• Marcus_Largh

    Tassorosso Insegnante Responsabile di Casa
    AUROR

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 9
    Galeoni: 306
        Marcus_Largh
    Tassorosso Insegnante Responsabile di Casa
       
       


    Hogwarts, da quel primo settembre, era tornata ad essere piena di vita. Nei mesi estivi il professor Largh aveva frequentato quel castello assieme ai suoi colleghi docenti, per mettere appunto i loro programmi didattici.
    Vedere quell'immenso castello completamente vuoto dalle centinaia di studenti era assai strano, ma da qualche giorno Hogwarts era tornata popolosa come sempre. Vecchi studenti se ne erano andati, ma nuovi adolescenti erano stati smistati nelle quattro case di quella scuola di magia e stregoneria: Grifondoro, Tassorosso, Corvonero e Serpeverde.
    Anche Marcus, anni e anni prima, era stato studente di quella scuola ed, in particolare, era stato smistato a Tassorossso.
    Da mago Nato-Babbano tutto gli era risultato nuovo e strano, ma grazie al tempo e alle amicizie aveva capito quanto fosse fantastica la magia.
    La sua adolescenza era passata tranquilla, e solo al suo settimo anno aveva capito cosa volesse fare davvero del suo futuro: il Magizoologo.
    E Magizoologo Marcus era diventato, aveva visto posti davvero particolari (dove il ministero lo mandava a studiare le creature magiche), luoghi che normalmente non si sarebbe mai immaginato.
    Quel suo lavoro nel corso degli anni si era intrecciato con quello di docente di Cura delle Creature Magiche nella stessa scuola che l'aveva visto studente. Insegnare alle giovani mente era qualcosa che davvero lo faceva sentire ancor di più utile alla piccola comunità magica della quale faceva parte.

    “Buongiorno a tutti.”

    Disse il professore alla scolaresca che si era presentata alla sua lezione di quel giorno. Dallo scoccare delle dieci del mattino, rintoccate dal grande orologio della torre, decine di studenti avevano iniziato ad affollare la sua aula.
    L'aula di Cura delle Creature era diverse dalle altre, si trovava infatti all'aria aperta.

    “Come sapete le creature che studiamo ad ogni lezione sono di una determinata pericolosità. Preferisco analizzare con voi prima le creature più “semplici” e man mano giungere a quelle più pericolose e difficile da domare.”

    Affermò il professore.
    Era da quando era diventato professore ad Hogwarts che, tranne in rare occasioni, aveva sempre parlato di creature semplici da affrontare.

    “Quest'oggi parleremo non di una creatura, ma bensì di due creature diverse però tra loro.”

    I sorrisi sui volti degli studenti erano tanti, era bello vedere quanto l'uomo era riuscito a contagiare gli alunni con la sua passione.
    Vicino al professore non c'erano creature particolari, ma semplicemente una cesta piena di quelle che potevano sembrare delle semplici lampadine, le stesse che usavano i Babbani per avere luce corrente.
    Molti studenti rimasero interdetti, mentre altri si misero alla ricerca di creature in particolare che potevano essere oggetto della lezione di quel giorno di inizio settembre.

    ”Cosa sono quelle professore?

    Domandò uno studente con la divisa dei colori di Grifondoro, sicuramente si trattava di un giovane mago appartenente a qualche famiglia Purosangue che, del mondo Babbano, sapevano poco e niente.

    “Queste sono delle lampadine, molto usate dai Babbani.
    Tranquilli non ho deciso di cambiare materia e passare ad insegnarvi Babbanologia, vorrei solo che guardaste cosa c'è all'interno di questo oggetto.”


    Il professore consegnò ai vari studenti una lampadina a testa.
    Alcune di quelle emettevano una debole luce. Una voce sovrastò le altre.

    ”All'interno c'è qualcosa! L'ho visto muoversi..."

    Alcuni studenti risero, come poteva esserci qualcosa dentro a quegli oggetti così piccoli e fragili? Ma allo stesso tempo il professore sorrise dolcemente al piccolo Tassorosso che si era così emozionato per qualcosa che aveva forse visto.

    ”Ha ragione!"

    ”Certo che ha ragione, all'interno delle lampadine ci sono dei Glow Bug.”

    Alle parole dell'uomo dai capelli color del bronzo molti degli studenti presenti iniziarono ad osservare da vicino quegli oggetti. Il professore aveva ragione All'interno delle varie lampadine c'erano delle piccole creature magiche, simili a vermicelli, luminescenti.


    Citazione:
    Denominazione: Glow Bug
    Catalogazione Ministeriale Creature: Animali
    Classificazione Ministeriale Creature: X

    I Glow Bug erano creaturine tanto importanti, per poter illuminare durante una serata, quanto però inutili. Qualche giorno prima ne aveva portato a casa un paio, da far conoscere a sua figlia Emma che si divideva tra la casa del padre e quella della madre. La piccola streghetta che aveva ereditato il suo stesso particolare color di capelli era rimasta incuriosita da quel vermicello luminoso, ma lei era una semplice bambina di neanche tre anni.

    ”Purtroppo oltre ad essere luminescenti queste creaturine non fanno nient'altro.. Per questo passiamo alla seconda creature di quest'oggi.”

    Affermò il professore che però, in quel caso, consegnò numerose illustrazioni agli studenti attenti alla sua lezione e alle sue spiegazioni.


    Citazione:
    Denominazione: Ramora
    Catalogazione Ministeriale Creature: Animali
    Classificazione Ministeriale Creature: XX

    Il docente invitò una studentessa appartenente alla casa di Serpeverde a leggere le prime righe della descrizione della Ramora sul libro di testo che, sicuramente, tutti avevano comprato a Diagon Alley al Ghirigoro.
    La Ramora era un grosso pesce argenteo ed era originario dell'Oceano Indiano, iniziò a leggere la ragazza per poi tornare in silenzio e lasciare la parola al professore che l'aveva osservata per tutto il tempo della lettura.

    "Questa creatura ha il forte potere magico di poter ancorare le navi sul posto.
    Proprio per questa sua particolarità viene considerata come una creatura assai potente, oltre ad essere considerata un guardiano sia dei marittimi sia dei relitti."


    Inoltre spiegò che proprio la Confederazione Internazionale dei Maghi aveva applicato leggi anti-bracconaggio per proteggere questa creatura dalla caccia illegale da parte di maghi e streghe.
    L'uomo stava per continuare la propria spiegazione quando una mano si alzò.

    ”Mi scusi prof.. è possibile che nel mondo Babbano esista qualcosa di simile?”

    ”Certamente, tu stai parlando della Remora.
    Esiste una famiglia di pesci, l'Echeneidae, che contiene diverse specie note collettivamente come “remoras”. Questi pesci hanno la caratteristica distintiva di possedere una pinna dorsale diversa da tutte le altre, possiede infatti una forma a ventosa che l'aiuta ad attaccarsi ad altri animali acquatici più grandi come squali, balene e anche a navi marittime.”


    Spiegò il docente ex Tassorosso.
    Raccontò inoltre che esisteva un'antica superstizione Babbana che sosteneva che tale animale, una volta attaccato ad una nave avesse la capacità di rallentare o arrestare il percorso della nave in questione.
    Quella era la parte più simile che i Babbani conoscevano della Ramora, quella conosciuta nel mondo magico.

    ”Ho letto numerosi libri quest'estate e, in uno c'era raccontata che secondo la mitologia greca i Remora furono accusati della morte di Marco Antonio e indirettamente per quella di Caligola.”

    ”Esatto, questo è quello che viene raccontato ai Babbani dai Babbani.
    Ma ricordate di fare la distinzione tra REmora e RAmora, quella conosciuta solo nel mondo magico è, appunto, quest'ultima.”


    Quello era tutto per quel giorno.
    Come prima lezione dal ritorno dalle vacanze estive era stata una lezione semplice, senza nulla di troppo pretenzioso da parte del professore.
    Alcuni studenti si avvicinarono a lui per riconsegnargli la lampadina con all'interno il Glow Bug, ma lui li fermò subito. Quelle erano loro, erano diventate di loro proprietà e l'uomo era solo felice di poter osservare le espressioni stupefatte sui volti degli studenti. Ovviamente consegnò la tradizionale pergamena con all'interno i compiti da svolgere per la volta dopo.

    Citazione:

    MODULO A (max 15 punti)
    Svolgi il seguente QUIZ

    MODULO B: svolgi, a tua scelta, solo una delle seguenti consegne (max 15 punti)

    B1. Descrivi in modo approfondito la REmora, dal suo aspetto, alla varie credenze babbane e soprattutto le differenze con la RAmora.
    B2. Fingi di essere un noto giornalista della Gazzetta del Profeta e inventa una storia a tua scelta da raccontare ai lettori del giornale con soggetto i Glow Bug. Più “l'articolo” sarà curioso più punti guadagnerete!



    Gli elaborati dovranno essere consegnati entro e non oltre le 23.59 del 26 Settembre 2020 nell'apposito MODULO o, in mancanza di esso, via MP
    In caso di dubbi, difficoltà o qualsiasi tipo di richiesta, non esitate a raggiungermi nel mio Ufficio.

    Quanto tutti se ne furono andati Marcus si guardò attorno.
    Era ormai giunta l'ora del pranzo e non vedeva l'ora di gustare qualche deliziosa pietanza proveniente dalle Cucine del grande castello alle sue spalle.



    Ultima modifica di Marcus_Largh 4 settimane fa, modificato 1 volta in totale