Hogwarts - Dintorni
Hogwarts - Dintorni



Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo
Topic Precedente :: Topic Successivo

  • Lorence_Eminwey

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 454
       
       

    [SOTTERRANEO DEI TASSOROSSO]

    *Lorence essendo in un bestiale ritardo si infilò i primi vestiti che trovò, ma assicurandosi che non fosse fuori dalle righe si sistemò la camicia, poi prese la giacca e se la infilò con un movimento fulmineo e prese il regalo da dare a Sidney .*



    *Il ragazzo, a passo spedito si avviò al lago.*

    Possibile che io devo sempre fare figure!! Spero che Sid non si arrabbi!

    [IN RIVA AL LAGO]

    *Dopo circa dieci minuti Lorence arrivò al luogo stabilito per la festa e vide che era già gremito di persone, lanciò delle occhiate in giro per cercare di individuare Sidney o qualcuna delle sue amiche, poi vide Cinthia e Jane e si avvicinò chiedendo.*

    Ciao Cinthia, ciao Jane come state? Avete visto Sidney, sapete devo darle una cosa..



    http://www.thehouseofblog.com/show-image/?img=/wp-content/uploads/2012/12/Catenina-con-lucchetto-a-cuore-in-oro-rosa-Tiffany-prezzo-euro-810.jpg


    *Disse agitando il regalo che teneva nella mano destra, poi sorridendo si grattò la testa con l'altra mano, come imbarazzato, infatti Lorence non aveva mai avuto una ragazza, e dichiararsi per lui era difficile.*

    @Jane_Casterwill, @Cinthia_Manavella, @Sidney_Jones




    Ultima modifica di Lorence_Eminwey oltre 1 anno fa, modificato 3 volte in totale


  • Cinthia_Manavella

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 92
       
       

    *Mentre si presentava alla nuova arrivata, arrivarono @Claire_Boviero e @Katniss_Everdeen. Cinthia corse loro incontro abbracciandole e salutandole, era molto contenta che fossero arrivate anche loro*

    Ciao Kat, ciao Claire come state?


    Inviato da HW Mobile



  • Claire_Biovero

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 395
       
       

    *Claire era appena arrivata al lago e @Cinthia_Manavella le venne incontro abbracciando sia lei che @Katniss_Everdeen e chiedendo loro come stessero. In quel momento la brunetta sentì di non poter mentire alla sua giovane amica e in tutta franchezza le disse apertamente*

    Se non ci fossero tutti questi cuori in giro starei sicuramente meglio...

    *Disse, infatti, a bassa voce. Non poteva farci niente, quelle occasioni la rendevano acida e cinica, caratteristica che la stava letteralmente trasformando in quel periodo.
    Poi, però si ricompose un attimo, sfoggiò un sorriso il più sincero possibile e chiese di rimando*

    E voi, ragazze? Come state?
    Un'idea geniale questa bolla, non trovate?


    *Sicuramente stare con le amiche a quel picnic l'avrebbe aiutata a vincere il malumore che quella festa sdolcinata e ipocrita le procurava. Meno male che aveva delle amiche speciali.*

  • Cinthia_Manavella

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 92
       
       

    *@Claire_Boviero le disse che sarebbe stata meglio senza tutti quei cuori e Cinthia le sorrise comprensiva ma non disse niente, in quel momento arrivó @Lorenzo_Eminwey che chiese loro se sapevano dove fosse @Sidney_Jones e Cinthia rispose*

    Prima era vicino a quel tronco laggiù poi non so

    *Cinthia si girò un po' in torno per cercre Sid ma non la trovò, probabilmente data la grandequantità di gente sarebbe stato difficile trovarla*


    Inviato da HW Mobile





    Ultima modifica di Cinthia_Manavella oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Jane_Casterwill

    Grifondoro Insegnante Responsabile di Casa Certificato

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 8
    Galeoni: 3115
       
       

    *All'abbraccio si aggiuse anche @Silvia_Ghivarello, insieme a Jane e @Cinthia_Manavella. Ma poi La Tassa più grande, si allontanò e raggiunse @Dora_Johnson. La gente continuava ad arrivare, infatti giunsero li anche @Claire_Biovero, @Katniss_Everdeen e @Lorence_Eminwey. Jane salutò tutti con il suo grande sorriso*

    Ciaoooooo!

    *Esclamò con la sua solita simpatia mista a un po' di pazzia. Poi andò da Lorence e gli disse*

    Allora? Sei pronto? Vedrai che farai un figurone stia tranquillo!
    E poi tu almeno hai qualcuno, pensa a me e le altre che siamo sole solette, anzi formiamo un bel squadrone di single!


    *Jane sapeva che il suo amico era emozionato visto che avrebbe passato la giornata con @Sidney_Jones, così cercò in tutti i modi di allegerire la tensione, poteva ammaginare come si sentiva, anche se lei non lo aveva mai provato*

  • Lorence_Eminwey

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 454
       
       

    *Cinthia rispose che era accanto al tronco, quello vicino alla pianta preferita di Lorence. Dopo qualche istante arrivò Jane che incoraggiò il ragazzo e domandandogli se era pronto la giovane si intristì un po, perchè era sola, ma il giovane per rassicurarla le disse.*

    Dai non preoccuparti Jane ne troverai! Siamo ancora giovani! Oh scusami ma devo andare a cercare Sidney!

    *Quindi il ragazzo ringraziò e congedò temporaneamente le sue amiche sorridendo e cominciò a farsi largo tra le persone per raggiungere il tronco, infilandosi furtivamente tra una coppietta di corvonero raggiunse la "meta", guardandosi in giro avvistò Sidney e si avvicinò sistemandosi la camicia e mettendosi a posto la camicia.*

    Ciao Sidney! Come stai?

    *Esclamò il ragazzo con un sorriso enorme, ma prima che la giovane potesse rispondere le disse.*

    Sidney.. siamo diventati molto amici e ci siamo avvicinati molto in questo periodo,tu mi piaci molto eh... volevo chiederti se volevi diventare la mia ragazza!

    *Poi il ragazzo un po agitato e imbarazzato, prese il regalo e glielo porse.*

    Tieni Sidney questo è per te.





    @Sidney_Jones, @Cinthia_Manavella, @Jane_Casterwill,




    Ultima modifica di Lorence_Eminwey oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Cinthia_Manavella

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 92
       
       

    *Cinthia vide che @Lorence_Eminwey era riuscito a trovare @Sidney_Jones e che evidentemente le stava dichiarando i suoi sentimenti. Così disse a @Jane_Casterwill e a @Claire_Boviero con una risata*

    La situazione tra quei due si fa calda. Sono molto carini.

  • Sidney_Jones

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 112
        Sidney_Jones
    Tassorosso
       
       

    Ciao Jane!

    *Salutò l'amica appena arrivata.*

    Comunque bene, grazie

    *Rispose a Cinthia, concludendo il discorso e allontanandosi un attimo e andando verso un tronco solitario dove, insolitamente, c'era Muffin. Quando si avvicinò le balzò in grembo.*

    Ma che ci fai qui! Uffa, sei imprevedibile, ma quando arriva Lorence te ne vai!

    *Disse al cucciolo, che assunse un aria colpevole. Sid s'intenerì e prese ad accarezzarlo, mentre lui faceva un verso sommesso che poteva essere riconducibile alle fusa dei gatti. Alzò lo sguardo e vide Lorence. Fece un segno al furetto che prontamente, e tristemente, se ne andò. Lorence la salutò e le chiese come stava, ma quando Sid aprì bocca, la interruppe e le chiese se voleva diventare la sua ragazza. Sicuramente era diventata rossa come un pomodoro, ma riuscì a sfoggiare il suo miglior sorriso e a rispondergli.*

    Si

    *Disse. Poi le porse un regalo e Sidney divenne porpora.*

    Questo però è esagerare. Comunque sto bene, grazie.

    *Rispose, concludendo così tutte le domande del ragazzo. Aprì il regalo e prese la catenina. Se la girò tra le mani. Poi se la mise, leggermente imbarazzata.*

    Ho la vaga impressione che mia nonna mi torturerà con le domande quando tornerò a casa. Comunque sei troppo gentile, ragazzo mio. Ehm... lo sai che ci stanno guardando buona parte delle persone, vero?


    *Concluse, lanciando un occhiataccia a Cinthia, che si tramutò subito in un espressione divertita. In fondo, era comico il modo in cui sparlavano di loro.*

    @Lorence_Eminwey,


  • Cinthia_Manavella

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 92
       
       

    * @Sidney_Jones le lanciò un occhiataccia, al che Cinthia le strizzò l'occhio e alzò i pollici in sù in segno di vittoria poi si girò vero le sue amiche. Era molto contenta che Lorence e sid si fossero messi insieme e anche se c'era stato un periodo in cui a Cinthia piaceva Lorence, quel periodo era passato e per lei Lorence era ormai solo un amico. Sid era fortunata ad avere un ragazzo come lui,erano molto rari da trovare.*

  • Dora_Johnson

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 441
        Dora_Johnson
    Grifondoro
       
       

    *Insieme a Silvia, Dora si avvicinò al gruppetto di ragazzi indicato dalla Tassorosso. Sembravano tutti di ottimo umore, così Dora si sforzò di fare un bel sorriso per entrare anche lei nella festa e cercare di divertirsi.*

    Ormai che sono qui, tanto vale provarci almeno. E ricordati sempre che l'alternativa sarebbe quella di stare in camera tua a mangiare cioccolatini e ad ascoltare canzoni deprimenti....

    *Disse a sé stessa, cercando di farsi coraggio, ma prima ancora che iniziasse a dire qualcosa una giovane Tassorosso si fece avanti sorridendo.*

    Ciao io mi chiamo Cinthia Manavella terzo anno Tassorosso. Come ti ha detto Silvia puoi stare con noi se vuoi.


    *Esclamò gentilmente la ragazza, un'amica di Silvia probabilmente.*

    Grazie Cinthia, sei molto gentile. Io sono Dora Johnson, di Grifondoro. Frequento il quinto anno. È un piacere conoscerti!

    *Disse Dora stringendole la mano. Era sempre felice di conoscere persone nuove. Ora il pic nic le sembrava molto più accogliente di quando era appena arrivata. Per fortuna c'erano anche delle altre ragazze che come lei non avevano un partner, così almeno si sarebbero fatte compagnia a vicenda e magari si sarebbero anche divertite comunque. *

    @Cinthia_Manavella, @Claire_Biovero, @Silvia_Ghivarello


  • Claire_Biovero

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 395
       
       

    *La bolla di primavera in riva al lago si stava riempiendo di gente. Le persone continuavano ad arrivare e a Claire girava la testa solo a provare a salutare tutti. Erano così tanti, tutti insieme, e molti non erano in coppia. A quella considerazione la Tassorosso un po' si risollevò di morale, sapere che non fosse l'unica single in un mare di coppiette la faceva sentire un po' meno inadeguata.*

    Vedi che non sei l'unica? E poi, caspita, mica tutti possono trovare l'amore della loro vita così, in un attimo.

    *Con quella riflessione personale le si scaldò il cuore, intorno a lei c'erano sorrisi a profusione. Tutte le sue amiche erano allegre, anche se qualcuna pareva persa nelle sue considerazioni personali, un po' come lei. Notò infatti che @Dora_Johnson si stava presentando a @Cinthia_Manavella che non aveva di certo perso la sua arguzia e capacità di osservazione di quando l'aveva conosciuta tempo prima in Sala Comune. La tassa più giovane, infatti, stava commentando una possibile coppia nascente, ormai quasi certezza: @Lorence_Eminwey aveva trovato il coraggio di dichiarare i suoi sentimenti a un'imbarazzatissima @Sidney_Jones. Claire non poté fare a meno di guardarli con occhi pieni di affetto e tenerezza*

    Come sono carini...

    *Pensò con aria trasognata mentre nella sua mente al volto di lei si sostituiva quello della brunetta e a quello di lui quello di un bel ragazzo misterioso innamorato cotto di Claire. Quei sogni a occhi aperti l'avrebbero presto fatta uscire di testa, ma prima o poi avrebbe trovato quel ragazzo misterioso capace di rubarle il cuore e tanto pazzo da innamorarsi di lei, la sua anima gemella esisteva da qualche parte.*

    Sono veramente molto carini insieme, hai ragione Cinthia!

    *Rispose la brunetta riallacciandosi finalmente al discorso di qualcuno che non fosse il suo subdolo subconscio. Poi si voltò verso Dora e riuscì a salutarla un po' decentemente. Era molto tempo che non si incrociavano e quella era una bella occasione per riallacciare i rapporti.*

    Dora! Cara! Come stai? E' da un sacco di tempo che non ci vediamo!

    *Esclamò Claire allegra mentre sorrideva sincera rivolta all'amica. Quale migliore occasione di un picnic di San Valentino tra single per rinsaldare i legami di amicizia per troppo tempo lasciati assopiti? La Tassorosso era felice, tutto sommato, di essere lì. Quella bolla di primavera e quei colori accesi e allegri cld ricordavano in maniera forte e chiara che l'inverno, anche quello dei sentimenti, sarebbe presto finito, e che anche lei, eventualmente, sarebbe stata raggiante e con una persona accanto.*

  • Gandalf_Derweiss

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 5
    Galeoni: 4059
       
       

    [Hogwarts - Quinto Piano]


    *La voce armoniosa e cristallina di @Maya_Mondlicht, pronunciava i versi con sentimento e trasporto, mentre Gandalf la ascoltava beato, annuendo di tanto in tanto e scoprendo che ogni parola, assumeva un nuovo significato più coinvolgente. Mai come in quel momento I versi dell’autore erano stati compresi fino in fondo.*

    Es schlug mein Herz; geschwind zu Pferde!
    Und fort! wild, wie ein Held zur Schlacht.
    Der Abend wiegte schon die Erde,
    Und an den Bergen hing die Nacht;
    Schon stund im Nebelkleid die Eiche
    Wie ein getürmter Riese da,
    Wo Finsternis aus dem Gesträuche
    Mit hundert schwarzen Augen sah.


    Mi batteva il cuore; svelto, a cavallo!
    E via! Con l'impeto dell'eroe in battaglia.
    La sera cullava già la terra,
    e sui monti si posava la notte
    se ne stava vestita di nebbia la quercia,
    gigantesca guardiana, là
    dove la tenebre dai cespugli
    con cento occhi neri guardava.


    *Il cuore del Tassorosso aveva imarato che cosa significasse amare come ogni battito potesse correre più veloce del vento, come ogni palpito infondesse un coraggio nuovo ed eroico, come ogni palpito rendesse il mondo esterno diverso, più sorprendente ed emozionante.*

    Der Mond von einem Wolkenhügel
    Sah schläfrig aus dem Duft hervor;
    Die Winde schwangen leise Flügel,
    Umsausten schauerlich mein Ohr;
    Die Nacht schuf tausend Ungeheuer;
    Doch tausendfacher war mein Mut;
    Mein Geist war ein verzehrend Feuer,
    Mein ganzes Herz zerfloß in Glut.


    Da un cumulo di nubi la luna
    sbucava assonnata tra le nebbie;
    i venti agitavano le ali sommesse,
    sibilavano orridi al mio orecchio;
    la notte generava migliaia di mostri,
    ma io mille volte più coraggio avevo;
    il mio spirito era un fuoco ardente,
    il mio cuore intero una brace.


    *Il giovane mago, non temeva più nulla e nulla lo poteva turbare, nemmeno la morte sfiorata, nemmeno il dolore provato potevano far vacillare il suo spirito, reso ardente e coraggioso da quel nuovo, miracoloso sentimento che tutto poteva vincere.*

    Ich sah dich, und die milde Freude
    Floß aus dem süßen Blick auf mich.
    Ganz war mein Herz an deiner Seite,
    Und jeder Atemzug für dich.
    Ein rosafarbes Frühlingswetter
    Lag auf dem lieblichen Gesicht,
    Und Zärtlichkeit für mich, ihr Götter!
    Ich hofft es, ich verdient es nicht.


    Ti vidi, e una mite gioia
    passò dal tuo dolce sguardo su di me;
    fu tutto per te il mio cuore,
    fu tuo ogni mio respiro.
    Una rosea primavera
    colorava l'adorabile volto,
    e tenerezza per me, o numi,
    m'attendevo, ma meriti non avevo.


    *Così aveva visto il viso di Maya quando, dopo la lunga incoscienza aveva riaperto gli occhi e, in quell’attimo, aveva realizzato che lei era davvero tutto per lui, l’unica che potesse dare veramente un senso alla vita, la sola a cui avrebbe dedicato ogni suo respiro.*

    Der Abschied, wie bedrängt, wie trübe!
    Aus deinen Blicken sprach dein Herz.
    In deinen Küssen welche Liebe,
    O welche Wonne, welcher Schmerz!
    Du gingst, ich stund und sah zur Erden,
    Und sah dir nach mit nassem Blick;
    Und doch, welch Glück! geliebt zu werden,
    Und lieben, Götter, welch ein Glück!


    L'addio, invece, mesto e penoso.
    Dai tuoi occhi parlava il cuore;
    nei tuoi baci quanto amore,
    oh che delizia, e che dolore!
    Partisti, e io restai, guardando a terra,
    guardando te che andavi, con umido sguardo;
    eppure, che gioia essere amati,
    e amare, o numi, che gioia!


    *Ogni volta che si staccava da lei, ogni volta che si allontanava era come un piccolo, ma dolorosissimo addio ma la dolcezza del ricordo dei baci di Maya e degli occhi colmi d’amore rendeva anche la lontananza sopportabile perché la gioia di amare e di essere riamati era infinitamente superiore a qualsiasi dolore, nostalgia o rimpianto.*

    Se ti va, qualche volta potremo leggere insieme il libro, è un'edizione molto particolare e contiene anche poesie della giovinezza che in altri testi non si trovano.

    *La domanda diretta di Maya non lo sorprese ma gli fece molto piacere, sarebbe stato bello poter condividere ancora con lei pensieri e parole, che anche se non erano loro esprimevano tanto bene i sentimenti che entrambi provavano.*

    Certo, mi farebbe molto piacere!

    *Rispose lui prendendo il libro che lei gli stava di nuovo porgendo. Se avesse seguito il suo cuore, le avrebbe proposto di iniziare anche subito, nulla gli sarebbe parso meglio che leggere versi stando abbraccia a lei e, magari, scambiandosi baci appassionati e carezze rubate. Ma Maya , prima che lui potesse esprimere il proprio pensiero cambiò argomento ed, agitando il pacchetto a forma di cuore, disse che era proprio curiosa di aprirlo.*

    Spero che ti piaccia!

    *Ribatté lui abbozzando un sorriso ed accantonando, per il momento, i propri progetti.*

    Sono felice di aver indovinato… ma no, è solo un piccolo pensiero che credo ti donerà, valorizzando il colore stupendo dei tuoi occhi.

    *Mormorò lui distogliendo un attimo lo sguardo, vedere il bagliori del ciondolo di ametista che si rifletteva mille volte nelle iridi indaco di lei accentuandone le sfumature magnetiche era davvero troppo. Troppo per resistere alla tentazione di perdersi in quelle profondità misteriose, troppo per resistere alla tentazione di abbracciarla di nuovo, troppo per impedirsi di baciarla una, dieci, mille volte.*

    Ehm, sì, lo faccio subito anche se non sono molto bravo con tutti in questo genere di cose…

    *Rispose annuendo e facendo un mezzo sorriso imbarazzato, quando Maya gli chiese di allacciargli il fermaglio della collana. Si portò alle sue spalle e le si avvinò, subito il profumo inebriante dei capelli biondissimi della Corvonero penetrò nelle sue narici e da lì nel suo cuore. Gandalf si paralizzò, godendo per un attimo quel momento di intimità, più immaginata che provata, quindi, allungò le mani per prendere da quelle di lei la collana. Il contatto con la pelle morbida e liscia, gli diede un’intensissima scossa elettrica e, per poco, non fece cadere collana e monile a terra.*

    Accidenti, fai attenzione o penserà di avere scelto il ragazzo più imbranato e goffo del Castello…

    *Si rimproverò rinsaldando la presa e cercando di agganciare il piccolo fermaglio. Finalmente, per pura fortuna più che per abilità, ci riuscì. Osservò il suo operato e la pelle candida del collo di Maya, da cui aveva spostato la lunga chioma argentea, lo invitò in modo irresistibile, così, senza nemmeno riflettere vi posò le labbra, soffermandosi ad assaporarne la fragranza ed il tempore.*



    Quanto la desidero…

    *Pensò discostandosi un poco da lei, mentre il cuore gli batteva furiosamente, proprio come aveva descritto tanto bene Goethe nella poesia letta poco prima. La Corvonero si voltò verso di lui puntando i suoi occhi indaco in quelli verde di Gandalf, ed il ragazzo ebbe la metta impressione che stesse per baciarlo e pregò di non sbagliarsi… gli sarebbe piaciuto che, per una volta, fosse lei a prendere l’iniziativa, a farlo sentire desidera ed amato.*

    Ti prego, fallo…

    *Implorò lui, socchiudendo leggermente le labbra, come a volerla invitare o tentare, ma la sua preghiera non fu esaudita e Maya, dopo averlo fissato un attimo, lo ringraziò e gli ricordò che era ora di andare.*

    Ma come? Ero quasi certo che mi avrebbe baciato…

    *Pensò Gandalf non riuscendo a celare il proprio disappunto e serrando le labbra per deglutire il sapore amaro della delusione.*

    Già, hai ragione, è ora che raggiungiamo gli altri…

    *Rispose cercando di abbozzare un sorriso e di nascondere i veri sentimenti che si agitavano in lui. Del Pic Nic, del Torneo Tremaghi e di tutto il resto gli importava davvero poco, l’unico aspetto allettante di quella giornata di festa e che l’avrebbe trascorsa tutta insieme alla ragazza che amava. I due si incamminarono a passo veloce per il corridoio e poi giù per le scale dispettose che sembravano fare di tutto per impedire loro di raggiungere il piano terra ma alla fine, dopo una paio di giri a vuoto, arrivarono alla loro meta. Attraversarono l’atrio e, si fermarono solo un attimo per indossare i mantelli, i guanti le sciarpe e… Maya calzò anche un buffissimo cappello.*



    E quel ridicolo berretto dove lo hai preso?

    *Chiese lui indicando lo strano copricapo… e scoppiando a ridere. La sua Corvonero era eccentrica ed eccessiva, sempre sopra le righe e fuori dagli schemi, ma lui la amava anche per quello. E quel cappellino la rendeva, se possibile ancora più unica e, per lui, irresistibile.*

    [Hogwarts – Rive del Lago]


    Per il becco dell’Ippogrifo, questa volta la Preside si è davvero superata!

    *Esclamò Gandalf quando, dopo aver attraversato il parco innevato, entrarono nella calotta magica creata dalla professoressa Strangedreams. Il contrasto con l’esterno era a dir poco stridente e ciò che più di tutto colpiva, era vedere che metà del lago era ancora completamente ghiacciata, con le sponde coperte di neve, mentre l’altra metà era fluida e lambiva languidamente le rive fiorite.*

    Speriamo di non essere troppo in ritardo!

    *Aggiunse, aiutando Maya a togliersi il mantello e, poi, spogliandosi anche lui. Non solo il paesaggio, ma anche il clima era decisamente primaverile. Anche se vi era andato controvoglia, alla fine era felice di non essersi perso il Pic Nic che, a giudicare dalle premesse, sarebbe stato divertente e sorprendente.*

  • Maya_Mondlicht

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 7073
       
       

    [Hogwarts – Castello]


    *Non nascondendo la proprio delusione, Gandalf aveva convenuto con Maya che fosse il caso di raggiungere gli altri la Lago Nero.*

    E’ la cosa migliore per entrambi…

    *Si ripeteva con sempre minor convinzione mentre seguiva il Tassorosso giù per le scalinate del Catello che, quella mattina, sembravano più dispettose del solito, come se la mano invisibile del Fato stesse muovendole al solo scopo di farli perdere.*

    E’ la cosa migliore per entrambi…

    *Era la terza volta che erano costretti a tornare indietro sui loro passi perché, cambiando, le scale li avevano portati fuori strada.*

    Se continuano a farci i dispetti, non arriveremo mai in tempo…

    *Sospirò lei, mentre in cuor suo sperava che i gradini stregati li portassero a perdersi, magari in qualche area del Castello poco frequentata, così, avrebbero avuto un’ottima scusa per restare lì tutto il giorno, da soli e con tutta Hogwarts per loro.*

    Questo sì, che sarebbe un ottimo modo di festeggiare San Valentino…

    *Pensò arrossendo mentre la sua fantasia correva più veloce dei suoi piedi ed il cuore iniziò a battere più affannosamente, ma non per lo sforzo della corsa, bensì per le immagini che, per un attino, affollarono la sua mente.*

    Ma che vado a pensare…

    *Si rimproverò scuotendo il capo e cercando di scacciare l’idea di essere abbracciata a Gandalf in un angolo remoto e deserto di Hogwarts, di allontanare il ricordo delle mani di lui su suo corpo e delle labbra bramose che si assaggiavano vicendevolmente, di reprimere il desiderio di sentire il tepore del contatto della pelle sulla pelle.*

    Ora basta, ci devo dare un taglio…

    *Decise con tutta la forza di volontà che riuscì a recuperare in se stessa, poi, si fermò un attimo e si guardò intorno. Anche il Tassorosso le cui dita erano intrecciate a quelle della Corvonero si dovette arrestare.*

    Andiamo di là, di solito, le scalinate dell’ala est sono meno stizzose di queste…

    *Spiegò al giovane mago che la fissava con uno sguardo interrogativo dipinto sul viso. Intenzionalmente, lei evitò di puntare gli occhi in quelli di lui perché sapeva che, se lo avesse fatto, tutta la sua determinazione ed il poco raziocinio che le era rimasto, sarebbe scomparso, affogato in quei laghi versi e profondissimi, in cui avrebbe volentieri perso se stessa.*


    Ecco, vedi, di qua va un po’ meno peggio…

    *commentò cercando di concentrarsi sugli scalini e sul percorso più breve per raggiungere il piano terra, imponendosi di non pensare alle labbra carnose e sensuali di lui, ai suoi capelli soffici, al corpo muscoloso ma asciutto.*

    Arrivati a destinazione… vedi, oltre ad essere una Cercatrice migliore di te, sono anche una navigatrice molto più abile!

    *Esclamò alla fine Maya quando, fortunosamente, giunsero alla loro meta. Per una volta avrebbe preferito che il suo senso dell’orientamento fallisse e che, anziché portarli li, li avesse condotto nei recessi più nascosti del Castello, ma ormai era tardi per recriminare e pensare a ciò che sarebbe potuto essere e non era stato. Insieme, attraversarono l’atrio e si fermarono davanti al portone per indossare i pesanti mantelli, le sciarpe ed i guanti.*

    Ma come, non ti piace? Secondo me è delizioso ed è anche caldissimo me lo ha fatto la mia nonna…

    *Ribatté piccato quando il Tassorosso scoppiò a ridere vedendo l’eccentrico copricapo che aveva calato sulle orecchie. Teneva molto a quell’accessorio che le ricordava la madre di sua padre, la sola nonna che avesse mai conosciuto ed amato, quella che la coccolava e le preparava lo strudel, che le raccontava le fiabe babbane e la cullava teneramente per farla addormentare. Tutto il ramo materno della sua famiglia, infatti, per lei era composto da estranei che avevano disconosciuto e scacciato sua Asterope, la sua mamma, perché aveva avuto la sfortuna di nascere Maganò, la peggiore delle offese che si potesse recare ad una antica e nobile Casata di Purosangue.*

    Appurato, che non capisci nulla di berretti, possiamo andare!

    *Concluse lei annodandosi la sciarpa al collo e uscendo all’esterno, lui alzò le spalle e scosse il capo sorridendo, poi, la seguì senza ribattere.*

    [Hogwarts – Rive del Lago]


    Acciderbolina, hai proprio ragione… è a dir poco fantastico!

    *Convenne con Gandalf appena misero piede nella semisfera stregata creata dalla Preside, All’interno il clima era mite, quasi primaverile; le rive del Lago erano coperte di tenera erba verde e fiorellini profumati, mentre le placide acque erano mosse da un lieve brezza che ne increspava appena la superficie.*

    Non credo, pare che tutti siano ancora qui e che stiano solo chiacchierando fra loro… magari vediamo di capire che cosa ha detto la professoressa Strangedreams prima del nostro arrivo e quale sarà il programma della giornata!

    *Commentò Maya quando Gandalf , aiutandola a togliersi il mantello, da perfetto cavaliere quale era, si guardava nervosamente intorno per capire se si fossero persi qualcosa. Salutando amici e conoscenti, i due ritardatari appresero che presto si sarebbe svolta una singolare gara a coppie e che, per partecipare, era necessario apporre la propria firma su un registro incantato.*

    Sembra divertente, che dici ci iscriviamo?

    *Chiese la Corvonero con entusiasmo pensando a quanto sarebbe stato divertente addentrarsi in un Labirinto magico insieme al suo Tassorosso… un luogo appartato e romantico, un’atmosfera magica e delle prove da superare, sembrava tutto estremamente allettante.*

    Dai, dimmi di, sì, per favore, per favore, per favore!

    *Lo incalzò lei fissandolo con i suoi occhi magnetici e lui non poté che annuire rassegnato, a quegli occhi imploranti e stupendi non avrebbe mai potuto né voluto negare nulla.*

    Perfetto, allora è deciso, andiamo subito ad iscriverci, prima che sia troppo tardi!

    *Così dicendo trascinò Gandalf, tirandolo per la mano, fino al volume che levitava a mezz’aria. Prese la penna auto-scrivente ma, prima di apporre la propria firma esitò un attimo, per controllare chi altro sarebbe entrato nel Labirinto del Cuore. Poi con la sua bella calligrafia scrisse il proprio nome e quello di lui.*

    Citazione:
    Maya Mondlicht & Gandalf Derweiss




    Grazie di tutto, mein Schatz, sono certa che sarà una fantastica giornata!

    *Concluse sorridendo felice, poi liberò la penna che riprese il proprio posto sul registro stregato, quindi, in attesa che la Preside spiegasse in che cosa sarebbe consistito il gioco, tornò a chiacchierare con gli amici che aveva piantato in asso per iscriversi, stringendo le dita di @Gandalf_Derweiss, che erano ancora intrecciate alle sue.*

  • Dragonis_Witch

    Tassorosso Membro del Consiglio di Hogsmeade Certificato

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 7
    Galeoni: 5111
       
       

    *Dragonis si era svegliata di buon ora quella mattina, un po' malinconica come al solito, sapeva che Geordie stava studiando molto quel periodo ed era da molto tempo che i due non si vedevano, da quella sera al giardino di circa due mesi prima, lo vedeva nel castello tra una lezione e l'altra e sapeva benissimo che quello non era il momento per effusioni e cose del genere essendo lei un'insegnante e lui uno studente del settimo anno, sperava di incontrarlo al pic-nic organizzato da @Sibilla_Strangedreams, ma proprio la sera prima aveva ricevuto una lettera*

    [Inizio Flashback]

    La giovane donna si stava per mettere a dormire nella stanza dove si trovava in quel momento per controllare meglio i suoi tassi quando sentì il picchiettare di un gufo e aprì velocemente la finestra, aveva una lettera legata alla zampa che, con velocità, l'insegnante di Babbanologia slegò e lesse

    Caro Amore come stai?
    Sono il tuo Geor e mi volevo scusare per essere sparito così, ma sai meglio di me quanto sia duro il settimo anno con i MAGO che si stanno avvicinando sempre di più, vorrei chiederti scusa anche perché domani non potrò essere presente e mi dispiace molto, ma ho stilato un programma di studi e non posso essere in ritardo con la tabella di marcia e ne approfitto dato che domani la biblioteca sarà vuota, ho sentito che la preside ha organizzato un bellissimo evento e sono sicuro che quasi nessuno lo perderà, tu divertiti mi raccomando.
    Un abbraccio e un bacio
    il tuo amore.

    Alla donna le scivolò una lacrima solitaria perché ci teneva moltissimo a quella festa e sperava con tutto il cuore che finalmente i due ragazzi si sarebbero rivisti e con la leggera tristezza nel cuore, Dragonis si mise a riposare.

    [Fine Flashback]


    *In quel momento aveva deciso che comunque sarebbe andata alla festa perché sapeva benissimo di aver trascurato gli amici e che doveva cercare di avere un buon rapporto con i colleghi, cosa che fino a quel momento non era riuscita ad avere, ma per suo volere e non per volontà degli altri così indossò un abito elegante, ma soprattutto comodo e si avviò alla festa sorridendo leggermente*



  • Quenya_Faraway

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 5
    Galeoni: 1260
       
       

    *Il croccante cioccolato delle praline si sciolse nella bocca estasiata di Quenya, producendo una sinfonia di sapori indescrivibile. Certo, non era un'esperta di gourmet, ma fu abbastanza sicura di non aver mai assaggiato un dolce così gustoso in vita sua. L'idillio cioccolatoso fu interrotto da una voce nota alla Grifondoro, quella di Shana. La donna, infatti, l'aveva seguita, probabilmente colta dal suo stesso bisogno di zuccheri, ed aveva commentato in merito alla bontà di alcuni biscotti a forma di cuore e ripieni di marmellata. Sorpresa nel vederla nuovamente accanto a lei e felice che quella volta fossero sole, Quenya le sorrise a bocca chiusa, evitando di mostrare i denti cioccolatosi ed annuì con convinzione. Ingoiò il boccone e le rispose portandosi una mano davanti alla bocca.*

    Sono buonissimi! Mai assaggiato un cioccolatino così morbido.

    *Quenya si chiese se i dolciumi provenissero dal negozio di Shana, ma non glielo chiese per timore di ricevere una risposta negativa e di farle credere che li preferisse ai suoi. Quelle praline di cioccolato erano divine, ma niente avrebbe potuto superare i muffin di casa Sakai. Al solo pensiero, alla Faraway venne il matto impulso di smaterializzarsi a Hogsmeade, benché sapesse benissimo di non potere. Essendo ogni carattere meravigliosamente vario, quando Laura si avvicinò al chiosco del cibo reagì in maniera completamente diversa dalla Responsabile dei Grifondoro. La Alderbow, una ragazza sempre carica di ottimismo, buoni propositi ed una forza vitale tale da spazzare via il mondo, le rivolse delle parole che esprimevano direttamente la sua preoccupazione nei confronti di Quenya. Quest'ultima la guardò con aria rassegnata e fissò le sue sopracciglia corrugate. Con immenso dispiacere, notò che anche la sua sorellona non se la stava passando proprio brillantemente.*

    Okay, non è giusto che tenga dei segreti alle mie amiche. Devo dirglielo!

    *Con occhi languidi, Quenya prese delicatamente il braccio sinistro di Laura, poi, qualche passo più in là, il braccio destro di Shana e le trascinò dietro ad un cespuglietto di rose rosse senza proferire parola.*


    *Quando si accorse di poter "vagamente" figurare sospetta agli occhi degli altri partecipanti, tentò di trattenere un risolino soffocandolo con un copetto di tosse. Una volta nascosta dal cespuglio, Quenya liberò la presa dalle braccia delle due amiche e si confidò, fissando loro le mani anziché gli occhi.*

    Da un po' di tempo Holibus ed io non ci consideriamo più, forse lo avrete notato o forse no, ed ora, o per meglio dire oggi, mi sono stancata di questa situazione nata senza una precisa ragione. Che devo fare? Non si è neanche presentato al Pic Nic...

    *Infatti, la festa al giardino era iniziata da una buona mezz'ora, ma del ragazzo misterioso non c'era ancora traccia.*

    @Shana_Sakai, @Laura_Alderbow,



Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo