Hogwarts - Dintorni
Hogwarts - Dintorni



Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo
Topic Precedente :: Topic Successivo

  • Dragonis_Witch

    Tassorosso Membro del Consiglio di Hogsmeade Certificato

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 7
    Galeoni: 5091
       
       

    *Dragonis era arrivata e vide che diverse coppie di amici e fidanzati avevano deciso di affrontare il labirinto, lei, anche se aveva diverse amiche, aveva voglia di godersi quella giornata in modo diverso e vedere ciò che sarebbe successo, chissà chi lo avrebbe attraversato con molte difficoltà e chi con poche, era davvero una ragazza curiosa e vide che nel frattempo si erano formate delle coppie nuove, era un po' di tempo che non si informava sul gossip all'interno del castello e sapeva benissimo che era dovuto anche al fatto che era molto dedita alle sue lezioni e che non aveva molta voglia di sentire parlare delle coppie felici che girovagavano nel castello, ma quel giorno si sarebbe divertita senza ombra di dubbio e si avvicinò al banchetto e decise di prendere alcuni dolcetti per alleviare quella malinconia, erano davvero adatti per quell'occasione e sorrise ingenuamente mentre ne assaggiava uno*

  • Mary_Alliwell

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 33
        Mary_Alliwell
    Grifondoro
       
       

    *Mary Alliwell stava chiacchierando allegramente con la sua amica @Chinthia_Manavella, quando vide avvicinarsi una ragazzine più o meno della sua età. L'aveva già vista ma non ci aveva mai parlato, anche perchè ogni volta che tentava di fare amicizia finiva per essere timida e impacciata e...i suoi pensieri vennero interrotti dalla ragazza che nel frattempo si era avvicinata a loro e le aveva salutate, un po' nervosa all'inizio osservò Mary..poi però si sciolse non appena lei e Chinthia la invitarono a unirsi alle chiacchiere. Mary sorrise gentile alla ragazza di nome @Niky_Rosewood, così decise di presentarsi pure lei..*

    ciao Niky! piacere di conoscerti! Sono Mary Alliwell del primo anno e grifondoro..

    *disse imbarazzata,poi indicando la sua amica aggiunse.*

    lei invece è @Chinthia_Manavella.. ehm.. be come ti sembra la festa?

    *domandò cercando di non sembrare scema. Sorrise aspettando curiosa la risposta della nuova amica.*

  • Niky_Rosewood

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 2
    Galeoni: 270
        Niky_Rosewood
    Tassorosso
       
       

    *@Mary_Alliwell la salutò presentadosi e le chiese come le sembrava la festa*

    Piacere di conoscervi ragazze! Credo che la preside Sibilla Strangerdreams abbia dato il meglio di sè. Anche il banchetto dei dolci è molto ben allestito: prima ho assaggiato un pezzo di torta che era davvero deliziosa!

    *Niky rispose sorridendo, come era suo solito fare. Non era molto abituata a fare conversazione, ma quelle due ragazze erano davvero carine e si sentiva a suo agio con loro, così non esitò a continuare a parlare*

    Io sono un tassorosso. Anche tu @Chinthia_Manavella vero? Ti ho vista spesso in sala comune.

    *Era passata totalmente ad un altro argomento, ma era la prima cosa da dire che le era venuta in mente. In cuor suo sperava di aver trovato finalmente due nuove amiche con cui ridere e scherzare e soprattutto condividere ciò che avrebbe riservato loro quell'esperienza ad Hogwarts.*

  • Sibilla_Strangedreams

    Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 13
    Galeoni: 536261
       
       

    *Ormai tutte le coppie erano entrate nel Labirinto del Cuore, quindi, dopo aver lasciato uno sguardo verso il lucchetto che si era richiusa al passaggio dell'ultimo concorrente la Preside ripercorse il sentiero a ritroso, per tornare dove erano rimasti tutti colore avevano deciso di non cimentarsi in quella singolare prova.*

    Sono davvero curiosa di vedere quale coppia uscirà per prima dal dedalo stregato…

    *Commentò fra sé Sibilla mentre un mezzo sorriso le increspava il viso, l'idea dello Specchio delle Brame che sbarrata l'uscita era semplice e geniale insieme… solo chi avesse avuto un'affinità elettiva con il proprio compagno di avventura sarebbe riuscito ad attraversarlo.*

    E quello che ci fa laggiù?




    *Si chiese notando un amorino che, imbracciando un arco armato di una freccia con la punta a forma di cuore, svolazzava fra le fronde ombrose di un vecchio olmo, adiacente ale chiosco delle bevande.*



    @Charlotte_Mills, @Claire_Biovero, @Cinthia_Manavella, @Mary_Alliwell, @Dragonis_Witch, @Dubhe_Dolohov, @Niky_Rosewood,




    OT

    Il primo utente che interverrà dopo questo post e dirà esattamente dove si trova l'Amorino sarà il vincitore e guadagnerà 5 punti per sé e per la sua Casa.


    NB. Il post di avvistamento dovrà:
    - venire scritto in corretto linguaggio GDR;
    - essere coerente con la location e ciò che sta accadendo nella sala;
    - spiegare che cosa accade, dove compare il puttino alato, etc.
    - non dovrà contenere ALCUN incantesimo.
    - è ovvio che le coppie che sono nel Labirinto del Cuore,
    non avendo il dono dell'ubiquità, non possono avvistare l'amorino.


    IN NESSUN CASO IL POST POTRA' ESSERE EDITATO PRIMA CHE
    IO ABBIA STABILITO SE IL TESTO E' VALIDO O MENO,
    IN ALTRI TERMINI, L'INESATTEZZA DI UN CODICE
    O UN REFUSO NON INFICIANO LA VALIDITA' DEL PL POST,
    INVECE, L'EDIT SI', PERCHE', NON POTENDO SAPERE CHE
    COSA VI FOSSE SCRITTO PRIMA DELLA MODIFICA,
    NON SAREBBE CORRETTO NEI CONFRONTI DEGLI ALTRI UTENTI
    ATTRIBUIRE LA VITTORIA A CHI, MAGARI,
    AVEVA SCRITTO UN POST CHE NON SODDISFACEVA I REQUISITI RICHIESTI.


  • Dubhe_Dolov

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 6
    Galeoni: 757
        Dubhe_Dolov
    Corvonero
       
       

    *Ok... forse @Benjamin_Brown, non sarebbe venuto. Certo, era dispiaciuta più di quanto volesse ammettere, ma magari si sarebbero visti in altre occasioni. Sicuramente.
    Sì, era dispiaciuta. Tanto, ad esser sinceri. Ma doveva farsene una ragione. Benjamin a quanto pareva non amava queste feste troppo sdolcinate.
    In generale, neppure lei. Eppure aveva creduto che sarebbe venuto, anche solo per stare in sua compagnia. Invece, di lui, neppure l'ombra.*

    Aspetta…

    *Sussurrò al nulla. Alzò un sopracciglio. O era un'allucinazione o pure...*

    Ma quello è un amorino!

    *Si stupì. Era poco lontano da lei, ma comunque riusciva a capire che la sua affermazione era corretta.
    Incoccava una freccia, forse pronto a far scattare la scintilla tra due passanti. O forse, semplicemente, si godeva il tepore che c'era dentro la cupola che aveva creato la preside @Sibilla_Strangedreams.
    Sorrise, guardandosi intorno. Nessun altro se n'era accorto… eppure era così ben visibile!*

    @Niky_Rosewood,


    OT

    L'Amorino è stato correttamente avvistata da @Dubhe_Dolohov,
    della nobile Casa di Corvonero... COMPLIMENTI!



    @EDIT BY Sibilla_Strangedreams






    Ultima modifica di Sibilla_Strangedreams oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Niky_Rosewood

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 2
    Galeoni: 270
        Niky_Rosewood
    Tassorosso
       
       

    *Niky Rosewood era in compagnia di @Mary_Alliwell e @Cinthia_Manavella all'interno dell'area dedicata al pic-nic di San Valentino. Mentre molte coppie di ragazzi erano appena entrate nel Labirinto del Cuore, loro erano rimaste fuori a parlare. Non sapeva perchè le due ragazze non si fossero cimentate in quella prova, comunque per quanto la riguardava non era ancora abbastanza in sintonia con nessuno per potergli chiedere di partecipare alla prova insieme. Quindi era contenta che anche le sue due nuove amiche avessero deciso di rimanere fuori. Niky aveva appena chiesto a @Cinthia_Manavella se anche lei era un tassorosso, ma non le diede il tempo di rispondere, perchè voltatasi un attimo verso il chiosco delle bevande vide qualcosa che si muoveva.*

    Guardate! Laggiù c'è un amorino!

    *Niky esordì con tanta foga che quasi fece sussultare le sue compagne. Aveva visto un piccolo bambino con le ali che svolazzava spensierato tra i rami di un grosso chiosco e che teneva in mano un arco con tanto di freccia con la punta a forma di cuore.*

    E' davvero carino! Perchè non ci avviciniamo un po'? Sono curiosa di vederlo da più vicino!

    *Niky si era stupita per l'ennesima volta da quando aveva messo piede ad Hogwarts. Non c'era un attimo in cui non accadesse qualcosa di inconsueto, almeno per quanto la riguardava. Fino a qualche mese prima era solita vivere nel mondo babbano, dove troppo di rado accadeva qualcosa che riusciva a stupirla. Invece con la magia non si annoiava mai... Lei adorava la magia... E quel puttino era veramente tenero!*

  • Cinthia_Manavella

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 92
       
       

    *Cinthia stava parlando con @Mary_Alliwell, quando si era avvicinata a loro una sua concasata, con cui Cinthia non aveva mai parlato. La ragazza si presentò come @Nicky_Rosewood e rispose a Mary, che le aveva chiesto se la festa le piaceva, dicendo che credeva che la preside si fosse superata con questa festa, poi disse a Cinthia che l'aveva vista spesso in sala comune e mentre Cinthia si accingeva a risponderle Nicky notó un amorino vicino al chiosco dei dolci e si avvicinó per osservarlo meglio. Quella ragazza era una vera bomba piena energia e Cinthia credeva che dato i caratteri simili sarebbero andate molto daccordo cosí le disse*

    Sí io sono una tassorosso terzo anno. Comunque hai ragione, la preside ha fatto proprio un bel lavoro e io mi sto divertendo molto anche se non ho un ragazzo con cui condividere la giornata


    Inviato da HW Mobile



  • Niky_Rosewood

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 2
    Galeoni: 270
        Niky_Rosewood
    Tassorosso
       
       

    *Dopo aver osservato con curiosità quell'amorino, Niky tornò a rivolgere la sua attenzione verso le sue compagne. A quel punto @Cinthia_Manavella rispose alla domanda che Niky le aveva posto prima di vedere l'amorino. Per fortuna Cinthia sembrava divertita dal suo stato euforico, piuttosto che indispettita per non essere stata ascoltata. Niky riprese la conversazione*

    Io il ragazzo ce l'ho in realtà, ma purtroppo non frequenta Hogwarts e così anche io sono venuta qui da sola. Per fortuna che vi ho incontrate! Alla fine San Valentino è bello anche con le amiche.

    *Niky sorrise a Cinthia e @Mary_Alliwell e si sedette accanto a loro, visto che fino a quel momento era rimasta in piedi e non era stata ferma un secondo. Infatti ora le era venuta fame! Aspettò qualche minuto e poi si rivolse alle sue amiche:*

    Dovremmo dare un'occhiata al chiosco dei dolci. Mi è venuta un po' di fame e quelle torte mi fanno venire l'acquolina. Vi va? A voi piacciono i dolci?

    *Niky si stava divertendo un sacco ed era soddisfatta di aver deciso di andare a quel pic-nic.*

  • Cinthia_Manavella

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 92
       
       

    *@Niky_Rosewood, le rispose dicendo che lei il ragazzo ce l'aveva ma era un babbano e quindi non era qui con lei. Poi chiese loro se volevano andare a mangiare qualcosa chiedendo se i dolci piacevano anche a loro. Cinthia sorrise e rispose*

    Vuoi scherzare ? Io potrei vivere di solo dolci.


    Inviato da HW Mobile



  • Sibilla_Strangedreams

    Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 13
    Galeoni: 536261
       
       

    [Ore 15.00]

    *Sibilla, lasciatosi alle spalle il Labirinto del Cuore dove, probabilmente i ragazzi sarebbero rimasti più a lungo del previsto, e complimentatasi con @Dubhe_Dolohov per aver avvistato l'Amorino, torno verso l'angolo di paradiso che aveva allestito per sé è per i propri amici.*



    Temo che i concorrenti non torneranno molto presto… hanno impiegato un sacco di tempo solo per entrare nel dedalo stregato, quindi, non oso immaginare quanto ci metteranno a uscire… forse è il caso che faccia mettere tutti un po' più comodi

    *Commentò rivolgendosi a @Dragonis_Witch e a @Charlotte_Mills che stavano chiacchierando fra loro. Poi, dopo aver dato una rapida occhiata in giro, iniziò a muovere elegantemente la bacchetta e fece materializzare quattro ampie e comode tende ognuna del colore di una delle Case di Hogwarts, all’interno delle quali vi erano tavoli, sgabelli e piccole poltrone.*



    Va bene che è un pic nic, ma qualche confort ce lo dovremo pur concedere sennò la magia a che serve!

    *Commentò strizzando l’occhio alle che scoppiarono a ridere, annuendo.*

    Ecco ci vorrebbe un pochino di musica per creare la giusta atmosfera...

    *Esclamò la strega compiendo un ampio movimento con il proprio catalizzatore di energia ed evocando un grande grammofono che restò sospeso a mezz’aria e subito cominciò a diffondere dolci e soffuse note nell’aria.*



    Ecco così, tutto è molto più romantico e in armonia con il tema della festa.

    *Commentò la Preside sorridendo deliziata dalle note che uscivano dall'artefatto stregato*

    Torno subito, ora mi tocca fare la mia parte di anfitrione e… sapete bene quanto mi piaccia!

    *Salutò facendo una piccola smorfia e poi si diresse verso il centro dello spiazzo, lo stesso punto da dove aveva fatto il suoi precedenti annunci.*

    Giovani maghi e streghe che vi siete distarti più avidi dei vostri compagni… per voi ho in serbo una bella sorpresa, diciamo un piccolo fuori programma…

    *Esordì Sibilla dopo aver magicamente amplificato la propria voce attraendo l'attenzione di tutti i presenti.*

    Chiunque lo desideri, può prendere una delle barchette che vedete laggiù per fare una romantica gita sul lago… ma fate molta attenzione perché, la porzione che non è sotto la cupola stregata da me creata è ancora ghiacciata e là il clima non è certo mite e piacevole, come qui... buon divertimento.



    *Concluse Sibilla indicando le minuscole imbarcazioni che prima erano celate da un Incanto di Disillusione, quindi, mentre i ragazzi decidevano se provare quella attività fuori programma oppure rifugiarsi nelel confortevoli tende, con un gesto del proprio catalizzatore magico la Preside fece partire di nuovo la musica.*


    Link


    *Le dolci note avevano appena iniziato a saturare l'aria, creando un'atmosfera insieme festosa e romantica, adatta a tutti i presenti, sia alle poche coppie rimaste sia ai tanti amici e semplici conoscenti che non se l'erano sentita di entrare nel Labirinto del Cuore, quando la strega notò che una piccola creatura alata stava sollazzando intorno a una delle barchette e, se non aveva frainteso le sue intenzioni, stava per per posarsi su un remo, forse per usarlo come scivolo.*




    Chissà se noteranno l'amorino oppure qualcuno se lo troverà come passeggero clandestino?

    *Si chiese scoppiando a ridere, poi, prima di tornare dalle amiche si diresse verso il chiosco delle bevande per prendere una Buurrobirra tutto quel parlare e camminare le avevano fatto venire una gran sete.*



    @Millennium_Falcon, @Shana_Sakai, @Gandalf_Derweiss, @Maya_Mondlicht, @Helen_Benlor, @Quenya_Faraway, @Alexander_Foster, @Alberto_Aimo, @Holibus_Skett, @Alice_White, @Silvia_Ghivarello, @Miasev_Sevins, @Therar_Rothiem, @Gabriel_Master, @Cosetto_Silverwing, @Buffy_Cenere, @Richard_Abercrombie, @Dora_Johnson, @Lorence_Eminwey, @Angie_Smith, @Reina_Midori, @Benjamin_Brown, @Dubhe_Dolohov, @Norman_Stacey, @Aurora_Dalmat, @Magdalen_Thestral, @Artemisia_Altair, @Phoebe_Hamilton, @Charlotte_Mills, @Gwendolen_Howard, @Laura_Alderbow, @Beatrice_Wright, @Lani_Lovebad, @Daphne_Harris, @Pervinca_Periwinkle, @Gabrielmoore_Moore, @Stefano_Draems, @Robert_Dippett, @Cinthia_Manavella, @Kimberly_Beckendorf, @Periwinkle_Blue, @Domenico_Corasiniti, @Alfio_Grasso, @Sidney_Jones, @Lety_Atkin, @Dragonis_Witch, @Susan_Watson, @Blair_Watson, @Claire_Biovero, @Katniss_Everdeen, @Sinfo_Arfen, @Niky_Rosewood, @Celine_Randall, @Alice_Paint, @Marcus_Largh, @Daniel_Collins, @Micol_Evensrav, @Georgie_Bilson, @Gortak_Katorg, @Roonil_Wazlib, @Jane_Casterwill, @Mary_Alliwell, @Morga_Reddick, @Clair_Morrigan, @Cassandra_Gibbs, @Ivet_Jackson, @Emily_Gryfols, @Dana_Milic, @Chiara_Pilotto, @Haelenia_Eriksson, @Matte_Webber, @Reina_Shiny, @Lovely_Marlowe, @Altheda_Aloise, @Helenakaterina_Petrova, @Lucius_Boomslang, @Eowyn_Pervinca, @Mirco_Mcqueen, @Sarah_Diggory, @Elen_Levon, @Matthew_Dibba, @Frederick_Crockford, @Jasper_Frost, @Andrea_Marshall,




    OT

    Il primo utente che interverrà dopo questo post e dirà esattamente dove si trova l'Amorino sarà il vincitore e guadagnerà 5 punti per sé e per la sua Casa.


    NB. Il post di avvistamento dovrà:
    - venire scritto in corretto linguaggio GDR;
    - essere coerente con la location e ciò che sta accadendo nella sala;
    - spiegare che cosa accade, dove compare il puttino alato, etc.
    - non dovrà contenere ALCUN incantesimo.
    - è ovvio che le coppie che sono nel Labirinto del Cuore,
    non avendo il dono dell'ubiquità, non possono avvistare l'amorino.


    IN NESSUN CASO IL POST POTRA' ESSERE EDITATO PRIMA CHE
    IO ABBIA STABILITO SE IL TESTO E' VALIDO O MENO,
    IN ALTRI TERMINI, L'INESATTEZZA DI UN CODICE
    O UN REFUSO NON INFICIANO LA VALIDITA' DEL PL POST,
    INVECE, L'EDIT SI', PERCHE', NON POTENDO SAPERE CHE
    COSA VI FOSSE SCRITTO PRIMA DELLA MODIFICA,
    NON SAREBBE CORRETTO NEI CONFRONTI DEGLI ALTRI UTENTI
    ATTRIBUIRE LA VITTORIA A CHI, MAGARI,
    AVEVA SCRITTO UN POST CHE NON SODDISFACEVA I REQUISITI RICHIESTI.


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 253950
       
       

    *Charlotte si trovava li, seduta in compagnia della preside e di altri docenti ad aspettare le coppiette che erano all' interno del labirinto e che, prima o poi, dovevano uscire.*

    Temo che i concorrenti non torneranno molto presto… hanno impiegato un sacco di tempo solo per entrare nel dedalo stregato, quindi, non oso immaginare quanto ci metteranno a uscire… forse è il caso che faccia mettere tutti un po' più comodi

    *Disse la preside constatando quello che aveva già pensato Charlotte da qualche minuto.*

    Penso proprio che hai ragione.

    *Affermò la docente di Arti oscure che, osservò la bacchetta della preside sventolare. Un bellissimo pic nic era finalmente disponibile per i presenti.*

    Finalmente.. Iniziavo ad avere una fame!

    *Disse Charlotte che si sedette vicino alla sua amica animagus.*

    Cara Sibilla, un giorno di questi verrò a trovarti nel tuo ufficio insieme a Kyle, non l' hai ancora conosciuto...
    Ehy, ma quello è un amorino!


    *Affermò Charlotte sorprendendo quella piccola creaturina svolazzare sopra la loro teste.*



    @Sibilla_Strangedreams,



    OT

    L'Amorino è stato correttamente avvistata da @Charlotte_Mills,
    della nobile Casa di Serpeverde... COMPLIMENTI!



    @EDIT BY Sibilla_Strangedreams






    Ultima modifica di Sibilla_Strangedreams oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Daphne_Harris

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 7
    Galeoni: 2095
        Daphne_Harris
    Tassorosso
       
       

    [Sala Comune di Tassorosso]


    *Ogni volta che c'era qualche occasione, lei era sempre in ritardo. Come poteva essere sempre in ritardo?*

    Me lo chiedo ogni volta, ma non trovo mai una seria risposta...

    *Farfugliò Daphne Harris, la Tassorosso del settimo anno in balia dei suoi riccioli ribelli e alla ricerca di qualche abbigliamento per l'occasione. Il problema più grande era il freddo che c'era all'aria aperta e a come potesse non congelare con la neve che circondava il l'intero castello. La Preside aveva sicuramente qualche asso nella manica, per cui indossò qualcosa di leggero, come un pantalone colorato, scarpe da tennis e top, abbinando la sciarpa di ugual colore e prendendo poi un pesante mantello bianco, candido come la neve e bello caldo. Occhiali da sole e borsetta non potevano mancare, perché la giornata all'aria aperta li avrebbero di certo richiesti.*



    Ottimo!

    *Disse con un sorriso, correndo veloce verso l'esterno, sperando di passare una fantastica giornata.*

    [In riva al lago]


    *Daphne correva e non smetteva, dirigendosi verso le rive del Lago del Nero, dove studenti e adulti stavano insieme, chi come semplici amici, chi invece, come coppiette. Lei sarebbe stata una tra quelle, ma non vedeva l'ora. Oltrepassò una barriera quasi invisibile, trovandosi come d'incanto in un luogo caldo e accogliente, come se fosse estate inoltrata.*

    Sapevo che la Preside mi avrebbe stupita!

    *Pensò la biondina con un sorriso, mettendosi alla ricerca di Alex. Chissà se lui era già nel prato o era in ritardo anche lui.*

    @Alexander_Foster,


  • Alexander_Morgenstern

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 9
    Galeoni: 116
       
       

    [Dublino, Irlanda 14:23]


    *Il sole era alto e brillante nella campagna Irlandese, sebbene qualcosa si muovesse tra quei campi. Intere distese di erba verde smeraldo si paravano dinnanzi agli occhi di Alexander, in piedi su un'altura, guardandosi attorno. Si, lo aveva trovato e no, probabilmente non l'avrebbe preso neanche stavolta. La mandibola di lui era serrata, guizzando di tanto in tanto sotto la pelle ricoperta da una barba scura ben curata. Un fremito scosse le mani del diciassettenne, mentre la sinistra che impugnava la bacchetta sembrò fendere l'aria.*

    Homenum Revelio.

    *A quelle parole appena sussurrate, udibili come il lieve fruscio di un vento flebile, il catalizzatore magico d'Ebano reagì, confermando i sospetti del Corvonero che, con un sussurro, si decise ad accettare quella notizia: l'aveva trovato. Quell'erba alta non nascondeva una bestia, una creatura o qualsiasi ma un uomo. L'uomo che gli aveva fatto conoscere la gioia e che ora voleva privarlo della felicità più grande: Daphne, la sua Daphne.*

    Vieni fuori, codardo!

    *Tuonò il ragazzo, sentendo la sua stessa voce disperdersi tra quelle colline piene d'erba e colline, colline piene d'erba. Scagliò un incantesimo alla cieca, colpendo dei ciuffi d'erba un po' più in la, vedendo del terriccio guizzare in su prima che, dall'altro lato, si levasse un forte "Crack", segno che qualcuno si era smaterializzato. Si voltò di scatto, calciando una pietra e facendola rotolare per qualche metro, con l'improvvisa voglia di ridurre in cenere tutto: l'aveva perso, di nuovo, ancora una volta.*

    Maledizione.

    *Pensò con rabbia, passandosi le dita fra i capelli scombinati, camminando a lenti passi verso l'abitazione che si trovava di fronte, aprendo la porta ed entrando lì dentro, alla ricerca di qualcosa che potesse aiutarlo. Era un ambiente piccolo ed angusto, immerso nell'oscurità, emanante un forte puzzo di muffa ed umidità.*

    Lumos.

    *Non pronunciò la formula, bensì si limitò a portare la bacchetta a qualche centimetro dal petto, illuminando così quella che chiamare stamberga sarebbe stato dire villa. Le pareti non avevano alcun tipo di vernice, neppure bianca, anzi: il cemento grezzo era l'unica cosa che rivestiva i mattoni delle pareti, mentre un lampadario con mozziconi di candele appena spente era lì a ciondolare. L'unica cosa che illuminava la stanza? Una finestrella minuscola, chiusa con delle sbarre. Poggiata la bacchetta sul tavolo, Alexander, deluso, incrociò le braccia su di essa e si limitò a poggiare la testa sugli avambracci per un secondo, chiudendo gli occhi.*

    Non puoi scappare per sempre.

    *Era evidentemente frustrato, spaventato da ciò che un mago come Viktor Foster potesse fare, terrorizzato di poter perdere colei che amava. La spalla sinistra bruciava, come se ci fosse stato marchiato qualcosa a fuoco, ma non importava, non adesso. Rialzata la testa dalle braccia, Alexander cominciò a guardarsi attorno, con un sospiro.*



    *L'aveva perso, ormai, e di trovarlo non se ne parlava, non adesso, non quel giorno. Si staccò dalla finestra, passandosi una mano sul volto stanco e provato, portandosi la mano destra al braccio sinistro, colpito da una fattura di Viktor pochi minuti prima, lì dove adesso c'era un tatuaggio.*

    Ma che...?

    *Esclamò sorpreso Alexander, sgranando per un istante gli occhi e sobbalzando alla vista di quello che sembrava inchiostro nero sotto la sua pelle. Eppure quel simbolo non gli era sconosciuto. Setacciò la sua mente, cercando di ricordare dove l'avesse visto... ma non ottenne nulla di concreto, nulla di preciso. Deglutì, conscio solo che, qualunque cosa fosse, l'aveva visto durante la sua infanzia. Nulla, per quanto si sforzasse proprio non riusciva a venirne a capo. Abbassò la manica della maglia, ancora una volta, conscio che ci sarebbe stato un tempo per venirne a capo, un tempo in cui tutto sarebbe andato bene... ma non era il giorno adatto. Prese la bacchetta da dove l'aveva lasciata, spegnendola ed uscendo fuori da quel tugurio, lì dove non avrebbe trovato niente di utile. Perché si trovava in quel luogo, lontano da tutto il mondo alla ricerca di un mago che avrebbe fatto di tutto per distruggerlo? Perché amava Daphne. Perché lui aveva minacciato di ucciderla. Perché non avrebbe permesso mai a nessuno di toccarla.*

    Meglio andare.

    *Pensò rassegnato, concentrandosi per poi smaterializzarsi ad Hogsmade, lì dove avrebbe camminato fino ad Hogwarts.*

    [Riva del Lago, ore 15:10]


    *Dopo essere arrivato ad Hogwarts, tornò nella sua Sala Comune e si diresse ai bagni, lì dove fece una bella doccia gelida che, almeno momentaneamente, sembrò placare quel terribile dolore alla spalla sinistra. Non sapeva perché diamine, invece di attaccarlo, Viktor gli avesse impresso quel segno.*

    Che poi cosa vorrà dire?

    *Si chiedeva ancora, vestendosi e assicurandosi che nessuno lo vedesse. Doveva indossare una maglietta per tutto quel caldo che c'era lì fuori... ma adesso la sfida era trovarne una con le maniche abbastanza lunghe da coprire quel simbolo.*

    Perfetto.

    *Si disse, uscendo così dalla camera e successivamente dalla Sala. Si ritrovò in Giardino in poco tempo, indossando gli occhiali da sole e camminando speditamente verso il Lago, conscio che era già in ritardo per l'appuntamento con Daphne.*



    Sicuramente sarà in ritardo anche lei... anche se mi sa che questa volta la batto.

    *Eh si, probabilmente quel giorno avrebbe battuto anche il record di Daphne, in quanto a ritardo. Ma cosa le avrebbe detto? Non poteva dirle che fino a poco fa era in Irlanda, poiché avrebbe dovuto darle una spiegazione: e non poteva dire a Daphne cosa era successo tra lui e suo zio, tempo fa. Certo, lei aveva intuito che qualcosa non andava, forse aveva capito anche troppo... ma di certo non poteva sapere come stavano le cose per davvero. Mentre avanzava sulla riva del Lago Nero, il ragazzo sperava solo che quell'espressione distrutta che aveva sul volto non si notasse troppo.*



    *Chissà dove si era cacciata Daphne...*

    @Daphne_Harris,


  • Daphne_Harris

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 7
    Galeoni: 2095
        Daphne_Harris
    Tassorosso
       
       

    [In riva al lago: alla ricerca di @Alexander_Foster]


    *Eccola lì, una giovane studentessa al settimo anno di studi, un biondina tutta riccioli e sorrisi, alla ricerca del suo unico amore. Daphne Harris non smetteva di trotterellare a destra e a manca, sperando di individuare il suo amato Corvonero, perso chissà dove.*

    Non è solito arrivare in ritardo...

    *Pensò la ragazza fermandosi un'attimo, pensierosa e sospettosa. Sì, perché era la prima volta che faceva tardi il ragazzo, sempre preciso e puntuale, ma sicuramente doveva esserci qualcosa che non andava.*

    Che cosa gli sta impedendo di giungere al lago?

    *Rimuginava la biondina, intenta ad osservare le sponde del lago e ammirare le splendide barchette che attendevano solo di avere qualcuno che vi salisse. Le acque erano placide e tranquille, del tutto fuori dal comune. Nessuno si aspetterebbe mai che nelle sue profondità, vi potesse abitare una gigantesca piovra. No, non è una cosa che si aspetterebbe nessun essere vivente Babbano! Nel Mondo Magico ormai si era molto abituati a quel genere di situazioni, dove tutto sembra tranquillo e poi si scatena il putiferio o qualche terribile minaccia, che ovviamente stava sempre lontano da occhi indiscreti.*

    E se lui volesse tenere qualcosa nascosto a me?

    *Il pensiero che le affiorò nella mente la fece impallidire e intristire, perché i due non si erano mai nascosti niente, anche se, qualcosa che lui non diceva lei era certa di averla capita. I problemi che vi erano stati con lo zio si stavano mutando? Stava diventando tutto troppo grande e pericoloso? Erano solo dei diciassettenni, ma avevano capito che nonostante la loro giovane età, erano parecchio nei guai. Il pericolo era Victor Foster e non si sarebbe arrestato finché non avesse visto la morte di Daphne Harris e il suo nipote tra le schiere che lui prediligeva: i Mangiamorte. Lui era ormai un noto membro di quella che ormai era solo una lontana minaccia, eppure non si arrendeva e lottava con le forze del bene e contro la Tassorosso, per portare alle tenebre Alex.*

    Non può costringerlo a fare ciò che vuole! Non può farlo diventare un Mangiamorte solo perché a lui piace così!

    *Ribatteva nella mente la ragazza, cercando con lo sguardo il suo Corvonero, sperando di trovarlo sano e salvo, senza alcun graffio e perfettamente in forma.*

    Accidenti! Saremo mai liberi dal pensiero di non dover rischiare la vita ogni singolo istante?

    *Si domandò la Harris, voltandosi a destra, poi a sinistra, senza alcun esito positivo sulla vista di quei capelli neri come la pece al vento.*

    Non credo proprio. Non con la carriera che voglio intraprendere, né con la carriera che desidera Alex. Auror e Allevatore di Draghi sono due cose parecchio toste e pericolose.

    *Rimuginava torturandosi con un dito qualche ciocca ribelle, arricciandola e giocherellandoci un po'.*

    Non avremo mai una vita monotona quantomeno!

    *Scherzò cercando di deviare il discorso a qualcosa di più allegro e consono alla situazione che si sarebbe dovuta creare di li a poco. O almeno era quello che sperava.*

    Se solo venisse...

    *Sospirò sconfortata, forse un po' abbattuta, iniziando a credere che avrebbe passato l'intera giornata da sola in riva a quel lago ricco di gente sorridente e spensierata.*

    Lui verrà... Non mi lascerebbe mai sola! Non oggi poi!

    *Si disse decisa, voltandosi e individuando il ragazzo che avanzava lentamente, voltandosi per cercare di rimando lei.*

    [In riva al Lago con Alex]


    Eccoti!

    *Gridò entusiasta, correndo verso il ragazzo che amava e che aveva desiderato di vedere da quella mattina. Erano entrambi in ritardo, ma lui l'aveva di certo battuta!*

    Mi sei mancato!

    *Si era gettata tra le sue braccia, sussurrandogli alle orecchie quelle parole e tante altre ancora voleva dirgliene. Lo amava alla follia ed era tremendamente preoccupata per lui. Non era nel suo stile fare tardi. Non era da lui non avvisare. La cosa le puzzava, ma non era certa di voler sapere. Non era certa di voler sapere in quel momento.*

    Ti amo.

    *Quelle erano le uniche parole che voleva dire lui, quelle che le facevano esplodere il cuore dal petto e renderla la persona più felice del mondo. Adesso non contava più nessuno, erano solo solo. Daph e Alex. Alex e Daph. Per sempre.*

  • Alexander_Morgenstern

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 9
    Galeoni: 116
       
       

    *La testa sembrava scoppiare, mentre il bruciore al braccio si faceva sempre più... atroce. Era il termine più appropriato, infondo, ma adesso era un'altra la domanda.*

    Oltre al perché... cosa mi ha fatto?

    *Camminava a testa bassa, tra quel mucchio di gente il quale non se ne sarebbe mai fregato molto di ciò che lui aveva in testa, gente che non poteva immaginare quali dubbi o guai tormentassero quello che era un diciassettenne: un diciassettenne, per la malora! Perché doveva essere tutto così complicato, così difficile? Come giustificare un interesse tanto acceso, tanto malato, di suo zio affinché Alex divenisse un Mangiamorte? C'erano tanti maghi al mondo... ma perché Viktor Foster si era impuntato, quasi se avesse giurato a se stesso di volere il nipote accanto a lui?*

    Tutto ciò non ha senso.

    *Camminava in modo automatico, come un automa, adottando il classico script mentale "cammina, respira, evita gli ostacoli, attento a dove metti i piedi", un semplice schema inconscio che gli permetteva di rivolgere la sua attenzione quasi totalmente su ciò che pensava. No, quello che aveva sul braccio non era una maledizione.*

    E' da escludere.

    *Andare per esclusione, per ragionamento, infondo, era ciò che sapeva fare meglio: era un Corvonero, giusto? Il bruciore del braccio sembrava estendersi in un fastidioso formicolio lungo le dita, mentre ricordava ciò che lo zio gli aveva insegnato sulle maledizioni.*

    "Non tutte uccidono, e quelle che lo fanno non agiscono per forza all'istante."

    *Il ripasso mentale era sempre una buona cosa, un qualcosa che, in casi come quello, si dimostrava molto più che utile. Per sua fortuna, il ragazzo era un tipo estremamente lucido e razionale, un tipo che, in caso di necessità, riusciva ad essere obbiettivo e distaccato anche se si parlava di lui.*

    "Per far si che si attivi, la maledizione deve essere scagliata consapevolmente, consci di ciò che si sta per fare. Devi voler far del male, desiderare che l'altro soffra o muoia. Devi immaginare, ragazzo, devi bramare il dolore e la morte di chi si para dinnanzi a te."

    *Poteva sembrare crudele, vero? Eppure Alex era riuscito a scagliare le maledizioni che Viktor gli aveva insegnato. Era un pessimo ragazzo, allora. Forse la sua strada era davvero tra i Mangiamorte... forse Daphne gli aveva fatto credere in un sogno che, per quanto bello, sapeva di bugia.*

    No, non è così.

    *Si sforzava di pensare, ma quella vocina nella testa continuava a ripetergli che, per aver scagliato con successo maledizioni, anche se su fantocci, non doveva essere poi questo stinco di santo. Come spiegare il suo Patronus, allora? Un Basilisco! Cominciava ad odiarsi, cominciava sul serio a sentirsi...*

    Un momento.

    *La sua "passeggiata", che nel frattempo era diventata quasi una corsa, si arrestò, mentre sgranava gli occhi dietro gli occhiali da sole, colto da un'improvvisa rivelazione.*

    Tu... volevi farmi arrivare a questo, vero?

    *Un sorriso che tutto esprimeva tranne gioia gli dipinse il volto, mentre cominciava a capire tutto ciò che si celava dietro quei problemi: zio Viktor. Oh certo, era un grande Mangiamorte, un mago davvero temibile... ma, come stratega, non era niente male. Ciò non voleva dire che il simbolo sul braccio del ragazzo fosse stato impresso solamente per quel motivo... ma si, Viktor sapeva ciò che faceva.*

    Beh... c'hai provato.

    *Pensò il ragazzo, scrollando le spalle e tranquillizzandosi, quando una vera e propria visione gli si parò dinanzi: Daphne Dianne Harris, la donna della sua vita. Lei gli correva incontro, lui non poteva che ammirarla in tutto il suo essere leggiadra, bella, fantastica. Era stanco di tutto ciò che stava accadendo con suo zio, stanco di pensare che potesse avvicinarsi a Daphne... ma, vedendola, altri mille e più motivi per lottare vennero a galla. Lei gli buttò le braccia al collo, mentre lui ricambiava l'abbraccio, chiudendo gli occhi e ritrovando quel profumo che era meglio di un Reinnerva.*

    Ora sai perché lo fai ancora, vero? Proteggerla.

    *Perché le doveva la vita. Cosa strana da dire: doveva la vita a chi gliela dava istante per istante. Quell'abbraccio sembrava non smettere mai, e in questo venivano trasmesse molte più cose che le parole avrebbero mai espresso. La tensione nelle spalle di lei, nella mandibola che sentiva contro il suo collo dimostrava che qualcosa aveva intuito, che non chiedeva perché non voleva avere conferme, che gli importava solo di averlo lì, adesso. Era facile, a diciassette anni, vivere giorno per giorno. Era semplice, per il ragazzo, seguire la corrente. Una corrente che, ovunque andasse il fiume dei suoi pensieri, portava a lei. A quegli occhi più azzurri del cielo e più profondi del mare.*

    Ti amo.

    *Sussurrò anche lui, posando finalmente le labbra su quelle di lei, deciso a non farsi rovinare quella giornata da nessuno. Viktor Foster poteva aspettare nelle tenebre, con tutti i problemi che il ragazzo aveva, perché adesso, non appena era uscito dal castello, era al sole.*

    @Daphne_Harris,




    Ultima modifica di Alexander_Morgenstern oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale



Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo