Il comunicato ufficiale proviene dal profilo Instagram dell'attore. E' noto ai fan di Harry Potter per aver dato voce ad Unci Unci, il goblin che lavorava nella Banca dei Maghi, apparso in Harry Potter e la Pietra Filosofale. Era anche noto, oltre ad essere uno degli uomini più piccoli del mondo perché affetto di Acondroplasia, come star in Austin Powers (era Mini-Me), Men in Black e Paura e Delirio a Las Vegas. Ha avuto una vita non sempre felice, infatti soffriva da tempo e ad inizio Aprile era stato trovato ubriaco e portato in ospedale; inoltre, ha tentato più volte il suicidio e ha combattuto con l'alcolismo frequentando la riabilitazione.

Nacque nel Michigan da una famiglia Amish (che però lascio ben presto la religione) con l'Acondroplasia, un tipo di disordine ereditario che lo portò a non superare gli 81 centimetri. Nel 1994 debuttò come controfigura e nel 1999 impersonò Mini-me in Austin Power, ruolo che diede notorietà all'attore.

Il regista della serie Austin Powers, Jay Roach, ha elogiato il lavoro di Troyer dicendo: "Verne era un ragazzo straordinario un vero maestro della recitazione comica, il sogno di ogni regista. Mi sento fortunato per averlo conosciuto e aver lavorato con lui".

Anche Mike Myers, attore co-protagonista nella serie di Austin Powers, ha ricordato il collega come "un professionista, un faro di positività per tutti quelli che hanno avuto l'onore di lavorare con lui" 

"Oggi è una giornata triste - ha detto Myers all'Hollywood Reporter - ma spero che si trovi in un posto migliore". 

Ecco il post del suo profilo Instagram tradotto in italiano:

È con grande tristezza e un cuore incredibilmente pesante che vi scriviamo della morte, avvenuta oggi, di Verne.

Verne era una persona estremamente premurosa, voleva far sorridere, rendere felice e far ridere tutti. Aiutava chiunque avesse bisogno. Verne sperava di essere un esempio positivo grazie alla sua visibilità e ha sempre lavorato per diffondere questo messaggio.

Ha ispirato le persone di tutto il mondo con il suo atteggiamento e la sua determinazione. Sui set televisivi, cinematografici, pubblicitari, alle convention, nei suoi video su YouTube, era sempre pronto a mostrare a tutti ciò che era capace di fare. La sua statura era minuta e i suoi genitori si chiedevano spesso se sarebbe stato in grado di arrivare ad aprire le porte durante la sua vita indipendente, in realtà è riuscito ad aprire molte più porte per se stesso e per gli altri di quanto ci si potesse immaginare. Inoltre ha toccato il cuore di tantissime persone.

Verne era anche un combattente e affrontava le sue battaglie. Negli anni ha combattuto e vinto, combattuto e vinto, combattuto e combattuto ancora, ma sfortunatamente questa volta era troppo.

Durante questo periodo difficile è stato battezzato, circondato dalla sua famiglia.

La depressione e il suicidio sono temi molto seri. Non sai mai quale battaglia interiore uno sta combattendo. Siate gentili l’uno con l’altro. E sappiate sempre che non è mai troppo tardi per chiedere aiuto.