• Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Gianna_Fields




    Ultima modifica di Freya_Hansen oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Freya_Hansen

    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
    AUROR

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 9
    Galeoni: 2383
        Freya_Hansen
    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    [Gremlyn Walk, la sera prima…]

    *Nella bellissima piazza di Gremlyn Walk, sotto un cielo stellato e un piacevole clima estivo, il sindaco Fields era comodamente sdraiata su una coperta intenta a guardare la fine del film. Voleva assistere in anteprima il film per vedere se tutto fosse apposto e se si vedesse bene. Purtroppo, non aveva potuto vederlo in macchina poiché’ quegli ingegnosi mezzi babbani sarebbero arrivati solo il giorno dopo. Aveva faticato parecchio per farsi dare tutti i permessi necessari per far si che i mezzi potessero arrivare in quel luogo ma alla fine ce l’aveva fatta. Sorrise tra sé mentre il film volgeva al termine. Aveva le mani sotto la nuca e non poteva far a meno di sentire la mancanza di qualcosa o meglio qualcuno con cui condividere quella serata. Avrebbe voluto invitare la sua ipotetica compagna, vedere con lei il film in anteprima ma purtroppo restava solo un desiderio che non sapeva se si sarebbe mai realizzato. Aveva sofferto già una volta per amore, non sapeva se sarebbe stata in grado di rivivere le stesse emozioni di nuovo anche se, negli ultimi tempi, aveva iniziato a prestare attenzione nonché’ pensieri quasi costanti per una persona. Non sapeva spiegare la cosa, l’aveva sempre vista come un’amica, un’ottima amica ma mai avrebbe pensato di poterla vedere con occhi diversi. Non sapeva definire la cosa ma sapeva per certo che in quelle poche occasioni nelle quali era con lei si sentiva diversa o meglio sentiva emozioni diverse provenire dallo stomaco, dal cuore…. Sospirò tra sé pesando che di sicuro era stata fortunata nella sua carriera lavorativa ma in amore era tutt’altra storia*

    Non puoi avere tutto nella vita Fields!

    *Disse in un sussurro. Finito il film si alzò un po’ indolenzita e piegò la coperta infilandola poi sotto al braccio. Si girò e si avviò verso la sua grande casa nella quale viveva ormai sola da tempo.*

    [Gremlyn Walk, ore 19:30]


    *Mancava circa un’ora e mezza all’orario previsto per l’inizio della serata. La Fields era affaccendata negli ultimi preparativi. Le macchine erano arrivate puntuali ed erano state sistemate nella piazza in modo che tutti potessero vedere bene il film. Aveva affisso i manifesti sia nella piazza che nei pub.*



    *Il cielo era stellato, la serata doveva essere per forza un successo…inoltre coloro che avessero deciso di partecipare, non sapevano ancora il film che sarebbe stato proiettato il che rendeva il tutto più misterioso.*

    Speriamo bene!

    *Disse tra sé mentre aspettava l’arrivo del suo gruppo di consigliere che con lei aveva no lavorato duramente per organizzare l’ultima gita dell’anno. Batteva il piede a terra nervosamente sperando nell’arrivo degli studenti e non.*




    Benvenuti all’ultima gita dell’anno scolastico 2018/2019. Per salutarci nel migliore dei modi, vi proponiamo una piacevole serata sotto le stelle a guardare un film in stile drive in!
    L’evento durerà 5 giorni reali che corrisponde a uno sul GDR (18 Giugno).
    L’evento, a differenza delle altre volte, sarà libero per tutti gli studenti. Non sarà quindi necessaria nessuna autorizzazione. Non vi resta che partecipare numerosi e soprattutto divertirvi.

    Firmato per i membri del Consiglio di Hogsmeade
    Il sindaco Gianna Fields


    @Rosaline_Barnes, @Chloe_Hills, @Sarah_Jonson, @Jane_Casterwill, @Nadia_Moonlight, @Helen_Benlor, @Serenity_Hunter, @Dorcas_Moore, @Robert_Dippett, @Livia_Kira, @Charlotte_Mills, @Marcus_Largh, @Jackson_Write, @Marissa_White, @Opal_Saphirblue, @Katrin_Hopkirk, @Sarah_Jonson, @Marina_Lightwood, @Cosetto_Silverwing, @Lavinia_Grent, @Natuk_Denatura, @Viola_Colombo, @Eirwen_Quinn, @Alyson_Chalamet, @Sprotte_Smerald, @Chloe_Hills, @Percy_Smith, @Sinfo_Arfen, @Violet_Crawley, @Mihos_Renny, @Stellagiulia_Clarke, @Raffaella_Sapio, @Elena_Apefrizzola, @Barbara_Fiore, @Martina_Mottola, @Royal_Buckett, @Sylvia_Turner, @Jeanjery_Vergne, @Megan_Torres, @Brian_Oneill, @Kristel_Hardit, @Kristal_Thratchet, @Melissa_Colombo, @Giorgia_Inzerillo, @Sarah_Darcy, @Eleonora_Harrington, @Jenny_Eledhwen, @Elettra_Speciale, @Breydan_Mccurtis, @Daniele_Eusebioo, @Millennium_Falcon, @Alexandra_Duval, @Clara_Spencer, @Shana_Sakai, @Arya_Ciullo, @Melanie_Atherthon, @Medline_Moon, @Cristine_Cullen, @Sheril_Blossom, @Kahina_Iaquinto, @Axel_Buster, @Grace_Domb, @Emilia_Scialla, @Aras_Aquila, @Giorgia_Masi, @Alessandra_Cestaro, @Dubhe_Dolohov, @Elfa_Winky, @Chiara_Queen, @Keith_Connington, @Eurus_Holmes, @Kara_Wolf, @Dritz_Dourden, @Sansa_Stark,


  • Jane_Casterwill

    Grifondoro Insegnante Responsabile di Casa Certificato

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 8
    Galeoni: 3115
       
       

    [Hogsmeade - Gremlin Walk, “Casterwill’s Kitchen” ore 20.30]




    *Era un piacevole lunedì sera e la calda e lieve brezza, tipica delle serate estive, entrava dalla finestre aperte del locale. Il primo piano del ristorante era completamente deserto, infatti all’ingresso un piccolo cartello annunciava la chiusura anticipata per quel giorno. La proprietaria, data la scarsità di clienti a inizio settimana, aveva deciso di affiggere l’insegna mezz’ora prima, allo scoccare delle 20:00. Ciò nonostante le luci al piano superiore del ”Casterwill’s Kitchen” erano ancora accese e ben visibili dalla strada. Dai vetri puliti degli infissi un’occhio attento avrebbe potuto notare dei movimenti, in quella parte di locale dedicata a determinati eventi o a tavoli in più nelle sere più redditizie. Quello che nessuno sapeva era che quel luogo, più di una volta, era stato anche un rifugio per la giovane Casterwill che aveva ideato e portato avanti il ristorante. L’ombra scura che si spostava sotto la luce tremolante delle candele era proprio lei, Jane, che anni prima aveva apportato una piccola modifica al progetto iniziale. Al secondo piano era stato aggiunto un piccolo ufficio, dove la ragazza custodiva gelosamente il suo ricettario, qualche abito di ricambio per le emergenze e un divano che spesso aveva avuto la funzione di letto. Il tutto arredato in perfetta armonia con il resto del locale.
    L’orologio da taschino, sempre presente nelle tasche della diciassettenne, segnava le 20:30 quando Jane finì di sistemare il salone principale e la cucina, spegnendo tutte le luci del piano inferiore, rifugiandosi infine nel piccolo ufficio. Prima di dedicarsi alla lista delle cose da comprare per la dispensa, la giovane si mise a contemplare l’interno del piccolo armadio che conteneva i vestiti. La sua scelta di chiudere prima il locale era stata dettata anche dalla sua intenzione di godersi tranquillamente l’ultima gita per quell’anno, senza il timore di dover correre al ristorante per qualche emergenza. Quella sera, secondo i volantini sparsi per il villaggio e i locali, compreso il suo (ricordava ancora quanto aveva insistito con la sua amica sindaco per convincerla a farsi dare qualche manifesto da appendere), era stato organizzato il cinema sotto le stelle. La diciassettenne aveva controllato per tutta la sera fuori dalla finestra, sperando che il tempo non rovinasse i piani del consiglio e del sindaco Fields, sua cara amica. Fortunatamente nel cielo non c’era la presenza di nuvole, quindi le stelle avrebbero illuminato la festa e i suoi partecipanti.*

    ”Ho solo mezz’ora per scegliere i vestiti, prepararmi e finire di scrivere la lista. Non posso arrivare in ritardo!”

    *Dopo qualche minuto Jane indossava dei jeans neri, una maglietta bianca e legata in vita una camicia a scacchi rossa e nera, mentre vagava per la stanza parlando ad alta voce per ricordare cosa doveva segnare sul foglio di carta.

    Mancavano solo due minuti alle nove di sera quando la ragazza alzò lo sguardo dalla lista. Fuori dalla finestra il sole spariva dietro l’orizzonte e, dopo essersi accorta dell’ora, la Grifondoro sparì dietro una porta che nascondeva un piccolo bagno.*

    PER MERLINO! Perchè i miei capelli sono blu adesso?

    *La voce alta e allarmata della ragazza infranse il silenzio del ristorante, mentre si teneva tra le mani delle lunghe ciocche di capelli, appunto color blu scuro. Ricordava benissimo di averli avuti corti e castano scuro per tutto il giorno ma, come spesso accadeva da ormai un anno, senza accorgersene qualcosa scatenava quegli improvvisi cambiamenti che arrivavano nei momenti più sbagliati. In quel caso Jane sapeva bene quale era la causa, ma ignorò i tristi e spiacevoli pensieri che la tormentavano negli ultimi mesi. Ancora ferma davanti allo specchio, con le mani posate sul lavandino, chiuse gli occhi azzurro-verdi, facendo dei profondi respiri. La calma durò solo pochi secondi perché subito dopo, con una imprecazione appena sussurrata, la diciassettenne corse fuori, raccogliendo in uno chignon disordinato la massa di capelli colorati. In fretta raccolse le sue cose, infilò le scarpe e, dopo aver spento le luci, chiuse la porta del locale, per poi camminare a passo spedito verso la piazza, immaginando già le risate dell’amica nel vederla così.*

    [Hogsmeade - Piazza di Gremlin Walk, ore 21.00]


    *A pochi passi dalla piazza Jane arrestò la frenetica camminata e rimase a bocca aperta. Gli occhi chiari passarono in rassegna lo spazio pieno di macchine babbane, perfettamente addobbato per la gita. Tra quell’ammasso di ferro una figura catturò la sua attenzione e la ragazza si morse il labbro inferiore per non scoppiare a ridere. Gianna Fields, sua amica da anni, si guardava attorno, probabilmente sperando di veder arrivare qualcuno, mentre batteva nervosamente il piede a terra. Con passo felpato e un sorriso divertito Jane si avvicinò al sindaco, arrivando a pochi centimetri di distanza, prima di annunciarsi.*

    Sindaco si calmi, se non vuole scavare una buca con quel piede!



    *La curva che piegava le sue labbra mutò in pochi secondi, da divertita e canzonatoria divenne dolce e rassicurante quando gli occhi chiari di Jane si incontrarono con quelli dell'amica.*

    @Gianna_Fields, @Charlotte_Mills, @Sylvia_Turner, @Alice_Patronus, @Rosaline_Barnes, @Sprotte_Smerald, @Mihos_Renny, @Robert_Dippett, @Dorcas_Moore, @Marcus_Largh, @Vera_Grace, @Eleonora_Doria, @Serenity_Hunter, @Chloe_Hills, @Sarah_Jonson, @Sansa_Stark, @Kristal_Thratchet, @Emily_Walker, @Stellagiulia_Clarke, @Percy_Smith, @Katherine_Marshall, @Achilles_Davids, @Viola_Colombo, @Faye_Grent, @Terry_Special, @Leila_Clarke, @Opal_Saphirblue, @Sarah_Darcy, @Federica_Servidioo,


  • Sansa_Stark

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 197
        Sansa_Stark
    Corvonero
       
       

    [Hogsmeade - Piazza di Gremlin Walk, ore 21.00]

    *Sansa_Stark camminava lungo una delle vie della città di Hogsmeade diretta verso la piazza. La giovane Corvonero invece della consueta divisa scolastica quella sera indossava un vestitino a fiori a maniche corte. Un abito semplice che abbracciava il suo fisico snello. La gonna dell'abito le arrivava fino alle ginocchia sottolineando le sue lunghe gambe magre.*

    è una piacevole serata

    *Commentò la Corvonero sottovoce. Si sistemò il fiocco rosso che le teneva i lunghi capelli rosso ramato semi raccolti. Una grossa ciocca di capelli l'era scivolata sulla spalla destra che risultava quasi tutta scoperta date le cortissime maniche del vestito. I suoi fratelli non c'erano erano entrambi rimasti al castello. Jon era ammalato mentre Robb aveva preferito restare a scuola per studiare. Non ci credeva che fosse rimasto a scuola per studiare. Sospettava che in quel momento era da qualche parte nel castello in compagnia della sua fidanzata.*

    "Se mi avesse detto che restava a scuola per prendersi cura di Jon gli avrei creduto di più"

    *Pensò scuotendo leggermente il capo. Aveva incominciato a trattare con più gentilezza Jon anche perché sua madre le aveva di recente scritto una lettera dove la pregava di essere più gentile con lui ed era decisa ad ubbidire, ma non lo faceva solo per quello. Stava incominciando ad accettare l'esistenza di Jon c'erano voluti undici anni, ma ci stava riuscendo. La giovane si drizzò sulle punte dei piedi per osservare meglio i pochi presenti per vedere se c'era qualcuno che conosceva.*

    "è ora dove mi siedo"

    *Pensò perplessa. Sansa non era del tutto sicura di dove poteva sedersi. Vedeva che erano state sistemate delle macchine, ma non sapeva se poteva sedersi tranquillamente o se magari doveva conoscere il proprietario dell'auto. Decise di aspettare ancora qualche minuto poi avrebbe deciso sul da farsi. Si guardò attorno per vedere se nel frattempo era arrivato qualcuno che conosceva, ma niente. A parte che era ancora presto mancava circa mezz'ora all'inizio del film e la ragazzina era emozionata. Non vedeva l'ora di scoprire quale film sarebbe stato trasmesso. Strinse la bretella della borsa sulla spalla sinistra era marrone e di medie dimensioni e la portava sempre con se.*

    @Jane_Casterwill, @Valery_Gray, @Sarah_Jonson, @Sylvia_Turner, @Charlotte_Mills, @Eleonora_Doria, @Emily_Walker, @Alice_Patronus, @Gianna_Fields, @Rosaline_Barnes, @Vera_Grace, @Sprotte_Smerald, @Mihos_Renny, @Cosetto_Silverwing




    Ultima modifica di Sansa_Stark oltre 1 anno fa, modificato 4 volte in totale


  • Rosaline_Barnes

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 6
    Galeoni: 560
       
       

    *Rosaline camminava con una sola destinazione in mente: Hogsmeade.
    Negli ultimi mesi aveva imparato tutte le vie di Hogsmeade, ma quella che conosceva meglio erano i luoghi dove si trovavano i pub del villaggio, proprio quei pub dove per quei mesi svolgeva il suo periodo di lavoro.
    Rosaline era anche una consigliera di Hogsmeade, non occupava quella “carica” da molto tempo ma ne era comunque felice e fiera.
    Uscita da Hogwarts aveva camminato senza pensare, solo guardandosi attorno per osservare la bellezze del paesaggio. Preferiva non prendere la carrozza, ma passeggiare da sola in tranquillità immersa nella natura.
    Con le sue scarpe comode e qualcosa di adatto alla stagione, da indossare, arrivò finalmente a destinazione.
    Arrivata sul posto ovviamente il sindaco Fields era già presente sul luogo ad accogliere gli studenti del terzo anno in su che avevano deciso di partecipare a quella gita al villaggio, per quella volta però durante una riunione del consiglio avevano deciso di lasciare la possibilità a tutti gli studenti del castello, anche quelli più piccoli, di potersi divertire a Hogsmeade prima di tornare a casa per i mesi estivi.*


    Buongiorno sindaco Fields.

    *I capelli della giovane Tassorosso del quinto anno svolazzarono in attimo per colpa dell'aria tiepida che le rinfrescava il viso con un leggero tocco di trucco. Lei non amava truccarsi troppo, ma un filo di matita e un po' di lucidalabbra era più che necessario per una quindicenne quasi sedicenne.*

    Non vedo l'ora che inizi, sará super divertente!

    *Pensó tra sé e sé la Tassorosso mentre dava le spalle alla piazza, nella quale si sarebbero raggruppati i partecipanti.
    L'idea del cinema sotto le stelle era davvero geniale, avrebbe attirato molti studenti, soprattutto quelli che volevano distrarsi dagli imminenti esami di fine anno, sopratutto chi doveva sostenere i G.U.F.O e i M.A.G.O.*

    @Sansa_Stark, @Jane_Casterwill, @Dorcas_Moore, @Gianna_Fields, @Sarah_Jonson, @Sylvia_Turner, @Sprotte_Smerald, @Mihos_Renny,


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 253950
       
       

    [LONDRA – RESIDENZA MILLS]


    *Era tardi oramai, e in quella casa nel cuore di Londra un piccolo bambino di cinque anni e mezzo stava piangendo a dirotto. Piangeva perchè la madre, Preside di Hogwarts, lo aveva messo in punizione. Kyle oramai era grande per capire cosa poteva fare e cosa no e di conseguenza c'erano delle regole da rispettare, anche se quelle potevano non piacere. Da quando il bambino aveva, per la prima volta, provato la sua prima magia involontaria non aveva spesso di far levitare biscotti verso di sé.. proprio quello che era accaduto quella sera.
    La punizione? Rimane a casa e non andare a Hogsmeade con l'ex Serpeverde, che si sarebbe recata al villaggio per puro divertimento.. anche lei aveva bisogno di staccare la spina. Aveva saputo dai sindaci di Hogsmeade che quella sera si sarebbe tenuto il cinema sotto le stelle. Aveva sentito nominare il “cinema”, un attrazione di origine Babbana dalla professoressa di Babbanologia ma mai ne aveva visto uno dal vivo, sicuramente era qualcosa di davvero interessante e affascinante.
    Nonostante la donna abitasse a Londra, luogo di maghi e Babbani, non conosceva molte cose del mondo dei non-maghi. Terminò quindi di prepararsi e poi, diligentemente, chiese all'Elfo Domestico di quella casa di badare anche al piccolo maghetto. La donna guardò verso il salotto, dove il bambino che aveva adottato anni e anni prima si trovava seduto a braccia incrociate su una delle poltrone della stanza.
    Era davvero doloroso vederlo in quel modo, ma come tutti i bambini doveva imparare le regole.
    Charlotte salutò e si smaterializzò.*

    [HOGSMEADE]


    Hogsmeade era davvero un villaggio molto caratteristico, era stato fondato all'incirca più di mille anni prima, quasi nello stesso periodo in cui era stata fondata la scuola di magia e stregoneria di Hogwarts. A fondarla era stato un mago che, si diceva, fuggisse dalla persecuzione dei Babbani. Il nome di quel mago era Hengist di Woodcroft ed era appartenuto alla casa di Tassorosso.. o almeno quello era quello che dicevano le storie raccontate dai vecchi maghi del villaggio.*

    Buona sera.

    *Disse la donna alle spalle del sindaco di turno che era in compagnia del Prefetto di Grifondoro, Jane Casterwill, e alcune ragazze studentesse di Hogwarts.
    Anche loro, come lei probabilmente, erano state attirate dall'innovativo evento che si sarebbe tenuto quella sera. Era inoltre un occasione per tenere lontano l'ansia e lo stress da esami. La donna abbozzò un sorriso, guardandosi poi attorno.


    Sembrava tutti pronto per iniziare: le macchine, mezzi di trasporto dei Babbani, al centro della piazza attiravano l'attenzione dei Maghi, in particolare dei maghi e delle streghe Purosangue e che avevano cercato di tenersi lontano dal mondo dei Babbani. La ex Serpeverde tornò poi ad osservare le persone attorno a sé, tutti sembravano felici di essere in compagnia.*


    @Jane_Casterwill, @Gianna_Fields, @Rosaline_Barnes, @Sansa_Stark, @Sarah_Jonson, @Chloe_Hills, @Serenity_Hunter, @Natuk_Denatura, @Lucy_Luvilus, @Megan_Torres, @Dorcas_Moore,


  • Freya_Hansen

    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
    AUROR

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 9
    Galeoni: 2383
        Freya_Hansen
    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    *Il tempo scorreva inesorabilmente prolungando l’attesa e l’agitazione del Sindaco che davvero sperava nel successo di quell’ultima gita. Più che altro non voleva scoraggiare le consigliere che avevano lavorato tanto con lei per far si che tutto fosse perfetto. Ad un tratto una voce alle sue spalle attirò la sua attenzione, una voce che avrebbe riconosciuto tra mille...*

    Sindaco si calmi, se non vuole scavare una buca con quel piede!

    *Si irrigidì mentre un sorrisetto le compariva sul volto. Tornò seria mentre si voltava per guardare la fonte della voce mentre iniziava a parlare:*

    Facile parlare per lei signorina Casterwill, non sa cosa significhi…

    *Si bloccò di colpo osservandola da capo a piedi finché’ la sua attenzione si fermò alla testa e, più precisamente, ai capelli. Morse con forza il labbro inferiore cercando con tutte le sue forze di trattenere una sonora risata che minacciava di venir fuori incontrollata. Si chiari la voce dicendo:*

    Ma che colore…interessante hanno assunto i tuoi capelli Casterwill. Dimmi un po’, ti sei tinta per l’occasione?

    *Disse continuando a mordere il labbro che per poco non iniziava a sanguinare mentre allungava una mano per toccarle un ciuffo di capelli che avevano assunto uno strano colore blu. Sapeva da un po’ delle “abilita’” dell’amica ma vederla li cosi rendeva il tutto troppo divertente. Intanto arrivò una ragazzina che il sindaco non aveva mai visto, probabilmente era al primo anno. La vide mettersi poco distante e decise di non disturbarla. Poco dopo arrivò l’ultimo “acquisto” del consiglio, Rosaline Barnes che si era dimostrata idonea nel ricoprire quel ruolo.*

    Buongiorno sindaco Fields.

    *Sorrise alla ragazza, sopprimendo il leggero fastidio che le aveva provocato il fatto che non avesse salutato la sua amica.*

    Buonasera a lei signorina Barnes, sono felice di averla qui. Vorrei presentarle Jane Casterwill, studentessa all’ultimo anno di Hogwarts nonché prefetto di Grifondoro!

    *Disse con tono fiero poggiando una mano sulla spalla dell’amica. Un’altra voce alle sue spalle attirò l’attenzione della giovane ragazza. Si voltò incrociando lo sguardo della preside Mills.*

    Oh buonasera preside! È un vero piacere averla qui con noi.

    *Sorride cordialmente alla donna e decise che era ora di dare il via alla serata. Si posizionò davanti al proiettore e richiamò l’attenzione*

    Buonasera a tutti e benvenuti all’ultima gita dell’anno scolastico. Sono felice che qualcuno abbia deciso di partecipare, sono sicura che vi divertirete. Come avrete sicuramente notato, sono state portate qui delle auto direttamente dal mondo dei babbani. Non è stato facile ma alla fine sono riuscita nel mio intento! Il film che vedrete si intitola “Animali fantastici e dove trovarli”. Alcuni di voi forse lo conoscono, altri avranno occasione di farlo stasera. In ogni caso sarà interessante vedere quella che è stata la vita del famoso Newt Scamander, infatti il film è una sorta di biografia del mago. Ma non voglio anticiparvi nulla, scegliete l’auto che volete, la persona che volete e…buona visione!

    *si allontanò dal centro della piazza raggiungendo una panchina poco distante. Si accomodò accavallando la gamba e osservando i ragazzi prendere posto con un sorriso.*




    Il film ha inizio. Per gli eventuali “ritardatari” potete dire di arrivare e infilarvi in una macchina per guardare il film.


    @Jane_Casterwill, @Charlotte_Mills, @Rosaline_Barnes, @Sansa_Stark, @Sarah_Jonson, @Chloe_Hills, @Serenity_Hunter, @Natuk_Denatura, @Lucy_Luvilus, @Megan_Torres, @Dorcas_Moore,


  • Sarah_Jonson

    Corvonero Membro del Consiglio di Hogsmeade

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 287
        Sarah_Jonson
    Corvonero Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    [SALA COMUNE CORVONERO]


    *Osservò per qualche secondo l'orologio, chiuse di scatto il libro che teneva in mano e si alzò*

    Che imbranata che sono! Arriverò in ritardo per il film?! Che faccio ora??

    *Fece un respiro. Poi un altro e un altro ancora, capendo che in quel momento stava semplicemente perdendo tempo, mise il libro nello zaino, precipitandosi verso l'uscita della Sala Comune, correndo scendendo di corsa la sua Torre, con i capelli rossi che si muovevano, come se ci fosse del vento...Era l'ultima gita dell'anno scolastico...*

    Per fortuna questa volta non bisogna controllare i permessi!

    *Pensò un po' sollevata, sperava di non far arrabbiare il sindaco Fields...*

    [GREMLIN WALK]


    *Arrivata ad Hogsmeade si era fermata un attimo per riposare, poi si era diretta velocemente a Gremlin Walk*

    E se il film fosse già iniziato?

    *Pensò, ma dopo qualche secondo udì una voce familiare che conosceva*

    Buonasera a tutti e benvenuti all’ultima gita dell’anno scolastico. Sono felice che qualcuno abbia deciso di partecipare, sono sicura che vi divertirete. Come avrete sicuramente notato, sono state portate qui delle auto direttamente dal mondo dei babbani. Non è stato facile ma alla fine sono riuscita nel mio intento! Il film che vedrete si intitola “Animali fantastici e dove trovarli”. Alcuni di voi forse lo conoscono, altri avranno occasione di farlo stasera. In ogni caso sarà interessante vedere quella che è stata la vita del famoso Newt Scamander, infatti il film è una sorta di biografia del mago. Ma non voglio anticiparvi nulla, scegliete l’auto che volete, la persona che volete e…buona visione!

    *Per fortuna era arrivata in tempo, ma con i capelli disordinati, ma la divisa da Corvonero che spesso portava era completamente perfetta. Quando vide sedersi Gianna, si avvicinò a lei e disse a bassa voce*

    Buongiorno sindaco Fields, scusi il ritardo...

    *Detto questo rimase lì un po' vedendo presente anche la preside, poi si diresse verso Sansa con in sorriso*

    Ciao Sansa, questo posto è libero?

    *Chiese a bassa voce e mettendosi in una posizione in modo da non coprire lo schermo a qualcun altro*

    @Gianna_Fields, @Charlotte_Mills, @Rosaline_Barnes, @Sansa_Stark, @Jane_Casterwill,


  • Jade_Mcmeids

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 1
    Galeoni: 118
        Jade_Mcmeids
    Grifondoro
       
       

    *Jade si preparò ancora sbadigliando, si vestì e si preparò per l'ultima gita dell'anno*

    "Non vedo l'ora"

    *pensò eccitata, lei adorava Hogsmeade, nonostante la sua voglia di vivere al momento era pari a zero, ed era meno interessata al film di quanto lo fosse ad una foglia secca, perlomeno ci sarebbero stati tutti e forse avrebbe potuto farsi degli amici*

    "Io vado con l'uniforme*

    *Non era proprio interessata a farsi bella, ma si sgranchì e iniziò a truccarsi, non stava male, ma aveva gli occhi ancora assopiti dal sonno e nessuna intenzione di rivolgere parola ad anima viva prima di essere arrivata ad Hogsmeade.*

    Avrei dovuto dormire di più stanotte

    *Mormorò tra se e se, non aveva chiuso occhio e, nonostante lo avrebbe mai ammesso, era veramente nervosa*

    "Ma si può sapere che cosa ho fatto stanotte per essere così stanca?"

    *In realtà lo sapeva benissimo, ma ammetterlo avrebbe significato riconoscere che non era sicura e Jade odiava non sentirsi sicura*

    "Avrò svolto nel modo corretto i compiti di cura delle creature magiche?"

    *Questo pensiero oltre ad averla tormentata per una notte intera la tormentava anche dal tragitto che da Hogwarts portava ad Hogsmeade*


    "Siamo arrivati in tempo, allora"

    *Pensò mentre si sedeva per iniziare a guardare il film e vide una ragazza del suo anno, @Sansa_Stark e decise di avvicinarsi*

    Ciao Sansa

    *Disse dopo aver rivolto alla ragazza un sorriso*

    E' libero questo posto?

    *Chiese la giovane McMeids, aspettando la risposta.*

    @Gianna_Fields, @Charlotte_Mills, @Rosaline_Barnes, @Sansa_Stark, @Jane_Casterwill




    Ultima modifica di Jade_Mcmeids oltre 1 anno fa, modificato 3 volte in totale


  • Jane_Casterwill

    Grifondoro Insegnante Responsabile di Casa Certificato

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 8
    Galeoni: 3115
       
       

    *Dopo il suo saluto Jane rimase in attesa della reazione del sindaco, ancora sorridendo. Trovava molto divertente osservare la sua amica in veste ufficiale e con quel pizzico di agitazione che più di una volta aveva notato in lei durante gli eventi. Anche se secondo la diciasettenne Gianna e il consiglio avevano sempre fatto un ottimo lavoro, comprendeva il suo stato d’animo.
    Mentre la osservava attentamente notò come il corpo dell’altra si irrigidì sentendo il suo saluto. Aveva lo sguardo posato sulle sue spalle, quando fu distratta dal movimento. In pochi secondi si ritrovò faccia a faccia con Gianna e il sorriso sulle labbra della Grifondoro si espanse alla sua risposta. Fece per aprire bocca ma si interruppe di colpo, sollevando il sopracciglio destro. Osservando il viso del sindaco notò come si mordeva il labbro inferiore, trattenendo le risate. Subito non capì a cosa erano dovute, poi, sentendo la frase seguente, si ricordò del piccolo incidente di poche prima. Spalancò lievemente gli occhi, portandosi una mano ai capelli, mentre anche la Fields li toccava. Poco dopo ritornò a osservarla, aggrottando le sopracciglie per assumere un’espressione seria.*

    Fields non ti azzardare a ridere!

    *Le rispose, alzando la mano destra e puntandole l’indice contro, in segno di minaccia. Tuttavia la scena sembrò meno minacciosa quando si lasciò sfuggire un sorrisetto, anche lei divertita dall’aspetto della sua chioma.
    La loro conversazione fu interrotta dall’arrivo delle prime persone. Una ragazzina, che Jane non aveva mai incontrato, arrivò e andò a mettersi in disparte. Gli occhi chiari della Grifondoro rimasero per un po’ su di lei, finché un’altra voce sconosciuta non la fece voltare nuovamente verso Gianna. Le due erano state raggiunte da uno dei membri del consiglio, da quel che poteva intuire Jane, non conoscendo la ragazza. La diciassettenne rimase qualche passo dietro all’amica, non volendo interferire nella discussione, fino a quando non si sentì nominare. Con uno scatto voltò la testa verso il sindaco, avendo precedentemente puntato lo sguardo altrove osservando la piazza mentre giocava con l’anello che portava alla mano sinistra. Lo posò subito sulla figura di Gianna che, mentre parlava, le aveva posato una mano sulla spalla. Per un attimo si bloccò a fissarla, con occhi leggermente sbarrati, stranita per il tono fiero che aveva assunto mentre la presentava all’altra. Dopo pochi secondi Jane si voltò verso l’ultima arrivata, con l’angolo destro delle labbra sollevato in un sorriso divertito.*

    Piacere di conoscerti!

    *Disse rivolta alla giovane di colore, sorridendo gentilmente.
    Fece per voltarsi nuovamente verso la giovane donna al suo fianco, con l’intento di fare qualche battutine, ma un’altra voce attirò la loro attenzione. Anche la preside Mills era arrivata, probabilmente incuriosita dalla serata cinema, una cosa che i maghi purosangue non conoscevano affatto. Con un cenno del capo e un educato “buona sera” ricambiò il saluto della donna, anche quella sera elegante come sempre.
    Sentendo un movimento al proprio fianco Jane portò lo sguardo sulla figura di Gianna, osservandola camminare davanti al proiettore. Ascoltò il discorso introduttivo del sindaco, trovando interessante la scelta del film, anche se lei personalmente avrebbe optato per un classico della cinematografia babbana. Negli anni passati vivendo in incognito tra i babbani aveva imparato a apprezzare molte loro invenzioni, il cinema era tra queste.*

    ”Bene, cinema in stile drive in sola soletta...che tristezza!”

    *Pensò la diciassettenne, mentre camminava verso una delle macchine che erano state disposte, con una smorfia poca convinta sul viso. Da brava amante del cinema aveva visto più di una volta in un film eventi simili e in tutti le macchine erano piene di coppiette che facevano tutto, tranne che guardare il film. Era quasi arrivata alla macchina e la stava per aprire quando notò una figura riflessa nel finestrino. A poca distanza, su una panchina, il sindaco Fields era seduta da sola. La fissò per un po’, attraverso il riflesso, notando un breve scambio di battute tra lei e un’altra ragazza, prima che la più grande restasse di nuovo sola. Jane e Gianna si conoscevano da anni e la più piccola sapeva che, anche se non lo avrebbe mai ammesso, la sua amica avrebbe voluto portare una persona speciale a quella serata. Purtroppo però quella persona non si faceva viva da molto tempo.
    La Casterwill fece dietrofront, incamminandosi verso l’amica. Senza farsi sentire le arrivò di fianco e si mise seduta sulla panchina, gli occhi chiari puntati sullo schermo dove il film stava iniziando. Nel silenzio della sera si prese un attimo per fare dei profondi respiri, concentrandosi per far tornare i capelli del loro colore naturale. Dopo un paio di tentativi riuscì nel suo intento, mentre le immagini continuavano a scorrere. Jane si piegò in avanti, posando gli avambracci sulle ginocchia, per poi sussurrare, cercando di non disturbare nessuno, con tono serio, cercando di non farsi scappare una risata.*

    I film sono più belli guardati in compagnia Fields e mancavi ai miei capelli strambi!

    @Gianna_Fields, @Charlotte_Mills, @Rosaline_Barnes, @Sansa_Stark, @Sarah_Jonson, @Jade_Mcmeids,


  • Freya_Hansen

    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
    AUROR

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 9
    Galeoni: 2383
        Freya_Hansen
    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    Fields non ti azzardare a ridere!

    *A quelle parole la ragazza scoppiò a ridere alzando le mani in alto.*

    Scusami Casterwill ma non ho resistito. Ma ti donano quei capelli sai?

    *Disse cercando di ritrovare un po’ di serietà. Dopo il discorso e poco dopo essersi accomodata, arrivarono altre ragazze. Una di loro, che la Fields conosceva essendo membro del consiglio, si avvicinò a lei dicendo:*

    Buongiorno sindaco Fields, scusi il ritardo...

    *L’ex Grifondoro le sorrise scuotendo la testa.*

    Buonasera signorina Jonson. Appena in tempo, il film sta iniziando ora. Trovi un posto e si goda la serata.

    *Le strizzò l’occhio e la vide andar via e prendere posto nelle auto con un’altra ragazza che personalmente non conosceva. La cosa ormai non la sorprendeva più. Fino a qualche anno prima conosceva tutti a scuola, aveva visto i nuovi arrivati e con alcuni di loro aveva stretto amicizie forti, una in particolare. Emily, la sua migliore amica, una sorella per lei. Aveva perso un po’ i contatti con lei ma la portava sempre nel suo cuore e nei suoi pensieri. Si accorse solo dopo averla sentita parlare, che Jane si l’aveva raggiunta e si era seduta con lei. Non l’aveva proprio sentita arrivare, tanto era immersa nei suoi ricordi. Girò la testa per incrociare i suoi occhi verdi e le sorrise scuotendo la testa.*

    Lo sai che mi piace stare sola, dovresti conoscermi ormai…quindi ti obbligo ad andare in una macchina e guardare il film come tutti gli altri. Così almeno farai nuove conoscenze non ti pare? E si, finalmente i tuoi capelli sono tornati alla normalità. Ora sei davvero la mia Jane.

    *Disse sorridendole, tornando con lo sguardo verso il proiettore. Il film scorreva ma lei non vi prestava molta attenzione, la sua mente viaggiava in posti molto lontani da quella piazza…*

    @Jane_Casterwill, @Charlotte_Mills, @Rosaline_Barnes, @Sansa_Stark, @Sarah_Jonson, @Jade_Mcmeids,