Hogsmeade
Hogsmeade


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Varyare_King


  • Varyare_King

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 4
    Galeoni: 160
        Varyare_King
    Serpeverde
       
       

    [HOGWARTS - SALA COMUNE SERPEVERDE]

    *Erano le 8:30 quando Varyare si svegliò con l'arrivo del suo barbagianni Alias. Non partiva lettere né pacchi, probabilmente era andato a caccia. Lei lo faceva uscire
    alla luce del sole quando voleva, poichè nei sotterranei veniva meno, e ormai il gufo aveva preso l'abitudine di farsi un giro per il giardino di Hogwarts. Era una giornata abbastanza calda quindi nel suo dormitorio si stava al fresco, ma per quella mattina aveva preso l'impegno d'andare ad Hogsmade con i suoi amici Anna e Damian.
    Nella sala comune non c'erano parecchi gli studenti, probabilmente erano tutti a fare colazione e normalmente anche lei ci sarebbe andata, ma non quella mattina.
    Si diresse così a Hogsmade*


    [HOGSMADE - TRE MANICI DI SCOPA]

    *Camminava nelle stradine del paese guardando le vetrine dei negozi, la bacchetta utilizzata come segnalibro.
    Ormai la scuola era quasi giunta alla fine, le giornate erano calde e lunghe, ma il pensiero che quell'estate non avrebbe rivisto alcuni dei suoi amici e non avrebbe partecipato alle lezioni la rattristava. Hogwarts la faceva sentire come a casa sua più di dove abitava.
    Arrivò al pub. L'insegna citava:*

    Tre Manici di Scopa

    *Ed entrò. Il locale era abbastanza affollato, sia da studenti che da maghi in età già adulta. Scrutò tra i tavoli ma dei suoi amici ancora non c'era traccia. Così si sedette ad un tavolo vuoto ad aspettarli.*


    @Damian_Saps, @Anna_Miller,


  • Anna_Miller

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 52
        Anna_Miller
    Grifondoro
       
       

    [HOGWARTS - SALA COMUNE GRIFONDORO]

    *Quando Anna si svegliò si preparò velocemente perché doveva incontrare Varyare e Damian al Tra Manici di Scopa.
    Anna tra sé e sé disse*

    Mi devo muovere perché non voglio arrivare in ritardo

    *Anna scese nella sala comune e chiamo i suoi due piccoli animali, però arrivo solo Loco perché Niva era a caccia.
    La giovane Grifondoro prese Loco, lo mise sulla spalla e si diresse verso Hogsmeade,senza fare colazione per non arrivare in ritardo*

    [HOGSMEADE - TRE MANICI DI SCOPA]

    *Anna camminò finché non arrivò in quel piccolo paesino.
    La ragazza iniziò a fare domande a Loco, che l'aveva accompagnata*

    Secondo te sono già arrivati?
    E e sono arrivata in ritardo?

    *Anna arrivò ad un bar e vide che sull'insegna c'era scritto*

    Tre Manici di Scopa

    *Anna entrò, siccome il locale era era affollato non riusciva a vedere i suoi amici.
    La giovane guardò in giro ma non li vide comunque,poi Loco saltò giù dalla spalla di Anna e corse verso il tavolo dove erano seduti Varyare e Damian.
    Anna lo seguì e arrivata al tavolo si sedette e disse*

    Ciao,come state?
    Vieni qui Loco,scusate è che Loco è un po' dispettoso.



    Ultima modifica di Anna_Miller oltre 6 mesi fa, modificato 1 volta in totale


  • Damian_Saps

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 111
        Damian_Saps
    Grifondoro
       
       

    [HOGWARTS - IN RIVA AL LAGO]
    *Come di routine, Damian e Pina si trovavano in riva al lago a giocare. Era uno dei suoi momento preferiti della giornata, ma quel giorno doveva trovarsi ai Tre manici di scopa con Varyare e un'altra ragazza che non aveva ancora conosciuto. Molto probabilmente l'aveva già vista, ma in quel momento non ci pensò su e ritornò a godersi quegli ultimi momenti con la sua volpe. Verso le 8:30 decise che era ora di prepararsi e così accompagno la volpe nel dormitorio dei Grifodoro, dove si sarebbe dato una lavata per poi prepararsi per andare al locale.

    [HOGWARTS - SALA COMUNE GRIFODORO]
    *Aveva finito di prepararsi ed ora era pronto per partire. Aveva lasciato Pina sul suo letto a riposare e appena mise un piede fuori dalla sala comune, si ricordò che aveva lasciato il monospalla con la bacchetta sul comodino vicino al suo letto. Per fortuna se n'era accorto, se no che figuraccia avrebbe fatto. Una volta preso tutto, guardò quanti galeoni aveva e decise che visto sarebbe andato alla locanda con due ragazze, avrebbe offerto lui.
    E una volta uscito dal castello si avviò verso Hogsmeade.

    [HOGSMEADE - TRE MANICI DI SCOPA]
    *Camminando nelle stradine del paese, si meravigliò ancora una volta del loro splendore.
    Ogni tanto si fermava davanti a qualche vetrina a vedere qualcosa o a prendersi un po' d'ombra in quella calda giornata.
    Una volta arrivato davanti al locale guardò l'insegna che ormai conosceva abbastanza bene.
    Quando entrò vide che il locale era già pieno di maghi e streghe di qualsiasi età.
    Guardandosi un attimo in torno, vide Varyare seduta ad un tavolo. Si avvicinò e la salutò.*

    Ciao, come stai?

    *Le chiese, per sedersi infine davanti a lei. Mancava solo l'amica di Varyare, Anna, ma sapeva che se non era arrivata prima di lui sarebbe arrivata a minuti.*


    @Varyare_King, @Anna_Miller


  • Varyare_King

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 4
    Galeoni: 160
        Varyare_King
    Serpeverde
       
       

    *Alzava lo sguardo ogni volta che entrava qualcuno, e solo dopo che la porta si aprì diverse volte riconobbe Damian. Il grifo si avvicinò al tavolo:*

    Ciao, come stai?

    *le chiese. Lei gli rispose con un sorriso dicendo:*

    Tutto bene. Tu?

    *Il Grifondoro si sedette davanti a lei, e aspettarono Anna. Era contenta che Damian avesse accettato di unirsi a loro quella mattina.
    Fu allora che vide una Puffola Pigmea correre verso il loro tavolo e capì subito che Anna era arrivata. Infatti poco dopo li raggiunse pure lei salutandoli:*

    Ciao,come state?
    Vieni qui Loco,scusate è che Loco è un po' dispettoso.


    *Lei le rivolse un sorriso,*

    Non ti preoccupare.
    Ah e... Damian lei è Anna, Anna lui è Damian, non so se già vi conoscete.


    *Li presentò la Serpe. Sperava davvero che fossero andati d'accordo.*




    @Damian_Saps, @Anna_Miller,


  • Damian_Saps

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 111
        Damian_Saps
    Grifondoro
       
       

    *La ragazza gli rispose che stava bene, per poi girare la domanda a lui.*

    Tutto ok.

    *Rispose. Pochi secondi dopo che si sedette vide correre verso il tavolo dov'era seduto una puffola pigmea. Gli erano sempre piaciuti quelle strane creaturine. Fu la voce di Anna, l'amica di Varyare, a distoglierlo dalla creaturina. Li salutò e gli chiese come stavano, poi richiamò la puffola che si chiamava Loco e si scusò perché l'animaletto era un po' dispettoso.
    Prese poi la parola Varyare, dicendole di non preocuparsi, presentandolo ad Anna e presentando Anna a lui.
    Al pronunciare del suo nome si alzò e le tese la mano.*

    Probabilmente ci saremo già visti da qualche parte, comunque io sono Damian Saps.

    *Disse presentandosi alla ragazza. Aspettò che prendesse posto anche lei al tavolo e poi si risiedette. Era sicuro di averla vista più di qualche volta, infatti aveva un viso quasi famigliare, ma non voleva azzardare ipotesi troppo affrettate, visto che ogni giorno in giro per i corridoi e nella sala comune vedeva molte facce.*

    @Varyare_King, @Anna_Miller,


  • Anna_Miller

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 52
        Anna_Miller
    Grifondoro
       
       

    Sì,forse ti ho visto nella sala comune dei Grifondoro.
    E comunque io sono Anna Miller, piacere di conoscerti

    *Rispose la giovane Grifondoro.
    La ragazza era molto emozionata perché aveva conosciuto un nuova amici e le sembrava simpatico.
    Anna gli disse*

    Se vi piace Loco vi piacerà anche Niva è il mio piccolo gufo delle nevi è tutta bianca ed è adorabile.
    E tu invece hai questo qualche animale?

    *Anna rivolse la sua domanda a Damian.
    Poi prese Loco e lo mise sulla spalla, poi pensò tra sé e sé*

    Chissà se anche lui ha animale carino?Come lo avrà chiamato? Sò solo che è molto simpatico

    *Anna era un po' preoccupata perché di solito i suoi appuntamenti andavano sempre male anche quelli a Londra, anche se lei sapeva che in tutti gli appuntamenti andati male erano presenti i suoi genitori. Quindi magari questo appuntamenti sarebbe andato a gonfie vele. Ma Anna provò a non pensarci e continuò a chiacchierare con loro e chiese a entrambi*

    Avete fame?
    Ordiniamo qualcosa?



    Ultima modifica di Anna_Miller oltre 6 mesi fa, modificato 1 volta in totale


  • Varyare_King

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 4
    Galeoni: 160
        Varyare_King
    Serpeverde
       
       

    *Damian si alzò in piedi per stringere la mano ad Anna appena arrivata, lei le chiese se lui aveva animali, e la Serpe pensò che quello era un attimo argomento di conversazione, soprattutto sapendo che al ragazzo piacevano gli animali. Era contenta che i due amici andassero d'accordo, così magari potevano ritrovarsi insieme qualche altra volta, magari ancora in quel pub, oppure da qualche altra parte ad Hogwarts.
    La Grifa domandò se avessero fame e se volevano ordinare qualcosa.*

    Un po', cosa volete prendere?

    *Chiese Varyare. Si aspettava che i due scegliessero una Burrobirra fresca, come di consueto facevano gli studenti di Hogwarts. A lei in realtà non piaceva la Burrobirra, era troppo dolce per i suoi gusti. L'aveva assaggiata una volta al Paiolo Magico con i suoi genitori, e per poco non vomitò, non era intenzionata a ripetere quella sensazione.
    Così aspettò una risposta dai due Grifondoro.*


    @Anna_Miller, @Damian_Saps,




    Ultima modifica di Varyare_King oltre 6 mesi fa, modificato 1 volta in totale


  • Damian_Saps

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 111
        Damian_Saps
    Grifondoro
       
       

    *La nuova ragazza gli disse che forse l'aveva visto nella sala comune dei Grifodoro, per poi presentarsi.
    Si chiamava Anna Miller ed era anche lei una Grifodoro.
    Quando si sedette, disse che se ci piaceva Loco, la sua puffola pigmea, ci sarebbe piaciuta anche Niva, la sua piccola gufo delle nevi.*

    "A questo punto lo dovrò comprare anch'io un gufo."

    *Pensò. Per poco non perse la domanda della ragazza, ma riuscì comunque a capirla. Gli aveva chiesto se aveva degli animali.*

    Sì, ho una volpe che si chiama Pina.

    *Rispose sorridendole.
    Anna chiese poi se avevano fame e se volevano ordinare qualcosa.
    La prima a rispondere fu l'amica Varyare, che chiese cosa volessero ordinare.*

    Io prenderei un succo di zucca, voi?

    *Chiese alle due ragazze, una Serpeverde e l'altra Grifodoro. Era curioso di conoscere i gusti delle altre persone.*

  • Emily_Banks

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 119
        Emily_Banks
    Grifondoro
       
       

    *I primi raggi di sole cominciarono a dipingere di chiare sfumature il cielo limpido di quella mattina, e due grandi occhi azzurri come il ghiaccio guardavano quel gioco di colori che la natura le regalava. Non era mai stata una ragazza mattiniera, ma quel dipinto nel cielo riusciva a farle abbandonare volentieri il tepore delle lenzuola. Si era alzata presto perché, oggi 1 giugno, avrebbe iniziato il suo lavoro come barista ai Tre Manici di Scopa, uno dei pub più frequentati di tutta Hogsmeade e luogo d’incontro degli studenti di Hogwarts. Era contenta di tornare alla sua postazione dietro al balcone e ad indossare il suo grembiule, ma nonostante l’impegno che questo lavoro richiedeva, non vedeva l’ora di cominciare. Aveva accettato immediatamente quell’incarico, per diverse ragioni. Innanzitutto le piaceva tenersi impegnata, ed ora aveva anche una buona giustificazione per avere poco tempo da impiegare nei compiti. Sapeva già le notti insonni che l’aspettavano per cercare di stare al passo con lo studio, e non era una novità per lei, perchè a temporeggiare era la migliore. Soprattutto sperava che quel lavoro l’aiutasse a relazionarsi con gli altri studenti. Sapeva che tornare ad Hogwarts dopo tanto tempo non sarebbe stato semplice, e l’alone di mistero che aveva lasciato al suo ritiro dalla scuola, non l’aveva aiutata al suo ritorno, quindi non si stupì dei pettegolezzi che circolavano su di lei. Da sempre era una ragazza piuttosto riservata, ma imparando a conoscerla sapeva rivelarsi una ragazza particolarmente solare, estroversa e disponibile, ma il benvenuto che i compagni le avevano riservato aveva sopito tutto questo. Di lei era rimasto solo un carattere irascibile, talvolta scontroso e la solita riservatezza che da sempre portava appresso. Questo lavoro rappresentava il canale per rimettersi in gioco e uscire dal guscio che si era creata, e ricominciare ad essere la vecchia Emily di sempre. Tra quelle speranze, si incamminò tra le strade ancora deserte di Hogsmeade, assaporando la quiete che regnava nel villaggio che si preparava ad una nuova giornata. Fece uno strano effetto varcare la soglia dei Tre Manici di Scopa trovandolo così vuoto e senza il solito chiacchiericcio di sottofondo. Preparò il locale per accogliere i primi clienti di quella mattina, sistemando con un veloce colpo di bacchetta tavoli, sedie e pulendo il balcone.*

    Burrobirra, succo di zucca e qui ci sono i boccali…

    *Fece un veloce giro di perlustrazione, accertandosi che avesse tutto il necessario per servire i clienti. Non mancava nulla. Sorrise felice e trepidante di cominciare, quando si legò il piccolo grembiule con un fiocco dietro la schiena: era tutto pronto.
    Per ingannare l’attesa, avrebbe preparato i cookies, classici biscotti americani con gocce di cioccolato, tanto semplici quanto deliziosi. Non era mai stata particolarmente avvezza in cucina, era in grado di sbagliare anche le ricette più semplici, ma aveva avuto modo di imparare dalla maestra migliore: sua mamma. Jane era una donna eccezionale, di grande vitalità nonostante il dolore che ha dovuto sopportare, sempre attiva e ottimista. Fin da quando era piccola ha sempre avuto una grande passione per la cucina, prima che conoscesse il Quidditch, ed essendo nata babbana tutte le ricette venivano preparate senza l’utilizzo della magia. Così anche Emily nei mesi passati aveva imparato a cucinare alla maniera babbana, e dopo i primi disastri, quello che preparava era commestibile, sicuramente non ai livelli della mamma, ma era sempre buono. Decise di inaugurare la cucina dei Tre Manici di Scopa con quella gustosa ricetta, senza l’utilizzo della magia. Prese una ciotola piuttosto capiente, amalgamando tutti gli ingredienti aggiungendo infine una generosa quantità di gocce di cioccolato. Aiutandosi con un spallinatore da gelato fece tante palline di impasto crudo, disponendole su una teglia che poi infornò. Nel frattempo il locale aveva fatto in tempo a riempirsi di clienti affamati e assonnati. Principalmente erano abitanti del posto che venivano al pub per una veloce colazione prima del lavoro, ma servì anche qualche studente, impegnato a ripassare o a svolgere gli ultimi compiti prima delle lezioni.
    Fece lievitare un bicchiere di succo di zucco ad una simpatica signora, per poi correre in cucina per sfornare i biscotti ormai pronti, il profumo era delizioso e anche l’aspetto era molto invitante. Mentre lasciava raffreddare i cookies prima di servirli, sentì il campanello all’entrata che indicava l’arrivo di un nuovo cliente, seguito a ruota da alcune voci gioviali che si salutarono a vicenda.
    Seduto ad un tavolo poco lontano dal balcone c’era Damian, un compagno di casata che aveva conosciuto qualche settimana prima ad una festa organizzata in Sala Comune. Era in compagnia di due due ragazze, di cui una anche lei della casa di Godric mentre l’altra era una serpina, ma i loro visi sorridenti non le erano familiari.*

    Ciao Damian, e buongiorno anche a voi ragazze, io sono Emily e sarò la vostra cameriera. Avete già deciso cosa ordinare o vi porto il menù?



    *Chiese Emily gentilmente ai tre ragazzi seduti al tavolo, sfoggiando uno dei suoi sorrisi.
    Aveva labbra carnose e rosee, denti bianchi e perfetti, tutti tratti ereditati dalla mamma. Quando sorrideva le dicevano tutti che era ancora più bella, causandole una risata imbarazzata, perchè mai si sarebbe abituata a ricevere certi complimenti. Non si era mai considerata una ragazza attraente, nonostante gli altri dicessero il contrario, la sua era una bellezza semplice, acqua e sapone. Alcuni ragazzi l’avevano notato, e qualcuno le aveva perfino chiesto se avesse sangue di Veela, e la risposta era stato un “no” seguito dalla solita risata imbarazzata e da un bel colorito roseo tingerle le guance. *


    @Varyare_King, @Damian_Saps, @Anna_Miller,




    Ultima modifica di Emily_Banks oltre 6 mesi fa, modificato 1 volta in totale


  • Varyare_King

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 4
    Galeoni: 160
        Varyare_King
    Serpeverde
       
       

    *Il Grifondoro spiegò ad Anna che ad Hogwarts aveva una volpe, con il simpatico nome di Pina.*

    Io prenderei un succo di zucca, voi?

    *propose Damian. La ragazza Serpeverde, che non aveva la minima idea di cosa ordinare, decise di prendere lo stesso. In quel momento notò che il pub si stava lentamente riempiendo di maghi e streghe, che probabilmente erano andati come loro a fare colazione prima di iniziare a lavorare, o a studiare. Guardandosi attorno vide una ragazza che serviva ai tavoli, probabilmente la barista. Era molto giovane per lavorare e ipotizzò che probabilmente non aveva ancora terminato gli studi, anche se era di qualche anno in più di lei. La ragazza si avvicinò al loro tavolo e li salutò calorosamente:*

    Ciao Damian, e buongiorno anche a voi ragazze, io sono Emily e sarò la vostra cameriera. Avete già deciso cosa ordinare o vi porto il menù?

    *A queste parole capì che già conosceva Damian, magari erano compagni di Casata, ma non poteva saperlo perché il grembiule copriva il posto laddove sarebbe dovuto essere lo stemma. Emily sorrise e anche lei ricambiò rispondendole:*

    Per me un succo di zucca, grazie.

    *L'unica tra loro che ancora non aveva detto cosa avrebbe preso era Anna, magari si sentiva a disagio o semplicemente era indecisa tra le diverse scelte disponibili.*


    @Emily_Banks, @Damian_Saps, @Anna_Miller


  • Damian_Saps

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 111
        Damian_Saps
    Grifondoro
       
       

    *Poco dopo che aveva chiesto alle due ragazza cosa avrebbero preso, si avvicinò Emily, una ragazza di Grifodoro conosciuta qualche tempo prima in una festa nella loro sala comune.
    Emily lo salutò e si presentò alle ragazze, per poi dirci che sarebbe stata la nostra cameriera. Come ci si aspettava chiese se avevamo già deciso cosa ordinare o volevamo il menù sorridendogli.
    La prima a ordinare fu Varyare, che ordinò un succo di zucca.*

    Ciao Emily, anch'io un succo di zucca, grazie.

    *Disse sorridendole, poiché non sapeva se l'aveva sentito prima mentre era impegnata a servire altre persone. Per quel che la conosceva era una ragazza simpatica, e anche se per il castello c'erano molte voci su di lei, Damian non le ascoltava mai, sia se erano cose belle o brutte.
    Così rimase solo Anna che doveva scegliere cosa ordinare. Probabilmente era la prima volta che veniva ai Tre Manici di Scopa e magari non sapeva cosa scegliere tra le varie prelibatezze che si potevano ordinare. Gli sembrava di vedersi lui la prima volta, in compagnia di Eirwen e al posto di Emily c'era Esperanza, un po' confuso sul cosa scegliere.*

    @Varyare_King, @Emily_Banks, @Anna_Miller


  • Anna_Miller

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 52
        Anna_Miller
    Grifondoro
       
       

    *Anna, rivolgendosi a Emily, allungò la mano e con un sorriso sul volto disse*


    Piacere io mi chiamo Anna, Anna Miller


    *Anna aspettò che anche Emily allungasse la mano.
    Siccome ad Anna non piaceva il succo di zucca e, non sapendo cos'altro c'era con voce scandita disse*


    Io prendo una Burrobirra fresca


    *La giovane Grifondoro siccome era una ragazza gentile e cortese andava d'accordo con tutte le persone che aveva conosciuto, però aveva un solo difetto cioè che alcune volte era timida e si sentiva un po' in imbarazzo.
    Perciò i suoi genitori prima che partisse per la più Grande e Famosa scuola di magia e stregoneria le diedero un diario dove avrebbe potuto scrivere ciò che voleva dire a qualsiasi persona e quando questo sentimento se ne fosse andato avrebbe potuto dirglielo.
    Però lei non sentendosi pronta scriveva solo, infatti lei non parlava quasi mai ad alta voce o con gli altri, ma quasi sempre tra sé e sé.
    Come fa di solito, la Grifondoro tra sé e sé disse*


    Forse i miei genitori hanno ragione nel fatto che devo dire le cose in faccia al posto di non dirle perché magari poi sarà troppo tardi


    *La ragazza ci riflettò a lungo solo che lei non riusciva
    quasi mai a dire le cose in faccia alla gente neanche con i suoi amici*



    Ultima modifica di Anna_Miller oltre 6 mesi fa, modificato 2 volte in totale


  • Varyare_King

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 4
    Galeoni: 160
        Varyare_King
    Serpeverde
       
       

    *In quel momento Anna le ricordava quando lei per la prima volta era andata ai Tre Manici, quindi poco più di una settimana prima. In effetti non andava spesso in quel pub poiché non aveva intenzione di incontrare i suoi compagni di Hogwarts, infatti preferiva andare alla Testa di Porco, ma sapeva di non poterci portare i suoi amici, visto la gente che lo frequentava; però almeno loro non la disturbavano mentre scriveva o leggeva, ma si limitavano a osservarla incuriositi, cosa che la infastidiva un po' a dir la verità, ma di certo meglio di studenti ficcanaso. Cercava di non far sapere ai suoi genitori che frequentava quel pub, perché sapeva che loro sarebbero andati su tutte le furie, in quanto le avevano raccomandato un sacco di volte di tenersi alla larga da quel posto, e sopratutto dalla Stamberga Strillante. La seconda promessa l'aveva mantenuta, per il momento, anche se entro la fine dell'anno magari sarebbe passata per vedere un po' com'era e perché spaventava tanto la gente. Non capiva il motivo per cui non volessero che lei andasse in quei posti, non sarebbe diventata una Mangiamorte, era addestrata a difendersi, e non capiva di cosa temessero. Anche se cercava sempre di ubbidirgli a volte superavano anche loro il limite, e la serpe si rifiutava di seguire le regole imposte. Sapeva benissimo che sua madre non era fiera di lei, e che suo padre lo era anche meno; nessuno dei due voleva che finisse in Serpeverde, suo padre infatti si era rifiutato di essere smistato lì, sua madre invece odiava tutte le Serpi, anche se non ne capiva il motivo. Ma a lei non le importava cosa pensassero o perché, certo il cappello parlante voleva mandarla a Corvonero, loro sarebbero stati contenti, forse. Ma lei? No, lei non lo sarebbe stata. Non voleva diventare come sua madre, non voleva seguire le sue orme, anche se erano troppe le persone che la paragonavano a lei. Ma la figlia di Salazar era diversa dalla figlia di Priscilla, e dovevano farsene tutti una ragione. Se era così non sarebbe cambiata, o almeno non volontariamente.
    Per fortuna Anna la distolse dai suoi pensieri decidendo finalmente cosa avrebbe ordinato.*

    Io prendo una Burrobirra fresca.

    *Disse ad Emily porgendole la mano. Varyare sapeva che era una ragazza abbastanza solare e sempre gentile con tutti, al contrario suo non faticava a stringere nuove amicizie, ma anche lei era abbastanza timida quando c'era da parlare di sé. Mentre aspettavano che Emily portasse loro le bevande chiese ai due Grifi:*

    Dopo vi va di andare a fare quattro passi?

    *Sperava di trovare sollievo da quel caldo torrido con una camminata, possibilmente all'ombra. In quel momento avrebbe dato qualsiasi cosa pur di far alzare un po' di vento, anche se era fastidioso sicuramente non lo ero più del caldo.*


    @Emily_Banks, @Anna_Miller, @Damian_Saps




    Ultima modifica di Varyare_King oltre 6 mesi fa, modificato 1 volta in totale


  • Damian_Saps

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 111
        Damian_Saps
    Grifondoro
       
       

    *Infine la nuova ragazza Anna andò sul classico.*

    Io prendo una Burrobirra fresca.

    *Disse, alzandosi e porgendo la mano a Emily. Nel frattempo che Emily portasse loro le bevande richieste, Varyare pose una domanda.*

    Dopo vi va di andare a fare quattro passi?

    A me va bene, hai già una meta in mente o passeggiano tranquillamente tra le vie di Hogsmeade?

    *Rispose, ponendole poi la sua domanda.
    In effetti il locale si stava riempiendo bene, tutti stavano cercando un posto coperto dove rinfrescarsi e quel locale era perfetto.
    Se avessero camminato all'ombra sicuramente non avrebbero avuto così caldo come al sole, purtroppo non conosceva nessun incantesimo che in quel momento poteva servire per fare un po' d'ombra a lui e alle due ragazze.
    Solo un'altra volta si era trovato in mezzo a sole ragazze, era la festa organizzata da Eirwen nella loro sala comune ed era lì che conobbe Emily e un'altra ragazza sua coetanea.*

    @Varyare_King, @Anna_Miller, @Emily_Banks



Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo