Hogsmeade
Hogsmeade


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Robin_Peach


  • Robin_Peach

    Grifondoro Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 573
        Robin_Peach
    Grifondoro Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS
       
       

    [SALA COMUNE DI GRIFONDORO]

    *Chiuso nella sala comune di Grifondoro, Robin leggeva sbuffando il libro di Babbanologia per i compiti: la Professoressa Gibbs aveva preteso un rotolo di pergamena sulle differenze e le uguaglianze tra maghi e babbani*

    Non uscire con questo sole è un delitto! Dai, posso studiare dopo... Farò un giro ai Tre Manici, è da un po' che non ci vado!

    *Detto questo Robin si vestì, varcò la soglia della stanza e si precipitò fuori*

    [GIARDINO DI HOGWARTS]

    *L'aria tiepida del pomeriggio di fine primavera lo investì: Robin si incamminò verso Hogsmeade in quella cappa di caldo, ben felice di arrivare al pub e godersi qualcosa di ghiacciato*

    Uff... che caldo! Per fortuna sono quasi a Hogsmeade!

    *pensò Robin, e affrettò il passo verso il villaggio*

    [VILLAGGIO DI HOGSMEADE]

    *Sbuffando per il caldo, Robin arrivò al villaggio: passando per il viale principale vide tutti i negozi che amava: Zonko, Mielandia e molti altri; Robin si riforniva abitualmente di scherzi e dolci, erano le cose che amava fare di più! Vide l'insegna del pub e si arrestò; spinse la porta ed entrò*

    [TRE MANICI DI SCOPA]

    *L'aria fresca del locale lo invase*

    Buongiorno a tutti!

    *disse allegramente, e si sedette aspettando che la barista passasse a prendere le ordinazioni*

    @Varyare_King, @Esperanza_Fuentes, @Ronald_Canard, @Damian_Saps, @Vera_Grace, @Amelia_Smith, @Sarah_Johnson, @Emily_Banks, @Jade_Urquhart




    Ultima modifica di Robin_Peach 4 settimane fa, modificato 2 volte in totale


  • Emily_Banks

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 72
        Emily_Banks
    Grifondoro
       
       

    *Emily stava aggiornando l'inventario del locale, come le era stato richiesto, un compito piuttosto noioso dato che doveva contare tutti i prodotti nel magazzino e scriverli sull'apposita pergamena, ma poiché l’ultima volta questa mansione era stata assolta dalla sua collega, ora era il suo turno.*

    Due pinte di Burrobirra, una di whisky incendiario, quattro bottiglioni di succo di zucca. Zuccotti. Biscotti alla cannella. Direi che ci siamo...

    *Contava Emily ad alta voce annotando il tutto sulla pergamena, e con quello aveva finito di aggiornare l'inventario per oggi. Appoggiò la lista su un tavolo lì vicino, che avrebbe poi consegnato al sindaco di Hogsmeade, e sua migliore amica, Freya. Era da parecchio tempo che le due ragazze non trascorrevano del tempo insieme. Tra riunioni e varie faccende amministrative, di cui Freya doveva occuparsi e lo studio, e ora anche il lavoro come barista di Emily, le possibilità di vedersi erano diminuite drasticamente. Sperava che una volta sostenuto gli esami finali, la ex Grifondoro sarebbe riuscita a farle visita nella sua casa a Londra, come per tradizione era sempre stato fatto, ma in quei due anni le vite di entrambe avevano preso strade differenti e quella consuetudine non era stata mantenuta. Avrebbe gradito molto anche la compagnia di Jane, sempre se lei e Freya fossero riuscite a chiarirsi in tempo prima della vacanza, senza attentare la vita dell’altra.
    Raggiunto il balcone, vide che la situazione non era cambiata da quando era andata nel retro per fare l’inventario, ad eccezione di un ragazzo seduto in solitudine. Non conosceva il nome, nonostante fosse della sua casata, sapeva solo di averlo visto di sfuggita in Sala Comune, ma fino ad oggi non c’era stata l’occasione per conoscersi.*

    Ciao, io sono Emily, hai già deciso cosa ordinare o ti porto il menù?



    *Chiese al ragazzo, sfoggiando un sorriso sulle labbra rosee e carnose. Mentre aspettava di ricevere una risposta dal ragazzo, pulì con un utile incantesimo le macchie di Burrobirra, lasciate sul balcone dai clienti precedenti. *

    @Robin_Peach,




    Ultima modifica di Emily_Banks 4 settimane fa, modificato 1 volta in totale


  • Robin_Peach

    Grifondoro Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 573
        Robin_Peach
    Grifondoro Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS
       
       

    Ciao, io sono Emily, hai già deciso cosa ordinare o ti porto il menù?

    *gli chiese Emily, la barista del pub*

    Ciao Emily! Lieto di conoscerti! Robin Peach, quarto anno, Grifondoro!

    *disse alla nuova amica; poi aggiunse*

    No, grazie, ho già scelto cosa ordinare; come al solito, prenderei tutto il locale, ma per oggi...

    *disse pensando a cosa ordinare*

    Una bella burrobirra ghiacciata, un boccale di succo di zucca, gelato alla fragola e alla vaniglia!

    *disse a Emily; poi aggiunse*

    Quanto ti devo?

    *preferiva pagare in anticipo, non prendersi all'ultimo, perciò tirò fuori il suo portafogli di pelle dalla tasca, con dentro galeoni, zellini e falci*


    @Varyare_King, @Esperanza_Fuentes, @Ronald_Canard, @Damian_Saps, @Vera_Grace, @Amelia_Smith, @Sarah_Johnson, @Emily_Banks,


  • Varyare_King

    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 3
    Galeoni: 160
        Varyare_King
    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    SALA COMUNE SERPEVERDE
    *Varyare era nella sua sala comune, seduta su una di quelle poltrone che sfoggiavano come al solito i colori verde-argento della sua casata. Stava finendo di leggere un libro preso in prestito dalla biblioteca proprio qualche giorno prima che trattava di incantesimi respingi-babbani, quando alcuni suoi concasati arrivarono ponendo fine all'insolita ma piacevole quiete. Rimase per qualche istante a riflettere su quale posto potrebbe essere adatto, magari per continuare la sua lettura. Poi decise che sarebbe potuta andare ai Tre Manici di Scopa, magari avrebbe incontrato qualche suo amico, in caso contrario sarebbe stata immersa nel libro.*


    HOGSMADE - TRE MANICI DI SCOPA
    *Percorrendo i sentieri che portavano ad Hogsmade non incontrò parecchi studenti, e per questo arrivò in fretta in paese. Come al solito, l'esterno del pub portava l'insegna del nome del locale, e da diversi metri di distanza distinse un ragazzo della casata dei leoni entrare. Le sembrava di conoscerlo, ma da lontano non era riuscita a vederlo in volto, così decise di andare a vedere di chi si trattava.
    Entrò nel locale, e lo vide di spalle seduto ad un tavolino da solo. Cercando di non farsi vedere troppo gli passò accanto e fu lì che lo riconobbe...*
    Robin!
    Ciao, posso farti compagnia o stai già aspettando qualcuno?

    *Gli domandò amichevolmente. Ovviamente se già si era organizzato di passare il pomeriggio con qualche suo amico non avrebbe insistito e avrebbe cambiato tavolo, e non si sarebbe offesa se lui avesse rifiutato.*


    @Robin_Peach, @Emily_Banks,


  • Robin_Peach

    Grifondoro Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 573
        Robin_Peach
    Grifondoro Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS
       
       

    Robin!
    Ciao, posso farti compagnia o stai già aspettando qualcuno?


    *una voce familiare gli porse quella domanda: era una Serpeverde del secondo anno, Varyare King: si conoscevano bene, perché era amica anche di William e Damian; loro si erano già conosciuti, si erano trovati anche nella Foresta Proibita e addirittura nella mitica stanza dell'E.S. dove, tra spioscopi e avversaspecchi si erano esercitati su alcuni incantesimi...*

    Varyare! Ciao, come stai? Siediti pure! Prendi pure tutto quello che vuoi, offro io! Non accetto repliche!

    *disse scherzosamente, ridacchiando all'indirizzo dell'amica*

    Ma dimmi, ti sei trovata bene in questo primo anno ad Hogwarts? Io sono stato fortunato, appena arrivato ho subito incontrato persone come Damian Saps, Eirwen Quinn, Jane Casterwill, Amelia Smith e molti altri! E tu?

    *chiese all'amica: non c'era niente di meglio di una chiacchierata ai Tre Manici di Scopa, davanti a un boccale di burrobirra ed altre leccornie prelibate!!!*


    @Varyare_King, @Emily_Banks,




    Ultima modifica di Robin_Peach 3 settimane fa, modificato 1 volta in totale


  • Varyare_King

    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 3
    Galeoni: 160
        Varyare_King
    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    *Robin le disse che non stava aspettando nessuno, e di prendere pure tutto quello che voleva, offriva lui, in tono scherzoso che però non ammetteva repliche. Si sedette al tavolo davanti all'amico Grifondoro. Erano posati tra loro una burrobirra ghiacciata, del gelato e un po' di succo di zucca.*
    Però la prossima volta pago io.
    *Ribatté comunque. Era una Serpeverde e per questo decisa e determinata nei suoi obiettivi, anche in situazioni poco importanti come quella.*
    Ma dimmi, ti sei trovata bene in questo primo anno ad Hogwarts? Io sono stato fortunato, appena arrivato ho subito incontrato persone come Damian Saps, Eirwen Quinn, Jane Casterwill, Amelia Smith e molti altri! E tu?
    *Chiese a Varyare. Quella domanda la riportò al suo primissimo giorno a scuola, quando aveva preso l'Hogwarts Express. A tenerle compagnia nello scompartimento era stata Eirwen Quinn, una ragazza di Corvonero di qualche anno più avanti. Un'altra Corva con cui andava d'accordo era Vera Grace, si erano incontrate per i corridoi in diverse occasioni, ma ebbero veramente parlato per la prima volta una giornata in Sala Grande. Altri suoi grandi amici erano, a parte Robin, Damian e William, che il Grifo con il quale era seduta conosceva abbastanza bene; e Anna Miller, una grifondoro al primo anno, che forse lui non conosceva ancora. Non si era mai relazionata particolarmente con i suoi compagni di Casata, a parte una ragazza del primo anno, Engel Rojas, nonché sua compagna di dormitorio. Dopo aver fatto riaffiorare quei ricordi rispose a Robin:*
    Non posso dire di avere parecchi amici qui ad Hogwarts, però i pochi che ho mi bastano, e avanzano.
    *Non si mise ad elencare i nomi delle persone, in quanto credeva che a Robin non potesse interessare e non voleva annoiarlo.
    Sai già dove andrai quest'estate?
    *Domandò poi. Lei sarebbe tornata a Londra dai suoi genitori. Era una gran fortuna abitare vicino a Diagon Alley, così se avrebbe avuto nostalgia di Hogwarts avrebbe fatto un salto con la scusa di comprare del materiale.*


    @Robin_Peach, @Emily_Banks,




    Ultima modifica di Varyare_King 3 settimane fa, modificato 1 volta in totale


  • Robin_Peach

    Grifondoro Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 573
        Robin_Peach
    Grifondoro Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS
       
       

    Non posso dire di avere parecchi amici qui ad Hogwarts, però i pochi che ho mi bastano, e avanzano.

    *rispose Varyare alla sua domanda: Robin ne aveva molti, ma era questione di personalità! Sapeva che i Serpeverde erano abbastanza introversi, bastava guardare il Prefetto Plans, che grugniva a chiunque provasse a rivolgergli la parola, salvo qualche eccezione; ed ora Robin era lì, a parlare tranquillamente con una serpe del secondo anno*

    Io ne ho molti, ma li divido in due gruppi: gli amici, come dire, "semplici", e gli amici veri, come Damian, che conosci bene anche tu, mi pare

    *disse alla Serpina, che poi gli pose una domanda*

    Sai già dove andrai quest'estate?

    *Robin pensò a cosa avrebbe fatto: innanzitutto sarebbe tornato a Manchester, poi sarebbe andato a Tottenham, a guardare una partita del gioco che i babbani chiamavano "calcio": era molto curioso, perciò aveva chiesto ai genitori di procurargli un biglietto per il match; verso Agosto sarebbe andato al Paiolo Magico, dove avrebbe passato il resto delle vacanze. Riferì i suoi pensieri all'amica, in attesa di una risposta*

    Io tornerò a casa, a Manchester; poi andrò a Tottenham, dove guarderò una partita di calcio, il gioco babbano in cui si calcia la palla in porta: ammetto che sono curioso, ne ho sentito parlare tanto e ho chiesto ai miei genitori di comprarmi un biglietto.
    Poi, da agosto, andrò al Paiolo Magico, e starò lì fino a settembre, quando inizia la scuola


    *disse all'amica*

    Tu, invece?

    *chiese, aspettando che l'amica rispondesse*


    @Varyare_King, @Emily_Banks,


  • Emily_Banks

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 72
        Emily_Banks
    Grifondoro
       
       

    *Quel ragazzo, Robin, era un’esplosione di energia, che travolse inaspettatamente l’indole schiva e tranquilla della bionda cameriera. Non sapeva rapportarsi con una personalità esuberante tale a quella del ragazzo, poichè le serviva del tempo per lasciarsi andare. Era una ragazza sicuramente solare ed estroversa, quando si imparava a conoscerla, ma il suo carattere non si poteva definire espansivo, aggettivo adatto per descrivere invece il ragazzo davanti a lei. Aveva conosciuto poche persone con così tanto entusiasmo, e con un grande appetito come il suo, nonostante il pranzo al Castello fosse da poco terminato, si trovò a pensare guardando l’ora sul suo orologio da polso. *

    Solo per preparare il tuo ordine, svuoto metà della dispensa.



    *Scherzò la bionda, mentre segnava su un pezzo di pergamena le bevande e i gusti di gelato scelti dal ragazzo. Appellò due boccali dallo scaffale e li riempì con burrobirra ghiacciata, e succo di zucca. Prese poi una vaschetta per dolci, e servendosi di un apposito porzionatore di gelato, aggiunse i due gusti scelti da Robin: vaniglia e fragola. Dopo qualche minuto di attesa per preparare la sua ordinazione, il compagno di casata poteva gustarsi quella dolce merenda.*

    Burrobirra, succo di zucca e gelato! Spero sia tutto di tuo gradimento.

    *Si accorse solo dopo aver servito Robin, che non era più seduto solo al tavolo, ma in sua compagnia c’era un’altra ragazza. Il suo viso le era famigliare, in quanto era venuta al locale qualche giorno prima, ma in quell’occasione non si era presentata, e il suo nome rimaneva ancora un mistero per Emily. *

    Ciao, mi fa piacere vederti di nuovo da queste parti. Cosa posso portarti?

    *Rivolse un sorriso cordiale alla ragazza, cercando di sforzarsi di ricordare se effettivamente la serpina non si fosse presentata o se semplicemente fosse una dimenticanza di Emily. Erano tanti gli studenti che passavano al locale, e seppure avesse una buona memoria, talvolta anche lei aveva difficoltà a ricordarsi il nome dei clienti suoi coetanei. *

    @Varyare_King, @Robin_Peach,


  • Varyare_King

    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 3
    Galeoni: 160
        Varyare_King
    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    Io ne ho molti, ma li divido in due gruppi: gli amici, come dire, "semplici", e gli amici veri, come Damian, che conosci bene anche tu, mi pare.
    *Disse Robin quando lei rispose alla sua precedente domanda. In effetti aveva avuto modo di incontrarlo parecchie volte in riva al lago, forse quasi una mattinata sì e una no; ma non glielo riferì e si limitò a rispondere annuendo.
    Poi, rispondendo alla domanda posta da lei, le spiegò che quell'estate sarebbe andato a vedere una partita di calcio, che era simile al Quidditch dei babbani, per quanto aveva capito, solo senza scope. Lo sapeva perché aveva sentito dei suoi vicini non maghi parlarne ma mai in vita sua l'aveva visto, e le possibilità erano davvero limitate in quanto lei era una purosangue e non possedeva oggetti babbani in casa.*
    Io penso che starò a casa mia, a Londra. Magari qualche giorno faccio un salto a Diagon -alley per assaporare di nuovo la magia, ma credo nulla di particolare.
    *Spiegò. I suoi genitori non facevano lavori molto entusiasmanti: sua madre era un auror e suo padre un magizoologo, e ciò che più l'avrebbe fatta emozionare sarebbe stato portare a casa qualche creatura da lui trovata.
    In quel momento arrivò Emily, la barista del locale, che aveva avuto modo di vedere anche la scorsa volta che si era presentata ai Tre Manici di Scopa. La ragazza domandò a Varyare cosa volesse le portasse e lei, vedendo ciò che già aveva ordinato l'amico disse semplicemente che avrebbe ordinato dell'acquaviola. Poi ricordandosi che pochi giorni prima non si era presentata a Emily rimediò subito:*
    Comunque sono Varyare King.
    *Disse sorridendo.*


    @Robin_Peach, @Emily_Banks,


  • Robin_Peach

    Grifondoro Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 573
        Robin_Peach
    Grifondoro Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS
       
       

    Solo per preparare il tuo ordine, svuoto metà della dispensa.

    *disse Emily, la simpatica barista del locale*

    Burrobirra, succo di zucca e gelato! Spero sia tutto di tuo gradimento.

    *disse la concasata*

    Grazie mille, sei stata velocissima!

    *si complimentò Robin con la Grifa, e cominciò a gustarsi quella deliziosa merenda.
    Poi Varyare, serpe del secondo anno, rispose alla sua domanda*

    Io penso che starò a casa mia, a Londra. Magari qualche giorno faccio un salto a Diagon -alley per assaporare di nuovo la magia, ma credo nulla di particolare.

    Anch'io, come ti avevo già accennato, vado a Diagon Alley per Agosto, se mi mandi un gufo con le date di quando vai ci possiamo trovare, magari con altri nostri amici!

    *propose Robin: sperava che l'amica avrebbe accettato.
    Poi ricominciò a gustare la merenda, che era davvero eccellente*

    Complimenti, Emily! Tutto buonissimo!

    *disse Robin cordialmente alla Grifa, sua concasata; poi aspettò che Varyare finisse la sua acquaviola per chiacchierare un po'*


    @Varyare_King, @Emily_Banks,


  • Varyare_King

    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 3
    Galeoni: 160
        Varyare_King
    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    *Robin si complimentò con Emily per la sua velocità e bravura nel lavoro, e lei fece altrettanto. Quando rispose alla domanda di Robin, lui le domandò di trovarsi qualche volta a Diagon Alley, magari con altri amici.
    Bevendo un po' della sua acquaviola, deliziosa come sempre, rispose al Grifo:*
    Certamente, quest'estate, se per te va bene, ci possiamo mettere d'accordo via gufo. Tu ne hai uno?
    *Domandò per fare anche un po' di conversazione. Per quanto Alias, il suo barbagianni, amasse portare a termine le proprio consegne, non sapeva se sarebbe riuscito a reggere per i due mesi a seguire, infatti Robin non era l'unico a cui avrebbe scritto.
    Finì di bere la sua acquaviola, e mentre aspettò che il Grifo le rispondesse, sì guardò un po' attorno constatando che il locale si stava lentamente riempiendo nonostante l'orario.*
    Penso che mi mancherà venire ai Tre Manici di scopa quest'estate.
    *Aggiunse malinconica. Hogsmade e Hogwarts erano migliori che la sua casa a Londra. Sarebbe voluta rimanere a scuola durante le vacanze ma, purtroppo, sapeva che non era possibile.*


    @Robin_Peach,


  • Emily_Banks

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 72
        Emily_Banks
    Grifondoro
       
       

    *La ragazza che sedeva vicino a Robin, si presentò come Varyare, e ordinò alla bionda cameriera un’acquaviola. Il suo nome era molto particolare, non l’aveva mai sentito prima di allora. Se sua nonna fosse stata lì, avrebbe riempito la Serpe di mille domande sull’origine e il significato del suo nome. Ammirava questo suo lato, se fosse andata ad Hogwarts, molto probabilmente sarebbe stata smistata tra i Corvonero. Nel mondo babbano aveva lavorato come insegnante di lettere per molto tempo, e quando raggiunse la giusta età, dovette andare in pensione. Questo però non servì per fermarla, e continuò a studiare e ad approfondire il suo bagaglio di conoscenze. La sua curiosità non conosceva limiti, e fu proprio così che cominciò ad interessarsi dell’onomastica, contagiando perfino sua nipote. Per un momento fu tentata di domandare a Veryare l’origine del suo nome, ma la ragazza era impegnata in quella che sembrava una piacevole conversazione con Robin, e non voleva disturbarla con la sua sciocca domanda. *

    Grazie Robin, sono i clienti come te che mi danno soddisfazione.
    Varyare, hai un nome molto particolare, e mi piace. La tua acquaviola arriva subito.


    *Non erano tanti i clienti a ordinare quella bevanda, la maggior parte si recava ai Tre Manici di Scopa per gustarsi, quella che le voci dicevano, la miglior Burrobirra che si potesse bere. Era perfetta per ogni stagione, deliziosa sia calda che fresca, e una delle bevande che Emily adorava gustare insieme al succo di zucca. Arrivata al balcone, sentì un buon profumino provenire dal retro: i biscotti alla cannella erano pronti. Aveva usato la ricetta speciale di sua zia che le aveva spedito via gufo, e finalmente le era stato rivelato l’ingrediente segreto di cui tanto si vantava. Era stata dura persuadere la zia, essendo molto orgogliosa dei suoi biscotti, ma quando aveva saputo che Emily voleva la ricetta per servirli ai Tre Manici di Scopa, si era addolcita, a tal punto da svelarle la ricetta. Sapeva che avrebbe conquistato i palati di tutto con quei biscotti, ma aveva giurato a sua zia che non avrebbe svelato la ricetta a nessuno. Orgogliosa del risultato, dispose quei dolcetti che facevano venire l’acquolina in bocca solo a guardarli, in alcune ciotole per servirli ai clienti, curiosa di vedere la loro approvazione, perché era impossibile non amarli. *

    La tua acquaviola Varyare, e direttamente dalla cucina dei Tre Manici di Scopa: biscotti alla cannella. Se vi servisse altro, chiamatemi.



    *Servì la ragazza con un bicchiere colmo di acquaviola, con l’aggiunta di alcuni biscotti. Li aveva assaggiati mentre sfornava la teglia dal forno, ed erano semplicemente deliziosi, come quelli di sua zia, ma questo era meglio che non l’avrebbe detto. Lavorare ai Tre Manici di Scopa non le dava solo la possibilità di stare a contatto con le altre persone, ottimo esercizio per il suo carattere, e per tenere la mente impegnata. Soprattutto era riuscita ad esercitarsi in cucina, preparando non solo biscotti, ma anche delle torte più difficili di semplici dolcetti. Faceva tutto nella maniera babbana, come le aveva insegnato pazientemente sua mamma, anche perché la soddisfazione finale nel vedere riuscita una ricetta fatta a mano era maggiore, rispetto ad averlo fatto con l’utilizzo della magia. *

    @Varyare_King, @Robin_Peach,