• Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Charlotte_Mills




    Ultima modifica di Charlotte_Mills oltre 1 anno fa, modificato 2 volte in totale


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 253950
       
       

    *La gita ad Hogsmeade era appena terminata ma Charlotte non se ne era andata, era rimasta li al Magic Museum ed non era sola.
    In sua compagnia c’ era unragazzino che quel giorno si era presa una punizione per essersi recato alla gita senza permesso.
    Samus, nonostante avesse letà giusta per partecipare alle varie girte al villaggio, per qella volta si era dimenticato il permesso e di conseguenza, dato che Charlotte l’ aveva beccato, doveva scontare una punizione.*

    Allora signor Ferrerus non si preoccupi torneràl castello entro la notte, non si preoccupi.

    *Affermò la donna che sicuramente non era stata brava a calmare il giovane Serpeverde.
    Charlotte sapeva già cosa far fare a Samus, ne aveva parlato in precedenza con la sua collega Daphne Harris, sindaco giovane del villaggio.*

    La sua punizione è quella di sistemare l' intera mostra che abbiamo in precedenza visitato.
    Dovrà spazzare per terra, lavare per terra e pulire ogni teca facendo attenzione a non rovinare i manufatti antichi.
    Ah... Ovviamente senza bacchetta.
    Io sono proprio qui, quindi non cerchi di saltare dei punti o che altro, perchè me ne accorgerei.


    *Affermò la donna che si allontanò per sedersi su una sedia poco distante da li.*

    Può iniziare quando vuole.




    Samus la tua punizione, come avrai ben capito è ripulire il locale MA BADA BENE, perché tutto quanto sia valido devi scriverlo in un post (decente ovviamente) di minimo 1000 parole.
    Di meno non sarà valido.
    Fin quando non rispecchierai i canoni della scrittura in gdr e ciò affermato poco sopra la punizione andrà avanti, solo io infatti posso decidere se è finita o meno.

    Buon lavoro Very Happy



    @Samus_Ferrerus,


  • Samus_Ferrerus

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 5
    Galeoni: 736
       
       

    *Samus appena gli fu detto cosa doveva fare iniziò riempiendo un secchio d'acqua e mise dentro un pezzo di sapone poi prese una spazzola che bagno e la immerse dentro al secchio e inizio a strofinare il pavimento della grande sala del magic museum mentre la Mills lo guardava seduta su una sedia, mentre Samus passava la spazzola si mise a fischiettare poi finito di aver insaponato il pavimento inizio a passare il moccio nella sala finito di passare il moccio prese uno spruzzino e lo riempi con acqua saponata e lo spruzzo sulle vetrine e le pulì con uno straccio ma Samus era stanchissimo ma si fece forza e continuò a passare lo straccio sulle vetrine che erano piene di polvere passo il piumino sul modellino della città di Hogsmeade poi iniziò a passare la ramazza stando attento a non urtare con niente e penso*
    “Speriamo di non rompere niente anche perche qui è tutto fragile”
    *mentre pensava continuava a passare la ramazza nel salone poi butto in un sacco nero tutta l’immondizia che aveva raccolto spruzzò lo spray sulle finestre e passo lo straccio e strofinò fino a falle splendere come se fossero nuove poi si guardo attorno e di aprire le finestre cosi si asciugava la sala che aveva appena lavato diede una nuova passata di spray alle vetrine e nizio a strofinarle mentre era in ginocchio per terra a strofinare il pavimento sporco trovo un braccialetto e alcune monete che mise in tasca mentre puliva gli venne in mente quando faceva la gavetta nel mondo dei babbani come ragazzo delle pulizie presso il teatro dove abitava poi pensò*
    “pensavo che la mia vita nel mondo magico fosse migliore invece è peggio di quella del mondo babbano “
    *Poi decise di pulire i cestini e svuotarli che erano pieni di qualsiasi porcheria possibile poi Samus decise di catalogare la spazzatura in vari sacchetti di plastica divisi per materiale in cui sono fatte le varie cose infatti lui ci teneva alla natura e quindi decise di fare vari sacchi per fare la raccolta differenziata poi Samus pensò*
    “non avrei mai pensato di finire a fare le pulizie nel mondo magico”
    Poi continuò a pulire tutto attorno mentre puliva ne approfittò per guardare meglio gli oggetti esposti poi penso che il cappello parlante aveva sbagliato a smistare il mago in tasso rosso anche perche aveva molte qualità per essere un serpe verde poi pensò*
    “e meglio se torno a pulire se non voglio passare tutta la notte qua”
    * anche se il pensiero di passare la notte in quel posto pieno di misteri c’era ma sarebbe stato per un’altra volta e torno a pulire ci mise olio di gomito e si diede da fare per far brillare tutto poi andò all’entrata della sala e ritirò le transenne poste lì e iniziò a lucidarle una ad una fino a farle sembrare diamanti finito di lucidare le transenne asciugo il pavimento poi andò in bagno a buttare l’acqua sporca con cui aveva lavato la sala poi si mise a pulire le panchine che c’erano nella sala e si mise a grattare varie caramelle secche che qualche visitatore aveva attaccato qualche girono prima e disse
    "Spero che a questi maleducati gli vadano per traverso la caramelle"
    *mentre disse questo stava passando il piumino sui muri per togliere la polvere poi prese i sacchi della spazzatura e usci a buttarli via sempre fischiettando mentre la mills lo teneva d’occhio si accorse che qualcuno si era dimenticato una borsa quindi pensò*
    “ me la posso tenere e non dire niente a nessuno che l'ho trovata e tenermi il contenuto o consegnarla alla professoressa Mills che la farà riavere al proprietario cosa devo fare?”
    *decise che avrebbe scelto cosa fare pensandoci mentre puliva inizio a cantare mentre puliva pensò che aveva quasi finito mancava solo i di asciugare con il lava vetro le finestre e le vetrine bagnate che gli ricordavano la pioggia che aveva visto anni prima in vacanza con i suoi in Abruzzo ma non era il momento di pensare ai bei momenti passati con i suoi doveva asciugare presto finestre e vetrine e finire di pulire perche era stanchissimo e non vedeva l’ora di tornare al suo dormitorio per stendersi a dormire nel suo comodo letto anche perche il giorno dopo doveva andare a pranzo fuori per il compleanno di suo cugino per il quale la madre aveva organizzato una festa a sorpresa, quindi di samuel asciugò i pavimenti e le vetrine poi butto gli ultimi sacchetti dell’immondizia e fini di passare la scopa mentre la passava si muoveva come se ballasse un valzer con essa poi pensò *
    “peccato che non posso usare la mia bacchetta se no potevo animare gli strumenti come topolino apprendista stregone nel film fantasia”
    * poi allora decise di rimettere le transenne che aveva finito di lucidare a posto dopo rimise i sacchetti nuovi ai bidoni della spazzatura poi disse meno male ho quasi finito mi manca solo di asciugare le vetrine e le finestre allora strappo un pezzo di carta e inizio a asciugare le vetrine e le finestre appena finì di asciugare le vetrine e le finestre decise di passare la cera in tutta la sala cosi risplendeva come nuova allora prese la bottiglia della cera per pavimenti e la mise a terra poi con lo spazzolone la espanse ovunque fino far brillare la sala come se fosse un diamante la sala sembrava una pista di quei balli di gala che si fanno nel mondo dei babbani per eventi importanti soprattutto nell’alta società finito di passare la cera Samus guardo la sala da un angolo la sala non sembrava più neanche la stessa di prima era come se quel posto fosse come nuovo poi pensò che era fiero del suo lavoro si girò verso la Mills per sperare che anche lei foose soddisfatta del suo lavoro poi prese tutti gli attrezzi che aveva usato per pulire e li rimise nello sgabuzzino dove gli aveva presi poi quando ritorno disse alla professoressa Mills*
    Io avrei finito professoressa mentre pulivo ho trovato questa borsa in un angolo qualcuno se le dimenticata * pensò che aveva fatto la cosa giusta poi fra se e se pensò*
    “rimango pur sempre un serpeverde visto che ho pulito tutta la sala la mia fatica sarà valsa qualcosa”
    *anche perche prima di consegnare la borsa alla professoressa mills si era fregato i falci che c’erano dentro lasciando tutto il resto*
    @Charlotte_Mills




    Ultima modifica di Samus_Ferrerus oltre 1 anno fa, modificato 6 volte in totale


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 253950
       
       

    *Charlotte era seduta sulla seggiola all'angolo della stanza ad osservare il giovane Serpeverde che stava svolgendo la sua punizione.
    Quella non era la sua prima punizione che assegnava ma doveva ammetterlo: Non era poi cosí male osservare i ragazzini sudare per rendere i vari locali splendenti.*

    avrei finito professoressa mentre pulivo ho trovato questa borsa in un angolo qualcuno se le dimenticata

    Guarda che hai saltato dei pezzi. Proprio li.
    Inoltre devi sapere che quando dico che ti tengo d'occhio, lo faccio sempre.
    Dammi i falci che hai preso dalla borsa piú il bracciale e le monete che hai trovato per terra. Ti ho visto da laggiú e ,quando sei uscito, dalla finestra


    *Affermó la donna seria.
    Oltre ai ritardatari e coloro che non rispettavano le regole le persone che detestava di piú erano i ladri.*




    OT:
    @Samus_Ferrerus, per quanto il tuo post sia lungo é grammaticalmente scorretto (i periodi sono davvero troppo lunghi e senza punteggiatura.)
    La tua punizione di conseguenza continua.
    Quando avrai scritto post corretti e lunghi minimo 1000 parole si vedrà se terminare o meno.



    Inviato da HW Mobile





    Ultima modifica di Charlotte_Mills oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Samus_Ferrerus

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 5
    Galeoni: 736
       
       

    *Samus aspetto la risposta della Mills che gli rispose*
    Guarda che hai saltato dei pezzi. Proprio li.
    Inoltre devi sapere che quando dico che ti tengo d'occhio, lo faccio sempre.
    Dammi i falci che hai preso dalla borsa piú il bracciale e le monete che hai trovato per terra. Ti ho visto da laggiú e ,quando sei uscito, dalla finestra
    *poi Samus rispose ridando alla Mills i falci e il braccialetto che aveva preso*
    Non gli avrei tenuti per me gli avrei dati in beneficenza all’orfanotrofio di Hogsmeade anche perché io ci tengo a quei piccoli maghi che non hanno nessuno, poi la mia famiglia e cosi ricca che non ho bisogno di rubare per avere dei soldi
    *poi Samus torno nello sgabuzzino e riprese la ramazza e inizio a pulire la Mills gli aveva fatto notare che era ancora sporco quindi sperava di finire presto perche non né poteva più e pensò*
    “meglio essere colpiti con la maledizione Cruciato anche perche non ne posso più”
    * mentre puliva decise di approfondire meglio gli oggetti visti durante quel giorno al museo iniziò a analizzarli uno per uno mentre finiva di pulire*
    Vetrina n.1 contenete figurina delle cioccorane raffigurante il mago che ovviamente lui come grande collezionista l’ha aveva fra le sue figurine prossimo oggetto disegni di come doveva essere Hogsmeade alla sua fondazione poi Samus pensò*
    “come si è evoluto il paesino di Hogsmeade non sembra neanche quello attuale dei giorni nostri”
    *poi riprese ad analizzare gli oggetti nella vetrina tutto questo mentre puliva*
    Oggetto n. 3 i libri scolastici appartenuti al mago sono tenuti meglio dei miei anche se sono antichi, i miei sono messi peggio oggetto n. 4 divisa da Quidditch della squadra dei Tassorosso, chi sa se in un futuro anch’io avrò la possibilità di giocare a Quidditch come mio padre nella squadra di Serpeverde nel ruolo di cercatore
    *poi Samus passo alla vetrina successiva *
    Vetrina n. 2 bachetta appartenuta a Hengist di Woodcroft costruita con legno di frassino lunga 9 polici e mezzo, oggetto n. 2 quadro raffigurante il mago, grasso con una folta barba e scialle blu sopra un vestito verde e cintura fatta in oro con sopra il simbolo della famiglia
    *affianco al quadro c’era esposto il calderone appartenuto a Hengist di Woodcroft ma decise che lo avrebbe analizato per ultimo anche perché era l’oggetto che lo aveva colpito di più per vari motivi quindi prosegui a pulire e analizzare gli oggetti esposti nella terza vetrina c’era la scopa con cui Hengist di Woodcroft aveva giocato la sua prima partita di Quidditch nella squadra della propria casata di appartenenza nella scopa appariva lo stemma in bronzo della casa di Tassorosso passiamo al prossimo oggetto, interessante una coppia dell’inno della casata Tassorosso scritta dal mago
    *chi sa come sarebbe stato l’inno di Serpeverde allora Samus decise che avrebbe provato a scriverlo lui, continuando a pulire vide che affianco c’era esposta la famosa lettera d’amore che aveva notato durante la visita leggendola più attentamente capì che l’amore fra il mago e la sua amata era impossibile anche perche lei era la sposa di re Vortigem suo mecenate a cui pero il mago si ribello fondando la contea di Kent, affianco alla lettera c’erano ache un libro di erbologia che probabilmente aveva scritto il mago stesso Samus copio il testo su un foglio per poi cercare di tradurlo con calma al castello, affianco c’era una poesia con affianco lo strumento musicale del mago e uno spartito di una serenata dedicata alla sua amata, poi Samus penso che il mago aveva praticato tutte le arti possibili nella propria vita, poi continuò ad analizzare la vetrina seguente dove erano esposti due vestiti appartenuti al mago uno era il vestito che indossava durante la cerimonia di smistamento al suo primo anno a Hogwarts l’altro invece era il vestito che il mago aveva indossato al suo primo ballo del ceppo, Samus salto il modellino di Hogsmeade perche non gli interessava allora passo ad analizzare l’oggetto che aveva lasciato per ultimo il calderone con inciso il simbolo del potere del trio, gli venne in mente il suo trio, di quando era giovane e viveva nel mondo dei babbani che era composto da lui e i due suoi più carissimi amici che considerava come fratelli anche perche avevano fatto un patto di amicizia di sangue , era da un po che non li sentiva uno era in Italia con i suoi l’altro era in Egitto a fare degli scavi presso la tomba di Anubi grande mago dell’antico Egitto con suo padre che era un famoso archeologo, decise che quando sarebbe tornato al castello gli avrebbe scritto una lettera nella quale gli avrebbe chiesto come stavano, gli avrebbe raccontato di lui e delle sue esperienze, poi Samus torno a pulire due o tre angoli della sala che erano rimasti da pulire mentre la Mills lo stava guardando ad un certo punto gli venne in mente che voleva chiedere una cosa alla Mills ma penso che non era il momento adatto avrebbe fatto la domanda alla professoressa nel suo ufficio quando sarebbe stato il momento opportuno per farle quella domanda,guardo dappertutto che fosse pulito per non dimenticare nessun posto sporco sperando che stavolta andasse bene per finire la tortura di quella punizione che gli era toccata subire per avere dimenticato l’autorizzazione per l’uscita al museo in camera sua nel comodino, poi andò a posare gli attrezzi con cui aveva pulito la sala del museo per la seconda volta, poi guardo di non avere dimenticato niente nella sala e andò a prendere la suo marsupio dove rimise dentro il suo album e le sue cose e si incamminò verso la Mills dicendole che aveva imparato la lezione e che non avrebbe più dimenticato l’autorizzazione poi gli disse *
    Io avrei finito di pulire
    *Samus aspetto la risposta della professoressa Mills sperando che fosse positiva cosi sarebbe potuto finalmente tornare al castello e andare a dormire anche perche era stanchissimo mentre aspettava alla risposta della Mills pensò*
    “comunque questa gita e stata molto interessante ho imparato molte cose utili e interessanti”
    @Charlotte_Mills


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 253950
       
       

    *Il giovane ragazzo consegnò alla donna i falci che aveva sgraffignato da quella borsa che qualcuno aveva dimenticato, tornando poi a pulire dove la donna gli aveva indicato.ù
    Si vedeva che si impegnava e che voleva uscire da li ma, per quanto la sua forza di volotà fosse grande non sarebbe uscito di li fin quando non fosse stata Charlotte a dirglielo.
    Charlotte tornò a sedersi su quella seggiolina, propio vicino all'entrata di quella gbrande stanza.
    Samus continuava a pulire, anhe quando in quella stanza entrò il direttore del museo che, sembrava si soddisfatto del lavoro del ragazzo, ma non al cento per cento.*

    Io avrei finito di pulire.

    Non hai passato la lucidatrice.

    Concordo con il direttore del museo.

    *Affermò Charlotte dopo aver ascoltato quello che aveva da dire quell'uomo anziano che si trovava al suo fianco.
    Se il sindaco di quel villaggio era pignolo nelle pulizie il direttore del Magic Museum lo era ancora di più.*




    OT:
    @Samus_Ferrerus, per quanto il tuo post rispecchi le 1000 parole è, sempre, e comunque, grammaticalmente scorretto.
    Fai attenzione alla punteggiatura (inserisci più punti di fine periodo, le tue frasi sono troppo lunghe e "difficili" da leggere), alle maiuscole e, per rendere i post più armoniosi lascia una riga di spazio tra il narrato e il parlato.

    La tua punizione di conseguenza CONTINUA fin quando i tuoi scritti non rispecchieranno tali caratteristiche.


  • Samus_Ferrerus

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 5
    Galeoni: 736
       
       

    *In quel prreciso momento entro nella sala il direttore del museo che disse.*

    Non hai passato la lucidatrice.

    *Samus ricevette la risposta della Mills che disse.*

    Concordo con il direttore del museo.

    * Non era la risposta che si aspettava, Samus e disse.*

    Professoressa sono stanchissimo non ce l’ha faccio più sono a pezzi chiedo pietà preferisco che mi lanci la maledizione Cruciatus cosi soffro e la finisco qua.
    *Poi Samus pensò fra se e se.*

    “Perche il direttore del museo è dovuto intervenire se non fosse per lui sarei già fuori. “

    *Poi Samus posò il suo marsupio per la terza volta e andò a prendere la lucidatrice e iniziò a lucidare la sala, anche se secondo lui non aveva nessun senso anche perche aveva messo la cera ai pavimenti, mentre passava la lucidatrice si sentiva tanto come gli adetti dei campi da hockey su ghiaccio che lucidano la pista, poi a Samus venne in mente l’inno che il mago scrisse per Tassorosso allora lui decise di scriverne uno per la casata dei Serpeverde che citava cosi.*
    "Verde e argento sono i nostri colori
    per Serpeverde si alzino i cori.
    Del sangue puro abbiamo la fissa
    messeri vi prego, evitiamo la rissa!
    Tra calderoni e maledizioni
    si levano alte le nostre ambizioni,
    l’Oscuro Signore un giorno servire
    e all’eterna gloria così ambire.
    Madame e messeri a voi mi presento,
    io son Salazar, il vostro tormento.
    Di questa casa ne sono fondatore,
    dei purosangue tengo alto l’onore.
    Se mio studente tu vuoi diventare
    d’esser fiero e astuto devi dimostrare,
    poiché tra voi studenti un giorno verrà
    colui che mio degno erede si rivelerà!
    In un baleno io adesso sparisco,
    mi attende Bas, il mio basilisco!
    A presto mie serpi e non dimenticate
    “Slytherin selithein, te shagassate!”
    "Serpeverde è la migliore delle casate!"
    *poi Samus pensò.*

    “Saro sempre fedele a serpe verde fino ai miei ultimi giorni.”

    *Mentre Samus stava passando la lucidatrice rilesse il testo che aveva scritto e ne fu fiero, era uscito un buon testo degno di un serpe verde, poi Samus torno a lucidare sperando di finire presto perche non poteva più, anche perche era stanchissimo ma non poteva dormire fino a tardi il giorno dopo perche doveva andare a pranzo dai suoi per il compleanno del cugino, samuel disse.*

    Potrei anche non andare solo che poi chi la sente mia madre, anche perchè non la sopporto quando fa dei pranzi con tutti i parenti, quindi se mi viene sonno mi invento una scusa e me ne vado.

    * Poi Samus torno a lucidare il pavimento mentre si stava addormentando dal sonno che aveva poi pensò.*

    “Non vedo l’ora di tornare al castello cosi posso andare a dormire sul mio comodo letto se riesco, anche perché è un palio di notti che non riesco a dormire perché faccio un strano sogno che non mi fa dormire,chi sa se quella sera il sogno sarebbe tornato .”

    *Poi a Samus venne in mente la reazione di gelosia di Marcus quando aveva parlato con Sylvia durate la visita al museo , vedendo come Marcus reagì aveva capito che sicuramente gli stava antipatico allora pensò.*

    “ Forse gli sto antipatico perche appartengo a casata di Salazar Serpeverde, forse Marcus ha pregiudizi su gli studenti che fanno parte di questa casata a differenza di Sylvia che non ha pregiudizi se sei di un’altra casata che non sia la sua almeno questo era quello che mi ha detto durante l’asta di beneficenza alla bottega dei rettilofoni quando gli dissi che se mi aggiudicavo i bracciali appartenuti alla famosa strega Circe glieli avrei regalati e che ero un serpe verde di parola , forse è proprio per quel gesto che Marcus è geloso e gli sono antipatico .”

    *Poi Samus riprese a lucidare la sala perché non vedeva l’ora di finire e tornare al castello per poter andare riposarsi e a dormire per qualche ora prima di doversi svegliare il giorno dopo, anche perche doveva svegliarsi presto per vari motivi, finito di lucidare la sala con la lucidatrice la guardo da un angolo e rimase soddisfatto dal suo lavoro poi disse.*

    Speriamo che siano sodisfatti anche la professoressa Mills e il direttore del museo cosi posso finalmente andarmene e finire questa tortura .

    *Poi Samus spense la lucidatrice e la rimise dove la aveva presa , si diresse verso un angolo della sala dove aveva appoggiato il suo marsupio e lo prese e si diresse verso l’uscita e disse alla professoressa Mills e il direttore del museo che aveva finito e se poteva andare anche perche non ne poteva più di quella tortura anche perche era a pezzi è non riusciva più a stare in piedi un secondo di più.*

    Ho imparato la lezione professoressa, le giuro che non dimenticherò più l’autorizzazione.

    *Mentre aspettava la risposta della professoressa Mills e del sindaco sperando che stavolta fosse positiva penso fra se.*

    “ Samus spera la loro risposta sia positiva e che tu possa finalmente andartene a dormire è che questa tortura abbia fine perche se non finisce e meglio farla finita e chiedere di lanciarti la maledizione senza perdono Cruciatus almeno la finirai soffrendo pel le tue colpe,speriamo che il direttore del museo non si intrometta come prima nella decisione della professoressa Mills se no qua mi tocca passare tutta la mia vita fino ai ultimi giorni a pulire il museo, entrando io stesso nella storia della magia, mi immaginano già il testo del cartellino davanti al mio manichino che cita cosi mago addetto alle pulizie del museo morto compiendo il suo lavoro fino all’ultimo respiro d’aria che gli e rimasto .”

    *Poi Samus torno alla realtà incrociando le dita dietro la schiena per sapere la fatidica risposta della professoressa Mills e del direttore del museo, si accorse di aver dimenticato il suo album da disegno su una panchina e disse.*

    Scusate ho dimenticato una cosa vado a prenderla e torno subito.

    *Appena riprese il suo album da disegno torno dalla professoressa Mills e dal direttore del museo che avevano appena deciso cosa dirle , sperava che la risposta fosse positiva dopo tutte le risposte negative che aveva ricevuto quella sera, cosi finalmente sarebbe potuto andarsene a dormire .*
    @Charlotte_Mills




    Ultima modifica di Samus_Ferrerus oltre 1 anno fa, modificato 3 volte in totale


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 253950
       
       

    OT:

    @Samus_Ferrerus, la lunghezza e "l'armoniosità" del tuo post vanno bene, tuttavia la punteggiatura (punti di chiusura e virgole) e le maiuscole non sono presenti.
    Questa volta non scrivere un altro post, limitati ad editare il tuo precedente post aggiungendo le correzioni che ti ho detto poco sopra.
    Vedrai che seguendo questi consigli la tua punizione finalmente finirà e grazie ad essa sarai migliorato moltissimo.