Londra - Giardino Gnomi
Londra - Giardino Gnomi


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Luke_Deaggle


  • Luke_Deaggle

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 185
        Luke_Deaggle
    Grifondoro
       
       

    [SABATO POMERIGGIO, VIALE VERSO LE COLLINE DI HOGSMEADE]



    *Era un caldissimo pomeriggio estivo, di quelli dove si sta bene solo a passeggiare all'ombra di folte piante; il sole infatti splendeva luminosissimo su Hogsmeade scaldando ogni angolo del piccolo paesino non distante da Hogwarts, e sebbene il nord della Scozia fosse generalmente abbastanza fresco quel giorno faceva davvero caldo.



    Hogsmeade era bellissima, un piccolo paesino con casette regolari molto simili, l'unico paese della Gran Bretagna interamente abitato da soli maghi, dove quindi i maghi potevano sentirsi veemente a casa senza alcun timore di essere "visti" fare magie da occhi babbani; il paese poi è incorniciato da colline, che purtroppo, in quel periodo dell'anno mostravano i segni dell'arsura estiva, con un colore più vicino all'ocra e al marrone che al verde scuro di cui erano coperte qualche mese prima. Luke ci era stato pochissime volte, di sicuro l'anno successivo magari avrebbe avuto occasione di andarci più spesso essendo per il suo primo anno a Hogwarts.*

    "Non vedo l'ora che sia il primo settembre per essere a Hogwarts, qui ci potrò venire spesso insieme ai miei amici oppure anche per fare due passi in tranquillità deve essere bello qui in autunno..."

    *Luke stava riflettendo tra sé e sé mentre faceva due passi sulla strada che conduceva alle colline di Hogsmeade.*



    *Quel caldissimo giorno di luglio si trovava lì insieme alla madre che si trovava in quel momento a bere un the con alcune colleghe da Madame Piediburro. Poiché Luke non sopportava né quel posto così sdolcinato né le chiacchiere a metà tra pettegolezzi e gossip delle signore di mezza età si era avviato per fare due passi sulla strada che conduceva alle colline vicino a Hogsmeade. Infatti l'unico punto in cui si poteva godere di un po' di fresco era nel sentiero che affiancava il bosco da cui proveniva sempre aria fresca. Quella strada conduceva a un casolare su una collina, più in alto rispetto a tutte le case circostanti, un luogo che sembrava disabitato da molto tempo e che aveva qualcosa di molto strano.*




    *Oltre all'aspetto molto trascurato del casolare infatti le finestre erano tutte sbarrate, sembrava che volontariamente fosse stato sigillato. Luke incuriosito da quel luogo prese a incamminarsi in quella direzione, aveva appena svoltato l'angolo, costeggiando un basso muretto vicino a una casa quando...*



    @Varyare_King, @Luke_Deaggle, @Robin_Peach, @Esperanza_Fuentes, @William_Rogers, @Ronald_Canard, @Eirwen_Quinn, @Damian_Saps, @Helen_Benlor, @Vera_Grace, @Sarah_Jonson, @Charlotte_Mills, @Raven_Lovely, @Zack_Plans, @Kevin_Mitchell,


  • Varyare_King

    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 4
    Galeoni: 80
        Varyare_King
    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS
       
       

    *Era quasi l'una di pomeriggio, il Sole era alto nel cielo e scaldava come mai nella giornata; quelle erano le ore più calde, quando anche una rarissima folata di vento si poteva trasformare in soffio scottante. Nonostante il clima non favorisse le passeggiate, Varyare quel primo pomeriggio aveva optato per un giro ad Hogsmade dove, chissà, magari avrebbe incontrato qualcuno. Era andata lì con sua madre, ex-corvonero che passava il suo tempo come auror; quella volta però aveva avuto un giorno libero e ne aveva approfittato per accompagnare la figlia ad Hogsmade, l'unico villaggio della Gran Bretagna ad essere abitato completamente da maghi, mentre lei faceva un giro nei negozi e magari andava a prendersi una Burrobirra. La Serpina però preferiva gironzolare senza una metà precisa, sia perché fare compere non le era mai piaciuto sia perché non beveva mai la Burrobirra e optava sempre per qualcosa di alternativo come del Succo di Zucca o un'Acquaviola.
    Dopo aver percorso High Street da su in giù e da giù in su, si era recata per le vie più piccole del villaggio, quelle dove non passa mai nessuno tranne chi ci abita, meglio conosciuti come vicoli ciechi. Le piaceva passare di lì poiché incontrare maghi e streghe era difficile e, cosa più importante in quel momento, i tetti spioventi delle case erano talmente vicini tra loro che ricoprivano la via di una piacevole ombra. Le capitava di tanto in tanto di incrociare qualche mago sconosciuto che però non dava mai segno di saluto verso di lei e sembrava che quasi non la vedessero talmente erano impegnati ad andare chissà dove.

    Ormai Varyare conosceva tutti quei viottoli a memoria, e stufa di rimanere laddove non vi era nulla di interessante, ebbe l'idea di allontanarsi un poco dal centro abitato, dove invece delle case vi erano gli alberi e al posto dei muri le colline, là dove si ergeva la Stamberga Strillante. Se ci sarebbe entrata o no era ancora tutto da vedere, nei suoi tre anni ad Hogwarts non vi aveva mai messo piede, e anche se diverse volte aveva pensato di farlo non aveva mai trovato il giorno (o la notte) adattta.
    Camminava tra le colline che portavano alla Stamberga, un edificio posto un po' più in alto rispetto al resto del villaggio e riconoscibile per via dell'aspetto malconcio che mostrava. Le finestre erano sbarrate, qualcuna con il vetro rotto, e le mura circondate da un giardino non curato da tempo con rampicanti che prendevano il sopravvento. E proprio vicino a quel basso muretto che delimitava il giardino stava camminando la Serpe. Guardava la Stamberga come se invece di un edificio vecchio e logoro ci fosse un palazzo reale, aveva sempre avuto un debole per le cose antiche le mettevano addosso una curiosità tale da portarla a visitare qualunque posto rispettasse quell'aspetto. E così, persa nei suoi pensieri com'era, si accorse troppo tardi che appena svoltato un'angolo già qualcuno veniva dalla parte opposta alla sua, andandoci a sbattere in pieno.*

    Oh mamma, mi dispiace davver-

    *Iniziò a dire imbarazzata, ma si costrinse a fermarsi a metà frase notando solo in quel momento che la persona con cui si era scontrata era Luke. L'imbarazzo sparì e lasciando il posto a un sorriso incerto le affiorava sul volto continuò:*

    Ah Luke, sei tu! Scusami veramente, oggi non so dove ho la testa. Tutto a posto?

    *Era sollevata all'idea che fosse il suo amico così non avrebbe dovuto passare il resto del pomeriggio da sola anche se si era allontanata dal centro abitato di sua spontanea volontà. Appena si fu ripresa dall'accaduto le sorse la domanda sul che cosa ci faceva Luke così vicino alla Stamberga, non è che era appena uscito da lì? Se fosse stato così magari non gli sarebbe dispiaciuto mostrarle l'ingresso.*

    @Varyare_King, @Luke_Deaggle, @Robin_Peach, @Esperanza_Fuentes, @William_Rogers, @Ronald_Canard, @Eirwen_Quinn, @Damian_Saps, @Helen_Benlor, @Vera_Grace, @Sarah_Jonson, @Charlotte_Mills, @Raven_Lovely, @Zack_Plans, @Kevin_Mitchell,


  • Luke_Deaggle

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 185
        Luke_Deaggle
    Grifondoro
       
       





    *Luke stava passeggiando vicino al muretto della casa, osservando i fiori che resistevano in quel luglio sopravvivendo alla calura estiva; era completamente immerso nei suoi pensieri al punto tale da non sentire più i suoni che provenivano dall'ambiente circostante; succedeva spesso che i pensieri prendevano il sopravvento sulla sua testa e gli facevano dimenticare tutto il resto; gli capitava a volte, passeggiando, di ritrovarsi in qualche posto senza nemmeno essersi reso conto di esserci arrivato tanto era assorto, figurarsi il non sentire qualche rumore in sottofondo!
    Per questo il cinguettare degli uccelli sugli alberi era presto diventato un tenue sottofondo che ritmava i suoi passi e i suoi pensieri e molto presto non ci aveva fatto più caso, come non aveva prestato molta attenzione ai molti rumori tipici della cittadina di Hogsmeade e della campagna circostante, non sentì quindi dei passi arrivare nella sua direzione e quando fece per ripartire per quella passeggiata in tranquillità, si trovò una ragazza che gli veniva contro alla velocità di un bolide prima ancora che si rendesse conto di quello che stava succedendo.


    Dopo esserci sbattuto contro vide che non si trattava effettivamente di un bolide ma di una ragazza, di circa un anno o due più grande di lui, bruna e da chinata non la riconobbe subito. La ragazza fece per scusarsi dell'urto*

    Oh mamma, mi dispiace davver-

    *Anche se era ancora chinata, il tono di voce lo riconobbe all'istante, il bolide era la sua amica serpeverde Varyare, giusto pochi giorni prima erano stati protagonisti di un'incredibile avventura al cimitero di Little Hangleton e non avevano ancora avuto modo di trovarsi per parlarne. Appena la riconobbe benché fosse ancora scosso dalla scena così veloce le sorrise leggermente divertito; lei non ci mise molto ad alzare la testa e ad accorgersi di chi aveva investito anche se nel giorno portava un largo cappello per proteggersi dal sole*





    Ah Luke, sei tu! Scusami veramente, oggi non so dove ho la testa. Tutto a posto?

    *Luke cercò di tranquillizzarla, anche se notò che vedendo che si trattava di lui la sua espressione da preoccupata si trasformò in "quasi contenta"*


    Ehi Varyare, che piacere vederti! Sì sì io tutto apposto tu, ti sei fatta male?
    Ehi ma cos'è quell'espressione, sembri quasi contenta di avermi investito..!


    *le disse gentilmente sorridendo scherzandoci su, poi mentre la ragazza si sistemava il vestito, la aiutò a raccogliere alcuni oggetti che le erano caduti dalla borsa, porgendoglieli le disse*


    Ecco tieni, ti aiuto io, fa un caldo oggi! Ecco a te, dovrei aver raccolto tutto...
    A proposito, che ci fai tu da queste parti? Non sapevo fossi qua in giro oggi, pensa che ti pensavo proprio poco fa, volevo mandarvi un gufo per chiedervi di incontrarci per berci qualcosa insieme, così per passare il tempo e ciaccherare un po'...


    *Dopo aver raccolto tutti gli oggetti che erano caduti alla ragazza si appoggiò leggermente al muretto aspettando che Varyare si sistemasse*





    @Varyare_King, @Luke_Deaggle, @Robin_Peach, @Esperanza_Fuentes, @William_Rogers, @Ronald_Canard, @Eirwen_Quinn, @Damian_Saps, @Helen_Benlor, @Vera_Grace, @Sarah_Jonson, @Charlotte_Mills, @Raven_Lovely, @Zack_Plans, @Kevin_Mitchell,


  • Varyare_King

    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 4
    Galeoni: 80
        Varyare_King
    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS
       
       

    *Dopo essersi scusata notò che le erano caduti alcuni oggetti dalla borsa, tra cui la bacchetta e un libro babbano che parlava del famosissimo alchimista francese Nicolas Flamel, che anche nel mondo dei No-mag godeva di una certa fama.


    Per fortuna Luke non sembrava essersi infastidito troppo dalla sua sbadataggine e anzi, sul sul volto vi era apparso un sorriso. Come aveva fatto a non sentirlo arrivare proprio non lo sapeva, la Stamberga Strillante aveva attirato completamente la sua attenzione e quando le capitava andava completamente in un altro mondo isolandosi da tutto e da tutti, tanto che a volte non sapeva nemmeno dv'era.
    La salutò dicendo che lui non si era fatto niente per poi rivolgere la.domanda a lei, e scherzando sul fatto che sembrava quasi contenta di averlo investito. Non aveva tutti i torti, era felice di essersi scontrata proprio con lui invece che con un estraneo qualsiasi e meno male che non si erano fatti nulla.*

    No no, non ti preoccupare.
    Beh meglio te che chiunque altro mago, no?


    *Rispose sorridendo per poi chinarsi per prendere ciò che le era caduto compresi alcuni galeoni che si era portata dietro. L'amico Grifo fece lo stesso aiutandola a rimettere a posto tutto. Poi le chiese cosa faceva da quelle parti aggiungendo che poco prima stava proprio pensando di mandarle un gufo per chiederle di incontrarsi a bere qualcosa.*

    Non ero venuta per un motivo particolare, mia madre era venuta ad Hogsmeade perché oggi non lavorava, e così sono venuta anch'io perchè di stare a casa da sola proprio non mi andava. Tu invece?

    *Rispose la Serpina mentre il Grifo s'appoggiava al muretto che confinava con il giardino della Stamberga.
    Le piante crescevano a dismisura e le foglie secche erano posate sul terreno sottostante, donando al luogo quel tocco abbandonato che lo caratterizzava.
    Il vialetto dove in quel momento erano i due ragazzi per fortuna era all'ombra, al riparo dei raggi scottanti del Sole di quel primo pomeriggio. Guardò il giardino della Stamberga e poi la Stamberga stessa, la sua indomabile curiosità a quella vista riaffiorò portandola a domandare:*

    Sei mai stato nella Stamberga Strillante?
    Sai, speravo di entrarci durante l'anno ma non ho mai trovato il momento giusto, così oggi volevo approfittarne, visto che mi trovo nei paraggi.


    *Magari Luke anche se era solo al prima anno, aveva già fatto visita a quel luogo che aveva la fama di essere il più infestato della Gran Bretagna. Se invece non ci era mai stato non voleva obbligarlo ad entrare con lei se lui non avesse voluto per un qualsiasi motivo a lei sconosciuto. *


    @Varyare_King, @Luke_Deaggle, @Robin_Peach, @Esperanza_Fuentes, @William_Rogers, @Ronald_Canard, @Eirwen_Quinn, @Damian_Saps, @Helen_Benlor, @Vera_Grace, @Sarah_Jonson, @Charlotte_Mills, @Raven_Lovely, @Zack_Plans, @Kevin_Mitchell, @Emily_Banks,
    @Samantha_Finnigan,


  • Luke_Deaggle

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 185
        Luke_Deaggle
    Grifondoro
       
       

    *L'impressione che aveva avuto Luke che in un certo senso Varyare fosse stata "contenta" nel vedere, anche se in realtà sarebbe meglio dire "sollevata", che era lui la vittima dell'investimento fu presto confermato dalle stesse parole della Serpeverde che alla domanda di Luke rispose tranquillamente*

    No no, non ti preoccupare.
    Beh meglio te che chiunque altro mago, no?


    *Luke la guardò sempre sorridendo, era chiaro che dal momento che nessuno dei due si era fatto male ci stavano scherzando un po' su; sicuramente sarebbe stato molto più imbarazzante scontrarsi con qualche professore di Hogwarts o con qualche scorbutico mago sconosciuto che con un compagno di scuola, in ogni caso Luke stette al gioco e rispose a tono alla serpeverde che stava ancora raccogliendo i suoi oggetti.*

    Sei sempre molto gentile sai Varyare; credo che essere considerato un paraurti da una serpeverde possa addirittura essere un complimento sotto certi punti di vista!

    *le disse sorridendo molto divertito. Poi la ragazza aggiunse il perché era lì*

    Non ero venuta per un motivo particolare, mia madre era venuta ad Hogsmeade perché oggi non lavorava, e così sono venuta anch'io perchè di stare a casa da sola proprio non mi andava. Tu invece?

    *alle quali Luke rispose a sua volta spiegando perché fosse lì*

    Sì più o meno anch'io, non ho motivi particolari, diciamo solo che ore di gossip e conversazioni di lavoro con mia mamma e le sue amiche da madama Piediburro non sono proprio la mia passione...


    *rispose allargando le braccia come a dire che non ci poteva far altro che farsi due passi per Hogsmeade per ingannare il temo.

    Il sole cominciava a declinare dietro la vecchia casa abbandonata e senza il sole che accecava gli occhi si potevano notare maggiori dettagli a proposito di quella casa molto strana e abbandonata da anni; Luke notò che non era il solo a essere interessato a conoscere più a fondo quel luogo, anche Varyare ne sembrava affascinata e attratta.
    Luke non era mai stato in quel sentiero, r quindi non l'aveva mai vista così da vicino come in quel momento; l'aveva vista qualche volta da lontano e gli era sembrata una casa alquanto bizzarra e si era ripromesso di vederla più da vicino, ma ora che ci si trovava a poche decine di metri l'aspetto aveva anche alcuni tratti inquietanti. I due percorsero alcuni metri lungo il vialetto alberato che portava alla facciata principale dove davanti alla casa stava il cancellato di ingresso. Non solo la casa sembrava abbandonata ma sembrava addirittura sigillata perché nessuno vi entrasse, le porte e le finestre erano sigillate dall'esterno con pesanti travi inchiodate alle finestre. In quel momento non si sentiva nessun rumore provenire dall'interno ma solo a guardarla sembrava di sentire delle urla venire dall'interno. Mentre Luke osservava alcuni fiorellini nel muro che forse lasciavano filtrare all'interno qualche raggio di sole fu interrotto nei suoi pensieri dalle parole di Varyare.*

    Sei mai stato nella Stamberga Strillante?
    Sai, speravo di entrarci durante l'anno ma non ho mai trovato il momento giusto, così oggi volevo approfittarne, visto che mi trovo nei paraggi.


    *Luke per alcuni secondi guardò incredulo Varyare*

    Qu--esta, qu--esta è la Stamberga Strillante? Forteee! Ne avevo sempre sentito parlare ma non pensavo fosse questa...!
    Comunque no, direi proprio di no, non ci sono mai entrato.


    *Poi realizzò che Varyare gli aveva detto che aveva proprio intenzione di entrare, Luke la guardò stupito*

    Beh, io potrei venire con te in effetti, non ho niente da fare... Ma cosa pensi che ci sia all'interno...?
    E soprattutto, come ci entriamo che è tutta sprangata...?


    *chiese esitante fissando la serpeverde.*



    @Varyare_King, @Luke_Deaggle, @Robin_Peach, @Esperanza_Fuentes, @William_Rogers, @Ronald_Canard, @Eirwen_Quinn, @Damian_Saps, @Helen_Benlor, @Vera_Grace, @Sarah_Jonson, @Charlotte_Mills, @Raven_Lovely, @Zack_Plans, @Kevin_Mitchell, @Emily_Banks,
    @Samantha_Finnigan,


  • Varyare_King

    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 4
    Galeoni: 80
        Varyare_King
    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS
       
       

    *Finì di mettere a posto quello che le era caduto mentre Luke le diceva ironicamente che secondo lui essere considerato un paraurti da una Serpeverde poteva anche risultare un complimento; Varyare non poté fare a meno di ridere a quell'affermazione del Grifo che continuò rispondendo alla sua precedente domanda. Il Grifo si trovava lì perché sua madre era andata da Madama Piediburro con delle sue amiche, ma disse che stare con loro ad ascoltare i pettegolezzi di cui parlavano proprio non gli piacevano. Nemmeno lei andava pazza per stare con gli amici dei genitori, che di solito parlavano sempre di lavoro o, anche peggio, si raccontavano quelle voci di strada che chissà se avevano un nocciolo di verità.
    Quando le gli disse che quel giorno aveva intenzione di entrare alla Stamberga, lui rimase abbastanza stupito nel scoprire che proprio quell'edificio abbandonato era la famosissima casa più infestata della Gran Bretagna. Nonostante la sorpresa iniziale non sembrava spaventato all'idea di entrarvi e anzi si offrì di andare con lei. Fu felice della sua decisione e quando lei stava per rispondere lui continuò ponendogli un paio di domande a cui una non sapeva dar risposta.*

    Cosa ci sia dentro penso lo scopriremo tra poco.
    Penso ci sia una porta sul retro, possiamo controllare se si riesce ad entrare da lì.


    *Rispose mentre guardava la Stamberga. Era veramente grande, più di quanto sembrassse da lontano, ma nonostante le sue dimensioni era ancora decisa ad entrare.
    Camminarono per qualche metro fino ad arrivare davanti alla facciata della casa, rovinata a tal punto da dar l'impressione che da un momento all'altro fosse crollata. Il portone principale sembrava sigillato con un'asta di legno posta diagonalmente, anche se la Serpe pensava che fossero riusciti a spostarla la serratura fosse stata sigillata da un qualche incantesimo visto che si trovavano pur sempre in un villaggio di soli maghi. Intorno a loro vi era un folto guardino inselvatichito, che contribuiva a rendere inquietante l'aspetto della Stamberga.
    Personalmente non pensava fosse realmente infestata di spiriti, magari qualche fantasma o pipistrello ma nulla di pericoloso. Ovviamente non era sicura delle sue teorie poiché non vi era mai stata non aveva ancora avuto modo di scoprire se le dicerie che si sentivano in giro erano vere.
    Quando disse che potevano provare ad entrare sulla porta sul retro, non era veramente certa che ce ne fosse una in quella casa, anche se solitamente nelle abitazioni antiche vi era sempre un ingresso secondario, talvolta per la servitù anche se avendo un elfo domestico non sarebbero servite a molto.*

    Possiamo provare ad andare a vedere se c'è un ingresso secondario, ma per farlo dobbiamo passare per il giardino.

    *Spiegò, anche se forse era meglio dire "foresta". Prima di sentire se il Grifo era d'accordo, abbandonò un attimo il sentiero per fare un paio di passi all'interno della fitta vegetazione, dove i rami degli alberi creavano degli sbarramenti che rischiavano di graffiarla. Una volta dato uno sguardo lì intorno costatò che era comunque superabile e che avrebbero potuto attraversarla, anche se con un po' di fatica e qualche graffio; così aspetto una reazione da Luke per sapere se era d'accordo a passare attraverso il giardino.*

    @Varyare_King, @Luke_Deaggle, @Robin_Peach, @Esperanza_Fuentes, @William_Rogers, @Ronald_Canard, @Eirwen_Quinn, @Damian_Saps, @Helen_Benlor, @Vera_Grace, @Sarah_Jonson, @Charlotte_Mills, @Raven_Lovely, @Zack_Plans, @Kevin_Mitchell, @Emily_Banks, @Samantha_Finnigan, @Jane_Casterwill, @Berenice_Fawley, @Sansa_Stark, @Anna_Miller, @Martino_Lorenzi, @Robert_Dipps, @Alex_Duchamps, @Oznerol_Onis, @Alice_Mcdougal, @Georgina_Vivister, @Beatrice_Smith


  • Vera_Grace

    Corvonero Responsabile di Casa

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 1076
        Vera_Grace
    Corvonero Responsabile di Casa
       
       

    *Vera camminava a passo svelto e sicuro, godendosi la familiarità e l'allegria che le rimandavano le vie del magico villaggio di Hogsmeade. Il sole scaldava l'aria e il calore di quel pomeriggio estivo di fine luglio le solleticava le braccia scoperte dalla maglietta leggera che aveva indossato vista la temperatura alta. Un leggero venticello rendeva la giornata non afosa ma comunque caldissima, non troppo ideale per camminare un po' tra le strade tranquille frequentate da poche persone che come lei si godevano il tempo pazzesco ma dopotutto non aveva molta scelta. I suoi genitori Rose e Jason Grace, stranamente in vacanza per tutto il mese, le avevano concesso di tornare in Scozia nei pressi del castello per vedere qualcuno e divertirsi un po' mentre loro si erano diretti a Diagon Alley per alcune commissioni in mattinata. Così Vera aveva preso un po' di galeoni e si era precipitata lì con un panino tra le mani per gironzolare tra i negozi, un po' per la merce e un po' nella speranza finora vana di incontrare qualcuno di amico. Non vedeva nessuno da un pezzo, quell'estate era iniziata alla grande ma si stava rivelando piuttosto noiosa ed era stata impaziente di poter tornare nei luoghi dove durante il resto dell'anno aveva trascorso momenti indimenticabili con i suoi compagni, pomeriggi pieni di risate e chiacchiere, di gare e esperienze. Un po' stupita si accorse di aver preso un sentiero un po' distaccato dal grumo di case e vie strette e caratteristiche del villaggio, la strada che portava al giardino della Stamberga Strillante. Il caldo si era fatto insopportabile e in effetti l'idea del fresco che si godeva da quel luogo non era per niente male... la corva sorrise alla reazione istintiva che aveva avuto dirigendosi sul passaggio sterrato e continuò a camminare, guardandosi intorno.*

    Forse non ci sarà nessuno ma almeno avrò un po' di fresco...

    *Pensò, velocizzando il passo in vista della costruzione in pietra che costituiva la sua destinazione. In quell'edificio gli studenti nel corso degli anni avevano creato gruppi non troppo in regola, sperimentato magie e chiacchierato a bassa voce in segreto per sfuggire all'affollato castello. I suoi occhi verde mare si soffermarono sui muri rovinati e pieni d'edera, era affascinata dalla Stamberga, chissà da quanti anni era lì, chissà quante persone erano passate davanti al muretto del giardino contemplando la casa come lei nel corso del tempo... la sua mente si mise a lavorare frenetica dettata dalla curiosità tipica sua e della sua casata di cui andava fiera, Corvonero. Già negli anni settanta, se non si sbagliava di grosso, era abbandonata e veniva usata come rifugio e nascondiglio quindi aveva almeno cinquant'anni, senza contare il periodo precedente di cui non si ricordava niente. Si appuntó mentalmente di fare delle ricerche, magari nella biblioteca di Hogwarts dove forse avrebbe trovato qualcosa. Proseguì lungo il delimitare del sentiero fino a quando non sentì delle voci parlare allegramente dietro un angolo che le impediva la vista. Chi mai poteva esserci alla Stamberga a quell'ora, subito dopo pranzo in una giornata così calda di luglio inoltrato? Generalmente erano tutti in vacanza o nelle loro città che li tenevano separati durante l'estate. Tese l'orecchio per capire se riconosceva le voci e un sorriso le si allargò sul volto, illuminando i bellissimi occhi verde mare.*

    Ehi Vayare, che bello vederti! Ciao, io sono Vera! Anche voi in cerca di un po' d'ombra?

    *Salutò prima la serpeverde, poi si presentò all'altro ragazzo che le pareva si chiamasse Luke. Era contenta di aver trovato qualcuno ma anche incuriosita, la Stamberga non era esattamente il luogo più gettonato per le passeggiate estive. Forse si erano organizzati per vedersi, sarebbe stato scortese aggiungersi così senza invito.*

    Volevate entrare? Io ci sono stata solo qualche volta ma penso che ormai sia completamente cambiata!

    *ammise con un sorriso. Le sue visite alla Stamberga erano state rare ma le sarebbe piaciuto tornarci per curiosare un po'. Si avvicinò ai due, sedendosi su un muretto sperando di non aver interrotto qualche discorso.*



    Non è un granché ma al momento non riesco a fare di meglio, se secondo voi non è ben inserito ditemi che cambio Smile
    @Luke_Deaggle, @Varyare_King,


  • Luke_Deaggle

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 185
        Luke_Deaggle
    Grifondoro
       
       

    *Non ci volle molto tempo perché tra Luke e Varyare ritornasse l'amichevole complicità che avevano avuto durante l'anno scolastico; dopo aver scherzato un po' a causa dello strano scontro di cui i due erano stati protagonisti, Luke e Varyare si misero subito all'opera per capire come entrare in quel misterioso e curioso luogo: la famosa Stamberga Strillante.
    Nonostante quello che gli era stato detto da alcuni suoi compagni Grifondoro riguardo alla casa di Salazar Serpeverde, Luke e Varyare erano sempre andati d'accordo; nonostante le due casate fossero storicamente avversarie, fin dal loro primo incontro ai Tre Manici di Scopa che risaliva ormai a quasi un mese prima, tra i due era nata un'ottima amicizia, forse perché avevano alcuni tratti del carattere comuni e forse perché su tante cose si capivano al volo senza dover aggiungere troppe parole.

    E fu così che i due stavano già discutendo come fosse meglio entrare alla Stamberga, Varyare ipotizzò che ci fosse un'entrata secondaria da cui entrare visto che l'entrata principale era completamente sbarrata. Luke però non era molto convinto della cosa e mentre vide che l'amica serpeverde cercava di farsi spazio tra le folte sterpaglie del giardino e trovare un modo per avvicinarsi all'ingresso, lui studiava con gli occhi lo stabile che avevano di fronte.*



    Mah... Io sinceramente ho qualche dubbio sai, se hanno sprangato l'entrata principale avranno sprangato anche quella secondaria sul retro... Credo però ci sia un modo per accedervi, dobbiamo solo trovarlo, magari trovando il punto debole di questo posto..


    *ragionò Luke a voce alta mentre posava gli occhi sulle varie finestre, poi aggiunse:*


    Comunque hai ragione credo dovremo in ogni caso avvicinarsi per vedere più da vicino le varie porte e finestre...


    *Luke si bloccò improvvisamente perché questa volta sentì dei chiari passi arrivare in quella direzione, Luke quindi si voltò di scatto affacciandosi incuriosito alla recinzione per vedere chi fosse che si stava dirigendo in quel posto.*



    Aspetta Varyare, c'è qualcuno!


    *disse all'amica, facendole notare i passi. Se in un primo momento Luke si aspettava di vedere un vecchio mago che passeggiava magari insieme al suo Kneazle da quelle parti rimase molto colpito dalla persona che poco dopo stava sorridente davanti a lui e Varyare. Si trattava di una ragazza di qualche anno più grande di lui davvero molto bella, portava una maglia leggerissima e dei fluenti capelli mossi le ricadevano con delicatezza sulle spalle ma ciò che colpì di più il giovane Grifondoro fu lo sguardo della ragazza, aveva degli occhi color verde mare che sembravano stessero sorridendo. Luke la guardò davvero colpito mentre la ragazza salutava Varyare, a quanto pare le due ragazze già si conoscevano.*




    *Luke le porse la mano e sorridendo le si presentò, sorridendo anche se un po' impacciato*

    Ciao, molto piacere, io mi chiamo Luke, ti devo aver visto qualche volta in giro ma non ti conosco mi sa..

    Luke Deaggle, sono un Grifondoro del primo anno! Tu come ti chiami?


    *disse infine alla ragazza da poco apparsa davanti ai due. Luke non rispose all'ultima domanda, non sapeva infatti bene se dovevano dire o meno alla ragazza di unirsi pertanto lanciò uno sguardo a Varyare facendole capire che aspettava dicesse lei alla ragazza se poteva unirsi o meno a loro in quella nuova avventura.*



    @Vera_Grace, @Varyare_King, @Luke_Deaggle,


  • Varyare_King

    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 4
    Galeoni: 80
        Varyare_King
    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS
       
       

    *Si stava guardando un po' attorno non molto distante dal sentiero che introduceva bella Stamberga, le spesse radici sporgenti degli alberi rischiavano di farla inciampare ad ogni passo e i rami la graffiavano le braccia scoperte, ma la Serpina non ci faceva molto caso; stava molto più attenta ad ispezionare il muro della casa alla ricerca di una porta aperta o di un buco nella parete, magari la mancanza di qualche mattone.
    Stava per tornare davanti al portone principale, quando Luke la chiamò avvertendola che aveva visto qualcuno. Si fermò un attimo in ascolto e sentì dei passi affrettati che prima aveva totalmente ignorato. Velocemente tornò dall'amico Grifondoro che era rimasto lungo il piccolo sentiero, non ci mise molto poichè non si era allontanata di parecchio e lo trovò appoggiato alla staccionata che guardava nella direzione da cui erano arrivati, poco più in basso.
    Fu questione di secondi e la persona di cui poco prima sentivano i passi arrivò di fronte a loro, rivelandosi poi la sua amica Vera, che la salutò.*

    Ehi Vayare, che bello vederti!
    Ciao, io sono Vera! Anche voi in cerca di un po' d'ombra?


    *Sorrise di rimando alla Corva che era di un paio d'anni più grandi di lei. L'aveva conosciuta molto tempo prima ma non avevano avuto modo di incontrarsi parecchie volte, anche se in diverse occasioni l'aveva intravista nei corridoi. Chissà come mai era anche lei in quel misterioso posto in una giornata d'estate, non era proprio il luogo ideale dove passare del tempo anche se lei stessa ci era andata non sapendo che altro fare, spinta soprattutto dalla voglia di scoprire di più sulla Stamberga e sui suoi misteri.
    Non fece in tempo a rispondere perchè Luke la precedette presentandosi un po' impacciato. Notò che la guardava con curiosità, e sembrava anche colpito dalla giovane Corva. Non poteva negare il bell'aspetto dell'amica e pensò fosse proprio quello che aveva lasciato stupito il Grifo.*

    Ciao Vera! E un piacere vederti, cosa ti porta da queste parti?

    *Domandò Varyare con un sorriso, felice di averla incontrata. Vera poi chiese se aveva intenzione di entrare nella Stamberga, aggiungendo che c'era stata diverse volte; Luke non rispose subito alla sua domanda e si limitò a lanciarle uno sguardo interrogativo come a chiederle se potevano dirglielo. Sarebbe stata più che contenta se avesse deciso di unirsi a loro, in più avrebbe potuto mostrare loro un ingresso per la vecchia casa abbandonata visto che loro non sapevano se ci fosse un ingresso secondario aperto oppure qualcos'altro.



    Quello che per lei era solo un noioso pomeriggio si stava rivelando in realtà qualcosa di più, stava per realizzare il suo desiderio di entrare nella Stamberga Strillante e come lei ci sarebbero stati Luke e, se fosse venuta con loro, Vera.*

    Sì, stavamo proprio cercando una porta o una finestra da cui entrare. Se ti va di unirti a noi a me farebbe piacere.

    *Disse ricambiando uno sguardo a Luke come a chiedergli se a lui andava bene. Sperava in una risposta affermativa da parte del Grifo e soprattutto dalla Corva.*




    Non ti preoccupare, va benissimo ;)



    @Vera_Grace, @Luke_Deaggle


  • Vera_Grace

    Corvonero Responsabile di Casa

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 1076
        Vera_Grace
    Corvonero Responsabile di Casa
       
       

    *Il primo ad accorgersi del suo arrivo fu un ragazzo che purtroppo non conosceva, dall'aria simpatica e gentile. Le porse la mano che lei strinse allegramente. *

    Luke Deaggle, sono un Grifondoro del primo anno! Tu come ti chiami?

    Ciao Vera! E un piacere vederti, cosa ti porta da queste parti?

    *Si presentò lui, confermando pienamente ciò che il prefetto aveva supposto. Poi la salutò anche Vayare con un sorriso, le due non si vedevano da un po' ma la Grace la trovava davvero un'ottima persona e amica. *

    Io sono Vera Grace, quinto anno a Corvonero! Ero venuta ad Hogsmeade per fare due passi e incontrare qualcuno ma se stavo ancora un po' sotto io sole mi cuocevo così sono venuta qua che c'è un po' d'ombra... voi?



    *Spiegò ai due. Non era molto interessante la motivazione del suo arrivo alla vecchia casa ma in fondo l'importante era cosa sarebbe successo dopo. Aveva come idea che quell'incontro sarebbe decisamente fruttato, oltre ad un modo di rivedere gli amici e fare nuove conoscenze, avrebbe fatto qualcosa di diverso dal solito, in quell'estate che minacciava di diventare monotona e noiosa. Vayare poi le disse che effettivamente il loro scopo era quello pensato prima dalla corva, stavano cercando di entrare nonostante la porta fosse sbarrata. Un luccichio di ammirazione e sfida comparve degli occhi di Vera, erano determinati e decisi, non come altri che al primo ostacolo avrebbero lasciato perdere. Il prefetto della casata blu-bronzo le sorrise entusiasta e la ringraziò contenta di aver trovato qualcuno con cui passare il pomeriggio.*

    Grazie! Comunque per entrare nel giardino dovrebbe esserci un cancelletto da scavalcare da qualche parte, non so dove però...

    *aggiunse con aria pensierosa scavando nella sua mente per cercare qualcosa che le sarebbe potuto tornare utile. Non ci era stata spesso e, le poche volte, aveva avuto la magia, un'ottima alleata in situazioni come quella. I suoi nuovi compagni però erano entrambi intelligenti e svegli, avrebbero sicuramente trovato una soluzione insieme anche senza l'aiuto della bacchetta che purtroppo non potevano usare per via della legge magica sulle restrizioni dell'uso della magia tra i minorenni*

    Poi penso che dentro ci sia un ingresso secondario, forse nascosto dall'edera e dalle piante... quanto è fastidioso non avere la magia, non so voi ma io mi sento limitata! Ci servirebbe qualcosa con cui tagliarle se riuscissimo ad arrivarci, tipo qualcosa di tagliente o appuntito

    *disse, accorgendosi solo dopo di aver praticamente pensato ad alta voce e di aver ragionato verbalmente. Fece un sorriso imbarazzato di scusa verso i due amici e osservò i dintorni. Quanto sarebbe stato utile un coltello ma lei, abituata com'era ad essere una strega non si portava mai quasi niente dietro per situazioni come quelle. Continuò a rimuginare sul problema, pensando a quanto in effetti apparteneva alla sua casata. Non aveva mai creduto che si potesse descrivere una persona e catalogata in base a qualche virtù o difetti, tutti avrebbero avuto caratteristiche anche "tipiche" di altre case ma lei, Vera, si adattava benissimo alla descrizione dei Corvonero, nonostante non fosse né riservata, né particolarmente eccentrica. Le aveva sempre dato fastidio quando maghi e streghe avevano pregiudizi infondati in base alla casata, definendo strambi i corvi quando magari avevano interessi e passioni diverse dagli altri, impulsivi e testardi i Grifondoro se non esitavano a buttarsi nelle situazioni per difendere qualcuno o qualcosa, sleali i Serpeverde quando erano solo determinati a raggiungere i loro obiettivi e deboli i Tassorosso solo perché erano gentili e pacifici. Aspettò le risposte dei due amici che probabilmente avevano idee migliori di lei, al momento a corto a parte ciò che aveva detto.*



    Voi siete fantastici, avete un tempo di risposta brevissimo xD scusate se io sono un po' più lenta, prometto che tenterò di sbrigarmi Smile
    Ho provato a far andare un po' avanti dicendo qualcosa un po' a caso, se non ha senso sentitevi più che liberi di contraddirmi e cambiare lo svolgimento Razz

    @Luke_Deaggle, @Vayare_King




    Ultima modifica di Vera_Grace 3 settimane fa, modificato 1 volta in totale


  • Luke_Deaggle

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 185
        Luke_Deaggle
    Grifondoro
       
       

    *Dopo che la nuova arrivata si presentò a Luke e chiese cosa ci facessero lì fu Varyare a spiegare che i due avevano intenzione di entrare alla stamberga strillante per "esplorarla". La ragazza, che si presentò come una corvonero, disse che forse c'era un ingresso nascosto...

    "Bene, se c'è dobbiamo trovarlo...! Assolutamente!"

    *pensò Luke mentre si guardava intorno per studiare la situazione.
    Ora erano in tre a tentare questa impresa ed era abbastanza speranzoso che ce l'avrebbero fatta, lui era molto giovane e inesperto ma le due ragazze erano entrambe più grandi di lui e la nuova arrivata apparteneva alla casa dei corvonero, che in generale erano noti per avere idee brillanti e fuori da comune, della tenacia nel raggiungere gli obiettivi suoi e dell'amica serpeverde invece non aveva dubbi. Dalle parole di Vera, Luke capì però la differenza abbastanza profonda che intercorreva tra lui e le ragazze, per loro era all'ordine del giorno l'uso della magia, e soffrivano molto durante l'estate non poterla usare, per lui invece, allievo che tra circa un mese avrebbe iniziato il suo primo anno alla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts, la cosa era ancora abbastanza normale, nemmeno prima dell'estate poteva usarla e molte volte doveva fare molti sforzi per nascondere certe cose ai suoi amici babbani...
    A un certo punto mentre la ragazza diceva che serviva qualcosa si inoltrò sotto un fitto intrico di sterpaglie*

    Hai detto che c'è un'entrata segreta nascosta, da cui potremmo entrare giusto..? Ma tu ci sei mai stata qui? Io e Vera è la prima volta che veniamo...

    *chiese a Vera mentre spariva per osservare più da vicino cosa fosse a luccicare tra le piante.
    In meno di un minuto Luke riemerse sorridente quanto non mai, stringendo tra le mani quello che per lui era un vero e proprio trofeo.*




    Ehi guardate cos'ho trovato! Questo può esserci utile per tagliare l'edera troppo fitta, certo se le piante sono magiche non farà molto ma potrà esserci abbastanza di aiuto credo...


    *disse esibendo il coccio di bottiglia appena trovato.*


    Io provo ad aprire un varco di qua, vediamo dove ci può portare, seguitemi!


    *disse Luke mentre brandendo la bottiglia rotta cominciava ad aprirsi uno spazio tra l'erba alta e avanzava in direzione della stamberga.*



    @Vera_Grace, @Varyare_King, @Luke_Deaggle,




    Ultima modifica di Luke_Deaggle 3 settimane fa, modificato 1 volta in totale


  • Varyare_King

    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 4
    Galeoni: 80
        Varyare_King
    Serpeverde Membro del Consiglio di Hogsmeade Barista 3MDS
       
       

    *Se pensava che quello sarebbe stato un normale pomeriggio, noioso e uguale alla maggior parte dei precedenti, si sbagliava. Fortunatamente aveva incontrato Luke e Vera, due suoi amici delle rispettive casate Grifondoro e Corvonero, e si trovavano in un posto alquanto inadatto per un incontro, purché casuale. Avrebbero passato del tempo nella Stamberga Strillante, una vecchia casa abbandonata e addirittura la più infestata della Gran Bretagna secondo le voci che circolavano in giro. Varyare non dava mai troppo peso alle dicerie che si sentivano per strada o per i corridoi che la maggior parte delle volte erano infondate oppure dove la verità era stata sepolta sotto una marea di invenzioni create per rendere più interessante la storia.
    Dopo che sia Luke che Vera ebbero fatto le proprie presentazioni l'un l'altra, la ragazza spiegò ai due che ora si trovava nei pressi di quell'edificio decadente per il semplice fatto che cercava un po' d'ombra e riparo dal Sole cocente che splendeva quel giorno. Probabilmente come lei aveva pensato di non fare nulla di interessante quel pomeriggio eppure si erano ritrovate entrambe insieme al Grifo davanti a quella che poteva diventare una fantastica avventura.
    Poi la Corva chiese come mai invece loro si trovavano in quel posto così insolito a quelle ore calde della giornata, e la Serpina rispose:*

    Nulla di particolare veramente.. mia madre era venuta ad Hogsmade perchè oggi non lavorava, così sono venuta anch'io.

    *Dopo aver girato senza meta per tutto il villaggio, percorrendo tutte le vie e guardando le vetrine di ogni negozio a cui passava davanti, le era venuta la strana idea di fare visita alla Stamberga Strillante che da sempre desiderava vedere, e quindi ora eccola lì, fuori dalla vecchia casa abbandonata con due suoi amici che cercavano un modo per entrarvi.
    Quando chiesero a Vera se conosceva un modo per entrare nella Stamberga, lei rispose che lì da qualche parte ci sarebbe dovuto essere un cancelletto per entrare nel giardino però non era sicura della posizione esatta. Varyare pensò che se avessero fatto il giro completo della Stamberga probabilmente l'avrebbero trovato anche se fosse stato nascosto dalle piante, ma non sapeva quanto tempo ci avrebbero impiegato visto che non conosceva la grandezza dell'edificio.
    Luke andò dove gli alberi si facevano più folti alla ricerca del cancellino che aveva nominato C'era, e quando tornò sembrava molto soddisfatto di quello che aveva trovato. Teneva in mano un coccio di bottiglia di vetro e disse che secondo lui poteva tornare utile per tagliare l'edera che poteva sbarrargli la strada.*

    Ottimo! Che dite iniziamo a cercare?

    *Disse ai due riferendosi al cancello che portava nel giardino. Era molto emozionata di poter visitare finalmente la.misteriosa Stamberga Strillante ed era felice di poterlo fare in compagnia dei suoi amici.*



    Non ti preoccupare Vera, non e importante se ci metti tanto, quando hai tempo e.soprattutto voglia scrivi, non c'è fretta Smile

    @Luke_Deaggle, @Vera_Grace,