Hogwarts - 2° Piano
Hogwarts - 2° Piano


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Charlotte_Mills

    POTETE INIZIARE A POSTARE DALLE 11.30 DEL 10 NOVEMBRE, QUALSIASI POST PRECEDENTE VERRà RITENUTO NON VALIDO

    Regole di scrittura per le esercitazioni:[/b]
    - Il tempo verbale è il passato (andò NON va)
    - La persona è la terza singolare (lui/lei NON io)
    - Le descrizioni vanno tra asterischi **
    - Il discorso diretto deve essere scritto senza nulla (ed eventualmente colorato)
    - I Pensieri vanno scritti in corsivo (ed eventualmente tra virgolette " ")




    Ultima modifica di Charlotte_Mills oltre 1 anno fa, modificato 5 volte in totale


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 253950
       
       

    [CHENIES – EX RESIDENZA MILLS]


    *Perché Charlotte si trovava li?
    Lei non era un tipo malinconico, sopratutto riguardo la sua adolescenza e infanzia, ma quella mattina si era ritrovata li senza un vero e proprio motivo. Proprio in quella grande casa aveva passato la sua infanzia fino agli undici anni, aveva passato le vacanze estive (contro la sua voglia) durante l’adolescenza. Non amava quella casa, era stata luogo di bugie e incomprensioni e rimetterci piede era sempre strano.
    Quel giorno la professoressa Mills vagava per quelle stanze vuote senza una vera meta, quella sarebbe stata l’ultima volta che avrebbe messo piede in quell’abitazione dato che, per sua fortuna, aveva trovato una famiglia acquirente disposta a sborsare la somma di denaro che Char, così la chiamavano gli amici, richiedeva per quella grandissima residenza.
    Era grande, molto grande, aveva addirittura un grande giardino con un cortine, indispensabile per una famiglia con dei figli, proprio il tipo di famiglia come quella di Charlotte Mills prima della maggiore età.
    Lasciare a qualcuno quella casa era strano, ma anche liberatorio, ormai lei aveva creato una famiglia tutta sua, aveva una casa che aveva ammobiliato con i suoi galeoni.. Era felice di ciò che aveva creato, ovviamente il marchio impresso sulla sua pelle continuava a rimanere li, quasi ad osservarla ma a lei non importava.
    Aveva raccontato il suo passato, certo alcuni studenti erano ancora titubanti, come alcuni maghi e streghe della comunità magica che avevano iniziato ad additarla e a giudicarla dal suo passato, ma sperava di redimersi un giorno e sperava che quel giorno arrivasse presto.
    Con il sorriso sul volto lasciò quel piccolo paesino nella campagna londinese in cui era cresciuta per non farci più ritorno. Aveva un'altra destinazione da raggiungere: Hogwarts.

    [HOGWARTS]


    *Purtroppo quel martedì di quasi metà Novembre era un giorno piovoso, molto piovoso.
    L’acqua cadeva a catinelle, alcuni fulmini e tuoni facevano la loro comparsa a intervalli irregolari, ma la professoressa Mills non sembrò farci molto casa.
    Hogwarts, la scuola di magia, sembrava quasi non fare caso a ciò che succedeva fuori, sembrava essere assorta solo nei suoi pensieri e incantesimi.
    Charlotte quel giorno di quasi inverno indossava qualcosa di semplice, un abito comodo che riproduceva il motivo delle vetrate delle cattedrali con un maglioncino che le permetteva di non prendere freddo in quella giornata.


    La donna teneva in mano alcuni fogli, non erano molto importanti per sé, ma per quella mattina sarebbero serviti sia a lei che agli studenti che avrebbero affollato la sua aula. Sperava di vedere molte facce alla prima esercitazione di Arti Oscure di quell’anno scolastico.
    Qualche giorno prima la docente aveva affisso nelle bacheche principali del castello, informando tutti gli adolescenti che frequentavano il castello che la sua esercitazione avrebbe trattato uno dei maghi più potenti degli ultimi anni, uno di quelli che facevano uso delle Arti Oscure: Lord Voldemort.
    Non sapeva se avrebbe riscosso successo, ma lo sperava davvero tanto. Arrivata nella aula dove svolgeva le sue lezioni posò ciò che aveva in mano e attese gli studenti, per fortuna non ci volle molto tempo.*

    Buon giorno ragazzi.
    Prego prendete pure posto, quando ci saremo più o meno tutti incominceremo l’esercitazione.


    *Affermò Charlotte MIlls, ex Serpeverde, sorridendo a quelle persone che, mano a mano, prendevano posto nei banchi dell’aula situata nei sotterranei del castello di Hogwarts.
    Certo i sotterranei non erano il luogo migliore del castello in un giorno di pioggia, ma la donna li riteneva davvero magici.*

    @Laura_Alderbow, @Jane_Casterwill, @Gandalf_Derweiss, @Dragonis_Witch, @Alexander_Morgenstern, @Shireen_Firewet,, @Charlotte_Mills, @Gabriel_Master, @Lavinia_Grent,, @Daphne_Harris, @Phoebe_Hamilton, @Samus_Ferrerus, @Elena_Gilbert, @Scarlett_Greengrass, @Ashley_Thompson,@Jane_Hyperion, @Alberto_Aimo, @Artemisia_Altair, @Clary_Morgenstern, @Edward_Cullen, @Eoran_Brodie, @Dramione_Weasotter, @Elena_Summers, @Orelei_Strongale, @Alhena_Devon, @Moony_Lune, @Daphne_Scintille, @Thalita_Revenger, @Elena_Salavatore, @Stella_Hanson, @Percy_Smith, @Emma_Swan, @Benjamin_Burton, @Elisabeth_Whitenight, @Eltanin_Dream, @Eltanin_Avonhale, @Arwen_Dynastar, @Jordan_Harris, @Alexis_Morgan, @Julie_Steals, @Emma_Stone, @Siadora_Sunlight, @Elena_Dambrosio, @Echo_Daydreaming, @Berenice_Greenblood, @Cheryl_Johnson, @Diana_Greens, @Lilith_Jackson, @Benjamin_Lasnier, @Andrea_Thompson, @Lexa_Lively, @Leticia_Valdez, @Martolds_Disti, @Cornelius_Strange, @Sophia_Hale, @Alexander_Moran, @Daenerys_Martin, @Jessica_Random, @Alessia_Esposito, @Federica_Bordoni, @Emery_Bates, @Bethany_Priscott, @Alexia_Fenice, @Luanna_Perez, @Saadet_Mutisovska, @Amanda_Roger, @Aleksej_Zaytsev, @Haydra_Emeraudes, @Laura_Rubino, @Linda_Stuart, @Kaylee_Blankenheim, @Gaia_Smith, @Layla_Lewis,


  • Daenerys_Martin

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 9
    Galeoni: 49
       
       

    [Piano Terra - Sala Grande]

    *Daenerys quella mattina, dopo essersi lavata e vestita, si era accuratamente legata il capelli in una coda alta. Abituarsi a tenere la chioma bionda a bada per tutta la giornata, a suo avviso, meritava dieci punti d'incoraggiamento, anche se sicuramente questo bislacco ragionamento non avrebbe convinto nessuno ad assegnarglieli, ma questi erano dettagli per la Serpeverde.


    Passò parte della mattinata, prima che l'ora dell'esercitazione di Arti Oscure arrivasse, a canticchiare motivetti vari. Non perché non ci fosse da preoccuparsi o perché si ritenesse particolarmente sicura, preoccupata com'era di mettersi in pratica. No, semplicemente canticchiava perchè non sapeva in che altro modo scaricare la tensione. Questo suo canticchiare continuò ad attirare le attenzioni di, in ordine di comparsa, un paio di studenti del primo anno i quali la guardarono straniti, un paio di fantasmi che le chiesero il perché di cotanta felicità e, quando era uscita un secondo nel cortile, alcuni uccellini che cercavano di ripararsi dalla pioggia. Ecco, magari questi stavano semplicemente cantando come al loro solito, ma a Daenerys piaceva l'idea di aver interagito con loro.
    In quel momento la verde-argento si trovava nella Sala Grande del castello per la colazione. Un vociare generale proveniva dai quattro tavoli delle Case, che pian piano si affollavano sempre più di studenti. Il soffitto incantato della Sala rifletteva il cielo esterno, un cielo color grigio a causa delle troppe nuvole, un cielo freddo come la temperatura di quella giornata, che durante la notte aveva deciso di abbassarsi drasticamente di parecchi gradi, provocando parecchi sfregamenti di mani da parte degli studenti infreddoliti che giravano per i corridoi. Era in effetti una giornata piovosa di Novembre, il che non le dispiaceva dato il suo amore per il brutto tempo. Aveva appena finito la sua colazione quando guardò alcuni sui compagni di casa intenti a sfogliare la Gazzetta del Profeta. Anche lei era curiosa di leggere qualcosina che riguardasse il mondo attorno a lei e non solo ciò che accadeva nella scuola, così con fare tranquillo si rivolse ad un compagno che sedeva accanto a lei che, ovviamente, sembrava non essere più interessato a leggere.*

    Scusa posso?

    *Chiese indicando il giornale, e lui senza una parola glielo passò. Dopo averlo ottenuto i suoi occhi scorsero dall'articolo sul Quidditch, di cui le importava ben poco, a quello su un'aggressione avvenuta pochi giorni prima in un sobborgo di Londra ad un Nato Babbano. In quel momento le venne a mente la sua famiglia e al loro odio verso i maghi nati babbani e tutti i maghi purosangue che decidevano di sposare chi non aveva la magia. Daenerys non era d'accordo con le idee del resto della sua famiglia e, per quanto non conoscesse davvero l'amore, pensava che in fin dei conti ognuno poteva innamorarsi di chi voleva, senza dover dar conto al proprio sangue o alla scala sociale a cui si appartiene. Richiuse la Gazzetta poco dopo posandolo affianco ad un cesto di frutta, era inutile continuare a leggerlo, ormai le notizie erano quasi sempre le stesse, o meglio, simili. L'ora dell'inizio dell'esercitazione si stava avvicinando, quindi si alzò dal tavolo e dopo aver dato un breve saluto a chi aveva attorno, uscì dalla Sala Grande.*

    [Sotterranei - Aula di Arti Oscure]

    *Si stava dirigendo nei sotterranei, verso l'aula di Arti Oscure per l'esercitazione di quest'ultima materia organizzata dalla Professoressa Mills, quando uno studente nanerottolo di Grifondoro le aveva dato una gomitata nella pancia. Non le aveva fatto molto male, dato che aveva si e no undici o dodici anni, ma fece sì che Daenerys si voltasse e gliene dicesse quattro sotterrandolo con la sua voce intimidatoria. Ebbene, il piccoletto sembrava aver capito la lezione. Arrivò finalmente davanti all'aula ed entrò. C'erano poche persone al momento, quindi la cosa positiva era che non aveva fatto ritardo.*

    Buongiorno Professoressa Mills, la trovo molto bene oggi.

    *Azzardò sorridente un complimento, ma non tanto per fare bella figura perchè in fin dei conti non era quel tipo di ragazza, semplicemente era stata sincera. Andò poi a prendere posto attendendo l'arrivo degli altri compagni. Daenerys sapeva di cosa avrebbe trattato l'esercitazione che di li a poco sarebbe iniziata, perchè già da qualche giorno la Mills aveva affisso un avviso con su scritto che l'esercitazione avrebbe trattato il mago oscuro Lord Voldemort, uno dei più potenti degli ultimi anni. La bionda non stava più nella pelle, voleva a tutti costi iniziare.*

    @Charlotte_Mills, @Laura_Alderbow, @Jane_Casterwill, @Gandalf_Derweiss, @Dragonis_Witch, @Alexander_Morgenstern, @Shireen_Firewet,, @Charlotte_Mills, @Gabriel_Master, @Lavinia_Grent,, @Daphne_Harris, @Phoebe_Hamilton, @Samus_Ferrerus, @Elena_Gilbert, @Scarlett_Greengrass, @Ashley_Thompson,@Jane_Hyperion, @Alberto_Aimo, @Artemisia_Altair, @Clary_Morgenstern, @Edward_Cullen, @Eoran_Brodie, @Dramione_Weasotter, @Elena_Summers, @Orelei_Strongale, @Alhena_Devon, @Moony_Lune, @Daphne_Scintille, @Thalita_Revenger, @Elena_Salavatore, @Stella_Hanson, @Percy_Smith, @Emma_Swan, @Benjamin_Burton, @Elisabeth_Whitenight, @Eltanin_Dream, @Eltanin_Avonhale, @Arwen_Dynastar, @Jordan_Harris, @Alexis_Morgan, @Julie_Steals, @Emma_Stone, @Siadora_Sunlight, @Elena_Dambrosio, @Echo_Daydreaming, @Berenice_Greenblood, @Cheryl_Johnson, @Diana_Greens, @Lilith_Jackson, @Benjamin_Lasnier, @Andrea_Thompson, @Lexa_Lively, @Leticia_Valdez, @Martolds_Disti, @Cornelius_Strange, @Sophia_Hale, @Alexander_Moran, @Jessica_Random, @Alessia_Esposito, @Federica_Bordoni, @Emery_Bates, @Bethany_Priscott, @Alexia_Fenice, @Luanna_Perez, @Saadet_Mutisovska, @Amanda_Roger, @Aleksej_Zaytsev, @Haydra_Emeraudes, @Laura_Rubino, @Linda_Stuart, @Kaylee_Blankenheim, @Gaia_Smith, @Layla_Lewis


  • Samus_Ferrerus

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 5
    Galeoni: 736
       
       

    [Sala Grande – Tavolo Serpeverde ]




    *Quella mattina samus era nel tavolo della sua casata a fare colazione con dei buonissimi muffin alla fragola dentro a delle copetta fatte di cioccolato *



    *ad un certo punto Samus guardo il suo orologio da taschino e disse fra se e se *

    Oggi dovevo fare qualcosa ma non mi ricordo cosa



    *poi ad un certo punto apri la sua coppia della gazzetta del Profeta e lesse un articolo in prima pagina *

    Aggresione ad un babbano nei sobborghi di londra gli auror indagano gli agressori potrebbero essere dei mangiamorte

    *a leggere quella parole gli venne in mente la cosa che doveva fare quella mattina *

    Ecco cosa dovevo fare stamattina c’è la esercitazione di arti oscure riguardate il mago oscuro piu famoso del mondo magico colui che non deve essere mai nominato ovvero l’oscuro signore

    *quindi Samus fini velocemente il suo dolcetto e prese la sua borsa e corse verso i sotteranei per non arrivare in ritardo alla esercitazione*

    [Sotterranei - Aula di Arti Oscure]




    *appena entrato in aula saluto la professoressa poi si diresse verso Daenerys Martin la compagna di casata che aveva incontrato in sala grande quella mattina *

    Buongiorno professoressa Mills, ciao Daenerys come stai tutto a posto

    *poi indicando il posto libero affianco alla compagna gli chiese*

    é libero posso sedermi

    *quindi aspetto la risposta della compagna di casata*

    @Charlotte_Mills @Daenerys_Martin




    Ultima modifica di Samus_Ferrerus oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Michael_Thompson

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 4
    Galeoni: 267
       
       

    *Quella mattina Michael aveva rischiato di non presentarsi all'esercitazione di Arti Oscure tenuta dalla professoressa Mills.
    Qualche buon tempone, suo compagno di casata e di qualche anno più grande aveva avuto la bella idea di sabotare la sua sveglia facendolo dormire fino a mattina inoltrata.
    Per fortuna il gufo di Arwen, con una lettera stretta nella zampa, lo aveva svegliato facendolo arrivare in tempo nei sotterranei del castello.
    Era riuscito anche a rubacchiare qualcosa in Sala Grande, un piccolo muffin al cioccolato molto, molto gustoso. Quello era stata la sua colazione.
    Indossava la sua divisa, con il mantello che per fortuna si accorse di aver allacciato in modo sbagliato.



    Odiava essere in ritardo, in qualsiasi occasione.*

    Buon giorno professoressa Mills.

    *Salutò cordialmente il giovane Grifondoro del quarto anno.
    Si avvicinò ad uno dei banchi dell'aula in cui aveva messo piede non molte volte. Prima però di sedersi si accorse di una bionda ragazza che aveva conosciuto qualche giorno prima. Le sorrise e la salutò.*

    Ciao Daenerys!

    *Disse Michael salutando la Serpeverde. L'aveva conosciuta qualche giorno prima nella Foresta Proibita. Era stato un incontro casuale che aveva generato una piccola e nuova amicizia?
    Si sedette proprio nel banco difronte a quello della bionda Serpeverde che, a sua volta stava scambiando qualche parola con un suo compagno di casata che Michael non conosceva.
    Era felice di vedere tanta gente e di sicuro anche a professoressa era felice di vedere tante facce presenti alla sua esercitazione. Lord Voldemort era di sicuro un argomento molto interessante, era proprio quello che aveva attirato il Grifondoro del quarto anno in quei sotterranei.*

    @Samus_Ferrerus, @Daenerys_Martin, @Arwen_Dynastar, @Laura_Alderbow, @Charlotte_Mills,


  • Sophia_Hale

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 5
    Galeoni: 140
        Sophia_Hale
    Serpeverde
       
       

    [Sala grande]

    *Quella mattina Sophia si era alzata presto e si era preparata per andare a fare colazione come ogni mattina, così dopo essersi vestita e pettinata uscì dalla camera.
    Era seduta al tavolo mentre mangiava una di quelle tante prelibatezze, mentre pensava a quella fantastica giornata che aveva davanti.
    Si ricordò in oltre che quel giorno ci sarebbe stata una grande lezione di arti oscure e sperava di non arrivare in ritardo, così appena finì la sua colozione si recò subito nei sotterranei per seguire la lezione.

    [Sotterranei - Aula di Arti Oscure]

    *Sophia felice di assistere a quella lezione, entrò nell'aula.
    Per fortuna la giovane Serpeverde arrivò in orario senza fare ritardo e riuscì a trovare posto nonostante ci fossero molti studenti che volevano assistere a quella lezione interessante.*

    Salve professoressa Mills

    *Sophia salutò cordialmente e si sedette al promo banco libero che trovò.
    Poco dopo essersi seduta, Sophia si accorse che nel banco davanti a lei era seduta la sua amica Daenerys, che riconobbe dalla voce mentre parlava con altri ragazzi.*

    Ciao Daenerys, come stai?

    *Chiese Sophia alla sua compagna di casata mentre si sistemava e aspettava l'inizio di quella lezione in cui si sarebbe parlato di un mago molto potente: Lord Voldemort.*

    @Charlotte_Mills, @Laura_Alderbow, @Jane_Casterwill, @Gandalf_Derweiss, @Dragonis_Witch, @Alexander_Morgenstern, @Shireen_Firewet,, @Charlotte_Mills, @Gabriel_Master, @Lavinia_Grent,, @Daphne_Harris, @Phoebe_Hamilton, @Samus_Ferrerus, @Elena_Gilbert, @Scarlett_Greengrass, @Ashley_Thompson,@Jane_Hyperion, @Alberto_Aimo, @Artemisia_Altair, @Clary_Morgenstern, @Edward_Cullen, @Eoran_Brodie, @Dramione_Weasotter, @Elena_Summers, @Orelei_Strongale, @Alhena_Devon, @Moony_Lune, @Daphne_Scintille, @Thalita_Revenger, @Elena_Salavatore, @Stella_Hanson, @Percy_Smith, @Emma_Swan, @Benjamin_Burton, @Elisabeth_Whitenight, @Eltanin_Dream, @Eltanin_Avonhale, @Arwen_Dynastar, @Jordan_Harris, @Alexis_Morgan, @Julie_Steals, @Emma_Stone, @Siadora_Sunlight, @Elena_Dambrosio, @Echo_Daydreaming, @Berenice_Greenblood, @Cheryl_Johnson, @Diana_Greens, @Lilith_Jackson, @Benjamin_Lasnier, @Andrea_Thompson, @Lexa_Lively, @Leticia_Valdez, @Martolds_Disti, @Cornelius_Strange, @Daenerys_Martin, @Alexander_Moran, @Jessica_Random, @Alessia_Esposito, @Federica_Bordoni, @Emery_Bates, @Bethany_Priscott, @Alexia_Fenice, @Luanna_Perez, @Saadet_Mutisovska, @Amanda_Roger, @Aleksej_Zaytsev, @Haydra_Emeraudes, @Laura_Rubino, @Linda_Stuart, @Kaylee_Blankenheim, @Gaia_Smith, @Layla_Lewis


  • Daenerys_Martin

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 9
    Galeoni: 49
       
       

    *Dopo essersi accomodata attese l'arrivo di altri compagni che conosceva, e ila prima faccia conosciuta fu quella del concasato Samus Ferrerus, a dir la verità non si potevano ancora definire amici date le poche volte che avevano avuto l'occasione di chiacchierare, ma quelle poche volte per Daenerys erano state sicuramente un piacere. Il ragazzo dai capelli castani e gli occhi bruni dopo essere entrato in classe ed aver anche lui salutato la Professoressa Mills, si rivolse proprio alla bionda.*

    Buongiorno professoressa Mills, ciao Daenerys come stai tutto a posto? é libero posso sedermi?

    *Era ovvio che poteva sedersi, non era nemmeno una richiesta che avrebbe dovuto fargli essendo quei posti di chiunque, e non si dua proprietà, ma il solo fatto che si era interessato alla volontà della ragazza le fece piacere e con un sorriso gli fece senno di sedersi.*

    Ma certo, siediti pure qui accanto a me.

    *Quasi non fu in tempo a parlare che l'ennesimo studente entrò nell'aula, ma questa volta non si trattava di nessun suo compagno di casa, ma di un Grifondoro che aveva avuto l'occasione di conoscere qualche giorno prima nella Foresta Proibita, quando la quindicenne aveva avuto la brillante idea di recarsi in quel luogo oscuro seguita dai suoi pensieri e da un incubo fatto poche ore prima. Negli ultimi tempo non faceva altro che fare incubi e la cosa peggiore era il fatto che tutti riprendevano la realtà, o insomma, il suo passato. Quei brutti sogni la rendevano vulnerabile, il che non era affatto positivo per lei che cercava sempre di mostarsi sorridente e sicura di se stessa. Ma purtroppo certe cose non le poteva evitare, ma una cosa che poteva evitare erano le lacrime. Quel giorno stesso in cui aveva incontrato il Grifone, che se non ricordava male si chiamava Michael, aveva delle lacrime negli occhi che cercavano di uscire forzatamente, ma lei usò il doppio della forza per trattenersi ed evitare di cadere tanto in basso. Odiava piangere e non lo faceva da tanti anni ormai, e sicuramente non si sarebbe mostrata in quello stato davanti a persone appena conosciute.*

    Ciao Daenerys!

    *Esclamò Michael salutandola e sedendosi poi davanti al banco di fronte. Le stava simpatico quel ragazzo in fin dei conti, nonostante non era brava a dimostrare i suoi sentimenti, anche se si trattava di semplici amicizie. Cercava di mostrarsi gentile, sorridente, solare e anche disponibile se qualche suo amico ne aveva bisogno, ma era capace di dire che voleva bene a qualcuno o che lei stessa aveva bisogno di qualcosa, e nemmeno voleva che gli altri capissero quando stava male. Lei poteva aiutare, ma non voleva essere aiutata.*

    Oh, ciao Michael! E' un piacere rivederti, sono passati un po' di giorni dal nostro primo incontro.


    *Rispose infine al quattordicenne, rivolgendogli un piccolo sorriso e puntando le sue iridi azzurre verso quelle altrettanto azzurre di lui, ma poco dopo furono distratte dall'arrivo di una studentessa. Ecco, lei si che ormai poteva definirsi una sua amica. Si trattava di Sophia Hale, che nonostante fosse più piccola di Daenerys di qualche anno, era comunque più matura di quanto apparisse. Era una brava ragazza in fin dei conti ed anche molto carina, non che la bionda preferisse avere come amiche ragazze di bell'aspetto, semplicemente le capitava davvero spesso di guardare il loro aspetto e chiedersi come fosse possibile che faceva sempre la conoscenza di tali ragazze. Anche per i maschi non si poteva affatto lamentare, ma non era l'amore che cercava in quel momento e per questo cercava di interessarsi poco, anche se qualche cotta non poteva negare di essersela presa in passato. Ma comunque, in qualsiasi caso, non poteva sapere cosa sarebbe successo in un domani, magari avrebbe incontrato qualcuno che le avrebbe fatto perdere la testa, ma conoscendola avrebbe evitato che tale situazione si creasse. Ci era già cascata una volta qualche annetto prima, e non era neanche andata bene.*

    Ciao Daenerys, come stai?

    *Come stava? Non lo sapeva nemmeno lei, l'unica cosa di cui era a conoscenza era che non poteva definirsi triste. Ne aveva tanti di problemi, nonostante cercasse di nasconderli e di non parlarne, ma quella domanda la faceva sempre pensare, pensare e ripensare. Non sapeva dare nemmeno lei una risposta vera ed esaustiente, ma in fin dei conti le andava bene così.*

    Ciao Sophia, sto bene grazie, tu invece tutto apposto?

    @Charlotte_Mills, @Michael_Thompson, @Samus_Ferrerus, @Sophia_Hale




    Ultima modifica di Daenerys_Martin oltre 1 anno fa, modificato 2 volte in totale


  • Sophia_Hale

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 5
    Galeoni: 140
        Sophia_Hale
    Serpeverde
       
       

    Ciao Sophia, sto bene grazie, tu invece tutto apposto?

    *Rispose così la concasata di Sophia, Daenerys, dopo essersi girata verso la giovane ragazza mora, dopo essersi accorta della sua amica mentre parlava altri compagni.
    Molti ragazzi si erano preparati per la lezione, ma Sophia aveva poche conoscenze all'interno di quell'aula.*

    Tutto a posto direi, sono felice di vederti qui, ora che ci penso non ci siamo mai viste nella stessa aula.

    *Rispose sorridendo la giovane verde-argento.
    Era la prima volta che le due ragazze si ritrovavano nella stessa aula per seguire la stessa lezione.
    Si vedevano spesso per i corridoi o ai cambi dell'ora delle lezioni o al di fuori del castello, molte volte infatti si vedevano al locale dei tre manici di scopa oppure si ritrovavano nei giardini di Hogwarts a parlare di draghi, ma mai alle lezioni, per questo Sophia fu felice di trovarla nella stessa sua aula.*

    @Daenerys_Martin, @Charlotte_Mills,


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 253950
       
       

    *Charlotte rimase ad osservare gli studenti che prendevano posto nell'aula in cui lei insegnava.
    Era bello vedere facce conosciute ma anche face nuove sedersi ai banche di legno scuro in quell'aula fredda e umida in quella giornata piovosa. La donna rimase ad osservarli, mentre ripensava all'argomento che aveva scelto per quella esercitazione.
    Le piaceva svolgere esercitazioni, le emetteva di avere un contatto più diretto con gli alunni di varie età e le permetteva di conoscere i loro pensieri e pareri su alcuni argomenti. La precedente esercitazione sugli incantesimi oscuri aveva riscosso molto successo proprio per quel motivo, per lo spazio che Charlotte aveva riservato alle parole degli studenti.*

    Buongiorno.

    *Affermava la professoressa ad ogni studente che la salutava cordialmente.
    Dopo qualche minuto di attesa la donna osservò l'orologio che portava al polso destro. Era giunta l'ora di cominciare.
    Quando tutti quanti finalmente presero posto Charlotte si rivolse a loro con la solita naturalezza che la caratterizzava.
    Trattare argomenti che altri docenti avrebbero evitato non le dispiaceva, quella era la materia che insegnava e non l'avrebbe scambiata con nessuna.*

    Direi che possiamo incominciare che dite?
    Ad ogni banco trovate alcuni immagini che mi sono permessa di farvi avere. Tutti conosciamo l'aspetto che il Signore Oscuro aveva nei suoi ultimi anni di vita, ci è stato infatti documentato in svariati modi, ma poche sono le fonti che riguardano Colui-che-non-deve-essere-nominato prima del suo periodo di terrore.



    Per adesso non vi chiederò di parlarmi di Lord Voldemort adulto, preferirei infati partire per gradi e quindi chiedervi, in questo inizio: cosa sapete o cosa vi è stato raccontato di Tom Riddle, giovane Serpeverde di Hogwarts?

    *Chiese curiosa la professoressa.
    La sua domanda era chiara, molto chiara. Si poteva infatti affermare che la vita del Signore Oscuro si dividesse in due parti: quella vissuta di Tom Riddle cioè prima dell'arrivo a Hogwarts fino al settimo anno scolastico, e infine quella vissuta da adulto con il nome di Lord Voldomort.
    Lo sguardo di Charlotte, come quello di molti altri si posò sulle immagini che ognuno poteva osservare con attenzione.
    Tom Marvolo Riddle era un ragazzo come tutti gli altri nell'immagine, ma dentro di lui già albergava la magia oscura. Le Arti Oscure avevano sempre fatto parte della sua vita?*

    E soprattutto: secondo voi perché le Arti Oscure hanno fatto parte della sua vita? Era destino che diventasse il futuro Signore Oscuro o poteva rinnegare tutto quel male?
    Mi piacerebbe infatti sapere le vostre opinioni.


    *Le opinioni degli studenti per alcuni docenti potevano avere poco valore, ma per lei erano molto importanti soprattutto riguardo la materia che insegnava, una materia che non piaceva a molti maghi e streghe.
    Le Arti Oscure incutevano timore, alcuni pensavano che fossero sinonimo di male, ma non era vero le Arti Oscure infatti potevano riservare alcune piacevoli sorprese e approfondimenti che nessuno si aspettava.
    Quel giorno infatti la donna avrebbe approfondito qualcosa che non molti conoscevano: Cosa si sapeva infatti veramente di Lord Voldemort?*


    @Laura_Alderbow, @Jane_Casterwill, @Gandalf_Derweiss, @Dragonis_Witch, @Alexander_Morgenstern, @Shireen_Firewet,, @Charlotte_Mills, @Gabriel_Master, @Lavinia_Grent,, @Daphne_Harris, @Phoebe_Hamilton, @Samus_Ferrerus, @Elena_Gilbert, @Scarlett_Greengrass, @Ashley_Thompson,@Jane_Hyperion, @Alberto_Aimo, @Artemisia_Altair, @Clary_Morgenstern, @Edward_Cullen, @Eoran_Brodie, @Dramione_Weasotter, @Elena_Summers, @Orelei_Strongale, @Alhena_Devon, @Moony_Lune, @Daphne_Scintille, @Thalita_Revenger, @Elena_Salavatore, @Stella_Hanson, @Percy_Smith, @Emma_Swan, @Benjamin_Burton, @Elisabeth_Whitenight, @Eltanin_Dream, @Eltanin_Avonhale, @Arwen_Dynastar, @Jordan_Harris, @Alexis_Morgan, @Julie_Steals, @Emma_Stone, @Siadora_Sunlight, @Elena_Dambrosio, @Echo_Daydreaming, @Berenice_Greenblood, @Cheryl_Johnson, @Diana_Greens, @Lilith_Jackson, @Benjamin_Lasnier, @Andrea_Thompson, @Lexa_Lively, @Leticia_Valdez, @Martolds_Disti, @Cornelius_Strange, @Sophia_Hale, @Alexander_Moran, @Daenerys_Martin, @Jessica_Random, @Alessia_Esposito, @Federica_Bordoni, @Emery_Bates, @Bethany_Priscott, @Alexia_Fenice, @Luanna_Perez, @Saadet_Mutisovska, @Amanda_Roger, @Aleksej_Zaytsev, @Haydra_Emeraudes, @Laura_Rubino, @Linda_Stuart, @Kaylee_Blankenheim, @Gaia_Smith, @Layla_Lewis,


  • Daenerys_Martin

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 9
    Galeoni: 49
       
       

    *La prima domanda della Professoressa Mills riguardava il passato di Lord Voldemort, ovvero prima e nel mentre frequentava Hogwarts. Era davvero una fortuna che Daenerys, negli ultimi giorni, aveva deciso di approfondire l'argomento personalmente. Ma se sapeva tante cose di quel potente mago oscuro non era solo grazie a delle vecchie cartacce, la realtà era che con una famiglia come la sua conoscere la storia del Signore Oscuro era quasi un dovere, nonostante lei si chiedeva perchè era così difficile per i Martin allontanarsi dall'oscurità e vivere una vita più semplice e tranquilla. Ma purtroppo se solo si fosse permessa di fare una domanda simile ai suoi, quest'ultimi l'avrebbero come minimo chiusa in camera per un mese. Odiavano quel tipo di domande e non volevano che la figlia fosse diversa da loro, desideravano che lei prendesse il loro stesso percorso, cosa che però Daenerys non era assolutamente convinta di fare.*

    Professoressa Mills, vorrei raccontare ciò che so del suo passato.
    Tom Marvolo Riddle nacque, se non ricordo male, nell'anno 1926 da madre strega e padre babbano. Si può dire che la sua infanzia non si può considerare felice, sua madre morì subito dopo il parto e così Tom dovette passare la sua infanzia in un orfanotrofio di Londra. Questo perchè il padre era assente già da prima, per il semplice fatto che non aveva mai davvero amato sua moglie, ma era semplicemente sotto l'effetto di un filtro d'amore, che la donna decise poi di smettere di usare dopo il loro matrimonio, così l'uomo una volta capito di non amarla davvero abbandonò la donna incinta. Probabilmente fu proprio questo il motivo che portò Voldemort a modificare il suo nome e a provare odio profondo verso i babbani nel momento in cui scoprì la storia dei suoi genitori.
    Comunque, Tom diventò per l'appunto anche uno studente di Hogwarts dopo che, grazie al grande mago Albus Silente, capì di essere un mago. A scuola era uno studente modello ma non aveva poi molti amici, a parte dei ragazzi che definì tali, ma che usò quasi più come servi. Furono proprio questi i primi a divenire dei Mangiamorte.


    *Si fermò due secondi prima di continuare a parlare. Sapeva perfettamente, come ormai tutti, che la Professoressa stessa in passato aveva giurato fedeltà al Marchio Nero, diventando una Mangiamorte. Daenerys aveva spesso sentito molti suoi compagni parlarne tra loro, discutendo di questa storia, alcuni anche preoccuparti per se stessi come se lei potesse in qualche modo danneggiarli, ma la bionda verde-argento non era mai andata d'accordo con quei discorsi per lei addirittura insensati. Si era ormai capito che la Mills sperava di redimersi, e Daenerys aveva dei pensieri abbastanza positivi su questo. Che poi era l'ultima a poter giudicare, essendo lei la prima ad esser figlia di due persone che avevano sul loro braccio sinistro inciso il Marchio Nero. I coniugi Martin però, a differenza della Professoressa, non avevano nessuna intenzione di redimersi.*

    Fu proprio ad Hogwarts che poi Tom, l'erede di Serpeverde, aprì la Camera dei Segreti. Fu da quel momento, credo, che iniziarono i suoi primi omicidi, tra cui quelli della stessa famiglia Riddle. Uccise difatti suo padre e i nonni, e tutto ciò sempre durante il suo percorso ad Hogwarts. Peccato che per ogni suo reato, fu sempre in grado di incastrare qualcun altro. Sinceramente non saprei dire davvero se fosse destino oppure no, ma io credo che quegli undici anni passati in quell'orfanotrofio abbiano contribuito molto a creare questo destino. Io non so davvero come possa essersi sentito, ma credo che crescere senza la minima presenza di un genitore non sia affatto facile. E poi penso che il male tutti possano rinnegarlo, se davvero lo si vuole, ma probabilmente è proprio questo il fatto, lui non voleva rinnegare l'oscurità che si era formata dentro di lui. Secondo me le Arti Oscure hanno fatto parte della sua vita per svariati motivi, e che tutto parta dall'assenza dei suoi genitori e dalla vita nell'orfanotrofio, che lo hanno probabilmente portato a indurirsi già in giovane età e a non volersi fidare degli altri. Non era l'appoggio di qualcuno ciò che cercava. Tutto ciò lo ha portato a non amare e a desiderare solo il potere. Ma ovviamente non posso esser sicura di nulla, in fin dei conti è solo quel che mi immagino io.


    *Aveva parlato anche troppo, forse sarebbe stato meglio dire meno cose e non rischiare di sbagliare persino qualcosa, ma dopotutto era ben informata e si ricordava anche molto altro riguardo il passato del Signore Oscuro, quindi perchè non dire ciò che sapeva? La Mills l'aveva chiesto, e lei aveva risposto. Le sue iridi azzurre si posarono poi sulla foto di Tom Riddle che era posata sul suo banco. Sembrava davvero uno come tutti gli altri, un semplice studente di Hogwarts. Daenerys era li, dopo aver raccontato tutto quel che si ricordava, ad osservare la foto di un ragazzo che nessuno poteva davvero aspettarsi che potesse diventare un tale mago oscuro.*

    Chi eri davvero, Tom? Vorrei tanto capire cosa hai provato per tutta la tua adolescenza, capire cosa ti abbia portato a diventare un mago tanto oscuro. Posso solo credere di capirti, ma non sarà mai così.

    @Charlotte_Mills


  • Sophia_Hale

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 5
    Galeoni: 140
        Sophia_Hale
    Serpeverde
       
       

    *Iniziata la lezione, la professoressa Mills fece la prima domanda: chi fosse Tom riddle.
    La prima a rispondere fu Daenerys che sembrava molto preparata.
    Sophia ascoltando Daenerys parlare si ricordò di altre informazioni.*

    Salve Miss Mills, io credo che Daenerys abbia quasi detto tutto, però volevo aggiungere due informazioni che mi sono ricordata.
    Io so che quando ha aperto la camera dei segreti ordinò al basilisco, che aveva messo Salazar Serpeverde, di uccidere una ragazza di nome Mirtilla e preoccupato di una possibile chiusura della scuola incolpò una creatura magica, che se non sbaglio si chiama Acromantula.
    In oltre se non ricordo male, dopo aver ucciso suo nonno materno, ha portato il suo anello come trofeo.


    *Rispose Sophia alla signorina Mills sperando di non aver sbagliato ciò che aveva detto riguardo a quello che sapeva su Tom riddle.
    La professoressa fece un'tra domanda ovvero perché le arti oscure fecero parte della sua vita, se fosse stato destino e sa avrebbe potuto rinnegare quel male.*

    Credo poi che le arti Oscure hanno fatto parte della sua vita perché probabilmente aperta la camera dei segreti e avendo capito di essere l'erede di Serpeverde, Tom aveva capito il suo potere e si può notare per gli omicidi che ha commesso.
    Non saprei se fosse stato destino, credo che per la sua infanzia infelice però lui abbia sviluppato di più la sua rabbia e la sua solitudine diciamo, dato che aveva pochi amici e questo secondo me lo ha portato ad essere un ragazzo freddo e in cerca di potere, per questo credo che il male lo avrebbe potuto rinnegare ma secondo me era lui che non voleva farlo e lo ha accettato.


    *Concluse poi la giovane verde-argento.*

    @Charlotte_Mills,


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 253950
       
       

    *La professoressa Mills ascoltò le parole di quelle giovani menti.
    La parte riguardante la storia non poteva essere messa in discussione, dato che era qualcosa riportata su quasi tutti i libri di Storia della Magia contemporanea, mentre le opinioni espresse dagli studenti era ciò che più interessava all'ex Serpeverde.
    Secondo chi si era espresso la magia oscura aveva sempre fatto parte di Tom Riddle e, in qualche modo, aveva sempre influenzato la vita del giovane ragazzo.*

    Esattamente signorina Martin.
    Tom Marvolo Riddle nacque nel 1926, esattamente il 31 Dicembre da madre strega e padre babbano.
    Merope Gaunt, madre del futuro Signore Oscuro, era sempre stata innamorata di Tom Riddle Senior. Le loro abitazioni erano confinanti e la strega passava gran parte del suo tempo a spiare il bel babbano. Quando il padre di Merope scoprì l'infatuazione della figlia per il vicino senza poteri magici si accanì contro di lei, talmente tanto che alcuni inviati del Ministero della Magia portarono via ed allontanarono l'uomo dalla propria figlia.
    Rimasta sola la giovane strega pensò che fosse giunto il momento di avvicinarsi all'uomo dei suoi sogni e, di nascosto, gli somministro un filtro d'amore.
    Grande fu lo scandalo in paese quando Tom e Merope si sposarono e partirono insieme.


    *Raccontò Charlotte, ripentendo alcune nozioni che già Daenerys Martin, giovane Serpeverde del quinto anno, aveva raccontato difronte a tutta la classe.
    La storia di Merope era una storia triste e straziante, nessuno doveva vivere ciò che lei aveva passato durante la sua vita.

    Dopo qualche mese di matrimonio la strega rimase incinta e, per qualche motivo (forse pensando che l'arrivo del figlio potesse avvicinarla ancora di più a T.Riddle Senior) smise di somministrare all'uomo l'Amortensia.
    Ovviamente la realtà era ben diversa da quello che lei aveva sperato e l'uomo accorgendosi di non amare Merope la lasciò.
    Rimasta sola la strega fu costretta a vendere alcuni oggetti, alcuni di questi li abbiamo trattati durante la lezione sugli Horcrux.
    La notte del 31 dicembre 1926 , Merope, ormai allo stremo, si rifugiò in un orfanotrofio babbano a Londra, dove diede alla luce suo figlio: Tom Orvoloson Riddle . Morì un'ora dopo il parto, a soli 19 anni.


    *Era una storia triste, ma quella era la storia e non si poteva cambiare, neppure con l'utilizzo di Giratempo o altri oggetti magici.
    Charlotte osservò la classe che stava ascoltando le sue parole. Quell'esercitazione poteva sembrare quasi una lezione di Storia della Magia tenuta dall'avvenente professor Mcqueen, invece no: si trattava di Arti Oscure anche se, fino a quel momento di Oscuro non c'era molto.
    Arti Oscure non significava solo incantesimi o maledizioni, ma anche figure di maghi e streghe da analizzare. Come in ogni materia c'era la teoria e la pratica.*

    Tom Marvolo Riddle visse la sua infanzia nello stesso orfanotrofio dove sua madre lo mise al mondo.
    Già in tenera età capì di essere diverso.
    Di questi anni all'orfanotrofio si sa solamente che il giovane Tom amava ferire con la magia (pur non conoscendola ancora) i bambini che vivevano con lui nell'istituto, terrorizzandoli.

    Fu grazie all'allora Professor Albus Silente che scoprì di essere un mago e che aveva la possibilità di frequentare Hogwarts.
    Dopo la sua carriera scolastica, finita con numerosi ed altissimi M.A.G.O., fece richiesta per la cattedra di Difesa Contro Le arti oscure, ma senza successo.
    Fu dopo quell'avvenimento che crebbe la sua ascesa la potere, non più con il nominativo di Tom Riddle ma bensì di Lord Voldemort.


    *Affermò la docente di Arti Oscure che, con la propria bacchetta in ebano impresse delle lettere incandescenti nell'aria che formavano un nome che diventava un anagramma.



    Ora, lei non si trovava li per raccontare la storia della vita di Tom Riddle alias Lord Voldemort, per quello avrebbe potuto farne una bellissima lezione il professore di Storia.. No, lei si trovava li per discutere insieme agli studenti di quella figura maligna, una figura che aveva incuto timore per lunghissimi anni.*

    Naturalmente non voglio annoiarvi, questa non è una lezione come tutte le altre, infatti durante le esercitazione mi piace sapere le vostre opinioni e considerazioni.
    Non mi va di raccontarvi cose che già avrete sentito migliaia di volte... Quindi vi pongo una domanda molto interessante, una domanda che mi è rimasta impressa da molto tempo: Perché, secondo voi, è nato Lord Voldemort il "signore Oscuro".
    Inoltre, se ognuno di voi dovesse descrivere questo mago con un aggettivo, quale usereste per descrivere L.Voldemort?





    OFF GDR:
    Per chi volesse prendere parte all'esercitazione, nonostante questa sia già iniziata,
    non deve far altro che narrare il suo puntuale arrivo in classe e le successive azioni o pensieri del proprio personaggio.


    @Beitris_Scott, @Alexander_Morgenstern, @Katniss_Everdeen, @Vincenza_Dream, @Daphne_Harris, @Cosetto_Silverwing, @Helen_Benlor, @Claire_Biovero, @Laura_Alderbow, @Jane_Casterwill, @Gandalf_Derweiss, @Dragonis_Witch, @Alexander_Morgenstern, @Shireen_Firewet,, @Charlotte_Mills, @Gabriel_Master, @Lavinia_Grent,, @Daphne_Harris, @Phoebe_Hamilton, @Samus_Ferrerus, @Elena_Gilbert, @Scarlett_Greengrass, @Ashley_Thompson,@Jane_Hyperion, @Alberto_Aimo, @Artemisia_Altair, @Clary_Morgenstern, @Edward_Cullen, @Eoran_Brodie, @Dramione_Weasotter, @Elena_Summers, @Orelei_Strongale, @Alhena_Devon, @Moony_Lune, @Daphne_Scintille, @Thalita_Revenger, @Elena_Salavatore, @Stella_Hanson, @Percy_Smith, @Emma_Swan, @Benjamin_Burton, @Elisabeth_Whitenight, @Eltanin_Dream, @Eltanin_Avonhale, @Arwen_Dynastar, @Jordan_Harris, @Alexis_Morgan, @Julie_Steals, @Emma_Stone, @Siadora_Sunlight, @Elena_Dambrosio, @Echo_Daydreaming, @Berenice_Greenblood, @Cheryl_Johnson, @Diana_Greens, @Lilith_Jackson, @Benjamin_Lasnier, @Andrea_Thompson, @Lexa_Lively, @Leticia_Valdez, @Martolds_Disti, @Cornelius_Strange, @Sophia_Hale, @Alexander_Moran, @Daenerys_Martin, @Jessica_Random, @Alessia_Esposito, @Federica_Bordoni, @Emery_Bates, @Bethany_Priscott, @Alexia_Fenice, @Luanna_Perez, @Saadet_Mutisovska, @Amanda_Roger, @Aleksej_Zaytsev, @Haydra_Emeraudes, @Laura_Rubino, @Linda_Stuart, @Kaylee_Blankenheim, @Gaia_Smith, @Layla_Lewis,


  • Michael_Thompson

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 4
    Galeoni: 267
       
       

    *Michael, dopo aver salutato la bionda Serpeverde, che aveva conosciuto qualche giorno prima, rimase concentrato sulle parole della professoressa Mills.
    La donna aveva distribuito delle pergamene molto utili per quell'occasione. Michael era talmente assorto a scrutare la figura impressa nell'immagine che si distrasse e non fece in tempo a rispondere alla domanda della prof.
    Al suo posto avevano risposto due serpeverdi: Daenerys e una sua amica che non conosceva.
    Tornando ad ascoltare la professoressa di Arti Oscure, Michael, pensó alle sue ultime parole.
    "perché era nato Lord Voldemort?" Era una domanda molto curiosa.*

    Secondo me per avere un nuovo inizio.
    Personalmente penso anche che Lord Voldemprt sia "nato" per ribrezzo a quello che Tom Riddle era: Un mezzosangue.


    *Affermó il Grifondoro dai grandi occhi azzurri ereditati dal padre.
    Lui era un Mezzosangue, sua madre era una strega mentre il padre era babbano.. Proprio come Tim Riddle. A differenza sua peró Mike aveva una famiglia numerosa che lo amava e dove a esserne fiero e felice.*

    Un aggettivo che lo puó rappresentare, sempre secondo il mio modesto parere, é Avido.

    *Affermó Michael mentre teneva in mano una piuma d'oca che muoveva a vuoto.
    Il Grifondoro amava prendere parte alle esercitazioni perché in tali attività si analizzavano e del tutto diversi da quelli delle lezioni, e poi doveva ammetterlo: la professoressa Mills era una bravissima insegnante.
    All'inizio quando Michael aveva scoperto, al banchetto, il suo passato era rimasto un po' sconcertato chiedendosi come un Mangiamorte potesse insegnare a Hogwarts, ma alla fine aveva capito che la donna aveva fatto dei cambiamenti e che li aveva fatti per le persone che la circondavano, per esempio anche i suoi studenti.*

    @Charlotte_Mills,


  • Lavinia_Grent

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 8
    Galeoni: 1555
        Lavinia_Grent
    Corvonero
       
       

    *La professoressa Grent era reduce da una brutta influenza. Aveva trascorso qualche giorno nella sua villetta di High Street a Hogsmeade a letto con la febbre e forti dolori cervicali. Tutto era iniziato da nausea e un leggero cambiamento. L'infermiera del Castello le aveva detto di starsene a risposo a casa e no lavorare per qualche giorno fino a quando non si fosse ripresa. E così era rimasta cinque giorni a casa accudita da Orion e in compagnia di sua madre Samantha che si era Materializzata lì per aiutarla con la piccola Joy. Adesso però era guarita ed era pronta a tornare a lavoro. Quella mattina la giovane strega era tornata a Hogwarts per riordinare un po' il suo ufficio e prepararsi per la sua prossima lezione di Antiche Rune. Prima di recarsi nel suo ufficio al quinto piano, aveva notato nella bacheca l'annuncio per un'esercitazione di Arti Oscure. Aveva trovato la cosa molto interessante e comunque assistere a una lezione della professoressa Mills, nonchè sua amica Charlotte, era sempre piacevole. Così in quel momento stava entrando nell'aula di Arti Oscure nei sotterranei del Castello. L'esercitazione era appena iniziata, quindi Lavinia si avvicinò a dei banchi alla fine facendo un sorriso a Char.*

    Buongiorno professoressa! Scusami per l'interruzione, continua pure senza badare a me.

    *Le disse sorridendo per salutarla. L'aveva chiamata professoressa, nonostante fossero grandi amiche, ma non poteva darle del lei. Le sembrava una cosa abbastanza buffa. L'aula era piena di studenti in silenzio intenti ad ascoltare ciò che l'insegnante aveva da spiegare. Lavinia fece lo stesso. L'argomento di quell'esercitazione era il famosissimo mago Tom Riddle, meglio conosciuto come Lord Voldemort. Egli era stato uno dei più grandi maghi oscuri della storia della magia. Sul banco a cui si era seduta aveva trovato una foto del mago da giovane che era stata messa lì da Charlotte. Subito dopo pose una domanda ai presenti. Chiese di parlare di Lord Voldemort ai tempi della scuola e se era destino che diventasse un mago oscuro.*

    Secondo me, tutto dipende dalle scelte. Non c'è dubbio che ciò che lo ha fatto avvicinare alle Arti Oscure è stata la sua storia, la rabbia con il mondo e con i suoi genitori per essere cresciuto da solo. Il grandissimo Albus Silente diceva che lui era senza amore, ed era vero. Non era capace di amare perchè nessuno glielo aveva insegnato e nessuno lo aveva amato. La sua storia mi fa pensare che lui fosse molto solo pur in mezzo a tanta gente. Forse se qualcuno lo avesse capito non sarebbe diventato l'Oscuro Signore.

    *Pensò la risposta, ma non la disse. Non si concentrò sulle risposte che avevano dato i ragazzi. Aveva visto due studentesse parlare, ma lei non ci aveva fatto caso perchè stava riflettendo su quella domanda. Secondo lei, non si era cattivi dalla nascita, ma lo si diventava. Lei non credeva al destino, credeva nelle scelte. Charlotte continuò raccontando la storia di Tom Riddle. Poi pose un'altra domanda. Lavinia ci riflettè un attimo e poi decise di rispondere questa volta.*

    Lord Vodermort è nato perchè era vero io di Tom Riddle, la sua vera natura. Lui odiava sè stesso perchè portava il nome di suo padre, infatti appena ne ha avuto l'occasione ha ucciso i suoi nonni, Era un modo per rinascere, per essere ciò che lui si sentiva di essere veramente.
    Un aggettivo che userei io per descriverlo è solo perchè, secondo me, lui non è riuscito a conoscere il sentimento dell'amore, inteso in qualsisi forma, perchè non ne ha mai ricevuto a partire da quello più naturale e scontato: l'amore di una madre.


    *Fu la sua risposta frutto di un'attenta riflessione. Sorrise, poi tornò seria. Non voleva togliere la scena agli studenti. Lei era lì per ascoltare, per curiosità e anche per supportare la sua amica.*

    @Charlotte_Mills, @Michael_Thompson, @Sophia_Hale, @Daenerys_Martin,


  • Sophia_Hale

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 5
    Galeoni: 140
        Sophia_Hale
    Serpeverde
       
       

    *La Signorina Mills aveva spiegato ai ragazzi la storia precisa di Tom riddle di cui quasi tutti ne erano a conoscenza perché era un mago importante e tutti avevano sentito almeno una volta la sua storia, la sua voglia di essere potete e la sua malvagità che disperdeva ovunque andava.
    Cosi la professoressa rivolse a tutti gli studenti una domanda...perché secondo i ragazzi nacque Lord Voldemort.
    Sophia dopo averci pensato un po' decise di rispondere esprimendo la sua opinione.*

    Professoressa Mills, credo anche io che Lord Voldemort nacque per le sue origini di mezzosangue.
    Certamente credo che non sia stata l'unica ragione, ma questo ha segnato la sua scelta, non accettava i mezzosangue e lui lo era perciò non penso sia stato facile da accettare, in oltre è cresciuto da solo quindi credo che diventando Lord Voldemort per lui sarebbe cambiato qualcosa.


    *Disse Sophia con voce timida.
    La professoressa fece anche un'altra domanda, ovvero che aggettivo avrebbe descritto voldemort secondo i ragazzi.
    Sophia pensava a diversi aggettivi ma tutti conducevano al male perciò scelse quello più adatto secondo lei da dire.*

    Ogni azione che faceva portava terrore e dolore perciò come aggettivo direi malvagio.

    *Concluse poi la giovane Sophia.*

    @Charlotte_Mills,



Vai a pagina 1, 2  Successivo