Come vuole il regolamento i punti assegnati in coppa delle case saranno 150 in caso di vittoria, 100 in caso di pareggio, e 50 in caso di perdita della partita, domanda che ci assale e che non ci fa dormire: chi avrà mai vinto questa partita per guadagnarsi i 150 punti della vittoria?
In attesa di tale risposta da parte della preside Sibilla o del ministro Stefano abbiamo sottoposto a Daphne Harris vice capitano dei Tassorosso, ed a Maya Mondlicht capitano dei Corvonero.


Domanda: Cosa ne pensi della partita contro tassorosso vs Corvonero che è appena terminata? 
Tassorosso: Avvincente. Questa è l'unica parola che mi vien in mente per descrivere l'emozione della nostra prima partita. Eravamo emozionati ma carichi!
Corvonero: É una partita che mi é piaciuta molto piena di azioni e, per me, di emozioni. I nostri avversari erano davvero molto forti e sono stati degli ossi duri ma, forse lo avrai capito, a me le sfide piacciono molto e sotto tensione dò il meglio di me.
Per me poi, é stato molto divertente perché mi ha dato l'occasione di iniziare ad imbastire la relazione fra il mio PG e quello di Gandalf che, nella realtà é il mio ragazzo e che presto (penso dopo lo Yule Ball) lo sarà anche sul sito. Giocare sui sentimenti e le emozioni, inoltre, mi ha permesso di movimentare e rendere più coinvolgenti azioni potenzialmente un po "piatte", forse in alcune occasioni ho giocato un po' troppo su questo aspetto ma mi divertiva farlo e non mi pare che, alla fine, abbia in qualche modo compromesso le mie azioni in campo... anzi, mi pare che, per certi aspetti, abbia reso la partita più "vera".

Domanda: Come vi siete organizzati in casata? E' stato un bel lavoro di squadra? 
Tassorosso: Credo come tutte le altre casate, abbiamo concordato di dividerci i post in casata assegnandone due l'uno, finché due non hanno rinunciato al loro incarico e mi sono presa la responsabilità di farli io. Dopotutto, è una delle nostre migliori caratteristiche il duro lavoro
Corvonero: Allora sulla carta eravamo organizzati alla grande con sei giocatori che avrebbero dovuto scrivere due o tre post a testa ma, nella pratica le cose sono andate in modo molto, ma molto differente. Eccetto Misa e Dubhe che hanno scritto un post ciascuna, le altre non si sono neanche degnate di rispondere (Ot: il giovane capitano ha fatto anche i nomi di tale persone ma abbiamo preferito non inserirli di comune accordo.)
L'aspetto più seccante, se posso aggiungerlo, é che utenti che ruotavano nel sito o per il TTM non si sono neanche fatti vivi... comunque, per essere sintetica non c'è stato per niente gioco di squadra, pensa che io da sola ho dovuto scrivere ben 8 post ed il mio vice Alexander_Foster ne ha fatti 5. Se vogliamo vederla in un altro modo, si può dire che solo fra il Capitano ed il suo Vice vi é stato un eccellente gioco di squadra ma, si sapessi, che una squadra non può essere composta solo di due persone.

Domanda: Avete avuto la, per così dire, sfortuna di giocare dopo la partita Serpeverde vs Grifondoro che ogni hanno tutti gli studenti aspettano con ansia. Avete sentito il peso di tale “passaggio di consegna”?
Tassorosso: Assolutamente no. Credo che una partita sia una responsabilità a seconda di quando essa inizi. Voglio dire, anche se eravamo noi ad iniziare, l'ansia vi sarebbe stata comunque, ma non perché siamo i primi o i secondi a giocare. Credo che, le nostre squadre siano poco ben viste, ma non si aspettano quanto impegno e determinazione sappiamo mettere anche noi, cercando ovviamente di dimostrare quanto si sbagliano sul nostro conto e sulla nostra poca fama. Siamo dopo tutto, piuttosto capaci e in grado di competere con le altre casate anche noi. Di certo, siamo stati piuttosto in gamba e non abbiamo perso nemmeno un post, nonostante alcuni giocatori fossero molto giovani e a prima esperienza in campo.
Corvonero: Sinceramente, non ho mai riflettuto su questo aspetto... almeno fino ad ora! 
Stando così le cose posso dire che, personalmente, non ho avvertito questo peso, né la competizione indiretta con la prima partita che, ovviamente, ho letto con grande interesse ma non ho visto come qualcosa con cui misurarmi. I miei avversari erano i Tassorosso, quindi, il mio unico obiettivo era di dare il meglio in campo, senza pensare né al recente passato né all'immediato futuro ma vivendo l'attimo e facendo il possibile (in alcuni casi anche l'impossibile) per fare onore alla mia Casa. Secondo me, solo vivendo la situazione "presente" si può cercare e sperare di ottenere dei buoni risultati, tuttavia, non posso negare che leggere i post scritti da chi ci ha preceduto mi abbia aiutato a capire come muovermi sul campo. Ma questa, per me é pure è semplice strategia di gioco, un po' come accade anche nel mondo babbano quando si studiano le partite degli avversari per scoprirne schemi, pregi e difetti. Da questo punto di vista, credo che la partita Grifondoro VS Serpeverde mi sia stata più utile per lo scontro che si sta svolgendo adesso piuttosto che per quello appena concluso... anche se, come accade anche sul campo, spesso le ipotesi e le previsioni, scontrandosi con la realtà dei fatti, cambiano tutte le carte in tavola. 
Ma questo é il bello, ed il brutto, del Quidditch, come della vita: é imprevedibile e stupefacente! 


Attendiamo dunque il responso da parte della preside o del ministro mentre la terza partita del campionato è già incominciata.
Al prossimo articolo con Corvonero VS Grifondoro!