• Phoebe_Hamilton

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 8
    Galeoni: 4535
       
       

    [CAMPO DA QUIDDITCH 18.00 - 20.00]

    *Il sole era già tramontato e il forte vento gelido che aveva soffiato tutto il giorno, sembra ancora più pungente. Il Campo da Quidditch era illuminato magicamente, quindi, la visibilità era buona, ma il freddo era davvero intenso e, di certo, nelle successive due ore sarebbe peggiorato.*

    "Fantastico, oggi non ne va dritta una... almeno il vento poteva calare!"

    *Pensò stizzita Phoebe atterrando leggiadramente sull'erba. Era trafelata in ritardo, perché all'ultimo momento Gabriel, la sia stimata collega nonché cara amica, aveva avuto un malore e le aveva inviato un gufo per avvertirla che non sarebbe stata presente all'apertura degli allenamenti di Quidditcha m, se la nausea fosse passata, l'avrebbe raggiunta più tardi. Così la Prefetta si era precipitata al campo, sfrecciando a tutta velocità sul suo manico di scopa.

    Bene ragazzi, scusate il ritardo ma c'è stato un piccolo contrattempo… oggi sarò io ad assistere alle selezioni per la squadra di Quidditch.

    *Esordì Phoebe, sotto gli occhi stupiti degli studenti.*

    Non devo certo spiegarvi come si gioca a Quidditch, ogni mago degno di questo nome lo sa! Tuttavia, fra giocare in modo mediocre ed essere scelti per il team di Serpeverde ne passa parecchio… quindi cercate di impegnarvi e di dimostrare che le mie lezioni non sono state inutili!

    *Precisò lei, ricordando agli studenti che su una scopa volante era la strega più abile del Castello e che da loro si aspettava l'eccellenza.*

    Vi voglio vedere pronti, combattivi, determinati e molto ambiziosi!

    *Continuò la Prefetta, con voce forte e chiara. Il suo tono imperioso e la determinazione che si scorgeva nei suoi occhi non tranquillizzarono gli studenti.*

    Chi vuole candidarsi come portiere, vada agli anelli. I cacciatori cercheranno di segnare contro i portieri, mentre i battitori tenteranno di disarcionare i cercatori. I cercatori, faranno del loro meglio per nopn essere colpiti e, soprattutto, si impegneranno per acchiappare il boccino... Io sarò in volo con voi ma non interverrò più di tanto: siete VOI a dovermi dimostrare che sapete fare!

    *Concluse la giovane, guardando ad uno ad uno gli studenti davanti, poi, senza aspettare risposta, soffiò nell'appeso fischietto e spiccò il volo. Anche gli studenti inforcarono i manici di scopa ed assunsero i diversi ruoli, così le selezioni ebbero finalmente inizio.*

    Kathleen_Abigayle, Michela_Jonson, Desi_Skywalker, Elena_Swim, Sarah_Carlyle, Clair_Delacour, Marnie_Snape, Lucas_Zabini, Andrew_Lestrange,



    OT.
    Ragazzi, se avete domande da fare, scrivete in dormitorio, qui si scrive solo ed esclusivamente secondo le regole del GDR. Ricordo inoltre che potete postare dalle 12.30 alle 23.00 e che l'obiettivo primario è socializzare, divertirsi e guadagnare qualche punto extra!


  • Kain_Fury

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 3
    Galeoni: 378
        Kain_Fury
    Serpeverde
       
       

    *L'allenamento della squadra di Quidditch di Serpeverde era quasi iniziato e lui, appena vestito con l'uniforme della squadra, era pronto ad iniziarlo.*

    Questi sono veri manici di scopa...

    *Kain li esaminò uno per uno. Erano tutti vecchi e logori quelli in quello sgabuzzino. Magari avesse avuto la possibilità di avere una Nimbus o una Firebolt come quelle dei suoi compagni, a lui toccava la Stellafreccia della Scuola. Era tutta colpa delle sue origini babbane: se avesse avuto genitori maghi quelli gli avrebbero comprato un Manico di Scopa coi fiocchi!
    Si allontanò dopo aver preso una Stellafreccia e si posizionò con gli altri suoi compagni ad ascoltare la propria Responsabile.*

    Fortuna che ho letto "il Quidditch attraverso i Secoli".

    *Si disse il bambino mentre ascoltava la donna che dava per scontato che fra loro vi fossero solo figli di maghi. Aveva già in mente quale ruolo in quello sport facesse per lui: ovvero quello del Cercatore. Quello non aveva contatti con gli altri giocatori se non il proprio avversario: era il ruolo più adatto a lui, un essere asociale.
    Concluso quel discorso posò il suo manico di scopa per terra.*

    Su!

    *La scopa a quel richiamo schizzò nella sua mano. Egli la cavalcò e poi si diede una leggera spinta dei piedi per staccarsi da terra. Quella partita era appena iniziata e lui con lo sguardo tentava d'individuare il luccichio sospetto del Boccino d'Oro, l'ultima palla di quel gioco inventata da Bowman Wright per sostituire il quasi estinto Golden Snidget.*

  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 254436
       
       

    *Charlotte vide arrivare la prefetta di serpeverde Lady_Snape che non conosceva molto bene, ma che aveva visto in giro per i dormitori*

    Bene ragazzi, scusate il ritardo ma c'è stato un piccolo contrattempo… oggi sarò io ad assistere alle selezioni per la squadra di Quidditch

    *affermò la ragazza, poi affermò che per chi voleva presentarsi come portire doveva andare verso gli anelli ecc ecc*

    Molto bene...

    *pensò Charlotte, indossava la divisa invernale della squadra verde e argento, ma se fosse stato per lei, si sarebbe presentata con pantloncini e canotta.. ma quelle erano le regole.
    Siccome Charlotte era del quarto anno le era possibile portare a scuola la sua scopa volante, una Firebot*

    Su!

    *affermò la serpina e la scoppa "saltò" su subito al suo comando.
    nello stesso momento pronunciò quelle parole anche un ragazzino che non aveva mai visto tra i serpeverde, ma che aveva incontrato nella sala grande prima dello smistamento: si chiamava Kain_Fury*

    Salve Kain.. Spero che sei contento di essere qui tra noi.. Mr Green

    *affermò al nuovo serpeverde*

    Quale ruolo pensi che si fatto per te??
    mmmh.. secondo me, preferisci il cercatore! giusto?

    *chiese la ragazza mentre si librava a circa un metro da terra, per conversare con il giovane ragazzo*

    Io preferisco di grand lunga mazze e bolidi..


  • Kain_Fury

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 3
    Galeoni: 378
        Kain_Fury
    Serpeverde
       
       

    *Kain guardò la ragazza che le si era avvicinata. Era una certa Mills Qualcosa. Non capiva perché gli parlasse, perché s'interessasse a lui o perché esistesse, ma lo stava facendo, purtroppo.*

    Chiamami Fury, prego.

    *Disse freddo e distaccato. La sua mente era rivolta al Boccino d'Oro. Non avrebbe permesso a quella ragazza d'intralciarlo nella sua ricerca. Aveva una Firebolt, un'ottima scopa da corsa, che ridicolizzava totalmente la Stellafreccia della scuola.*

    Per me una casa vale l'altra.

    *Ai suoi occhi erano tutti sfigati. Anche in quel mondo era solo. Tutti erano un problema. Limitarlo ai babbani era stato troppo generoso da parte sua. Eppure non gli importava niente, l'unica cosa che in quel momento contava era afferrare il Boccino d'Oro per la sua squadra... per sé stesso è più onesto.*

    Già.

    *Rispose in modo piatto. Si voltò di nuovo alla ricerca del Boccino, ma quella si rivelò: era una battitrice, quindi sua naturale nemica. Era inoltre al quarto anno, quindi aveva più esperienza di lui ed infine possedeva una Firebolt.
    Il ragazzo si voltò per deglutire. Lo innervosiva quella situazione, ma non voleva mostrarsi debole.
    Il suo sguardo fu colpito da un luccichio proveniente dall'ala est del Campo: il sole che stava tramontando ad Ovest rifletteva sul metallo del Boccino.
    Kain reagì allora prontamente: si piegò e sfrecciò dritto contro il Boccino d'Oro.*

  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 254436
       
       

    Chiamami Fury, prego.


    *Le disse il ragazzo*

    Certo.. Fury sia

    *Affermò Charlotte.
    Il nuovo serpeverdeKain_Fury aveva un atteggiamento freddo e distaccato, ma aveva notato che era normale per il ragazzo, e questo suo atteggiamento non dava fastidio a Charlotte, anzi lo trovava quasi intrigante, per un certo senso*

    Cercatori... sempre i soliti "spacconi"

    *Pensò charlotte quandò notò che il ragazzo aveva avvistato il boccino e lo vide sfrecciare via.
    Il suo compito era quello di colpire o di disarcinare i cercatori della squadra avversaria durante le partite, ma durante gli allenamenti poteva colpire il cercatore della sua squadra: in quel caso Kain_Fury*

    Dove pensi di scappare è!?! Fury!?

    *affermò con tono tra il divertito e il malvagio, ma non voleva fargli davvero male, era della sua stessa casata dopotutto.
    Charlotte si lanciò all' inseguimento del giovane ragazzo dai capelli marroni, lo raggiuse più facilmente di quanto pensasse*

    Sono lente le stellefreccia vero?? aah mi ricordo il mio primo volo su quei catorci!

    *affermò la serpina tenendo in mano la mazza che da li a pochi secondi avrebbe colpito un bolide, indirizzandolo verso il giovanotto*

  • Kain_Fury

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 3
    Galeoni: 378
        Kain_Fury
    Serpeverde
       
       

    *Sentì dietro di lui la ragazza che voleva giocare alla "preda e al cacciatore", un gioco sadico che non apprezzava affatto, anche perché lui non temeva nessuno, benché meno quella squilibrata.*

    Non scappo da nessuna parte.

    *Si disse mentre tentava di far accelerare il più possibile quella stupida scopa, che sembrava soffrire per la velocità eccessiva a cui non era abituata ad andare durante le lezioni di volo.
    Se quella l'avesse colpito sarebbe stata solo colpa della sua Scopa, non dell'abilità.
    Virò seguendo la traiettoria del Boccino d'Oro, ormai fra lui e quella minuscola pallina correvano dieci metri. Doveva tentare di anticiparlo, di prevedere ogni sua mossa, di sfruttare al cento per cento il suo manico di scopa e ancor più di non farsi beccare dai bolidi scagliati da quella ragazza.
    I capelli erano scompigliati dal vento, le mani si reggevano ben salde al legno e il suo corpo tentava di assumere una posizione più aerodinamica possibile, l'adrenalina saliva a mille... il calcio che aveva praticato fino a quei suoi undici anni era nulla in confronto!*

    Ecco che attacca.

    *Un sibilo. Il ragazzo elevò aumentò di altitudine. Doveva sfuggire a quella palla di ferro incantata e scagliata contro di lui dalla pazza.
    La Stellafreccia si alzò di qualche metro, ma il bolide la colpì lo stesso sull'estremità dei suoi rami, provocandone un leggero sbandamento nonché diminuzione di velocità.*

  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 254436
       
       

    Maledizione

    *Borbottò Charlotte notando che il bolide aveva colpito solo l' estremità della scopa di Kain_Fury.
    Allora decise per uno scontro corpo a corpo, più precisamente scopa a scopa.
    Si avvicinò così tanto al piccolo serpino da farlo sbandare con la sua piccola e lenta scopa*

    Vediamo adesso come te la cavi piccolo serpeverde

    *affermò la serpina, con lo stesso carattere che aveva avuto il serpeverde con lei e con gli altri studenti,vedendo in lontanaza, a pochi metri da loro, il bolide lanciato prima, decise di rilanciarglielo, e questa volta prese bene la mira..
    ora si che stava uscendo la vera Charlotte.
    Quella era la Charlotte temeraria e coraggiosa*

  • Kathleen_Abigayle

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 2
    Galeoni: 247
       
       

    *Era arrivata di corsa al campo, le avevano detto che per i serpeverde si sarebbe tenuto una lezione di volo. La prima cosa che le era venuta in mente era stato "mi fanno spuntare delle ali".
    Certo, era mezzosangue, da quello che aveva capito, ma era vissuta finora solo assieme a babbani, di magia non ne sapeva nulla di nulla.
    Per questo rimase sorpresa nel vedere il prefetto della loro casa atterrare saltando giù da un manico di scopa.*

    E io che credevo che quelle fossero solo leggende...

    *Le sembrava troppo scontato, una strega che vola su una scopa volante, roba da favole babbane, e invece era proprio così.*

    Quidditch? Allora non sarò degna...eppure di sport me ne intendo, ma questo non l'ho mai sentito...

    *Si guardò un attimo intorno, un ragazzo e una ragazza erano saliti in salla alla scopa e già volavano alti. Prese una scopa dal mucchio e se la posò accanto, imitando il gesto dei due ragazzi.*

    Su.

    *La scopa le salì alla mano non con poca sorpresa, e dopo averla afferrata vi salì a cavalcioni dandosi poi una leggera spinta con le gambe salendo di qualche metro.*

    Oddio...volo! Ce l'ho fatta!

    *Dopo qualche secondo necessario a bilanciarsi si diresse verso il luogo che la prefetto aveva prima indicato per i cacciatori. Non sapeva in realtà chi o cosa fossero, se non, come detto dalla ragazza, segnavano contro i portieri.*

    Negli sport babbani giocavo sempre in attacco...chissà se me la cavo anche in questi...

  • Kain_Fury

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 3
    Galeoni: 378
        Kain_Fury
    Serpeverde
       
       

    *Lo stava raggiungendo. Mills lo stava raggiungendo e questo non era affatto un buon segno... tutt'altro: significava, infatti, che la velocità era ancor più diminuita. Guardò il Boccino. La distanza fra lui e quell'oggetto così vitale per la partita si fecero ancor più grandi.*

    Cosa?!

    *Si sentì arrivare una spallata dalla compagna di casa. Non gli piaceva affatto che gli fosse così vicino. Sfruttò quell'offensiva per allontanarsi dalla stessa. Non poteva più permetterle di raggiungerlo. Lui era Kain Fury, non un buono a nulla.
    Diminuì la quota di altitudine, quasi fin a toccare con la punta degli stivali la sabbia che ricopriva il campo di gioco.
    Intanto, un altro attacco gli venne sferrato con il bolide. Kain reagì di conseguenza: puntò il piede a terra e aumentò contemporaneamente di velocità.
    Una nube di polvere e sabbia si diramò dietro di lui, che era sfuggito nuovamente all'attacco della compagna con un'azione elusiva del tutto improvvisata e che non ricordava ci fosse nemmeno scritta in "Il Quidditch attraverso i Secoli".*

    Sfigata.

    *Pensò lui mentre ripartiva alla caccia del Boccino d'Oro che ormai era a soli pochi metri da lui. Mills l'aveva impegnata con quella folata di sabbia... Si sarebbe divertita con la polvere che non le mostrava né la sua posizione né quella del bolide.*

  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 254436
       
       

    Se la cava bene questo nuovo serpeverde

    *pensò rimantendo per un attimo tra la nube di polvere a un palmo da terra.
    Successivamente quando ritornò a vedere cosa la circondava, notò la presenza di un altro giocatore, si trattava di Kathleen_Abigayle, un po' impacciata nel volare*

    Non esistono più i serpeverde di una volta.. solo purosangue! Ah quelli erano bei tempi..

    *pensò.
    Si era distratta fin troppo, tornò a cercare con lo guardo Kain_Fury e lo trovò.
    Stava puntando al boccino e calcolando la velocità della scopa e la distanza che lo separava dalla pallina dorata con le ali, pensò che poteva raggiungerlo e con uno slancio si lanciò verso il ragazzo*

    ora mi fai proprio arrabbiare...

    *disse a voce bassa, ma Fury non la sentì.
    Lei si avvininò ancora al ragazzo, come prima, facendogli sbandare la scopa e dunque perdere il tanto agognato boccino d' oro*

    Ragazzo, pratico questo sport da più tempo di te e una nube di sabbia non mi può certo fermare

    *affermò “spedendogli” addosso due bolidi di fila, forse quella volta Charlotte aveva osato troppo, perchè punto non alla scopa del ragazzo ma al suo corpo*

  • Kain_Fury

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 3
    Galeoni: 378
        Kain_Fury
    Serpeverde
       
       

    *Ormai il suo braccio era teso verso l'alto. L'altro si reggeva saldo al suo scadente Manico di scopa, ma poi due rumori inquietanti attirarono la sua attenzione.*

    2 contro uno.

    *Pensò dopo essersi voltato e reso conto che stavano sfrecciando contro di lui ben due bolidi.
    Sfrecciò repentino a sinistra poiché tentava di tagliare la strada al Boccino d'Oro e per depistare quei due affari di ferro che gli aveva gentilmente lanciato contro.
    Il primo lo oltrepassò sfiorandolo sul lato destra della divisa.*

    Più veloce!

    *Esclamò il piccolo cercatore alla Stellafreccia che prese ad accellerare in maniera innaturale, tanto da far vibrare il manico. La mano destra ormai sfiorava il boccino con le punta delle dita, lo aveva quasi afferrato poi...
    ... era sulla sabbia disteso. Un dolore lancinante pervadeva tutta la spalla destra, tanto da fargli temere che fosse rotta, al suo fianco la Stellafreccia era deposta, sconfitta da quella pazza competizione con quella Firebolt. Gli occhi chiari del ragazzo luccicavano per le lacrime. Ma non poteva, non voleva piangere. Non era una femminuccia, lui non piangeva.
    Un ronzio... Nella sua mano chiusa a pugno per il dolore qualcosa si muoveva.
    Il Boccino d'Oro era lì, nella sua mano.*

    Vinto...

    *Pensò lui, mentre tirava su col naso. La spalla faceva ancora male e non riusciva a spostare il suo braccio destro nemmeno di un centimetro e tanto meno riusciva ad alzarsi in piedi. Altro che calcio... il Quidditch era tutta un'altra cosa.*

  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 254436
       
       

    *tutto accade in un batter d'occhio, il ragazzo conquistò il boccino ma allo stesso tempo venne colpito dal secondo bolide che Charlotte le aveva lanciato.
    Kain_Fury si trvava disteso per terra e sembrava che, data la botta che aveva provocato il bolide, la spalla del serpino fosse rotta.
    Charlotte si sentiva un po' in colpa..
    Con leggiadria allora scesa dalla scopa con un salto e si avvicinò al Funy.
    Faceva molto caldo per Charlotte e di conseguenza si slaccio la giacca della divisa (che lasciava intravedere una canotta bianca) mentre si dirigeva verso il ragazzo che era steso a terra*

    Tranquillo ci penso io....

    *affermò la serpina, china vicina al ragazzo, mentre cercava la sua bacchetta per rimediare alla probabile frattura della spalla che aveva provocato un bolide lanciato da lei*

    Ti prometto che non farà male

    *disse quasi a proteggere il piccolo serpino da quello che sarebbe successo da li a poco.. un dolore a dir poco insopportabile, che Charlotte conosceva bene*

  • Kain_Fury

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 3
    Galeoni: 378
        Kain_Fury
    Serpeverde
       
       

    *Kain per quanto orgoglioso fece cenno d'assenso con la testa. Non vedeva l'ora che quel dolore che quasi lo immobilizzava sul campo di Quidditch finisse.
    Mentre la guardava intenta a recuperare la bacchetta i suoi occhi luccicanti guardarono la canottiera, che disegnava le curve della ragazza. Deglutì. Il suo cervello nonostante il dolore pensava a ben altro.*

    ...

    *Si voltò dall'altra parte. I suoi ormoni da undicenne lo facevano impazzire certe volte e lui non si sapeva controllare. Lui non sopportava quando perdeva la testa. Lui voleva sempre essere lucido e razionale.*

    Non sarà mai peggio del Massaggiatore.

    *Pensò dentro di sé chiudendo gli occhi. Sapeva che non sarebbe stato indolore. Tutto in quel mondo lo provocava. Perfino un massaggio dopo una estenuante partita a calcio faceva male, poi naturalmente si aveva una sensazione piacevole. Oppure le medicine... amare eppure facevano bene.*

  • Kathleen_Abigayle

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 2
    Galeoni: 247
       
       

    *Volò da una parte all'altra del campo, cercando di acquisire una maggiore destrezza con quel pezzo di legno. In fondo non era male, aveva sempre desiderato volare, e anche se quello non era proprio il metodo che aveva sognato, poco importava, era qualcosa di liberatorio stare lì, in alto nell'aria. Ogni problema, ogni pensiero svaniva.
    Prese una palla, pluffa l'aveva chiamata un ragazzo e provò a tirarla in uno di quei tre anelli centrandolo.*

    Ehi, non è male...un pò come il basket...

    *Riprese la palla rubandola ad un altro ragazzino e sterzando la scopa prima a destra e poi a sinistra fino ad arrivare in prossimità degli anelli per titare e segnare.*

    Un pò di calcio, un pò di rugby e anche un pò di pallamano...

    *Ci stava prendendo gusto, rubava la pluffa la passava, e se qualcuno riusciva a prendergliela si buttava subito lo rincorreva per tutto il campo tentando di riprenderla. Era piccola di statura e abbastanza magrolina, ma riusciva a modo suo, ad incutere sufficientemente timore.*

    Fermo, ladro di pluffe, se ti prendo di butto giù dalla scopa!

    *Forse stava un pò esagerando, ma lo sport è sport e lei era molto competitiva...
    Si voltò a guardare come fossero messi gli altri compagni, un ragazzo era steso a terra assieme ad una ragazza, probabilmente accorsa a soccorrerlo. Stando in orfanotrofio aveva imparato che se non ti sapevi arrangiare venivi deriso e venivi preso di mira da tutti, inoltre odiava vedere la lente piagnuccolare e lamentarsi. Si voltò tornando alla pluffa.*

  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 254436
       
       

    *Charlotte notò con suo piacere che gli occhi di Kain_Fury, seppur pieni di lacrime di dolore si erano posati sul suo corpo..
    Ciò la faceva sentire un po' apprezzata dal ragazzo, ma allo stesso tempo si sentiva un po' in inbarazzo, fino a quel momento nessun ragazzo l' aveva guardata in quel modo, ma a Charlotte non dava fastidio.. anzi!
    Il serpino si voltò dall' altra parte, probabilmente per non farsi vedere debole dagli altri serpeverde che, da li apoco, sarebbe arrivati a vedere cosa era successo, ma probabilmente per non pensare ad altro.. dopotutto era un adolescente! Ed anche lei lo era!!
    Charlotte notò che il serpinò stringeva forte, in una mano il boccino d' oro e nell' altra stringeva i fili d' erba che erano stati piantati molto tempo fa..*

    Lo so che fa male.. Anche a me è successo, proprio per questo ti prometto, su quello che vuoi, che ci metterò pochi secondi e che poi ti riaccompagno, naturalmente solo se vuoi, nella sala comune...

    *affermò Charlotte a Fury*


Vai a pagina 1, 2  Successivo