopo poco si voltò verso gli studenti che si stavano accomodando dietro i banchi, con un sorriso divertito sulle labbra.

    ”Buongiorno ragazzi e buon anno nuovo! Vedo che siete tutti molto svegli e pronti per seguire la lezione. Ancora un paio di minuti per aspettare i ritardatari e iniziamo.”

    Disse con evidente ironia guardando i volti stanchi dei ragazzi. Il rientro dalle vacanze era sempre traumatico, lei lo sapeva bene.
    Un paio di minuti dopo, come aveva detto, la porta dell’aula venne chiusa, segno che la lezione stava per iniziare.

    ”Siete pregati di non addormentarvi. Se sorprenderò qualcuno a farlo questa persona dovrà fare, oltre ai compiti assegnati, una ricerca approfondita sull’argomento di oggi. Di minimo 50 righe.”

    Affermò con tranquillità mentre passava tra i banchi, diretto verso il fondo dell’aula. Qui, come sempre, era presente il proiettore magico che spesso utilizzava nelle sue lezioni. Quel giorno avrebbe voluto portare un vero esemplare in aula, purtroppo però data la pericolosità della creatura aveva optato per l’utilizzo delle immagini. Con un movimento di bacchetta le luci dell’aula si affievolirono, le finestre vennero oscurate e il proiettore si accese. Dall’altra parte dell’aula, sul muro, fece la sua comparsa l’immagine di una creatura magica dalle fattezze grottesche e decisamente poco amichevoli.



    ”Chi sa dirmi nome e classificazione ministeriale di questa creatura?”

    Chiese e poco dopo una decina di mani si sollevarono, visibili grazie alla luce emanata dall’oggetto che aveva davanti. Scelse uno dei giovani allievi tra le file a lei più vicine, dandogli il permesso di parlare.

    ”E’ un Berretto Rosso, classificato dal Ministero come XXX, cioè significa che un mago capace dovrebbe cavarsela.”

    ”Molto bene signorina Lovely. Quello davanti a voi è proprio un Berretto Rosso, un essere senziente che tuttavia viene classificato come “animale”. Esso viene citato in due libri piuttosto famosi. Il primo il più che noto “Animali fantastici e dove trovarli”, in cui Newt Scamander scrive:”

    Citazione:
    "These dwarf–like creatures live in holes on old battlegrounds or wherever human blood has been spilled. Although easily repelled by charms and hexes, they are very dangerous to solitary Muggles, whom they will attempt to bludgeon to death on dark nights. Red Caps are most prevalent in northern Europe."


    Lesse con attenzione quelle frasi dal libro che teneva tra le mani. Poi con un colpo di bacchetta aumentò lievemente la luce nell’aula, senza però spegnere il proiettore che continuò a mostrare l’immagine della creatura sul muro. Così facendo lasciò la possibilità ai ragazzi di prendere appunti senza molte difficoltà. Mentre attendeva che finissero di scrivere camminò tra i banchi, mentre apriva un altro libro che teneva tra le mani. Poco dopo ricominciò a parlare.

    ”Invece in “Le Forze Oscure: Guida all’Autodifesa” lo scrittore, Dante Tremante, scrive queste parole:”

    Citazione:
    "Avoid the Red Cap, a Dark dwarfish creature that lurks in places where blood has been shed and will attempt to bludgeon the unwary to death."


    Anche il secondo libro venne chiuso e in seguito posato sulla scrivania insieme al precedente, mentre le piume degli studenti si muovevano sui fogli di pergamena.

    ”Secondo voi perché non ho portato un esemplare in classe invece di mostrarvi questa immagine? Non sono così difficili da trovare, avete qualche idea?”

    ”Probabilmente perché i Berretti Rossi sono creature sanguinarie che aggrediscono i viandanti che hanno perduto la strada e li colpiscono con il loro randello fino a condurli alla morte.”

    Un giovane Serpeverde presa la parola dopo il permesso dell’insegnante. Alle sue parole la donna annuì, ancora vicina alla cattedra.

    ”Esatto signor Plans. Purtroppo, per quanto mi sarebbe piaciuto, portarne uno sarebbe stato rischioso e probabilmente la Preside avrebbe preso me a randellate dopo.”

    Una sonora risata riecheggiò per la stanza alle sue parole, anche se Jane immaginava veramente di doversi subire l’ira funesta della donna per una cosa simile.
    Si avvicinò di qualche passo all’immagine proiettata, aspettando che tornasse la calma, prima di riprendere.

    ”I Berretti Rossi, Red Cap, Bloody Cap o Fir Larrig nell’Irlanda del Nord, chiamateli come volete, come vediamo sono simili a dei nani. La loro altezza va dai novanta centimetri al metro e venti, proprio per questa somiglianza si crede siano imparentati con i goblin. I tratti distintivi sono gli occhi rossi e la pelle verdastra, in più hanno mani ossute munite di lunghe e appuntite unghie, simile a artigli. Anche la dentatura è ben affilata. Le ultime cose da dire sul loro aspetto riguarda l’abbigliamento. Per prima cosa calzano dei pesanti scarponi di ferro, che stranamente non ostacolano i loro movimenti. Il randello che usano come arma e tengono tra le mani è del medesimo materiale. Infine la cosa da cui deriva il loro nome, il cappello rosso che portano sulla testa parzialmente calva. Pare che intingono quest’ultimo nel sangue delle loro vittime per trarne la propria forza.”

    Man mano che parlava indicava le parti citate, identificandole sull’immagine proiettata per essere più chiara. Finita la descrizione fisica decise di fermarsi per un po’, in modo da permettere ai ragazzi di scrivere tutto quanto.

    ”Come spiegato brevemente dal vostro compagno prima attaccano i viandanti, sia Babbani che Maghi. Popolano luoghi in cui vi sono stati dei notevoli spargimenti di sangue, come i campi di battaglia, in attesa di qualche vittima da randellare a morte. Sono diffusi maggiormente nel Nord Europa, soprattutto al confine tra Scozia e Inghilterra nei castelli in rovina. Purtroppo anche Hogwarts è un attimo territorio per loro, per i motivi che tutti, spero, conosciate. Comunque per i Babbani sono molto pericolosi ma un mago invece dovrebbe riuscire a sbarazzarsene facilmente perché sono sensibili a incantesimi e maledizioni.”

    Un altra breve pausa per riprendere fiato, sentendo un lieve fastidio alla gola per il lungo discorso senza pause.

    ”Come ripeto sempre il mio compito qui è quello di insegnarvi a difendervi, quindi passiamo a questo ora. Tenete a mente che anche se avete una bacchetta non dovete mai abbassare la guardia. I Berretti Rossi attaccano con il favore delle tenebre, infatti prendono di sorpresa le proprie vittime, spesso ignare della loro presenza. Il metodo migliore per molti aspetti è l’utilizzo dello Schiantesimo. E’ un incantesimo veloce e che vi conferisce un po’ di tempo per scappare o per lo meno allontanarvi il più possibile. Quindi tenete sempre la vostra bacchetta a portata di mano ragazzi, non si sa mai!”

    Gli occhi verdi della docente si spostarono sull’orologio appeso alla parete. Il tempo come sempre sembrava volare e la loro ora di lezione era ormai giunta al termine. Con rammarico, siccome avrebbe voluto aggiungere altro, Jane rivolse nuovamente l’attenzione ai ragazzi.

    ”Purtroppo il nostro tempo è scaduto, ma prima di darvi i compiti voglio dirvi un’altra cosa. I Berretti Rossi sono presenti anche nella cultura babbana, specialmente irlandese e scozzese. Siccome non abbiamo tempo per parlare di queste leggende lascio a voi l’onore di approfondire questo aspetto. Per essere certa che lo abbiate fatto vi assegno una ricerca sull’argomento. Ricordatevi che non si accettano copiature e che se avete bisogno di chiedermi qualcosa potete trovarmi nel mio ufficio!”

    Un lieve brusio di scontento si levò nell’aula, come sempre gli studenti non apprezzavano molto le ricerche ma sperava che quella sarebbe stata, per loro, interessante.
    Con un veloce colpo di bacchetta fece comparire sulla lavagna i compiti e subito le piume tornarono a muoversi per copiare il tutto. Poco dopo la campanella annunciò la fine di quell’ora, la prima dopo il ritorno dalle vacanze.

    Citazione:
    Compiti di DCAO:

    MODULO A
    (Max 15 punti)

    QUIZ


    Le risposte del quiz si trovano all'interno della lezione, per alcune potrebbero servire degli approfondimenti, leggete tutto con calma!


    MODULO B
    Svolgi, a tua scelta, una delle seguenti tracce. (Max 15 punti)


    1. In formato Gdr racconta un ipotetico incontro con un Berretto Rosso. Descrivi bene dove accade, come fai a scappare, l’incantesimo utilizzato.

    2. Scrivi un articolo di giornale in cui immagini di essere un giornalista/testimone/vittima di un attacco da parte di un Berretto Rosso.

    3. Come detto a lezione svolgi una ricerca sui Berretti Rossi nella cultura babbana.








    Gli elaborati vanno consegnati tramite questo MODULO entro e non oltre le 23:59 del giorno 29/01/2020
    Se avete dubbi o chiarimenti da chiedermi non esitate a contattarmi, potete inviarmi un gufo o raggiungermi nel mio ufficio.
    Buon lavoro!


    Quando l’aula si svuotò completamente Jane spense il proiettore, sistemò l’aula e infine raccolse le proprie cose, tornando in ufficio. Qui posò le cose utilizzate sulla scrivania in legno per poi avvicinarsi alla finestra. Da lì poteva vedere la neve scendere sul castello, candida e lieve. Quel magnifico paesaggio le fece venire voglia di fare una corsa.
    Così pochi minuti dopo la stanza rimase vuota, mentre una sagoma dal nero manto correva, perdendosi tra il bianco.



    Ultima modifica di Jane_Casterwill circa 3 mesi fa, modificato 2 volte in totale


  • Jane_Casterwill

    Grifondoro Insegnante Responsabile di Casa Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 8
    Galeoni: 2245
       
       

    RISULTATI COMPITI LEZIONE DI DIFESA CONTRO LE ARTI OSCURE
    "I BERRETTI ROSSI"


    Citazione:

    GRIFONDORO


    @Lucretia_Holland,

    MODULO A: se eseguito è già stato accreditato sul profilo personale
    MODULO B:
    N° 3
    La ricerca mi è piaciuta, non era molto lunga ma so che il materiale non è moltissimo. Ci sono però degli errori. I primi sono dei semplici refusi di battitura, ho notato però anche dei problemi con l’uso delle virgole, leggermente eccessivo, e molti cambi di tempo verbale nello stesso discorso. Se inizi parlando al presente non saltare da questo al passato continuamente.

    TOTALE: 12/15 Oltre Ogni Previsione + 1
    GIUDIZIO: Non ho molto altro da aggiungere. Sei stata brava, fai solo attenzione a questi errori.


    SERPEVERDE



    CORVONERO


    @Oliver_Zambini,

    MODULO A: se eseguito è già stato accreditato sul profilo personale
    MODULO B:
    N° 1
    La tua role poteva essere molto più approfondita e magari anche fantasiosa o per lo meno mi aspettavo un po’ di più. Comunque ci sono molti errori di battitura sparsi ovunque e le virgole non vanno messe prima della e, tu lo hai fatto quasi in ogni frase. Ultima cosa essendo ancora al secondo anno non potresti usare nessuno dei due incantesimi utilizzati, per il Petrificus essendo solo di un anno sorvolo il problema si presenta con lo Schiantesimo che viene insegnato al quarto/quinto anno. In più la formula del primo è sbagliata.

    TOTALE: 8/15 Scadente + 1
    GIUDIZIO: Mi dispiace per il voto un po’ basso ma come detto ci sono stati molti errori anche di coerenza.


    @Allison_Yale,

    MODULO A: se eseguito è già stato accreditato sul profilo personale
    MODULO B:
    N° 3
    Non sono presenti particolari errori ma la ricerca è veramente troppo corta.

    TOTALE: 6/15 Desolante + 1
    GIUDIZIO: Non ho molto altro da aggiungere, spero che la prossima volta andrà meglio!


    TASSOROSSO



    Grazie per la partecipazione e vi chiedo scusa per il ritardo nella correzione. Per questo ho aggiunto a tutti e tre un punto bonus.



    TOTALE PER CASA:

    GRIFONDORO: 13 punti
    SERPEVERDE: 0 punti
    CORVONERO: 16 punti
    TASSOROSSO: 0 punti