• Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584673
       
       



    Role Aperta da Kevin_Mitchell


  • Kevin_Mitchell

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 4
    Galeoni: 408
       
       


    *Kevin quel giorno aveva molto da fare, o meglio aveva molto da studiare.
    Aveva passato le vacanze natalizie a casa propria a Castleford ed il ritorno a Hogwarts era stato leggermente traumatizzante.
    Sapeva che dopo settimane lontano dallo studio avrebbe dovuto impegnarsi maggiormente per ritrovare lo spirito da studioso, ma credeva in se stesso. Era proprio per quel motivo che il Tassorosso del quarto anno aveva deciso di isolarsi dal resto della scolaresca, proprio per trovare la concentrazione e studiare le varie materie che aveva seguito dal suo ritorno.
    Avrebbe potuto isolarsi in Biblioteca ma era, per Kevin, un luogo un po' troppo frequentato per potersi completamente concentrare. Aveva un secondo luogo perfetto per potersi beatemente gustare il silenzio attorno a sé: la torre dell'orologio.
    Alcuni avrebbero potuto trovare il rintocco delle lancette del grande orologio assai fastidioso, ma per il quattordicenne era quasi tranquillizzante.
    Dall'esterno poteva sembrare una normalissima torre di un orologio, ma all'interno era simile ad un piccolo labirinto. Era davvero il luogo perfetto per stare in tranquillità.


    Appena giunto dove voleva si fermò e respirò profondamente, ascoltando quello che lo circondava: nulla. C'era solo lui e il grande ed imponente orologio che scandiva gli orari delle varie lezioni durante tutta la giornata.*

    Qui è perfetto.

    *pensò tra sé e sé Kevin sedendosi a terra, incrociando le gambe ed estraendo dalla borsa a tracolla il libro di Erbologia. Non amava particolarmente quella materia, sopratutto perchè non aveva collegamenti con una possibile carriera che il Tassorosso avrebbe potuto intraprendere una volta lasciata Hogwarts, ma era per sempre materia di verifiche ed interrogazioni, di conseguenza doveva sapere tutto sull'argomento.*

    Dunque, la pagina era.. ah eccola.

    *Sussurrò sfogliando veloce il libro di testo giungendo, quasi subito, a ciò che cercava. La pianta che aveva intenzione di ripassare era il fungo Killer.
    Quando si mise a rileggere e rileggere quelle pagine non si accorse di una seconda figura presente in quel luogo, giunta poco dopo di lui.*

    @Ronald_Canard,


  • Ronald_Canard

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 182
        Ronald_Canard
    Corvonero
       
       

    Torre dell’orologio
    * Il tredicenne Ronald aveva un buco libero tra una lezione e l'altra. E si stava per recarsi in biblioteca per depositare e cercarne degli altri. Ma si sa che le scale piace cambiare e quindi non riuscì a recarsi in biblioteca. Quindi Ronald, stanco del loro comportamento, decise di fermarsi quando queste si fermarono al quarto piano e si ricordò che in quel piano c’era la possibilità di recarsi alla torre dell’orologio. E un po’ incuriosito si recò alla torre, per vedere se l’orologio era uguale a quelli babbani. E avvicinandosi alla porta notò una sagoma entrarci e forse un po’ per il fascino o perché aveva preso gusto dell’avventura, il platano e le riunioni di una certa Rosie. Entrò subito dopo di lui e si avvicinò al ragazzo seduto. E quindi lo salutò: *

    Ciao, Kevin anche tu qua?

    *Ed attese la risposta del tassorosso.*

    io sono un protrerighista, perché un po’ lo sono anch’io.
    Poi dico è Meglio corto e postato che lungo e mai postato, no ?

    @Kevin_Mitchell




    Ultima modifica di Ronald_Canard mese scorso, modificato 1 volta in totale


  • Kevin_Mitchell

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 4
    Galeoni: 408
       
       

    *Kevin aveva da poco iniziato a sfogliare il libro di Erbologia e ripassare l'argomento che aveva in mente quando una voce lo fece quasi sussultare.
    Non si aspettava di incontrare qualcuno li, a quell'ora del pomeriggio.
    Kevin si voltò e difronte a lui c'era un ragazzino dai capelli rossi e di media lunghezza. Aveva un aspetto famigliare ma dove lo aveva conosciuto?*

    Ciao, Kevin anche tu qua?

    *Lo salutò il ragazzo con addosso la divisa della propria casa: Corvonero. Ci volle qualche secondo per collegare quel ragazzino all'occasione in cui lo aveva conosciuto. Si erano incontrati per la primissima volta qualche mese prima durante il Complemorte di Nick Quasi Senza testa e successivamente lo aveva intravisto allo Yule Ball, in compagnia di una ragazza che conosceva anche lui.*

    Ciao.. Ronald, giusto?

    *Disse il Tassorosso del quarto anno
    Aveva sempre fatto fatica a ricordare i nomi delle persone che poco conosceva, era sempre stato un suo difetto fin da piccolo.
    Iniziò però a collegare meglio, nella propria mente, quel ragazzino alle poche volte che l'aveva visto. Si erano presentati solo il giorno di Halloween, ma lo aveva visto anche a qualche lezione se non errava.*

    Come mai anche tu qua.

    *Domandò curioso.
    Sapeva che quel luogo non era di esclusività solo sua, ma era strano incontrare qualcuno tra gli ingranaggi del grande orologio della torre, soprattutto a quell'ora del pomeriggio.*


    @Ronald_Canard,


  • Ronald_Canard

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 4
    Galeoni: 182
        Ronald_Canard
    Corvonero
       
       

    Torre dell’orologio
    *Ronald quando Kevin gli chiese se il suo nome era Ronald, e aveva anche chiesto o, meglio Ronald l’aveva interpretata come una domanda sul come mai era li. Ronald rispose: *

    Sì, sono Ronald, e il motivo per cui sono qua. Per due motivi siccome le scale si sono fermate su questo piano e poiché sono vissuto come babbano per undici anni, ed ero curioso di vedere come funzionavano gli orologi magici.


    *Mentre lo stava dicendo si guardava intorno con aria un po’ delusa e perplessa, perché vedeva solo cose meccaniche.
    e quindi aggiunse prima che Kevin dicesse qualcosa: *

    Beh pensavo che ci fossero dei folletti o altre minuscole creaturine per fare muovere questi orologi. E invece vedo solamente degli enormi ingranaggi, come dei comuni orologi delle torri dei campanili. E il secondo che avevo visto una sagoma entrare e pensavo che fossi una di quelle creature, invece eri solamente tu.


    *E facendo un sorriso, e aspettò la reazione del Tasso, Ronald domandò: *

    e tu Kevin, che ci fai qua su?


    So che corta ma non mi era venuto niente di meglio e
    ripeto: Meglio corto e postato che lungo e mai postato, no?

    @Kevin_Mitchell


  • Kevin_Mitchell

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 4
    Galeoni: 408
       
       

    *Kevin ricordava bene, quel ragazzino si chiamava proprio Ronald. Spiegò inoltre che i motivi per cui si trovava li erano molteplici, uno di quello erano le grandi scalinate di Hogwarts che avevano cambiato direzione. Era una delle caratteristiche di Hogwarts, una delle preferite di Kevin. Il secondo motivo per cui il Corvonero si trovava li era per vedere come funzionavano gli orologi magici.*

    Beh pensavo che ci fossero dei folletti o altre minuscole creaturine per fare muovere questi orologi. E invece vedo solamente degli enormi ingranaggi, come dei comuni orologi delle torri dei campanili. E il secondo che avevo visto una sagoma entrare e pensavo che fossi una di quelle creature, invece eri solamente tu.

    *Kevin ridacchiò.*


    E' tipico di chi non vive con la magia. Pensate che tutto qua sia fatto con la magia o derivati, ma non è sempre così.

    e tu Kevin, che ci fai qua su?

    Gli domandò il dodicenne.
    Kevin gli mostrò il libro di Erbologia che teneva tra le gambe. Si era recato liper studiare in assoluta tranquillità.
    Studiava spesso in biblioteca o nella sala comune, ma da quando aveva scoperto l'assoluta tranquillità di quel luogo, la torre dell'orologio era diventato il suo luogo preferito in assoluto. Spesso si poteva trovare il Tassorosso tra gli ingranaggi dell'orologio. Alcune volte studiava, mentre altre volte semplicemente se ne stava in silenzio e in solitudine a pensare.*

    Studiavo.. semplicemente.

    @Ronald_Canard,