• Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Freya_Hansen


  • Freya_Hansen

    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
    AUROR

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 9
    Galeoni: 2378
        Freya_Hansen
    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    "Spero di rivederti ancora, addio Jane..."

    *Scosse la testa sbattendo i pugni sulla scrivania lucida del suo ufficio mentre accartocciava e buttava via l'ennesima pergamena. Ciò che stava facendo le era sembrata una soluzione piuttosto facile, meglio che parlare faccia a faccia. Quella mattina aveva finalmente ricevuto notizie sul suo caro nonno Mangiamorte. L'Ordine infatti l'aveva informata che il nonno era stato avvistato poco lontano dalla città in cui era nata. La mente di Freya aveva subito tratto la conclusione che doveva partire, lasciare la sua casa, il suo lavoro da Sindaco e soprattutto le persone a lei care per raggiungere quel mostro e chiudere la faccenda a qualsiasi costo. Anche se aveva promesso a Jane di non affrontare il Mangiamorte da sola, sapeva bene che non c'era altra soluzione. Dal giorno in cui aveva scoperto la verità sul suo passato e aveva quasi perso la vita affrontando il nonno, Freya non aveva mai smesso di cercarlo, di captare informazioni sul suo conto di scoprire qualsiasi cosa riguardasse il vecchio. Era stata molto brava a nascondere il suo stato d'animo alle persone a lei care, era sicura infatti che nessuna di loro si fosse accorta delle sue vere intenzioni. Aveva sorriso, festeggiato, partecipato ad eventi e parlato con Jane nel suo ufficio. Proprio quella sera infatti aveva avuto l'ennesima prova che la giovane amica era molto restia a lasciarsi andare. Ricordava bene come, dopo il suo gesto di alzare la sua maglietta per vedere il livido, l'insegnante l'abbassò rapidamente per poi andar via con la scusa di sentirsi poco bene. Freya era rimasta inerme al suo posto, senza riuscire a muovere un muscolo ne a dire qualcosa. Per l'ennesima volta aveva avuto la sensazione di aver sbagliato tutto, di essersi comportata impulsivamente e cosa ancor più grave Jane l'aveva respinta di nuovo. Ricordava infine di aver sorriso amaramente dandosi quasi della stupida per voler continuare a rincorrere una storia impossibile. Infondo più volte aveva avuto prova che evidentemente ciò che lei provava per l'ex Grifondoro non era del tutto ricambiata ma la cosa più stupida e umiliante era che ancora si ostinava a fare passi verso di lei. Aveva capito che le serviva spazio e quale occasione migliore di quella per darglielo? Freya le avrebbe scritto una lettera per spiegarle cosa stava andando a fare e per dirle che finalmente le lasciava lo spazio per riflettere e giungere a delle conclusioni. Almeno se si fossero riviste, avrebbe saputo come comportarsi. Doveva ammettere che in questo riponeva poche speranze...nonostante si fosse allenata e avesse migliorato i suoi incantesimi, sapeva che molto probabilmente non sarebbe stata all'altezza del Mangiamorte. Sarebbe morta nel tentativo di vendicare quel padre che l'aveva messa al mondo e che non aveva avuto la possibilità di conoscere per la sola colpa di essere un babbano! Al momento era solo questo il suo pensiero, non le importava delle conseguenze del suo gesto avventato. Non aveva nulla da perdere. Prese l'ennesima pergamena e iniziò a scrivere:*

    "Ciao Casterwill,
    Ti starai chiedendo perché sto scrivendo una lettera, proprio io che odio scrivere! Questa volta però si è reso necessario, mi è sembrata la soluzione più "indolore" per spiegare ciò che sto per fare. Ti ho parlato della mia storia, la mia vera storia...il mio vero nome, le mie vere origini, il mio vero padre e il Mangiamorte che mi ha mandata quasi all'altro mondo. Ed è proprio lui il motivo per cui ti scrivo e per cui sto per lasciati. Ho saputo da fonti certe che di recente è stato avvistato il mio caro nonno in un posto che non ti rivelerò per evitare che tu stupidamente mi segua! Ecco proprio in questo momento sto preparando un borsone con qualche vestito per il viaggio. Di persona non sarei riuscita a dirti addio, non me l'avresti nemmeno permesso...cosi è più facile per tutte e due. Jane da quando ti ho conosciuta la mia vita è cambiata, me l'hai stavolta giorno dopo giorno, anno dopo anno. Eri per me una semplice amica di squadra nel Quidditch, una compagna di stanza, la mia Responsabile di casata. Mi sei stata vicino in momenti no della mia vita, mi hai aiutata, anche inconsapevolmente, a lasciarmi alle spalle la relazione con Marina...hai saputo ricucire il mio cuore a pezzi e curare le sue ferite regalandomene uno quasi nuovo che hai provveduto a riempire. Ormai penso non sia più un mistero il fatto che da un po' di tempo a questa parte io provi dei sentimenti per te, sentimenti che vanno molto oltre all'amicizia. E' stata dura ammetterlo a me stessa credimi...ho provato a sopprimerli, a nasconderli, a negarli ma niente. Ogni volta che ti ho vicina, ogni volta che percepisco il tuo odore o che sento la tua voce in lontananza, questi esplodono come una bomba e mi fanno perdere lucidità e controllo di me stessa. Quando sono con te non mi controllo, non distinguo più ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, ciò che va fatto e ciò che bisognerebbe evitare. Ed è per mai impulsività che molte volte ti ho fatta allontanare da me. Ricordo l'episodio nella tua cucina...il mio gesto ti ha portata a mettere delle distanze tra noi e, ti dirò la verità, ne ho sofferto. Ma non tanto per aver capito che ciò che provavo non era del tutto corrisposto ma la mia paura più grande era perderti anche come amica. Sappi Jane che qualsiasi cosa vorrai da me io l'accetterò. Se vuoi essere solo una mia amica va bene, purché non scompaia dalla mia vita per sempre. Buffo da parte mia dirti questa cosa visto che con molta probabilità sarò io quella a sparire dalla tua vita ma spero tu capisca che è una cosa importante per me, una cosa che va fatta e soprattutto DA SOLA! Non posso permettere che tu mi segua ne che metta a rischio la tua vita per me. Quindi Jane ti saluterò cosi, nella speranza di vederti ancora e di poterti stringere ancora tra le mie braccia. Non è facile per me camminare ora verso il tuo locale e lasciare questa lettera davanti alla porta senza poter vedere il tuo viso, il tuo corpo, le tue labbra e i tuoi splendidi occhi un'ultima volta. Grazie per ciò che mi hai dato Jane, sono una persona diversa e migliore grazie a te. Ti voglio bene e non solo. Prenditi cura di te, addio Jane.
    Tua sempre Freya.




    *Una lacrima le rigò il viso, mentre arrotolava la lettera. Era più difficile di quanto pensasse ma infondo lo faceva anche per Jane, meglio farla arrabbiare per un suo gesto avventato ne doverla guardare morire per colpa sua. Asciugò con il dorso della mano le sue lacrime e, ricomponendosi, si avviò vero il Casterwill's Kitchen sperando che tutto andasse secondo i piani. Dopo poco tempo arrivò li, la porta era chiusa e non sembrava ci fosse nessuno. Lasciò la lettera davanti alla porta e, passando una mano a mo di carezza sullo stipite della porta, si voltò quasi correndo in direzione del suo ufficio. Aveva delle ultime cose da preparare e la sua partenza era terribilmente vicina. Tornata in quella che era ormai la sua casa, Freya fini di infilare qualche abito nella borsa, non ne avrebbe avuto bisogno ma non si poteva mai sapere. Prese la sua bacchetta e la ripose nella parte posteriore dei suoi jeans chiari. Prese infine il suo bagaglio e si guardò intorno. Anche quel posto riportava alla sua mente molti ricordi felici, imbarazzanti, tristi...era diventata la sua casa, il suo rifugio, il suo posto sicuro. Fu proprio in quel momento che notò una foto sulla scrivania: ritraeva lei e Jane, sorridenti e felici. Freya sorrise tristemente prima di sussurrare:*

    Tu vieni con me.

    *Sfilò la foto dalla cornice e la infilò nella tasca dei jeans, almeno avrebbe avuto un ricordo tangibile della Casterwill ed era sicura che le avrebbe portato fortuna e dato conforto in momenti difficili.*

    @Jane_Casterwill,


  • Jane_Casterwill

    Grifondoro Insegnante Responsabile di Casa Certificato

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 8
    Galeoni: 2383
       
       

    *post in stesura*