Avatar di Blair_Volkov

 Blair_Volkov

Personaggio

Personaggio

Blair Volkov, nacque il 21 Dicembre a Siberia - Novosibirsk. E' una Mezzosangue.

Lunghi capelli biondi striati da sfumature perlacee incorniciano un viso altrettanto chiaro dai lineamenti dolci e delicati ereditati dalla madre Veela. Oltre all'indiscutibile bellezza dovuta alla sua discendenza, un altro tratto che caratterizza la giovane, è la particolare colorazione delle iridi quale il destro di un celeste ghiacciato e il sinistro di un caldo nocciola. La palese diversità tra gli occhi dona al suo sguardo un'attrazione magnetica e misteriosa, che già dalla più tenera età è causa di situazioni imbarazzanti per Blair dovute alle occhiate curiose a lei rivolte. Leggere lentiggini ricoprono le gote della ragazza facendola apparire più giovane di quanto sia. Le volte in cui le labbra rosee si aprono in un sorriso sono più uniche che rare, l'unica persona in grado di regalargli una vera risata è infatti Trinity la sorella adottiva che le ha tenuto compagnia per i suoi primi undici anni. Nonostante l'innegabile bell'aspetto Blair non è vanitosa e il suo interesse nel modo in cui appare agli altri è pari a zero, tanto che di solito veste con una felpa larga col cappuccio che posiziona in modo da coprirsi la testa e, se di qualche taglia in più, anche parte del volto.

Caratteristiche

Talento Magico: 8

Manualità: 8

Intelligenza: 9

Eccentricità: 8

Saggezza: 7

Carisma: 4

Empatia: 2

Espansività: 1

Gentilezza: 4

Agilità: 9

Corporatura:
Magra
Capelli:
Biondi
Occhi:
Azzurri
Altezza:
Media
Incantesimo Preferito
Diffindo


Carattere:
Blair è una ragazza che trova il bello nelle cose semplici, nei piccoli momenti felici della vita come il calar della notte e il sorgere del Sole. E' dotata di una personalità complessa ed è difficile capirla nei momenti di nostalgia; ama la solitudine soprattutto se accompagnata dal suono prodotto dal delicato pizzicare delle corde di Melody la chitarra che per una vita l'ha accompagnata in ogni istante e l'ha aiutata negli attimi di difficoltà. L'essere rimasta orfana alla tenera età di un anno ha alimentato la sua voglia di nascondersi agli occhi degli altri, e i curiosi sguardi a lei rivolti hanno solo contribuito a renderla una persona solitaria ed introversa. A nascondersi sotto queste mura che si è costruita in assoluta autonomia c'è una ragazza dolce e divertente, leale verso le persone che gli hanno voluto bene e alle quali lei ne ha voluto altrettanto.

Storia:
Blair è nata poco dopo la mezzanotte di un giorno piovoso mentre al di fuori delle quattro mura in cui abitava infuriava un temporale, scosso da fulmini e tuoni che non volevano cessare. La città che poté ospitare la Volkov per ben dieci anni fu Novosibirsk, nonché capitale della Siberia. Abituata per molto tempo a vivere lì, essere sottoposta a basse temperature non era per lei un problema perciò anche ad Hogwarts, luogo in cui il caldo torrido si faceva vivo solo in piena estate, il suo corpo non aveva problemi ad assimilare i cambi di stagione. Non aveva motivo di lamentarsi del luogo in cui viveva, la casa era abbastanza spaziosa sia per lei sia per i suoi genitori e anche per un animale domestico che a sentire le persone con cui conviveva era un gatto dalla razza ignota contraddistinto dal pelo folto che lo ricopriva. Lei per quanto si sforzasse non riusciva a ricordare i particolari dell'animale descritto, doveva essere molto piccola da non riuscire a captare quelle memorie di qualche anno prima. Il cambiamento radicale della sua esistenza arrivò durante l'estate dei suoi dieci anni quando Chastity e Maksim decisero di trasferirsi a Bristol, in Inghilterra. Quel trasferimento improvviso era dovuto alla professione svolta dal padre che, essendo archeologo, doveva viaggiare molto. Quel cambiamento sarebbe stato però definitivo e la giovane Volkov non era ancora riuscita a metabolizzare gli eventi che si trovava già su un aereo con destinazione Inghilterra. Non era nemmeno riuscita a dare un degno addio alla città in cui era nata, cresciuta e che poche ore prima la ospitava come cittadina. La nuova casa era più grande della precedente e sul retro c'era pure un bel giardino con un'imponente quercia a riempire lo spiazzo d'erba. Blair ormai si era legata a quell'albero che grazie ai lunghi e possenti rami le permetteva di salirci sopra per suonare qualcosa con la sua amata chitarra che la seguiva ovunque. La sua vita tornò normale per un certo periodo, anche lì gli occhi dei passanti erano catturati su di lei ma ci aveva preso l'abitudine e riusciva ad affievolire il disagio coprendosi con il cappuccio della felpa che nascondeva i suoi capelli di un biondo chiarissimo con i riflessi perlacei, camminando a testa bassa. Proprio ora che si stava abituando a quella nuova piega che stavano prendendo gli eventi un altro drastico cambiamento scosse la giovane che, proprio durante il freddo giorno del suo compleanno, ricevette una lettera. Inizialmente rimase stupita nel scoprire che qualcuno le scriveva ma ancora di più lo fu quando scoprì che a portarla era stato un vero gufo! Ovviamente lesse subito ciò che era stato scritto al suo interno, quasi non riusciva a crederci. Era stata ammessa alla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts e a seguire quella nuova strabiliante notizia c'era pure un elenco con tutto il necessario. Chiese più informazioni alla sua famiglia, voleva sapere se tutto quello era reale oppure era soltanto uno stupido scherzo. Fu un duro colpo per la giovane Volkov una volta che le raccontarono chi era veramente. Chastity e Maksim Smirnov le avevano rivelato che in realtà loro non erano la sua vera famiglia genealogica, ma solo i genitori adottivi che l'avevano cresciuta; Edvard e Cadence erano in realtà le persone che l'avevano messa al mondo nate e cresciute nella città di Novosibirsk, luogo in cui lei aveva passato i suoi primi dieci anni. Erano sempre stati una coppia particolare secondo i cittadini, soprattutto la donna che dotata di una bellezza sovrumana riusciva a far cadere tutti ai suoi piedi; lui invece non sembrava molto particolare o diverso da tutti gli altri uomini che abitavano la città, ma un tratto che lo contraddistingueva particolarmente era la curata gelosia verso la compagna. Cadence non sembrava badarci molto perciò tra i due non erano mai nati litigi o discussioni di vario genere fin quando, in una giornata di mezzo inverno, si scoprì la vera identità della donna. Un anziano cittadino si trovava infatti in fin di vita, nessun medico sapeva a cosa erano dovuti i suoi malori e nemmeno come curarli, fu in quel momento che intervenì Cadence. Con quello che sembrava un lungo pezzo di legno rigido riuscì a far guarire in men che non si dica l'uomo malato, a quanto pare solo con una formula recitata a bassa voce. Come ci fosse riuscita era in realtà un mistero per la gente del posto che la ammirava ancora di più non solo per l'incredibile bellezza ma anche per le doti speciali che possedeva. Non poté nascondere la sua vera natura anche al suo compagno che una volta giunto a casa desiderava, giustamente, una spiegazione da quelle sue strabilianti e inusuali gesta. Cadence non esitò a riferirgli il semplice metodo usato da lei per curare l'anziano e, con poche semplici parole, gli spiegò tutto: "Sono una maga, so fare magie grazie a questa bacchetta". Quell'ultima frase la portò alla sua fine, Edvard non sopportava l'idea di avere una strega come moglie e preso dalla follia del momento o da quant'altro reagì d'impulso sparando alla moglie sotto gli occhi della figlia che aveva poco più di un anno. L'unica erede dei Volkov sentiva ancora quell'armoniosa voce risuonare nelle orecchie. Un urlo, era quello l'ultimo suono emesso da sua madre. Voleva averla potuta conoscere, quello sarebbe stato il suo unico desiderio ma sapeva che sarebbe stato impossibile. Come è plausibile dedurre, Blair faticò a credere a quelle parole dettate dai genitori che credeva tali, scoprire che la sua vita per undici anni era basata su menzogne fu un duro colpo da sopportare in aggiunta alle dicerie che circolavano sul suo particolare aspetto. I compagni di classe alle scuole babbane non contribuivano certo: ogni volta che la vedevano i loro sguardi erano incollati su di lei, comportamento che le recava un certo fastidio unito al disagio dall'essere osservata. Un minor numero di persone invece, che sembravano non voler fantasticare sul suo aspetto bizzarro, credevano che si fosse tinta i capelli e messa delle lenti colorate per apparire a quel modo, come se a lei piacesse sembrare diversa dagli altri e attirare l'attenzione su di sè. Entrambi i gruppi si sbagliavano sulla ragazza, era nata così per quanto ne sapeva e non aveva mai sentito il bisogno di dover indagare sulla particolare colorazione delle iridi e dei capelli biondi perlacei. I genitori adottivi l'avevano portata parecchie volte dai medici, talvolta cambiando perfino città o regione, ma tutti erano sempre sullo stesso piano: lei era un raro caso, affetta dalla sindrome dell'Eterocromia. Ciò la portava ad avere una colorazione delle iridi diversa pertanto l'occhio destro era azzurro e il sinistro castano, questo particolare fatto era dovuto dalla pigmentazione contenuta in essi. Dall'età di sei anni Blair tentava di nascondersi sotto un cappuccio, ovviamente tutti i suoi sforzi erano risultati inutili a confronto dei coetanei babbani che sembravano trovare in lei qualcosa di diverso rispetto alle altre della sua età. I loro "piani" erano indubbiamente quelli di riuscire a guardarla in volto senza che lei si nascondesse o scappasse via come era suo solito fare, ma non erano mai riusciti nell'intento desiderato. Quell'infanzia difficile l'aveva portata a chiudersi in sé stessa, senza mai mostrarsi agli occhi altrui che volevano indagare più a fondo sulla giovane; l'unica che era riuscita a trapassare quelle solide e impenetrabili mura mentali che si era creata era stata sua "sorella". Non erano imparentate di sangue ma si comportavano come migliori amiche, se non di più. Era diventata l'amica che non aveva mai avuto, una spalla su cui piangere e l'unica persona in grado di capirla. Trinity, quell'unica luce che sembrava riuscire ad illuminare la strada che Blair doveva percorrere, non voleva separarsi dalla sua Trixy le voleva troppo bene, ma se doveva andare ad Hogwarts non aveva molta scelta. L'ultimo giorno di agosto. Qualche ora segnava l'inizio del nuovo viaggio che avrebbe intrapreso solo il giorno dopo. Blair stava preparando il baule con tutto il necessario per la scuola: una bacchetta, un calderoni, delle fiale, la divisa, Melody, l'inseparabile chitarra che l'aveva accompagnata per svariati anni nascondendola nel mondo della musica, e Mikhail, la salamandra pezzata che Trinity le aveva comprato come regalo d'addio. Ci era molto affezionata, era l'unica cosa che le ricordava i bei momenti passati con sua "sorella" e non avrebbe permesso a nessuno di fargli del male. Sembrava tutto pronto quando Chastity entrò nella sua stanza con le lacrime agli occhi. Chissà cos'era successo per permettere che una donna così forte, come si era sempre dimostrata, piangesse. Avvicinandosi a lei le porse un vecchio quaderno con la copertina in pelle, la rilegatura era rotta e fu sorpresa dal fatto che non si fosse rotto tra le mani della madre adottiva. "Tua madre vorrebbe li volessi tu" quelle furono le uniche parole che seguirono il rapido gesto che seguì, le porse il quaderno e uscì dalla stanza. Blair non aspettò molto a leggerlo, quella tarda sera prima di addormentarsi lo aprì e si stupì nel vedere che qua e là erano sparse delle foto, ma le persone che vi erano ritratte si muovevano! Non aveva mai visto nulla di simile, era magnifico vedere le persone che le sorridevano allegramente dalle pagine. In prima pagina vi era raffigurata una bambina di appena due mesi, si riconobbe subito e non mancò di leggere la didascalia posta sotto la foto, scritta con una una magnifica calligrafia elegante e obliqua "Il quaderno dei Ricordi". Quindi quello apparteneva a sua madre? Perchè Chastity ne era entrata in possesso? Non c'era tempo per le domande e tantomeno per le risposte, continuò a leggere le pagine successive dove foto, che si alternavano da colori e in bianco nero, la salutavano felici, tutte adornate dalla stessa scrittura perfetta. Blair era veramente emozionata di possedere fra le mani l'unico ricordo che aveva della sua mamma genealogica, per quanto ne sapeva tutta la casa era stata perquisita dalla polizia babbana il giorno in cui perì. Quel diario era l'unica cosa che si era salvata dalle grinfie dei poliziotti? Una pagina in particolare attirò il suo interesse, non vi erano foto di lei e suo padre ma solo una di una favolosa donna d'una bellezza sovrumana che con movimenti aggraziati la salutava dalla sua cornice. Capì subito essere sua madre. I lunghi capelli biondi che si muovevano leggermente scossi dal vento e due magnetici occhi azzurri che sembravano leggerle l'anima. Ora capiva perchè i cittadini ammiravano la ammiravano e pure lei avrebbe fatto lo stesso se avesse avuto la possibilità di incontrarla. Lesse ciò che vi era scritto curiosa di scoprire di più su Cadence. "Cara Blair, voglio che tu sappia chi sono veramente e spero che un giorno lo diventerai anche tu. Guardati attorno e dimmi cosa vedi, cosa senti... ti senti a casa?". Quella domanda la fece riflettere a lungo, lei non si sentiva bene come avrebbe dovuto; aveva sempre saputo, in fondo, che non era quello il suo posto, ma pensò fosse soltanto un'emozione che cercava di dare un senso ai comportamenti dei compagni. "Io sono una maga, la magia esiste realmente e se sei come me un giorno potrai imparare a conoscerla, a gestirla e piegarla al tuo volere. Ricorda che non devi sfruttare questo potere a tuo vantaggio, condividilo con chi non è in grado di fare ciò che fai tu, con i cosiddetti babbani." Quindi sua madre era una maga. Era da lei che aveva ereditato quel potere di fare accadere avvenimenti strani, specialmente quando era arrabbiata o tanto felice? Continuò, sicura che ci fosse qualche spiegazione anche per il suo aspetto, ma vari vi era scritto il motivo per cui attirava tanto l'attenzione dei passanti. "C'è un'altra cosa che devi sapere. Io sono una Veela perciò questo fa di te una mezza creatura di questa razza. Non badare agli sguardi altrui, potrebbero apprezzarti come potrebbero fare il contrario, ma ricorda che la vera bellezza delle persone si trova dentro di loro. Se un giorno andrai alla Scuola di Magia però, non dire a tutti che sei figlia di una Veela, preferirei che questo rimasse tra noi, consideralo il nostro 'piccolo segreto'. Ti mando un bacio nella speranza che tu segua questi consigli." Rimase sbalordita per parecchi istanti poi capì il significato dello scritto: sua madre era una Veela, ma che chi erano o che cos'erano veramente? C'entrava qualcosa il suo aspetto? E soprattutto, nel Mondo Magico gli sguardi curiosi rivolti esclusivamente a lei sarebbero finalmente cessati? Troppe domande senza risposta s'ingarbugliavano come fili intrecciati nella sua mente. Sapeva che c'era solo un modo per scoprire di più su questa faccenda: andare ad Hogwarts. Così, tra calderoni e bacchette, per Blair ha inizio una nuova grande avventura tutta da scoprire.
Dolls

Posts

Posts

Role di Blair_Volkov:

Blair_Volkov's Ultimi 10 Argomenti del Forum:
  • Parco del Villaggio » Parco del Villaggio - Dom 21 febbraio 2021 - 16:37
  • Corridoi del Terzo Piano » Corridoi del Terzo Piano - Gio 26 novembre 2020 - 18:53
  • Stamberga Strillante » Stamberga Strillante - Piano Primo - Sab 31 ottobre 2020 - 22:25
  • Sala dei Sotterranei » Sala dei Sotterranei - Gio 15 ottobre 2020 - 17:40
  • Parco del Villaggio » Vie di Hogsmeade - Sab 10 ottobre 2020 - 10:11
  • Giardino » Giardino di Hogwarts - Mar 8 settembre 2020 - 17:11
  • Benvenuti! » Mi presento
  • HogwartsExpress - Training Area » Training Blair_Volkov

    Blair_Volkov's Ultimi 10 Inserimenti nel Forum:
  • Parco del Villaggio » Parco del Villaggio - Dom 21 febbraio 2021 - 16:37
  • Tre Manici di Scopa » Tre Manici di Scopa - Dom 29 novembre 2020 - 14:02
  • Benvenuti! » Presentazione
  • Biblioteca » Biblioteca - Ven 4 dicembre 2020 - 10:16
  • Giardino » Giardino di Hogwarts - Mar 8 settembre 2020 - 17:11
  • Stamberga Strillante » Stamberga Strillante - Piano Primo - Sab 31 ottobre 2020 - 22:25
  • Tre Manici di Scopa » Tre Manici di Scopa - Dom 29 novembre 2020 - 14:02
  • Giochi & co. » L'utente prima di me
  • Corridoi del Terzo Piano » Corridoi del Terzo Piano - Gio 26 novembre 2020 - 18:53
  • Stamberga Strillante » Stamberga Strillante - Piano Primo - Sab 31 ottobre 2020 - 22:25


    Mostra tutti i post di Blair_Volkov
  • Timeline

    Timeline

    Timeline Incompleta

    Questo giocatore non ha ancora aggiunto Role o Hogwarts Diaries nella sua TimeLine



    Mostra tutti i post di Blair_Volkov

    Pagella e Attività

    Pagella
    Alchimia
    Antiche Rune
    Aritmanzia
    Arti Oscure
    Astronomia
    Babbanologia
    Crittologia
    Cura delle Creature
    Difesa contro le Arti Oscure
    Divinazione
    Erbologia
    Incantesimi
    Pozioni
    Storia della Magia
    Trasfigurazione
    Volo
    Attività

    oltre 6 mesi fa

    Blair_Volkov ha comprato un esemplare maschio di Salamandra con nome Mikhail

    oltre 6 mesi fa

    Blair_Volkov ha ottenuto l'approvazione della sua scheda PersonalsPG da Eirwen_Quinn

    oltre 6 mesi fa

    Blair_Volkov ha caricato nuove foto:

    oltre 6 mesi fa

    Blair_Volkov ha stretto amicizia con Clarissa_Greythorne

    oltre 6 mesi fa

    Blair_Volkov ha caricato nuove foto:

    oltre 6 mesi fa

    Blair_Volkov Ë stato smistato a Serpeverde

    oltre 6 mesi fa

    Blair_Volkov ha ottenuto l'approvazione della sua scheda PersonalsPG da Eirwen_Quinn

    oltre 6 mesi fa

    Blair_Volkov ha inserito un nuovo Hogwarts Diaries con il titolo Perfect Imperfections

    oltre 6 mesi fa

    Blair_Volkov ha stretto amicizia con Ginevra_Brittney, Robin_Peach, Varyare_King, Anna_Miller

    oltre 6 mesi fa

    Blair_Volkov ha inserito una conversazione chiamata "Mi presento"

    oltre 6 mesi fa

    Blair_Volkov ha stretto amicizia con Amelia_Smith, Helen_White, Luke_Deaggle

    Ranks & Levels

    Galeoni attuali: 233
    Falci attuali: 195
    Dormitorio: Serpeverde
    Livello Player: 1
    Anno Scolastico: 1
    Livello Esperienza (XP): 1
    Livello XP GDR : 3

    Mostra Dettagli




    Guadagni Recenti:
    6 - 1° Esercitazione Cura delle Creature Magiche A.S.2020/2021
    5 - Partecipazione 1° turno Quidditch invernale 2020/2021
    12 - 1° Esercitazione Volo A.S.2020/2021

    Vedi tutte le operazioni


    Spese Recenti:
    20 - Acquisto Salamandra con nome Mikhail


    Guadagni Falci Recenti:
    15 - Accrediti role organizzate settembre-dicembre 2020
    180 - Speciale Ottobre 2020 - Caccia alle Zucche di Halloween


    Animali e Hogwarts Diaries

    Animali

    Hogwarts Diaries

    Hogwarts Diaries