Hogwarts - 3° Piano
Hogwarts - 3° Piano


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Lucieannette_Orafer


  • Lucieannette_Orafer

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 324
       
       

    [CAMERA DI LUCIEANNETTE, CLAIRE E SIDNEY]

    *Era un pomeriggio come tutti gli altri. Il cielo era coperto di grige nuvole dalle quali ogni tanto cadevano un centinaio di limpide gocce. An era nella sua camera che osservava il cielo e avrebbe dovuto studiare. Ma non ne aveva voglia e sapeva che non ce l'avrebbe fatta.
    Aveva i pensieri in un'altro mondo!
    Ormai con Claire era tutto a posto, ma c'era ancora una persona a cui voleva tanto bene che voleva raccontare tutto: @Celine_Randall.
    Chiuse il libro e disse alle due compagne che andava in infermeria per il mal di testa. Ma poi si ricordo', di essere sola. Prese il mantello ed usci'!


    [INFERMERIA DEL CASTELLO]

    Quando' arrivo' in Infermeria noto' che era vuota.
    Prese un foglio di pergamena e scrisse un biglietto in modo disordinato*

    "Sono in Infermeria. Vorrei vederti, ho trope cose da dirti. Annette"

    *Lo piego' in quattro e ci scrisse sopra: "Per Celine".
    Poi, dopo aver chiamato il suo gufo Lob le disse di andare. Sperava Celine arrivasse presto...*


    Inviato da HW Mobile



  • Celine_Randall

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 892
       
       

    [Dormitorio Tassorosso]

    *Celine era seduta sul suo letto a baldacchino, sola in stanza come ormai succedeva spesso. Si stava stiracchiando e sperava le venisse la voglia di iniziare a studiare Incantesimi, quando vide Lob picchettare alla finestra.*

    E' il gufo di An!

    *Celine corse ad aprirgli e lo fece atterrare sul suo letto. Gli diede il tempo di scrollarsi le piume e poi afferrò con un po' di preoccupazione il biglietto che aveva legato alla zampa. Era successo qualcosa? Mentre leggeva il biglietto a Celine si gelò il sangue.*

    In infermeria??? E' successo qualcosa? Per Merlino, devo correre subito!!!

    *Celine si mise sulle spalle il mantello che teneva al lato del letto e corse fuori dal dormitorio senza curarsi di essere in pantofole. @Lucieannette_Orafer stava male?*

    [Infermeria]
    *Celine spalancò la porta un po' troppo con foga e iniziò a guardare avidamente verso tutti i letti. La trovò: la sua amica An era lì e la aspettava.*

    Annie! Come stai? Qualcosa non va? Ho ricevuto il tuo messaggio... Sono venuta il prima possibile...

    *Celine abbracciò forte la ragazza e sperò con tutto il cuore che stesse bene.*

  • Lucieannette_Orafer

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 324
       
       

    Annie?Come stai?Qualcosa non va?Ho ricevuto il tuo messaggio...Sono venuta il prima possibile...

    *@Celine_Randall era preoccupatissima.
    An si rese subito conto di aver sbagliato ad andare in Infermeria, ma quello era il posto dove aveva passato una sola notte in quattro anni. La volta che era cresciuta di piu'.
    Abbraccio' Celine*

    Tranquilla, sto benone! Avevo solo voglia di vederti! Quest'anno ci siamo viste davvero poco!

    *Era la verita', ma poi le avrebbe anche voluto parlare, ma l'avrebbe fatto dopo. Prima voleva riprendere confidenza con l'amica che non vedeva da tempo.
    Anche se stava bene, si corico' su un letto dell'infermeria. Aveva male alla caviglia, si era fatta un po' male il sabato sera mentre rientrava di notte da sola ma non si era fatta vedere*

    In verita' ho un po' male alla caviglia!

    *Poi le sorrise. Sapeva che le sarebbe passato e che avrebbero passato uno splendido pomeriggio...*


    Inviato da HW Mobile



  • Celine_Randall

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 892
       
       

    *@Lucieannette_Orafer spiegò a Celine che era tutto a posto e che aveva solo un leggero dolore alla caviglia. An si sdraiò sul letto dell'infermeria e Celine si sedette accanto a lei. Annie aveva detto che si erano viste poco in quell'anno e aveva ragione!*

    Quanto hai ragione, An! Quest'anno mi sembra di essere invisibile, i giorni passano velocissimi e mi sembra sempre di non avere abbastanza tempo per fare tutto. A proposito! Ho sentito che sarai la prossima barista ai tre manici di scopa...

    *Celine guardò An con uno sguardo furbetto in attesa che la ragazza confermasse o smentisse quelle voci. Se era vero, Celine sarebbe andata sicuramente a trovare la sua amica al bar qualche volta.*

    Io non vado spesso ai tre manici di scopa, ma se ci sarai tu verrò molto molto volentieri a salutarti qualche volta!

    *Celine sorrise e si godette quel momento di relax in compagnia della sua cara amica che non vedeva da tempo.*

  • Lucieannette_Orafer

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 324
       
       

    *@Celine_Randall, rispose in tono allegro ma anche un po' triste all'affermazione della francesina affermando che in quell'anno si stava sentendo davvero invisibile ma poi le dise che aveva sentito dire che Annie sarebbe stata la barista successiva a Morga ai tre manici di scopa. Era vero!
    An non l'aveva ancora detto a nessuno e fu felice che proprio Celine era la prima a saperlo*

    Si', sono io! Sono felicissima! Saro' la Barista nei mesi di gennaio e febbraio. Magari viene a capodanno o il giorno della befana potremo fare un raduno tutte le ragazze di Hogwarts! Sono felice di essere poi barista!

    *L'enforia della piu' piccola le fece dire tutto quello che pensava. Parlava sciolta, per lei era come parlare con una persona che conosceva da sempre ed era felice. Si trovava a proprio agio e sperava che quei momenti erano infiniti...*

    Spoiler: scusa il ritardo, ma in questi giorni non riesco ad essereci molto...!


    Inviato da HW Mobile



  • Celine_Randall

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 892
       
       

    *@Lucieannette_Orafer disse a Celine che, sì, sarebbe stata la prossima barista ai tre manici di scopa. Celine non poteva che esserne contenta.*

    Allora un giorno io e le CW veniamo a trovarti!! E poi voglio che mi dai il succo di zucca più buono!!

    *Celine fece una linguaccia ad Annie e poi scoppiò a ridere. Era contenta di vedere che la sua amica stava bene. Quando aveva ricevuto il biglietto dall'infermeria aveva temuto fosse successo qualcosa di grave.*

    Ma dimmi, come mai mi hai fatto venire qui? E' successo qualcosa?

    *Celine guardò An con sguardo indagatore. Di solito An era una ragazza con tantissime idee, e Celine era certa che non le avesse ancora detto tutto quello che aveva in mente. Celine si appollaiò meglio sul letto stando attenta a non colpire la caviglia di An e poi la guardò con aria curiosa.*

  • Lucieannette_Orafer

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 324
       
       

    *@Celine_Randall le disse che avrebbero poi potuto fare una riunione di tutte le CW ai tre manici di scopa quando lei sarebbe diventata brista e che lei avrebbe voluto il succo di zucca piu' buono*

    Sara' tuo!

    *Rispose entusiasta la francesina.
    Ma poi, Celine sembro' capire che il motivo per cui era li' non era soltanto una semplice chicchierata: anche!
    Le avrebbe voluto dire molte cose che erano cambiate durante l'estate e che, per un'altra volta, le avrebbero cambiato la vita.
    Erano cose che a persone ingenue sembravano stupidaggini, ma per lei no.
    Prese fiato e racconto' qualche cosa all'amica, per poi continuare*

    E' vero, sono successe delle cose e volevo che tu sapessi tutto.
    Dato che mio padre trattava male me e i miei fratelli e sorelle hanno deciso di affidarci ala sorella di mia mamma. Vive in Francia, a Nizza. Io quet'estate sono andataa vivere la', ma e' cambiato tutto!

    *Si fermo'. Avrebbe continuato, soltanto se le avrebbe fatto domande: a tutte voleva rispondere...*


    Inviato da HW Mobile



  • Shana_Sakai

    Grifondoro Certificato

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 8
    Galeoni: 2450
        Shana_Sakai
    Grifondoro Certificato
       
       

    Infermeria - sala visite

    *Shana stava finendo di occuparsi di una ferita superficiale di un giovane giocatore di Quidditch, quando una ragazza fece il suo ingresso in infermeria. Camminava sulle sue gambe, anche se forse zoppicava leggermente, quindi poteva aspettare che concludesse di medicare l'altro infortunato. Purtroppo la sua collega era impegnata e doveva arrangiarsi da sola... Da quando, poi, erano cominciate le partite invernali di quidditch i feriti erano in continuo aumento. Nulla di grave per ora, ma soltanto escoriazioni e fratture.*

    Scusami cara, un minuto e sono da te.

    *Disse alla ragazza, che nel frattempo si era accomodata su uno dei letti, e tornò a disinfettare la ferita. con due colpi di bacchetta ben assestati, il giovane cacciatore potè uscire subito dall'infermeria. Shana si premurò di dirgli di non sforzare il braccio per qualche giorno, ma era sicura che non l'avrebbe mai ascoltata; già se lo immaginava a tornare da lei perché la ferita aveva ripreso a sanguinare.*

    "Ah, i giovani d'oggi! Anche se forse dovrei capirli... Io se va bene ero anche peggio!"

    *Pensò con un sorriso mentre si dirigeva verso la ragazza sul lettino, che era stata appena raggiunta da una compagna preoccupata. Si avvicinò con passo rilassato, schiarendosi la voce per non spaventarle.*

    Ciao cara, cosa ti è successo? Ho notato che zoppichi leggermente, per caso hai preso una storta da qualche parte?
    Perché non mi spieghi tutto? Così risolviamo il tuo problema e starai subito meglio.


    *Le sorrise cordiale, in attesa di una risposta.*

    @Lucieannette_Orafer, @Celine_Randall


  • Lucieannette_Orafer

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 324
       
       

    *Proprio quando Annie era appena riuscita a dire a @Celine_Randall il motivo per cui l'aveva chiamata, si avvicino' a loro un'infermiera, @Shana_Sakai. Nel tempo che era stata ad Hogwarts non aveva conosciuto gente adulta, o meglio non aveva stretto importanti legami. Ma avrebbe sempre potuto farlo.
    L'infermiera le chiese se aveva preso una storta e dopo le chiese di spiegarle tutto cosi' avrebbero risolto velocemente il probleme.
    Annette ci penso' un po', ma penso' che non c'era niente di male nel dire la verita'*

    Una sera, mentre stavo tornando dalle tribune del campo di Quidditch era gia' buio e mi sono inciampata in uno scalino. Credo proprio di essermela rotta, sa nel mondo babbano mi e' sucesso molte volte!

    *Poi abbasso' lo sguardo. Non sapeva cosa dire, guardo' Celine e poi le disse in modo amichevole sperando di non essere di troppo*

    Grazie! Comunque io sono Lucieannette Orafer, Tassorosso e quarto anno. Ma tutti mi chiamano Annie!

    *Poi sorrise, come solo lei sapeva fare...*


    Inviato da HW Mobile



  • Shana_Sakai

    Grifondoro Certificato

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 8
    Galeoni: 2450
        Shana_Sakai
    Grifondoro Certificato
       
       

    Infermeria - sala visite

    *La giovane infortunata, che si presentò come Lucieannette Orafer, dopo un breve istante di imbarazzo, si decise a raccontare alla giovane infermiera cosa le fosse successo.*

    Una sera, mentre stavo tornando dalle tribune del campo di Quidditch era gia' buio e mi sono inciampata in uno scalino. Credo proprio di essermela rotta, sa nel mondo babbano mi e' sucesso molte volte! 

    *Shana l'ascoltò con interesse, senza commentare l'accaduto ma attendendo soltanto che la ragazzina finisse il suo racconto.
    Era stata sfortunata, quello era sicuro, ma non doveva di certo sentirsi mortificata; erano cose che capitavano a chiunque.*

    Non ti preoccupare tesoro, adesso le do subito un'occhiata e vediamo perché ti fa male.

    *Le disse con un sorriso di incoraggiamento. Mentre tirava fuori la bacchetta le fece togliere scarpa e calzino, notando subito che la caviglia era leggermente gonfia e bluastra in un punto, sicuramente quello dove la botta era stata maggiore e aveva causato la rottura dei capillari più in superficie.
    Senza perdere altro tempo, Shana mosse il catalizzatore lungo tutta l'articolazione per verificarne lo stato interno. Potè così constatare che il versamento di sangue era contenuto, con una applicazione di ghiaccio il problema si sarebbe risolto in pochi giorni, ma la giovane Tassorosso aveva ragione: vi era una piccola frattura alla tibia nella parte terminale, dove entrava in contatto, attraverso l'articolazione, con l'astragalo, l'osso del piede. Non era niente di grave e la soluzione era veloce e poco dolorosa.
    Prima di procedere, però, spiegò ad alta voce la sua diagnosi.*

    Purtroppo ciò che hai pensato tu è vero, ma si tratta di una frattura incompleta, ovvero che interessa solo una parte dell'osso. I monconi ossei sono, quindi, rimasti nella loro sede originaria e sarà meno doloroso l'incantesimo curativo che andrò ad eseguire. Vedrai che in poco tempo avremo risolto.

    *Aggiunse nella speranza che la giovane non si preoccupasse troppo. Se però era una cosa che nel mondo babbano le capitava spesso, forse le sue parole erano state superflue.
    Evitò di preoccuparsene troppo e si concentrò esclusivamente sull'incantesimo da eseguire. Negli ultimi tempi era diventato quasi una prassi giornaliera, ma nonostante questo non poteva distrarsi o avrebbe rischiato di combinare un pasticcio... E la cosa non sarebbe stata da lei! Visualizzò nella mente il suo obiettivo e ad alta voce pronunciò la formula magica.*

    Talus Emendo!

    *Era un incanto che avrebbe potuto tranquillamente fare in modo non verbale, ma di solito in infermeria preferiva evitare per rendere partecipi i pazienti di quello che stava facendo sul loro corpo.
    Appena ebbe terminato la formula latina un fascio di luce bianca irradiò la caviglia infortunata, concentrandosi sul punto preciso dove era necessario l'intervento.*



    *Il tutto durò solo pochi istanti, lasciando sorpresa la giovane studentessa. Prima di confermare la riuscita dell'incanto curativo Shana controllò nuovamente lo stato della caviglia; in ambito medico non si era mai troppo pignoli. Per fortuna tutto era proceduto al meglio.*

    Perfetto, la frattura è sistemata. Sentirai ancora un po' di dolore per qualche giorno, per via della botta che hai preso e del liquido che si è versato a seguito della stessa, ma non dovrebbe durare troppo a lungo.
    Adesso provvederò a fasciarla per limitarne i movimenti; infatti, anche se sei guarita, è importante che tu tenga a riposo la caviglia per tre o quattro giorni. Mi raccomando!


    *La guardò con espressione vagamente severa, sperando che le sue parole venissero ascoltate. Di solito non era così, ma nutriva grande fiducia nella ragazza.
    Subito dopo si mise sotto per completare il lavoro.*

    Ferula!

    *Subito delle bende avvolsero in un caldo abbraccio la caviglia, fasciandola per bene e proteggendola da movimenti sbagliati.*



    Bene, adesso sei ufficialmente a posto. Metti un po' di ghiaccio sopra e resta a riposarti ancora un po' qui, se ti fa piacere.
    Quando tornerai in camera tua ricorda di mettere del ghiaccio ogni tanto per aiutare a ridurre il gonfiore. Mi raccomando avvolgi il ghiaccio in un po' di cotone prima di porlo a contatto con la pelle, e tra quattro giorni, se non presenti dolore o gonfiore, togli pure la fasciatura; in caso contrario torna subito qui da me, senza attendere come hai fatto questa volta.


    *Si raccomandò mentre le porgeva del ghiaccio in un contenitore di plastica perché le potesse offrire un po' di sollievo.
    Il suo compito era finito, ma sarebbe stata disponibile per domande o qualsiasi altra cosa.*

    Io adesso vado nell'altra stanza che ho delle cose da sistemare, ma per qualsiasi cosa chiamami senza problemi, mi troverai sempre disponibile.
    Ah, comunque io sono Shana Sakai, è stato un piacere conoscerti cara An!


    *Esclamò con un sorriso mentre si allontanava dal lettino.*

    @Lucieannette_Orafer, @Celine_Randall




    Ultima modifica di Shana_Sakai oltre 1 anno fa, modificato 2 volte in totale


  • Lucieannette_Orafer

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 324
       
       

    *@Shana_Sakai fu molto genitle con lei. Le mise a posto la caviglia con un incantesimo che fece uscire dlla caviglia un'enorme lampo di luce. Poi le spiego' che cosa aveva e, dopo avergli fasciato la caviglia, le raccomando di stare quattro o cinque giorni a riposo e e di mettere del ghiaccio.
    Tutto d'un tratto la caviglia non le faceva piu' male ma dopo un po' se la muoveva forte le doleva molto.
    Ma in ogni caso, l'infermiera fu molto gentile e Annie la ringrazio' con un sorriso splendente di nuovo in volto*

    Grazie mille!

    *Poi si rigiro' verso @Celine_Randall. Senza accorgersene le stava stringendo forte la mano e poi, Annie le sussurro*

    Scusa, non avevo paura!

    *E rimase li' coricata, perche' sperava che Celine sarebbe rimasta a farle compagnia...*


    Inviato da HW Mobile



  • Celine_Randall

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 892
       
       

    *Celine ascoltò @Lucieannette_Orafer mentre raccontava la sua storia. Non ci poteva credere. Il padre di Lucie aveva trattato male lei e i suoi fratelli e sorelle e così loro erano andati a vivere dalla zia. Celine stava per rispondere qualcosa, qualunque cosa, ma le due ragazze vennero interrotte da @Shana_Sakai, l'infermiera, che con molta premura si prese cura della caviglia di An. Disse che sarebbe guarita presto.*

    Per fortuna che non era niente di grave.

    *Disse Celine sorridendo, ma subito tornò al discorso precedente. An doveva aver vissuto dei momenti molto difficili.*

    E tu come stai? Ti trovi bene da tua zia? E tuo padre? Lo senti ancora? Non ci posso credere... Ti ha fatto del male?

    *Sapeva che per An non doveva essere facile parlarne, ma Celine voleva assicurarsi che la sua amica stesse bene.*

    Lo sai che per qualsiasi cosa io ci sono, vero?

    *Le prese la mano con gentilezza e gliela strinse forte per farle capire quanto le voleva bene e quanto le dispiaceva per quello che aveva dovuto sopportare.*