Avatar di Katje_Veritas

 Katje_Veritas

    Conosciuto prima come Katje_Black.

Personaggio

Personaggio

Katje Veritas, nacque il 20 Aprile a Bellevieu. E' una Purosangue.

alta e snella, capelli corvini e mossi che scendono fino alle spalle, occhi verdi smeraldo che ti inchiodano sul posto ma che sanno essere dolci, viso fine e orecchie a punta.
Corporatura:
Normale
Capelli:
Castani
Occhi:
Verdi
Altezza:
Media
Incantesimo Preferito
incanto patronus


Carattere:
coraggiosa e intelligente. spesso agisco senza contare le conseguenze ma nonostante tutto sono sveglia. mi piace leggere ma soprattutto giorcare a quiddich! odio la scuola ma sono costretta a studiare e alla fine me la cavo. sono leale con gli amici, per me sono la vita e senza di loro non sopravviverei! e per ultimo, ma cosa più importante: io amo i DRAGHI!

Storia:
era una gelida notte d'inverno. Laile era stesa per terra con la schiena al suola sotto la coltre di neve dove si era scavata una piccola grotta per riuscire a stare un po' più al caldo. si era nascosta in quel posto cercando di proteggere il bambino che aspettava in grembo. era nei guai, e in guai seri. tutto era cominciato quando si era innamorata di Karnel con quella sua chioma bionda e gli occhi smeraldi che l'avevano affascinata. naturalmente non ci aveva pensato due volte quando egli le aveva chiesto di sposarlo. era stato solo dopo il matrimonio che lei aveva scoperto cosa fosse in realtà suo marito: un mangiamorte. Era rimasta inorridita all'inizio, ma poi si era resa conto che era assurdo. Karnel era un ragazzo così dolce che non riusciva a capacitarsi che potesse fare del male a qualcuno. inoltre era uno dei meno importanti nella gerarchia dei servi del signore oscuro, ma non così poco importante da evitare l'infuriata di Voldemort quando era venuto a conoscenza del fatto che uno dei suoi servi si era sposato con un auror e soprattutto con una delle amiche dei Potter. si era così arrabbiato da andare a ucciderlo lui stesso. e poi aveva deciso di uccidere anche Laile, senza sapere che lei aspettava un bambino. così all'insaputa di tutti la donna si era rifugiata al polo nord, nella flebile speranza di poter tenere al sicuro quella sua creatura. ma naturalmente si sbagliava. e così Voldemort l'aveva trovata ed era da due settimane che cercava di scappare, ma ormai era vicina al parto e sapeva che non avrebbe resistito a lungo. Respirò profondamente alzandosi a mettersi a sedere. Faceva veramente freddo lì sotto. Grazie al cielo era ben coperta. Ma nonostante tutto non era tranquilla. Aveva perso la bacchetta correndo, doveva esserle scivolata dalla tasca senza che se ne accorgesse. E senza bacchetta di sicuro non poteva smaterializzarsi, accendere un fuoco o riscaldare un ambiente. Era completamente indifesa. L’unica arma che possedeva era un coltello da caccia che usava per scuoiare gli animali e con cui si era già fatta una pelliccia. Strisciando sulla schiena uscì dal buco. La tempesta si era calmata, ma questo non la tranquillizzò. Ore le sue tracce sarebbero state ben visibili. ma anche se avesse potuto nasconderle era sicura che la avrebbero trovata lo stesso. Si incamminò, cercando di muoversi il più fetta possibile. La tempesta era passata, ma il freddo le gelava le ossa. Continuò a testa bassa. Più si sarebbe mossa più sarebbe stata al caldo. Non seppe per quanto tempo andò avanti, un passo dopo l’altro. Bene presto un sottile velo di nebbia gli calò davanti agli occhi. Erano giorni che non chiudeva occhio, e quel freddo misto a tutto quel il resto la stavano distruggendo. Sfinita cadde in ginocchio. Alzò la testa, disperata e come un allucinazione davanti a lei apparve una figura sfuocata. Sentì le sue braccia calde mentre la prendeva. Poi tutto divenne buio. Con un sussulto riaprì gli occhi. Aveva caldo, molto caldo, era tutta sudata. Ma non era quello a preoccuparla. Aveva una strana sensazione. Mosse appena il braccio verso il ventre. Si bloccò di colpo. Che fine aveva fatto la sua pancia e il suo bambino? Un pianto le rispose. Aprì gli occhi di scatto e si alzò. “No, non ci provare” le disse una voce dolce afferrandole le spalle e mettendola giù. “Il mio bambino” mormorò debolmente cercando di guardare l’uomo che aveva vicino. “Intanto è una splendida bambina” rispose lui piano “e sta bene non temere”. “Posso…” Prima che potesse finire il suo misterioso salvatore si alzò. Attraversò la piccola tenda, perché di questo si trattava, e prese fra le braccia un piccolo fagotto. “Ecco qua” disse dandole in braccio quel piccolo fagotto morbidoso. Laile che nel frattempo si era messa a sedere a fatica la prese fra le braccia e sorrise. Dentro quelle morbide coperte un esserino piccolissimo stava tutto rannicchiato. La testa era completamente senza capelli, e le mani erano così piccole…era bellissima. La piccola tirò su con il naso e aprì gli occhi. Laile rimase come di stucco. Lo stesso verde smeraldo, gli stessi occhioni intelligenti:“Almeno questi non sono andati persi” mormorò piano Laile con un sorriso. La cullò con dolcezza mentre la piccola le si stringeva vicino. Tre giorni dopo la situazione era decisamente peggiorata. La bambina stava benissimo, Laile l’aveva voluta chiamare Katje e le aveva dato il cognome del padre: Veritas. Ma da quel primo giorno in cui si era svegliata in quella specie di giaciglio ora stava malissimo. La febbre e il freddo la stavano uccidendo. Janel, così si chiamava l’auror. Laile inizialmente non lo aveva riconosciuto. E dire che era uno dei suoi compagni di squadra fra gli auror. Aveva provato di tutto per salvarla, ma era stato inutile. Laile era stesa e respirava appena. La addolorava dover lasciare la sua piccola, ma era sicura che nonostante tutto sarebbe stato un bene. Janel continuava a ripeterle che non sarebbe successo nulla, ma lei sapeva che era una menzogna, sapeva che stava per morire, se lo sentiva nelle vene. In un momento di lucidità chiamò Janel. “Devo chiederti un immenso favore” mormorò piano. “Non parlare”. “No, a questo punto sarebbe inutile rimanere in silenzio. Sto per morire Janel, e lo sai anche tu!” fece duramente lei “Ma devo salvare la mia piccola. Quando me ne sarò andata” continuò a fatica” prendi il mio corpo e mettilo nella neve e vattene. Lui penserà che io sia morta per il freddo. Non sa della piccola, e non deve saperlo”. “Va bene ma non devi parlare, ti stancherai più in fretta” mormorò tristemente l’amico. “So che ti chiedo molto” continuò lei con le ultime forze come se non lo avesse sentito “Ma per favore, devi aiutarmi! Prendi con te Katje e crescila”. “Va bene ma…” provò lui di nuovo. “Promettimelo” mormorò lei con le ultime forze. Janel sospirò “Va bene te lo prometto”. “Sei una brava persona, non cambiare” e con queste ultime parole e le lacrime agli occhi Laile esalò il suo ultimo respiro. Dopo la morte, Janel fece come lei aveva chiesto pur essendo riluttante. Portò il suo corpo in mezzo alla neve della tempesta. Dopodiché prese con sé la bambina e la crebbe fino a quando lei non divenne quello che sono io ora: Katje Veritas. così Janel mi crebbe fino all'età di 11 anni quando mi arrivò la tanto attesa lettera per Hogwarts. due anni fa il mio patrigno, perchè ormai lo considero, mi ha raccontato la vera storia di mia madre. ed è da quel momento che ho deciso di impegnarmi per diventare un auror e finalmente poter combattere contro i maghi oscuri!
Dolls

Posts

Timeline

Timeline

Timeline Incompleta

Questo giocatore non ha ancora aggiunto Role o Hogwarts Diaries nella sua TimeLine



Mostra tutti i post di Katje_Veritas

Pagella e Attività

Pagella
Alchimia
Animagia
Antiche Rune
Aritmanzia
Arti Oscure
Astronomia
Babbanologia
Crittologia
Cura delle Creature
Difesa contro le Arti Oscure
Divinazione
Erbologia
Incantesimi
Pozioni
Storia della Magia
Trasfigurazione
Volo
Attività

oltre 1 anno fa

Katje_Veritas ha inserito una conversazione chiamata "Settembre 2012 - Katje Veritas"

oltre 1 anno fa

Katje_Veritas ha stretto amicizia con Lily_Eclipse, Giovanni_Caleffi, Gabriel_Master, Kaylie_Devon

oltre 1 anno fa

Katje_Veritas ha inserito una conversazione chiamata "Agosto 2012 - Katje Veritas"

oltre 1 anno fa

Katje_Veritas ha stretto amicizia con Leaena_Meadowes, Mintaka_Poulie

oltre 1 anno fa

Katje_Veritas ha comprato un esemplare maschio di Lupo con nome Primuslune

oltre 1 anno fa

Katje_Veritas ha comprato da Madama McClan il vestito 1197

oltre 1 anno fa

Katje_Veritas ha comprato da Madama McClan il vestito 3469

oltre 1 anno fa

Katje_Veritas ha comprato da Madama McClan il vestito 1231

oltre 1 anno fa

Katje_Veritas Scrive articoli

oltre 1 anno fa

Katje_Veritas fa i compiti di alchimia!!

oltre 1 anno fa

Katje_Veritas ha stretto amicizia con Matthew_Dibba

oltre 1 anno fa

Katje_Veritas ha comprato un esemplare femmina di Farfalla con nome Kyra

oltre 1 anno fa

Katje_Veritas ha comprato da Madama McClan il vestito 3457

oltre 1 anno fa

Katje_Veritas ha comprato da Madama McClan il vestito 1243

oltre 1 anno fa

Katje_Veritas ha comprato da Madama McClan il vestito 1189

oltre 1 anno fa

Katje_Veritas ha stretto amicizia con Fernando_Cipriano

Ranks & Levels

Galeoni attuali: 749
Falci attuali: 453
Dormitorio: Tassorosso
Livello Player: 6
Anno Scolastico: 6
Livello Esperienza (XP): 1
Livello XP GDR : 5

Mostra Dettagli




Guadagni Recenti:
245 - Gioco HarryWeb Quote (Fino al 2015-08-21)
5 - 2° Turno Quidditch 2013
5 - 1° Turno Quidditch 2013

Vedi tutte le operazioni


Spese Recenti:
45 - Acquisto Madama McClan articolo 21100885
25 - Acquisto Lupo con nome Primuslune
21 - Acquisto Madama McClan articolo 1197

Vedi tutte le operazioni


Guadagni Falci Recenti:
453 - Falci guadagnate prima del Settembre 2015


Animali e Hogwarts Diaries

Animali

Hogwarts Diaries

Hogwarts Diaries
nevica!

12-19-2009 - 0 Commenti

Non ci credo!

12-16-2009 - 0 Commenti