Hogsmeade
Hogsmeade


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Sprotte_Smerald


  • Sprotte_Smerald

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 2
    Galeoni: 83
       
       

    [DORMITORIO TASSOROSSO - 15:50]

    *Quella mattina si era alzata di buon umore, era una bella giornata e Sprotte si sentiva bene, spensierata. Si era alzata tardi e aveva fatto tutto di corsa, ma nonostante questo era rimasta positiva. Era un periodo particolare, in quei giorni c'era sempre qualcosa che non andava o comunque qualche pensiero particolare che occupava la testa della tassetta e quindi per una volta era bello non avere niente a cui pensare ed essere rilassata. Sprotte aveva passato le ore libere di quel giorno a leggere, soprattutto dopo pranzo, era andata nella sua stanza e si era sdraiata sul letto per leggere un po'. Leggere era una di quelle cose che era rimasta invariata nella nuova vita. Quando era più piccola passava giornate chiusa in camera a leggere, i libri erano il suo rifugio ed era bello sapere che questo non era cambiato. Sprotte si era concentrata solo sul suo libro e aveva dimenticato di guardare l'ora. Alle 16:00 doveva andare ai Tre manici di scopa perché aveva scoperto che la sua amica Sarah lavorava lì e voleva farle visita. In quel periodo le due si vedevano solo a lezione e mai al di fuori. Con tutto quello che passava per la testa di Sprotte, la tassetta si era allontanata da tutti e se ne era accorta solo adesso. Così aveva deciso di risolvere la cosa e di andare da Sarah bel pomeriggio. Si era anche data un'orario perché le piaceva organizzare tutto, ma poi come al solito non lo aveva rispettato. Era tardi e lei era ancora in camera e doveva anche cambiarsi! Aprì l'armadio e si vestì in fretta. Si mise un vestitino estivo, celeste con dei ricami bianchi e provò a domare i suoi ricci senza troppo successo.*



    * Alla fine uscì dal la sua stanza mormorando tra sé e si diresse al locale.*

    Sono sempre in ritardo, sempre la solita storia

    [TRE MANICI DI SCOPA - 16:00]

    *Ormai a metà anno scolastico Sprotte aveva imparato ad orientarsi e i fastidiosi incidenti che prima le succedevano di continuo non le capitavano più. Il primo anno si perdeva continuamente e arrivava con enorme ritardo ovunque. Sprotte entrò nel locale e si diresse al bancone per vedere se la sua amica era lì*

    @Sarah_Jonson




    Ultima modifica di Sprotte_Smerald oltre 6 mesi fa, modificato 1 volta in totale


  • Sarah_Jonson

    Corvonero Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 262
        Sarah_Jonson
    Corvonero Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    *Mancava solo un giorno a Pasqua, Sarah non vedeva l'ora che quella meravigliosa festività iniziasse. Era una bellissima giornata di sole, ma la ragazza non poteva godersela al meglio dato che era al lavoro ai Tre Manici di Scopa. Quella mattina si era svegliata molto presto, aveva fatto colazione in Sala Grande e si era recata ad Hogsmeade, dato che durante il fine settimana non avevano lezioni, per lavorare alla Testa di Porco. Quest'ultimo locale non era molto frequentato quindi non aveva avuto una mattinata molto impegnativa, in seguito aveva pranzato lì fino a quando non era arrivata la sua collega e migliore amica Esperanza, e si era diretta a tutta velocità verso i Tre Manici di Scopa. Prima di riaprire aveva pulito i tavoli e il bancone, per poi iniziare a servire i primi clienti pomeridiani. Nonostante fosse un lavoro piuttosto difficile lei si impegnava più che poteva, non a caso la sindaca Gianna Fields, ormai conosciuta come Freya Hansen, le aveva offerto di lavorare lì per altri due mesi. Aveva già lavorato lì da marzo fino ad agosto dell'anno prima, avendo come colleghe due studentesse di Tassorosso, prima Marissa White e in seguito Rosaline Barnes, due amiche che aveva avuto occasione di conoscere meglio anche per averci lavorato insieme. Inoltre proprio in quel locale erano nate molte delle sue attuali amicizie, molti studenti del primo anno si recavano lì per bere una Burrobirra e finivano per stringere amicizie molto speciali. Mentre la ragazza del quarto anno fantasticava riguardo a cosa avrebbe fatto il giorno dopo portava dei menù a qualche tavolo. All'improvviso la porta del locale si aprì velocemente, ella non ci fece caso, dato che credeva fosse un altro cliente ma invece...Si voltò vedendo una ragazzina dai lunghi ricci biondi con un adorabile vestito azzurro, la riconobbe all'istante! Si trattava di Sprotte Smerald, una sua cara amica di Tassorosso. Era da tanto che non la vedeva, l'aveva adocchiata qualche volta nei Corridoi ma non aveva avuto tempo di salutarla. Probabilmente aveva saputo di essere stata assunta e si era recata lì per andarla a trovare, la sua amica si guardò intorno e la rossa le corse intorno con un sorriso stampato sul volto.*

    Ciao Sprotte sono felicissima di vederti! Allora, come stai?



    *In seguito abbracciò con dolcezza l'amica dodicenne. Sperava che avrebbero potuto recuperare il tempo che non avevano passato insieme negli scorsi mesi ed iniziare una bella conversazione.*

    @Sprotte_Smerald


  • Sprotte_Smerald

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 2
    Galeoni: 83
       
       

    *Sprotte non fece in tempo a cercare Sarah che lei le si parò davanti e subito la tassetta si ritrovò stretta in un abbraccio. Sorrise timidamente e a sua volta abbracciò l'amica. Poi si staccò e tempestó di domande la ragazza*

    Ciao Sarah, va tutto bene. Sono passata a salutarti, se hai un minuto parliamo un po'. Dimmi tu come stai? Cosa mi sono persa in questi mesi?

    *Voleva scusarsi per non averla mai cercata, in fondo era una sua amica e lei l'aveva ignorata. Ma alla fine decise di lasciar perdere, non c'era bisogno di sollevare l'argomento, si sentiva già abbastanza in colpa. Tutto sarebbe andato per il meglio perché ora Sprotte era pronta a essere una vera amica e avrebbe mantenuto i contatti con Sarah. Era stata la prima persona che aveva conosciuta al suo primo anno. Quando era spaesata e un po' spaventata da tutti quei cambiamenti aveva incontrato lei e le aveva dato quella sicurezza che le mancava. Era stata il primo volto amico e adesso continuava a chiedersi cosa le era passato per la testa per averla allontanata così. Anche se non era un comportamento insolito per Sprotte perchéla ragazzina inconsapevolmente allontanava tutti. Era sempre stato così. Ma adesso era ora di cambiare le cose e Sprotte era intenzionata ad andare contro i suoi soliti istinti.*

    Su raccontami un po' che sono curiosa

    *Sorrise e incitò l'amica a raccontarle un po' di cose scacciando i brutti pensieri e le preoccupazioni. Adesso era il momento di Sarah ed era felice di essere andata a trovarla. Aveva fatto la scelta giusta.*




    @Sarah_Jonson


  • Sarah_Jonson

    Corvonero Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 262
        Sarah_Jonson
    Corvonero Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    *Era stata una bella sorpresa per Sarah che la sua giovane amica Sprotte avesse deciso di farle visita il giorno prima di Pasqua. Per fortuna era arrivata la dodicenne, altrimenti la Jonson avrebbe passato il solito pomeriggio a servire la clientela dei Tre Manici di Scopa, non che le dispiacesse lavorare, solo che se aveva qualcuno che le faceva compagnia si sentiva più serena e tranquilla. Dopo aver salutato la tassetta Sarah l'aveva abbracciata e anche ella aveva ricambiato l'abbraccio. Quando l'abbraccio si interrompè Sprotte iniziò a tempestare di domande la quattordicenne, che si limitò ad ascoltare e ridacchiare. La dodicenne la salutò dicendole che andava tutto bene, aggiungendo che era passata a salutarla e se avevano un minuto potevano chiacchierare. Le chiese poi come stava e cosa si era persa. Era infatti da molti mesi che le due non si vedevano, forse incrociate nei corridoi, ma senza avere il tempo di notarsi e parlare un po'. Ricordava di averla vista in Biblioteca due mesi prima, ad un confronto di libri fra studenti e un professore, ma nemmeno lì avevano iniziato a chiacchierare. Nei minuti di silenzio che susseguirono la rossa pensò a quando aveva invitato Sprotte ai Tre Manici di Scopa, i primi giorni che si erano conosciute.*

    [Inizio flashback]


    *Sarah si trovava, in una giornata soleggiata, davanti alla porta dei Tre Manici di Scopa. Ella aveva in mano uno zainetto azzurro, in cui stava frugando, cercando di capire se aveva portato tutto quello di cui aveva bisogno in quella giornata ancora invernale di gennaio. Appena mise di nuovo lo zaino sulle spalle si voltò, appoggiando lo sguardo su una ragazza dai lunghi e ribelli capelli biondi che le si avvicinò.*

    Ciao!

    *Le venne detto, trovandosi davanti l'amica Sprotte, rivolgendole il suo solito sorriso amichevole*

    Ciao! Entriamo?

    *Le disse in risposta, dirigendosi verso la porta dei Tre Manici di Scopa, facendo cenno alla Tassorosso di precederla, poi una volta entrate richiuse la porta con delicatezza.*

    [Fine flashback]


    *Ritornò alla realtà quando la tassetta la incitò a parlare, dicendole che era curiosa. Prima di risponderle le sorrise dicendole.*

    Certo, ora ti racconto tutto. Però prima... ti va di andare a sederci su uno dei tavoli liberi?



    *Le chiese indicandole un tavolo vuoto dietro di loro, pulito da lei poco prima. Mentre attendeva una risposta portò il menù a un anziano mago per poi ritornare dall'amica.*

    @Sprotte_Smerald


  • Sprotte_Smerald

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 2
    Galeoni: 83
       
       

    *Dopo le molte domande poste all'amica, Sprotte si zittì sorridendo. Si era resa conto che non la aveva neanche fatta parlare, ma lei era così. Impulsiva e chiacchierona, poteva stare ore a fare domande senza attendere risposta o a parlare ininterrottamente di cose anche senza senso. Quando era piccola parlava da sola, molto spesso cominciava a parlare tra sé e se e non la finiva più. A volte in classe si sentiva parlare solo lei, quanto era stata presa in giro per questo. Eppure lei non riusciva a restare zitta e neanche ferma. Trovava qualsiasi scusa per alzarsi e per parlare. E anche se adesso Sprotte stava conducendo una nuova vita e si era ripromessa di cambiare certe cose non cambiavano mai. Mentre la tassetta si era persa tra i ricordi, Sarah le propose di sedersi ad uno dei tavoli liberi. Sprotte sorrise subito. In questo modo avrebbero potuto parlare un po', non ci aveva proprio pensato alla possibilità di sedersi anche perché pensava che l'amica doveva lavorare e che non avrebbe avuto molto tempo per stare con Sprotte. La prossima volta la tassetta le avrebbe chiesto di uscire in un giorno libero, sarebbe stato decisamente più comodo.*

    Certo perché no? Andiamo a sederci un po' e parliamo con calma.

    *E dopo averle risposto, la condusse al primo tavolo libero. Era pronta a un pomeriggio con la sua amica. Avrebbe trattenuto il suo entusiasmo e la avrebbe fatta parlare. Era curiosa di sapere come se l'era passata in quel periodo. Anche lei aveva da dirle varie cose, ma non pensava di raccontarle tutto. Le avrebbe detto di sua sorella, ma non del rapporto coi genitori. E le avrebbe anche detto che il mese successivo sarebbe stato il suo compleanno e avrebbe voluto passarlo con lei. Il primo maggio non era mai stato un giorno importante per lei perché non aveva mai festeggiato il compleanno. Lo passava con i suoi genitori, ma adesso non avrebbe potuto farlo e nonostante il rapporto con la sorella fosse migliorato non avrebbe potuto vederla. Quindi avrebbe chiesto a Sarah e a Esperanza di stare con lei il giorno del suo compleanno*

    @Sarah_Jonson


  • Sarah_Jonson

    Corvonero Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 262
        Sarah_Jonson
    Corvonero Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    *La sua cara amica Tassorosso, che era andata a farle visita proprio quel sabato pomeriggio ai Tre Manici di Scopa, era apparntemente timida ma quando la si conosceva bene era una giovane molto aperta e chiacchierona, aveva infatti un carattere molto simile a quello della giovane barista. Dopo essersi salutate la tassetta la riempì di domande, ma non aveva tutti i torti: erano mesi che non potevano chiacchierare. Di solito trascorreva le giornate a scuola, ma ultimamente, dopo essere stata assunta nei due locali di Hogsmeade, si trovava spesso lì. Nel suo lavoro si impegnava, non a caso la sindaca l'aveva assunta per la seconda volta, anche se ogni volta, a fare le stesse cose, si annoiava un po'. L'allegria ritornava quando qualche studente o amico si recava lì per chiacchierare. Mentre la Jonson rifletteva, arrivò la risposta della Smerald che la condusse vicino ad un tavolo per sedersi, avrebbero così potuto iniziare una bella chiacchierata fra vecchie amiche.*

    Bene, ora puoi iniziare a farmi le domande.... Mi raccomando, una alla volta!

    *Disse ridacchiando, facendole un occhiolino con l'occhio sinistro. Intanto si accomodò di fronte alla Tassorosso per poi aggiungere.*

    Ah! Quasi domenticavo... Dobbiamo fare merenda durante questa chiacchierata.

    *Con la bacchetta fra le mani fece comparire il menù davanti alla sua amica, continuando a sorriderle.*



    *Attese così che la dodicenne scegliesse cosa mangiare, controllando che tutti i clienti fossero stati serviti e accontentati.*

    @Sprotte_Smerald


  • Sprotte_Smerald

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 2
    Galeoni: 83
       
       

    *Le due amiche si sedettero a un tavolo e Sprotte sorrise contenta pensando al bel pomeriggio che stava passando. Quel periodo lo aveva trascorso chiusa in biblioteca o nella sua stanza a studiare, non aveva fatto molto altro. Non aveva neanche letto il suo amato libro. La tassetta aveva sempre un libro da leggere con se e solitamente lo portava ovunque. Quando era più piccola, nella scuola babbana lo leggeva sotto il banco mentre l'insegnante spiegava. Quante brontolate e note disciplinare si prendeva per questo motivo. Era l'unica della classe che si distraeva non con il cellulare o disegnando sui banchi, ma leggendo. Era stata particolare fin da piccola. Mentre Sprotte continuava a pensare e a ricordare la sua vita nel mondo dei babbani, la sua amica le disse che ora potevano parlare e lei poteva domandare tutto. Sprotte annuì contenta e pensò a una domanda da farle. Pensava di chiederle cosa avesse fatto di interessante in quel periodo apparte lavorare. Poi Sarah le propose di prendere qualcosa per merenda così Sprotte sbirciò il menù e scelse.*

    Si certo, sarebbe bello fare merenda. Allora vediamo... prendo un chocolate trifle

    *Ordinò sorridendo e si preparò a un pomeriggio di chiacchiere*

    @Sarah_Jonson




    Ultima modifica di Sprotte_Smerald circa 5 mesi fa, modificato 1 volta in totale