Hogwarts - Dintorni
Hogwarts - Dintorni


  • Crystal_Hopstader

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 2
    Galeoni: 264
       
       

    *Crystal guardò il professore *

    ovviamente servitù professore, secondo me gli elfi sono fatti per essere nostri schiavi

    *Disse con naturalezza guardando la ragazza che aveva risposto prima di lei *

    Gli elfi sono fatti per essere sfruttati è una delle loro capacità e dovevano sentirsi onorati per il loro lavoro

    *Pensò Crystal mentre rispondeva di nuovo alla domanda fattale dal professore sperando che questa volta avesse risposto bene per una volta, anche se aveva detto solo quello che gli aveva imparato la famiglia riguardo gli elfi, mentre lei non sapeva cosa pensare degli elfi, anche se sapeva benissimo che fossero esseri inferiori ai maghi e con loro non bisognava essere sempre buoni o ne avrebbero approfittato e ti avrebbero potuto mettere i piedi in testa cosa che odiava Crystal più di tutte. *

    @Angela_Dimaggio, @Mihos_Renny, @Adelide_Holmes, @Gianna_Fields, @Emily_Banks, @Gianna_Fields, @Axel_Buster, @Serenity_Hunter, @Marcus_Largh, @Yasmine_Holmes, @Charlotte_Mills, @Lucieannette_Orafer, @Millennium_Falcon, @Hillary_Palmer, @Sylvia_Turner,



    Ultima modifica di Crystal_Hopstader oltre 1 anno fa, modificato 2 volte in totale


  • Mihos_Renny

    Tassorosso Insegnante Responsabile di Casa
    MANGIAMORTE

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 9
    Galeoni: 7113
        Mihos_Renny
    Tassorosso Insegnante Responsabile di Casa
       
       

    *Il professore si mise a ridere dopo aver ascoltato alcuni studenti.*

    Le vostre risposte sono molto esaustive e corrette, ma non é quello che vi ho chiesto.
    Vi ho infatti chiesto una sola, singola parola che secondo voi rappresenta la parola "Elfo Domestico" e la prima cosa che vi viene in mente sentendo il nome di questa creatura..


    *Il ragazzo riflettè, ma gli vennero in mente non meno di una parola, ma comunque provò a dire qualcosa, ma venne anticipato da Emily.*

    Mi scuso per la risposta precedente. Appena penso agli Elfi Domestici mi viene in mente schiavitù e sfruttamento.

    *Disse la ragazza non un po' di imbarazzo rendendosi conto di non aver seguito la consegna del professor Largh*

    Per quanto mi riguarda mi vengono in mente molte parole se dovessi pensare agli Elfi Domestici: lealtà, schiavitù, maltrattamento e altre. Ma guardando gli Elfi Domestici nelle cucine di Hogwarts mi viene in mente solo la parola "grandi lavoratori"

    *Iniziò a parlare Mihos, dopo aver alzato la mano, dando la sua opinione sull'argomento*

    @Crystal_Hopstader, @Elena_Apefrizzola, @Yasmine_Holmes, @Adelide_Holmes, @Hillary_Palmer, @Gianna_Fields, @Lucieannette_Orafer, @Fabiola_Cantervilles, @Marcus_Largh, @Emily_Banks,


  • Lucieannette_Orafer

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 324
       
       

    *Annie si preoccupò di salutare tutti quando il professor Largh prese la parola chiedendo ai presenti di descrivere gli elfi domestici con un solo termine.
    Emily prese la parola e cominciò a parlare seguita da Crystal, una serpeverde a cui non aveva mai rivolto la parola.*

    Gli Elfi Domestici sono creature tese schiave dalle famiglie di maghi, e devono servirla fino alla loro morte, e meno che esso non venga liberato. Un Elfo Domestico è libero quando il proprio padrone li dona degli indumenti, per queste creature ricevere un vestito è il loro peggior incubo perché vogliono essere sfruttati. Se disobbediscono al padrone, si devono autopunire stirandosi le dita, sbattendo la testa contro qualcosa, e in vari altri modi. Possono fare magie senza l'aiuto di una bacchetta e sono in grado di materializzarsi in luoghi in cui ai maghi non è concesso, ad esempio a Hogwarts.

    Sono creature dedite ai lavori domestici; possono indossare solo abiti arrangiati che non devono essere stati fatti per essere usati come veri e propri indumenti, ad esempio federe di cuscino, tovagliette da tè, strofinacci, eccetera; questo è il segno della loro appartenenza come servitori di una famiglia di maghi. Se ricevono in dono un vero e proprio abito, il loro status di dipendenza dal padrone decade; ma finché ciò non avviene, sono obbligati a eseguire gli ordini del loro padrone, anche se li considerano ingiusti (sebbene la loro fedeltà quasi assoluta renda loro molto difficile interpretarli come tali). Hanno l'abitudine universale di parlare di sé stessi alla terza persona singolare.
    Gli elfi domestici hanno grosse orecchie da pipistrello, un naso a grugno o dritto e aquilino e sono molto bassi di statura, quasi come i Folletti. Generalmente provano disgusto per ciò che il loro padrone odia, adorano ciò che il loro padrone adora e pensano ciò che gli viene inculcato, tuttavia se vengono trattati particolarmente male possono trovare scappatoie per obbedire soltanto in maniera nominale agli ordini che vengono impartiti loro (per esempio fingendosi servizievoli con il padrone per poi parlargli alle spalle). Gli elfi non possono e non devono svelare i segreti dei propri padroni e se lo fanno senza esplicito ordine sono costretti a punirsi violentemente facendosi male da soli (cosa che fanno ogni volta che fanno qualcosa per cui poi si sentono in colpa). Un'importante caratteristica di queste creature è che non accettano salario per i loro servigi, che non riescono a sopportare che si parli male dei padroni e che a loro volta non riescano a farlo anche quando i loro padroni non sono più tali, sempre ammesso che questi non siano stati particolarmente malvagi nei loro confronti. Altre caratteristiche consistono nella capacità di smaterializzarsi e materializzarsi anche dove ne è stato imposto il divieto con la magia, raggiungere istantaneamente il loro padrone in qualsiasi momento appena egli li chiama e padroneggiare poteri che i maghi non hanno.


    *Annie avrebbe voluto complimentarsi con loro ma il professor Largh intervenne immediatamente facendo notare alle due che aveva richiesto l'uso di una sola parola.
    Emily utilizzò allora i termini "schiavitù" e "sfruttamento".
    Annie ci pensò per alcuni secondi e poi, dopo aver alzato la mano disse.*

    La prima parola che mi viene in mente al riguardo è Libertà. Ovviamente intesa come una mancanza.

    *Parlò velocemente, si sentiva come nei primi anni. C'erano molte persone che non conosceva e la paura di non essere accettata era alta.*


    @Crystal_Hopstader, @Elena_Apefrizzola, @Yasmine_Holmes, @Mihos_Renny,@Adelide_Holmes, @Hillary_Palmer, @Gianna_Fields, @Emily_Banks, @Fabiola_Cantervilles,@Marcus_Largh


  • Hillary_Palmer

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 681
       
       

    Eh già, questa lezione è un po' una prova, per vedere se la materia può effettivamente essere interessante o meno! Comunque un po' di studio in più non ucciderà nessuno. Spero...

    *Le disse Adelide. Hillary sorrise.*

    Oh, bé, io meno studio più sono contenta. Non sono per niente Corvonero in questo! Ci sono dei posti vuoti, ti va di sederti con me?

    *La Grifa indicò due cuscini liberi vicino ad un tavolino. Si laciò cadere su uno dei due. Erano davvero molto soffici e comodi. Stava iniziando a tirare fuori dalla borsa il blocknote e la penna d'aquila che sua nonna le aveva regalato per Natale quando il professor Largh parlò.*

    [#CD853F]Cari studenti benvenuti!
    Aspettiamo qualche altro vostro compagno e, fra qualche minuto finalmente inizieremo l'esercitazione.
    Intanto vorrei fare un piccolo gioco.
    Vorrei che pensiaste ad una sola parola per l'argomento di oggi: gli Elfi Domestici. Oppure: qual è la prima cosa che vi viene in mente alla parola Elfo.
    Pensateci su, poi me lo direte.[/color]

    *Emily e Crystal, una Serpeverde che Hillary aveva già notato all'esercitazione di Difesa Contro le Arti Oscure descrissero gli Elfi Domestici molto dettagliatamente e correttamente, ma non risposero alla domanda del professore. L'insegnante glielo fece notare e Emily tentò un'altra volta.*

    Mi scuso per la risposta precedente. Appena penso agli Elfi Domestici mi viene in mente schiavitù e sfruttamento.

    *Quelle che aveva detto Emily erano le cose più ovvie che per prime si pensano quando si sente parlare di Elfi Domestici: la schiavitù alla quale quelle povere creature sono sottoposte e come i maghi le sfruttano.*

    ovviamente servitù professore, secondo me gli elfi sono fatti per essere nostri schiavi. Gli elfi sono fatti per essere sfruttati è una delle loro capacità e dovevano sentirsi onorati per il loro lavoro

    *La Grifa storse il naso perché trovò la risposta della Serpe un po' troppo pesante. Insomma, era vero che agli Elfi Domestici piaceva la loro situazione di schiavitù e di sottomissione, ma Hillary non la trovava una cosa corretta ugualmente, infatti per lei la libertà era molto importante.*

    Per quanto mi riguarda mi vengono in mente molte parole se dovessi pensare agli Elfi Domestici: lealtà, schiavitù, maltrattamento e altre. Ma guardando gli Elfi Domestici nelle cucine di Hogwarts mi viene in mente solo la parola "grandi lavoratori"

    La prima parola che mi viene in mente al riguardo è Libertà. Ovviamente intesa come una mancanza.

    *Intervennero poi anche Mihos e Annie. Tutti dicevano cose che anche Hillary pensava, ma la Grifa si accorse che nessuno aveva aggiunto un particolare che lei riteneva abbastanza importante, così alzò la mano per parlare.*

    Anche a me ovviamente vengono in mente le cose già dette dai miei compagni, ma aggiungerei pure il fatto che queste creature sono sottovalutate. Infatti, come aveva già detto Emily, oltre ad essere grandi lavoratori sono dotati di poteri magici relativamente potenti. Possono fare magie senza bacchetta e smaterializzarsi dove i maghi non possono quindi se volessero attaccare qualcuno potrebbero diventare pericolosi.

    *A Hillary piacevano gli Elfi Domestici ma non trovava gusto trattarli come cose. Certe volte sperava che degli Elfi Domestici maltrattati si ribellassero e facessero vedere al padrone di cosa erano capaci, ma ovviamente non succedeva mai, non era nella loro natura.*

    @Emily_Banks, @Mihos_Renny, @Lucieannette_Orafer, @Crystal_Hopstader, @Elena_Apefrizzola, @Adelide_Holmes, @Gianna_Fields, @Marcus_Largh, @Yasmine_Holmes

  • Eurus_Holmes

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 7
    Galeoni: 420
        Eurus_Holmes
    Serpeverde
       
       

    *Quando tutti gli studenti si furono seduti occupando tutti i posti liberi, il professor Largh iniziò la lezione. Spiegò brevemente ciò di cui avrebbero trattato quel giorno e Yasmine, seduta al suo posto, cercava di vedere il volto del docente nascosto dietro alle teste di alcuni compagni.*

    Intanto vorrei fare un piccolo gioco.
    Vorrei che pensiaste ad una sola parola per l'argomento di oggi: gli Elfi Domestici. Oppure: qual è la prima cosa che vi viene in mente alla parola Elfo.
    Pensateci su, poi me lo direte.


    *Alcune sue compagne iniziarono a spiegare i loro pensieri dando lunghe e intense spiegazioni sugli Elfi Domestici. Una volta che tutti ebbero finito di parlare, il docente intervenne nuovamente facendo loro notare che, si, erano giuste definizioni, ma non era ciò che lui aveva chiesto loro. Il professore voleva che tutti gli studenti dicessero la prima parola che saltava loro alla mente collegata a quelle piccole creature. La prima a parlare fu Emily.*

    Mi scuso per la risposta precedente. Appena penso agli Elfi Domestici mi viene in mente schiavitù e sfruttamento.

    Anche Crystal, Mihos, Luciannette e Hillary diedero tutti un loro parere. Tutti avevano espresso pareri profondi e concordanti con un aprola: schiavitù. A Yasmine non venne in mente nient'altro, aveva solo pensieri stupidi e banali per la testa, nulla che potesse essere all'altezza. Era molto stanca quel giorno e non riusciva a riflettere con intensità.*

    Beh, a me è venuta subito in mente la parola "indumenti", o meglio calzini. Se non sbaglio è un affronto per loro, ma molti insistono su questo punto.

    *Non voleva dilungarsi troppo sulla spiegazione del perchè proprio quella parola, era certa che il professore avrebbe capito senza troppe spiegazioni.*

    @Emily_Banks, @Mihos_Renny, @Lucieannette_Orafer, @Crystal_Hopstader, @Elena_Apefrizzola, @Adelide_Holmes, @Gianna_Fields, @Marcus_Largh,@Hillary_Palmer,


  • Adelide_Holmes

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 1
    Galeoni: 218
       
       

    *Quando la lezione cominciò il professor Largh che chiese alla classe:*

    Intanto vorrei fare un piccolo gioco.
    Vorrei che pensiaste ad una sola parola per l'argomento di oggi: gli Elfi Domestici. Oppure: qual è la prima cosa che vi viene in mente alla parola Elfo.
    Pensateci su, poi me lo direte.*

    Adelide cominciò a pensarci su. Tutto quello che sapeva sugli Elfi domestici era che erano degli schiavi delle famiglie adagiate dei maghi e che lavoravano nelle cucine della scuola. Così decise di stare zitta e sentire le risposte dei propri compagni.
    Emily fu la prima a rispondere:*


    Gli Elfi Domestici sono creature tese schiave dalle famiglie di maghi, e devono servirla fino alla loro morte, e meno che esso non venga liberato. Un Elfo Domestico è libero quando il proprio padrone li dona degli indumenti, per queste creature ricevere un vestito è il loro peggior incubo perché vogliono essere sfruttati. Se disobbediscono al padrone, si devono autopunire stirandosi le dita, sbattendo la testa contro qualcosa, e in vari altri modi. Possono fare magie senza l'aiuto di una bacchetta e sono in grado di materializzarsi in luoghi in cui ai maghi non è concesso, ad esempio a Hogwarts.* Adelide era sconcertata. Non aveva idea che certe cose potessero davvero accadere nel mondo dei maghi! Creature pensanti e con una coscienza che venivano ridotte in schiavitù senza alcun motivo, era da barbari!
    Poi un'altra ragazza disse:*

    Sono creature dedite ai lavori domestici; possono indossare solo abiti arrangiati che non devono essere stati fatti per essere usati come veri e propri indumenti, ad esempio federe di cuscino, tovagliette da tè, strofinacci, eccetera; questo è il segno della loro appartenenza come servitori di una famiglia di maghi. Se ricevono in dono un vero e proprio abito, il loro status di dipendenza dal padrone decade; ma finché ciò non avviene, sono obbligati a eseguire gli ordini del loro padrone, anche se li considerano ingiusti (sebbene la loro fedeltà quasi assoluta renda loro molto difficile interpretarli come tali). Hanno l'abitudine universale di parlare di sé stessi alla terza persona singolare.
    Gli elfi domestici hanno grosse orecchie da pipistrello, un naso a grugno o dritto e aquilino e sono molto bassi di statura, quasi come i Folletti. Generalmente provano disgusto per ciò che il loro padrone odia, adorano ciò che il loro padrone adora e pensano ciò che gli viene inculcato, tuttavia se vengono trattati particolarmente male possono trovare scappatoie per obbedire soltanto in maniera nominale agli ordini che vengono impartiti loro (per esempio fingendosi servizievoli con il padrone per poi parlargli alle spalle). Gli elfi non possono e non devono svelare i segreti dei propri padroni e se lo fanno senza esplicito ordine sono costretti a punirsi violentemente facendosi male da soli (cosa che fanno ogni volta che fanno qualcosa per cui poi si sentono in colpa). Un'importante caratteristica di queste creature è che non accettano salario per i loro servigi, che non riescono a sopportare che si parli male dei padroni e che a loro volta non riescano a farlo anche quando i loro padroni non sono più tali, sempre ammesso che questi non siano stati particolarmente malvagi nei loro confronti. Altre caratteristiche consistono nella capacità di smaterializzarsi e materializzarsi anche dove ne è stato imposto il divieto con la magia, raggiungere istantaneamente il loro padrone in qualsiasi momento appena egli li chiama e padroneggiare poteri che i maghi non hanno.
    * Adelide dopo questa approfondita spiegazione non aveva più dubbi: il mondo dei maghi non era tutto rose e fiori come si era aspettata!
    Il professor Largh corresse però entrambi i discorsi asserendo che la sua richiesta era stata di trovare una parola soltanto per descrivere gli Elfi Domestici e la loro situazione.
    Emily disse schiavitù e sfruttamento, mentre la Serpeverde che aveva parlato prima disse una cosa su cui Adelide non si trovò per niente d'accordo:*

    Ovviamente servitù professore, secondo me gli elfi sono fatti per essere nostri schiavi! Gli elfi sono fatti per essere sfruttati è una delle loro capacità e dovevano sentirsi onorati per il loro lavoro* Adelide sperava di non essere troppo scortese, ma rispose:*


    Come può essere un onore essere sfruttati come bestie da qualche umano pari a loro? La parola che mi viene in mente personalmente è violazione, perché quelle povere creature vengono violate brutalmente!*. Adelide ricordò che quando era piccola sua madre le aveva raccontato molte storie sullo sfruttamento in molti casi diversi, e questa non era diversa! L'essere umano non cambia mai, che sia babbano o mago!*

    Per quanto mi riguarda mi vengono in mente molte parole se dovessi pensare agli Elfi Domestici: lealtà, schiavitù, maltrattamento e altre. Ma guardando gli Elfi Domestici nelle cucine di Hogwarts mi viene in mente solo la parola "grandi lavoratori"* aveva detto Mihos. Almeno sembrava che l'opinione della ragazza Serpeverde fosse impopolare!*

    La prima parola che mi viene in mente al riguardo è Libertà. Ovviamente intesa come una mancanza.* aveva detto Annie, seguita a ruota da Hillary che aveva aggiunto:*

    Anche a me ovviamente vengono in mente le cose già dette dai miei compagni, ma aggiungerei pure il fatto che queste creature sono sottovalutate. Infatti, come aveva già detto Emily, oltre ad essere grandi lavoratori sono dotati di poteri magici relativamente potenti. Possono fare magie senza bacchetta e smaterializzarsi dove i maghi non possono quindi se volessero attaccare qualcuno potrebbero diventare pericolosi.* e quelle parole fecero venire un dubbio ad Adelide, così chiese dopo aver alzato la mano:*

    Mi scusi professor Largh, ma perché gli Elfi Domestici non si ribellano? C'è qualche sorta di incantesimo che non gli permette di farlo? O semplicemente gli è stata inflitta questa mentalità e quindi non conoscono altra realtà che quella della schiavitù? Si sono mai registrate ribellioni nel corso della storia?*
    Dopo aver fatto la domanda aspettò la risposta del professore ascoltando la parola che sua cugina aveva pensato:*

    Beh, a me è venuta subito in mente la parola "indumenti", o meglio calzini. Se non sbaglio è un affronto per loro, ma molti insistono su questo punto.




    @Emily_Banks, @Mihos_Renny, @Lucieannette_Orafer, @Crystal_Hopstader, @Elena_Apefrizzola, @Yasmine_Holmes, @Gianna_Fields, @Marcus_Largh,@Hillary_Palmer,



    Ultima modifica di Adelide_Holmes oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Hillary_Palmer

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 681
       
       

    *Dopo Hillary intervenne Yaz.*

    Beh, a me è venuta subito in mente la parola "indumenti", o meglio calzini. Se non sbaglio è un affronto per loro, ma molti insistono su questo punto.

    *La Grifa sapeva che l'unico modo per liberare un Elfo Domestico era donargli dei vestiti. Si ricordò che anche lei aveva cercato più volte di liberare l'Elfa Domestica di sua nonna cercando di farle dare degli indumenti dalla sua padrona con l'inganno. Sua nonna era vecchia ma ancora molto sveglia, quindi se ne accorgeva subito e non ci cascava. Lei si arrabbiava molto ma Hillary non mollava e cercava altri metodi per liberarla.
    La voce di Adelide la distolse dai suoi pensieri.*

    Come può essere un onore essere sfruttati come bestie da qualche umano pari a loro? La parola che mi viene in mente personalmente è violazione, perché quelle povere creature vengono violate brutalmente!
    Mi scusi professor Largh, ma perché gli Elfi Domestici non si ribellano? C'è qualche sorta di incantesimo che non gli permette di farlo? O semplicemente gli è stata inflitta questa mentalità e quindi non conoscono altra realtà che quella della schiavitù? Si sono mai registrate ribellioni nel corso della storia?


    *La Grifa ci pensò un po' e alla fine provò a rispondere alla domanda dell'amica, anche se di sicuro ne sapeva meno del professor Largh.*

    Penso che gli Elfi Domestici non si siano mai ribellati perché, per quanto possa essere brutto, è la loro natura essere schiavi e non possono neanche immaginare una realtà diversa per loro. Certo, forse questo comportamento è stato influenzato da qualcosa. Forse i maghi dell'antichità, vedendo queste creature che sembravano piccole e indifese hanno pensato che loro fossero superiori e che potessero sottomettere gli Elfi Domestici. Comunque ho letto la storia di Dobby, un Elfo Domestico che è stato involontariamente liberato dal suo padrone che senza pensarci gli ha lanciato un calzino. L'Elfo era molto felice di essere libero, probabilmente perché la sua famiglia lo trattava molto male, ma purtroppo questo è uno dei rarissimi casi in cui un Elfo Domestico è felice di aver ricevuto dei vestiti, di solito cadono in depressione. Però non saprei se nella storia magica sono mai successe ribellioni di Elfi Domestici.

    @Yasmine_Holmes, @Mihos_Renny, @Emily_Banks, @Gianna_Fields, @Crystal_Hopstader, @Adelide_Holmes, @Lucieannette_Orafer, @Marcus_Largh

  • Elena_Apefrizzola

    Corvonero Certificato

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 2966
       
       

    *Dopo aver chiarito le cose con Mihos Elena prese definitivamente posto e mise sul banco pergamena, piuma ed inchiostro. Molti studenti si sedevano poco lontano da dove si erano salutati e Gianna si siede vicino ad Emily, a due passi dal tavolinetto dove si trovavano Elena e Yasmine. Arrivarono poi in aula Fabiola, una sorridente Corvonero che Elena conosceva e Crystal, una Serpeverde che la mora aveva conosciuto da poco.*

    Ciao Elena, ciao ragazze..posso unirmi a voi?
    Buongiorno! Scusate il ritardo, io sono Crystal

    *Dissero rispettivamente le due. Elena così rispose a Fabiola che l'aveva chiamata.*

    Ciao Fabiola! Accomodati pure!

    *Non fece in tempo a salutare nessun altro che il professore, finalmente soddisfatto dell'affluenza iniziò ad attirare l'attenzione degli studenti.*

    Cari studenti benvenuti!
    Aspettiamo qualche altro vostro compagno e, fra qualche minuto finalmente inizieremo l'esercitazione.
    Intanto vorrei fare un piccolo gioco.
    Vorrei che pensiaste ad una sola parola per l'argomento di oggi: gli Elfi Domestici. Oppure: qual è la prima cosa che vi viene in mente alla parola Elfo.
    Pensateci su, poi me lo direte.


    *A quelle parole, Elena iniziò a riflettere, ma Emily e Crystal, iniziarono a dare delle risposte complete e precise, riguardo l'argomento della lezione. Elena le ascoltò attentamente, molto interessata a ciò che le giovani dimostravano di conoscere così bene, ma il professore chiarì velocemente quale fosse la sua vera domanda, ringraziando con il suo solito garbo le due studentesse che avevano comunque dato risposte precise e dettagliate. Ciò che in realtà il docente chiedeva era una singola parola, che potesse racchiudere la considerazione che ognuno di oro aveva riguardo i poveri elfi Domestici.*

    Mi scuso per la risposta precedente. Appena penso agli Elfi Domestici mi viene in mente schiavitù e sfruttamento.

    ovviamente servitù professore, secondo me gli elfi sono fatti per essere nostri schiavi

    *Risposero così altrettanto prontamente prima Emily e poi Crystal. Presero poi la parola Mihos, Annie, Hillary e Yasmine. I Tassorosso proposero le parole"grandi lavoratori", pensando al loro ruolo fondamentale nel castello, e libertà, nel senso di negazione di questa. La Grifondoro diede spazio a un concetto che anche la Corvonero aveva analizzato, dicendo che le povere creature erano sottovalutate; mentre la Serpeverde invece stupì molto Elena associando agli elfi domestici la parola indumenti, gli oggetti simbolo della loro schiavitù e allo stesso tempo della loro speranza di libertà.
    Subito dopo la voce di Adelide si alzò tra i banchi chiedendo al professor Largh.*

    Come può essere un onore essere sfruttati come bestie da qualche umano pari a loro? La parola che mi viene in mente personalmente è violazione, perché quelle povere creature vengono violate brutalmente!
    Mi scusi professor Largh, ma perché gli Elfi Domestici non si ribellano? C'è qualche sorta di incantesimo che non gli permette di farlo? O semplicemente gli è stata inflitta questa mentalità e quindi non conoscono altra realtà che quella della schiavitù? Si sono mai registrate ribellioni nel corso della storia?


    *A quella domanda Hillary prese la parola.*

    Penso che gli Elfi Domestici non si siano mai ribellati perché, per quanto possa essere brutto, è la loro natura essere schiavi e non possono neanche immaginare una realtà diversa per loro. Certo, forse questo comportamento è stato influenzato da qualcosa. Forse i maghi dell'antichità, vedendo queste creature che sembravano piccole e indifese hanno pensato che loro fossero superiori e che potessero sottomettere gli Elfi Domestici. Comunque ho letto la storia di Dobby, un Elfo Domestico che è stato involontariamente liberato dal suo padrone che senza pensarci gli ha lanciato un calzino. L'Elfo era molto felice di essere libero, probabilmente perché la sua famiglia lo trattava molto male, ma purtroppo questo è uno dei rarissimi casi in cui un Elfo Domestico è felice di aver ricevuto dei vestiti, di solito cadono in depressione. Però non saprei se nella storia magica sono mai successe ribellioni di Elfi Domestici.

    *La risposta era ottima ed Elena pensandola in tutto e per tutto come la Grifondoro prese la parola.*

    Dobby è un raro caso purtroppo, le storie di Winky, Kreacher e molti altri elfi domestici sono invece diverse.
    Non so se ci siano mai state ribellioni, ma so con certezza che alcuni maghi e streghe si sono battuti per i loro diritti. Come Hermione Granger che fondò il Comitato per la Riabilitazione degli Elfi Poveri e Abbrutiti. Non è giusto considerare queste creature degli esseri inferiori, dato che in molti casi hanno dimostrato un grande valore e dele ammirevoli doti magiche. Credo che la parola che esprima al meglio gli elfi domestici sia incompresi. Sono così leali da sopportare ogni sopruso, ma talmente potenti da poter effettuare incantesimi difficili, se non impossibili, per i maghi e tutto ciò senza bacchetta.


    @Marcus_Largh, @Yasmine_Holmes, @Gianna_Fields, @Mihos_Renny, @Lucieannette_Orafer, @Hillary_Palmer, @Emily_Banks, @Adelide_Holmes,@Fabiola_Cantervilles, @Crystal_Hopstader,


  • Crystal_Hopstader

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 2
    Galeoni: 264
       
       

    *Crystal ascoltò la ragazza che aveva parlsto ddicendo *
    <<come può essere un onore essere sfruttati come bestie da qualche umano pari a loro? La parola che mi viene in mente personalmente è violazione, perché quelle povere creature vengono violate brutalmente!
    Mi scusi professor Largh, ma perché gli Elfi Domestici non si ribellano? C'è qualche sorta di incantesimo che non gli permette di farlo? O semplicemente gli è stata inflitta questa mentalità e quindi non conoscono altra realtà che quella della schiavitù? Si sono mai registrate ribellioni nel corso della storia? >>



    * Decise di risponderle più gentilmente possibile *

    Beh non si ribellano perché gli piace essere sfruttati, insomma, gli è stata inflitta questa mentalità, è naturale, e poi ognuno può pensarla come vuole

    *Disse come se la cosa fosse normale, ma per lei sfruttare gli elfi era una cosa normalissima, visto che lo faceva sin da quando era una bambina *

    @Sinfo_Arfen, @Nada_Ross, @Helen_Benlor, @Mihos_Renny, @Hope_Freeman, @Elixy_Grent, @Lavinia_Grent, @Serenity_Hunter, @Sophia_Hale, @Yasmine_Holmes, @Lucieannette_Orafer, @Hillary_Palmer, @Emily_Banks, @Axel_Buster,

  • Hillary_Palmer

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 681
       
       

    Dobby è un raro caso purtroppo, le storie di Winky, Kreacher e molti altri elfi domestici sono invece diverse.
    Non so se ci siano mai state ribellioni, ma so con certezza che alcuni maghi e streghe si sono battuti per i loro diritti. Come Hermione Granger che fondò il Comitato per la Riabilitazione degli Elfi Poveri e Abbrutiti. Non è giusto considerare queste creature degli esseri inferiori, dato che in molti casi hanno dimostrato un grande valore e dele ammirevoli doti magiche. Credo che la parola che esprima al meglio gli elfi domestici sia incompresi. Sono così leali da sopportare ogni sopruso, ma talmente potenti da poter effettuare incantesimi difficili, se non impossibili, per i maghi e tutto ciò senza bacchetta.


    *Hillary concordava in tutto e per tutto con Elena, a cui sorrise. Era esattamente ciò che pensava: gli Elfi Domestici non erano inferiori e possedevano una grande magia, che però non osavano usare per ribellarsi... Purtroppo non tutti la pensavano così.*

    Beh non si ribellano perché gli piace essere sfruttati, insomma, gli è stata inflitta questa mentalità, è naturale, e poi ognuno può pensarla come vuole

    *La Grifa sentì la rabbia invaderla, veramente Crystal pensava che la schiavitù fosse normale?! La Serpe aveva il diritto di dire la sua ma aveva idee che lei disapprovava completamente.*

    No, a casa mia la schiavitù non è naturale *Iniziò a dire Hillary con un tono un po' troppo aggressivo. Se ne accorse e continuò normalmente.* Scusate. Volevo dire che, anche se ormai è nella loro natura, non è giusto sfruttarli e renderli schiavi, non è giusto schiavizzare nessuno, Creatura o Umano che sia, è una questione di principio! La schiavitù è una cosa del passato, siamo nel 2017 e ancora usiamo queste pratiche? Non sono molto preparata sull'argomento ma, se non sbaglio, i Babbani hanno abbandonato la schiavitù da tempo ormai! Forse ci può ancora essere qualcuno che sfrutta e rende schiavi anche tra i Babbani ma in quel caso dovrebbero intervenire le associazioni umanitarie e il governo Babbano di quel paese. Loro sanno che la schiavitù e lo sfruttamento sono cose sbagliate e forse su questo noi maghi dovremmo prendere esempio da loro.

    *Detto questo, Hillary si rilassò nuovamente sul cuscino. Si sentiva molto meglio, lei era una persona combattiva a cui piaceva discutere e non era contenta finché non aveva detto la sua. Sperò di non aver offeso nessuno, non ci aveva solo visto più quando Crystal aveva detto che per lei la schiavitù era normale. Hillary non conosceva Crystal quindi non poteva giudicarla, magari poi era simpatica e comprensiva nella vita quotidiana, ma sull'argomento "Elfi Domestici" la pensavano in maniera molto diversa. Comunque la Grifa decise che alla fine della lezione sarebbe andata a parlare alla Serpe per chiarire ogni malinteso che potesse essere sorto.*

    @Marcus_Largh, @Yasmine_Holmes, @Gianna_Fields, @Mihos_Renny, @Lucieannette_Orafer, @Elena_Apefrizzola, @Emily_Banks, @Adelide_Holmes,@Fabiola_Cantervilles, @Crystal_Hopstader


  • Mihos_Renny

    Tassorosso Insegnante Responsabile di Casa
    MANGIAMORTE

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 9
    Galeoni: 7113
        Mihos_Renny
    Tassorosso Insegnante Responsabile di Casa
       
       

    *La classe venne invasa dai commenti più disparati, da chi raccontava le storie di alcuni Elfi Domestici della storia, a chi faceva ipotesi sulle mai avvenute ribellioni da parte loro contro i padroni. Poi un commentdi una ragazza fece ribollire il sangue di rabbia non a poche persone.*

    Beh non si ribellano perché gli piace essere sfruttati, insomma, gli è stata inflitta questa mentalità, è naturale, e poi ognuno può pensarla come vuole

    *La prima a mettere le sue idee in chiaro fu Hillary di Grifondoro che per un attimo usò un tono parecchio aggressivo, ma poi si calmò*

    No, a casa mia la schiavitù non è naturale. Scusate. Volevo dire che, anche se ormai è nella loro natura, non è giusto sfruttarli e renderli schiavi, non è giusto schiavizzare nessuno, Creatura o Umano che sia, è una questione di principio! La schiavitù è una cosa del passato, siamo nel 2017 e ancora usiamo queste pratiche? Non sono molto preparata sull'argomento ma, se non sbaglio, i Babbani hanno abbandonato la schiavitù da tempo ormai! Forse ci può ancora essere qualcuno che sfrutta e rende schiavi anche tra i Babbani ma in quel caso dovrebbero intervenire le associazioni umanitarie e il governo Babbano di quel paese. Loro sanno che la schiavitù e lo sfruttamento sono cose sbagliate e forse su questo noi maghi dovremmo prendere esempio da loro.

    *Aveva ragione su tutti i fronti, in alcuni paesi la schiavitù, nonostante sia abolita, é ancora in uso perché conveniente. Capiva le motivazioni della grifa, ma capiva anche il motivo delle parole di Crystal, così volle cercare di calmare gli animi*

    Bisogna guardare ogni punto di vista, é giusto dire che queste creature, ormai, abbiano la mentalità di servire il loro padrone come degli schiavi, ma é sbagliato dire che é una cosa normale e immagino che Crystal la consideri tale perché ne possiede uno se non di più, sbaglio? Per dare la mia opinione credo che comunque siano creature al di sopra della nostra comprensione, alcuni Elfi sono onorati di avere un padrone, altri invece vorrebbero non averlo affatto, ma non possono dirlo e nemmeno pensarlo. Proprio per questo le considero al di sopra della nostra, o meglio, della mia comprensione.

    *Dopo che il ragazzo finì di parlare aspettò che qualcun altro si facesse avanti o che il professor Largh spiegasse le incognite che erano state sollevate*

    @Marcus_Largh, @Yasmine_Holmes, @Gianna_Fields, @Lucieannette_Orafer, @Elena_Apefrizzola, @Emily_Banks, @Adelide_Holmes,@Fabiola_Cantervilles, @Crystal_Hopstader, @Hillary_Palmer,


  • Marcus_Largh

    Tassorosso Insegnante
    AUROR

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 9
    Galeoni: 1380
        Marcus_Largh
    Tassorosso Insegnante
       
       

    Liquirizie per tutti!
    bravi, le vostre "risposte" sono molto interessanti, anche il dibattito che ne è venuto fuori.


    *Affermò il professor Largh felice delle chiacchiere formative che c'erano durante quell'esercitazione.
    Marcus era un professor un po' diverso agli altri, non gli piaceva stare tutto il tempo a parlare senza avere interpellare gli studenti in qualsiasi modo potesse venirgli in mente.
    L'uomo prese un pacchetto di liquirizie, un dolciume Babbano, e lo fece passare tra gli alunni.


    Quando tutti ne presero uno o due tornò a parlare alla classe, sempre seduto sul suo morbido cuscino.*

    Dovete sapere che, essendo gli Elfi Domestici considerati "Esseri" e non Animali, non possiedono nessuna classificazione ministeriale.

    Citazione:


    Denominazione: Elfo Domestico
    Catalogazione Ministeriale Creature: Esseri
    Classificazione Ministeriale Creature: NN


    Come potete vedere dall'illustrazione gli Elfi hanno grandi orecchie, proprio come gli occhi che variano di colore. Di solito indossano stracci simbolo del loro status di "servitù" che avete ben esplicato voi poco fa.

    Per rispondere alla domanda curiosità della signorina Holmes gli Elfi non si ribellano probabilmente perché conoscono solo quella realtà, molti di loro infatti nascono da madri già "schiave" di maghi e streghe prettamente purosangue.
    Per essere più precisi però sarebbe opportuno chiederlo ad uno di loro.


    *Raccontò l'uomo.
    Erano noti alcuni Elfi Domestici vissuti sempre come "schiavi", uno di quello era anche stato nominato nella biografia di Harry Potter che, di Elfi Domestici, ne aveva conosciuti davvero tanti!*

    Pima di introdurre la sorpresa di oggi vorrei fare un altro piccolo gioco.
    Pensate a un nome di un Elfo Domestico che conoscete, SOLO UNO, e scrivetelo su questi foglietti e inseritelo nella boccia. Non voglio sapere il perché della vostra scelta... Non adeso per lo meno,


    *Disse l'uomo appellando con la sua fidata bacchetta, stretta nella mano destra, una piccola boccia di vetro e alcuni piccoli fogli di pergamena ingiallita.
    Anche Marcus prese una piuma d'oca e, scrisse un nome che, dopo aver ripiegato il fogliettino sulla quale era scritto, gettò nella boccia.
    Chissà cosa avrebbero scritto gli studenti che, quel giorno, gli sembravano molto carichi e interessati all'argomento, nonostante il più bello non fosse ancora arrivato.*



    @Crystal_Hopstader, @Elena_Apefrizzola, @Yasmine_Holmes, @Mihos_Renny, @Emily_Banks, @Adelide_Holmes, @Hillary_Palmer, @Gianna_Fields, @Lucieannette_Orafer, @Fabiola_Cantervilles,


  • Eurus_Holmes

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 7
    Galeoni: 420
        Eurus_Holmes
    Serpeverde
       
       

    *L'insegnante si complimentò con tutti gli studenti per le risposte ricevute. Spiegò alcune cose riguardo la lezione di quel giorno e in particolar modo il fatto che gli Elfi Domestici non erano considerati come creature. Yasmine già sapeva e in effetti sin dall'inizio della lezione si era chiesta come mai il docente avesse scelto proprio quell'argomento.*

    Dovete sapere che, essendo gli Elfi Domestici considerati "Esseri" e non Animali, non possiedono nessuna classificazione ministeriale.
    Come potete vedere dall'illustrazione gli Elfi hanno grandi orecchie, proprio come gli occhi che variano di colore. Di solito indossano stracci simbolo del loro status di "servitù" che avete ben esplicato voi poco fa.
    Per rispondere alla domanda curiosità della signorina Holmes gli Elfi non si ribellano probabilmente perché conoscono solo quella realtà, molti di loro infatti nascono da madri già "schiave" di maghi e streghe prettamente purosangue.
    Per essere più precisi però sarebbe opportuno chiederlo ad uno di loro.


    *Ascoltò il docente spiegare le ultime parti mentre cercava di appuntarsi su un foglio di pergamena giallo tutte le informazioni necessarie. Le passò alla mente i suoi elfi domestici che tutto il giorno lavoravano a casa sua, non sapeva se sentirsi in colpa o indifferente. Da una parte le dispiaceva sapere la loro condizione ma in fondo era il loro lavoro ed essi non le sembravano tristi della loro situazione.*

    Pima di introdurre la sorpresa di oggi vorrei fare un altro piccolo gioco.
    Pensate a un nome di un Elfo Domestico che conoscete, SOLO UNO, e scrivetelo su questi foglietti e inseritelo nella boccia. Non voglio sapere il perché della vostra scelta... Non adeso per lo meno,


    Ohw, interessante! Chissà perchè questa cosa...mi piace questa lezione!

    *Yasmine prese un pezzo di pergamena, lo strappò dal resto e a grandi lettere nere scrisse "WINKY". Dopo aver scritto il nome, ripiegò il foglietto e lo inserì nella boccia trasparente accanto al docente. Si risedette al suo tavolo e aspettò che ogni studente facesse ciò che il docente aveva incaricato e, seduta, attese le prossime indicazioni.*

    @Crystal_Hopstader, @Elena_Apefrizzola, @Mihos_Renny, @Emily_Banks, @Adelide_Holmes, @Hillary_Palmer, @Gianna_Fields, @Lucieannette_Orafer, @Fabiola_Cantervilles@Marcus_Largh,


  • Elena_Apefrizzola

    Corvonero Certificato

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 2966
       
       

    *L'aula di cura delle creature magiche si era animata di un acceso dibattito tra gli studenti. Il tema era semplice, ma poteva facilmente essere frainteso: come gli elfi domestici convivevano con la schiavitù? Era giusto che si ribellassero o che qualcuno ne difendesse i giusti diritti, oppure essi non riuscivano a concepire una condizione diversa rispetto a quella in cui vessavano?
    Adelide, Crystal ed Emily ebbero un breve ed aspro confronto, che fu mitigato e appianato in parte dalle parole di Mihos. Subito dopo prese la parola il professor Largh, che spiazzò gli studenti offrendo loro una liquirizia.*

    "Che peccato! Avrei preferito un marshmallow...

    *Pensò Elena che non amava affatto quelle piccole rotelle nere, ma ne prese comunque una. La Corvonero dovette ammettere che il docente era veramente furbo a spiazzare i suoi studenti, prima di appianare il dibattito, cosa che infatti fece.*

    Dovete sapere che, essendo gli Elfi Domestici considerati "Esseri" e non Animali, non possiedono nessuna classificazione ministeriale.
    Come potete vedere dall'illustrazione gli Elfi hanno grandi orecchie, proprio come gli occhi che variano di colore. Di solito indossano stracci simbolo del loro status di "servitù" che avete ben esplicato voi poco fa.
    Per rispondere alla domanda curiosità della signorina Holmes gli Elfi non si ribellano probabilmente perché conoscono solo quella realtà, molti di loro infatti nascono da madri già "schiave" di maghi e streghe prettamente purosangue.
    Per essere più precisi però sarebbe opportuno chiederlo ad uno di loro.


    *Illustrò quindi il professore, accompagnando le ultime parole con uno sguardo divertito. Elena intuì che forse le parole "chiederlo ad uno di loro" riguardassero la sorpresa, ma non volle pensarci troppo, per gustare quella novità a tempo debito.*

    Prima di introdurre la sorpresa di oggi vorrei fare un altro piccolo gioco.
    Pensate a un nome di un Elfo Domestico che conoscete, SOLO UNO, e scrivetelo su questi foglietti e inseritelo nella boccia. Non voglio sapere il perché della vostra scelta... Non adeso per lo meno,


    *Il gioco era semplice e, per quella volta, Elena non ne intuì direttamente l'utilità. Strappò come la sua compagna di banco Yasmine, un pezzo di pergamena. Poi, senza farsi vedere, scrisse il nome di un elfo domestico, che credeva molti dei presenti non conoscessero. Lei stessa, aveva incontrato quel nome per caso, in uno dei libri nella biblioteca.*

    Citazione:
    HOKEY


    *Vi si era imbattuta durante le ricerche sui reperti magici delle casate di Hogwarts e sapeva soltanto che era l'elfa domestica di Hepzibah Smith, la vecchia proprietaria della coppa di Tosca Tassorosso. Chissà se il professore leggendo quel nome, avrebbe saputo dirle qualcosa in più?*

    @Marcus_Largh, @Yasmine_Holmes, @Gianna_Fields, @Mihos_Renny, @Lucieannette_Orafer, @Hillary_Palmer, @Emily_Banks, @Adelide_Holmes,@Fabiola_Cantervilles, @Crystal_Hopstader,


  • Emily_Banks

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 119
        Emily_Banks
    Grifondoro
       
       

    *Tutti gli studenti risposero alle domanda podta dall' insegnante, che soddisfatto disse rivolgendosi a tutta la classe.*

    Liquirizie per tutti!
    bravi, le vostre "risposte" sono molto interessanti, anche il dibattito che ne è venuto fuori.


    *Il professor Largh prese un pacchetto di liquirizie che fece passare tra gli studenti ed Emily ne prese una volentieri, che aspettó e mangiare però, per ascoltare la spiegazione ell'insegnante.*


    Dovete sapere che, essendo gli Elfi Domestici considerati "Esseri" e non Animali, non possiedono nessuna classificazione ministeriale.
    Come potete vedere dall'illustrazione gli Elfi hanno grandi orecchie, proprio come gli occhi che variano di colore. Di solito indossano stracci simbolo del loro status di "servitù" che avete ben esplicato voi poco fa.
    Per rispondere alla domanda curiosità della signorina Holmes gli Elfi non si ribellano probabilmente perché conoscono solo quella realtà, molti di loro infatti nascono da madri già "schiave" di maghi e streghe prettamente purosangue.
    Per essere più precisi però sarebbe opportuno chiederlo ad uno di loro.


    *Emily ascoltò con attenzione e interesse ogni singola parola detta dall'insegnante, e pensó a tutti gli elfi che venivano sfruttati nelle famiglie di maghi, la ragazza sapeva che era il loro lavoro ma dovevano essere trattati con umanità anche loro dato che erano esseri e non cose da sfruttare a proprio piacimento. *

    Pima di introdurre la sorpresa di oggi vorrei fare un altro piccolo gioco.
    Pensate a un nome di un Elfo Domestico che conoscete, SOLO UNO, e scrivetelo su questi foglietti e inseritelo nella boccia. Non voglio sapere il perché della vostra scelta... Non adeso per lo meno,


    *Emily pensò ai nomi di Elfi che conosceva e non erano tanti, così dopo aver riflettuto strappò un pezzo di pergamena scrivendoci sopra "HOKEY"
    Come fecero le sue amiche Yasmine ed Elena si alzò dalla sua postazione per inserire il foglietto nella boccia trasparente vicino al docente. Fatto ciò tornó a sedersi vicino a Gianna potendo mangiare la liquirizia offerta dall'insegnante, mentre aspettava che anche gli altri studenti svolgessero il compito dettato dal professore.*



    @Elena_Apefrizzola, @Marcus_Largh, @Yasmine_Holmes, @Gianna_Fields, @Mihos_Renny, @Lucieannette_Orafer, @Hillary_Palmer,@Adelide_Holmes,@Fabiola_Cantervilles, @Crystal_Hopstader,




    Ultima modifica di Emily_Banks oltre 1 anno fa, modificato 2 volte in totale



Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Successivo