Bottega Rettilofoni
Bottega Rettilofoni


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Charlotte_Mills




    Ultima modifica di Charlotte_Mills oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 253950
       
       

    [HOGSMEADE – qualche giorno prima]

    *Con un sonoro “puf” Charlotte si ritrovò, di nuovo, nella mite Inghilterra.
    La donna si era assentata per circa una settimana e, di conseguenza, aveva lasciato casa sua per un viaggio solitario in Africa dove era stata ospite di un suo carissimo amico: un mago e professore di Astrologia della scuola di magia e stregoneria dell'Africa.
    Aveva passato sette giorni nella calda steppa africana e, tornare nell'Inghilterra mite e umida era un po' come un trauma. Dopo aver disfatto la valigia e messo a dormire il piccolo Kyle, per il riposo pomeridiano, lascio che Sylvia si occupasse di lui nel caso si svegliasse mentre lei, proprietaria di uno dei negozi più importanti di Hogsmeade, si sarebbe occupata di una faccenda alla Bottega dei Rettilofoni.


    Non fu difficile trovare il negozio, forse più longevo di Hogsmeade.
    La Bottega dei Rettilofoni aveva cambiato molte volte gestione e aveva visto molti proprietario abbandonarla.
    Per la prima apertura lunghe erano state le trattative da parte della famiglia fondatrice (i Killjoy) con il Ministero della Magia al fine di ottenere i permessi necessari ad aprire quel locale.
    Il motivo di tali disquisizioni era da ricercarsi nell'ambiguità del negozio: spesso l'arte del serpentese veniva comunemente ed erroneamente collegata alla magia oscura ed ai Mangiamorte.
    Nulla di più falso. O almeno, così era stato affermato dagli ex-proprietari... Anche se la maggior parte delle attività svolte nella Bottega rimanevano tutt’ora circondate da un alone di mistero.
    Non pochi, infatti, erano stati gli avvistamenti notturni nei pressi del locale di personaggi, noti per la loro inclinazione alla magia oscura.
    Nonostante ciò, erano numerose le offerte al pubblico, tra le principali si trovavano: il test per Rettilofoni, una vasta raccolta di libri sulla lingue dei serpenti ed un’infinita gamma di tutte le pozioni velenose ed i loro antidoti.
    Dopo la partenza dell'ultimo proprietario Naguskilljoy. il negozio rimase a lungo senza alcun proprietario, poichè era fondamentale che questi fosse anche un rettilofono. Dopo svariati anni di ricerca. si scoprì che la strega Sheevarhas N. Flamel fosse l'unica ad avere tale qualità, avendo svolto e superato il famigerato test dei Rettilofoni, postole da Nagus stesso. Così, il locale passò a lei, la quale accettò con zelo e gioia tale incarico. Al suo seguito giunse Catherine E. Nott, amante delle Arti Oscure, reduce dal fallimento della Dark Angel's House, causato dell'assenza della co-proprietaria, e con lei la raccolta di libri della sua famiglia. 
    Successivamente Lady Nott lasciò la Bretagna per recarsi in Africa a “studiare” al meglio le Arti Oscure e a prendere il suo posto arrivò Charlotte Mills, frequentatrice della Bottega ai tempi del primo proprietario.
    Dopo alcuni anni però anche Sheevarhas N. Flamel lasciò il negozio, sicura che Charlotte fosse una perfetta proprietari anche da sola.
    La Bottega dei Rettilofoni era aperta al “pubblico” dalle 9:00 alle 20:00, dopo tale orario solo i maghi che facevano parte del Club dei Purosangue possono entrare e “divertirsi”.
    Infatti la Bottega dei rettilofoni era anche sede del Club dei Purosangue a cui ci si poteva iscrivere versando una quota (in galeoni) d'iscrizione.
    Naturalmente solo i maghi purosangue potevano iscriversi.
    Questo ed altro ancora era ciò che si poteva trovare alla Bottega dei Rettilofoni, unico e pregiatissimo locale frequentato dalla più alta sfera di Purosangue.
    Dopo attente riflessioni la proprietaria Charlotte Mills aveva deciso di "unire" alla Bottega dei Rettilofoni L' Arcanum Venefici, negozio di sua proprietà.
    L' Arcanum Venefici offriva infatti al suo interno un largo assortimento di prodotti in grado di soddisfare i gusti della più disparata clientela. Oggetti sia oscuri, sia di remota provenienza, sia per la scuola iniziarono ad essere venduti nella Bottega dei Rettilofoni, insieme a tutti gli altri oggetti già presenti.
    Quando varco la porta d'ingresso fu felice di vedere due piccoli Elfi Domestici, insieme alla commessa, lavorare duramente alla realizzazione del galà che si sarebbe tenuto da li a qualche giorno. Infatti era in programma, per il tre Agosto, un evento che sicuramente avrebbe portato nuovi clienti alla Bottega e iscritti al Club per Purosangue che, negli ultimi tempi, aveva visto un calo di iscritti. Nel vederla, Milo uno degli Elfi Domestici le corse incontro e, dopo i vari saluti e i bentornati l'aggiornò su quello che era stato fatto e su quello che ancora mancava.
    I menù erano stati tutti scritti in bella calligrafia, mentre il ristorante delle sorelle Casterwill si sarebbe occupato della cucina durante la sera di gala. Manifesti erano stati affitti nelle più importanti bacheche del villaggio e inviati a tutti gli abitanti di Hogsmeade e agli studenti di Hogwarts a casa loro.
    Le vettovaglie erano state cucine in modo impeccabile, mentre e i centrotavola erano stati creati da un mastro fabbro del posto. Non mancava nulla, solo allestire il tutto ma quello sarebbe stato fatto il giorno stesso della cena di gala.
    Felice, del lavoro svolto, Charlotte dopo quasi un ora di assenza da casa propria se ne tornò verso la sua abitazione dove avrebbe riposato, prima di tornare alla sua vita quotidiana.

    [HOGSMEADE - BOTTEGA DEI RETTIFOLONI - ore 19.00 del tre Agosto]

    Il tavolo degli aperitivi è pronto?

    *Chiese la donna mentre cercava di sistemarsi i fluenti capelli castani in un modo abbastanza decente e presentabile per una cena di quel genere.
    Ovviamente gli Elfi si erano occupati di tutto, anche di quel piccolo rinfresco che avrebbe accolto i partecipanti.
    Una leggera musica Soul si diffondeva nelle stanze del negozio, che era sviluppato su due livelli.



    Al piano terra, proprio dove Charlotte avrebbe accolto i suoi ospiti, si trovava un semplice giradischi incantato, un tavolo di rinfreschi e bevande varie, e il solito bancone dove si trovava il registratore di cassa che, magari, in quella sera le sarebbe servito.
    Tra gli invitati c'erano molti maghi “Purosangue” che potevano iscriversi al Club per Purosangue versando la semplice cifra di venticinque galeoni invece che i soliti cinquanta.
    Il tavolo del piccolo rinfresco stava per essere ultimato e, a primo sguardo, tutte quelle delizie no le fecero altro che venire l'acquolina in bocca.


    Al piano inferiore invece, dove di solito si sviluppava quel negozio, cioè il cuore della Bottega, tutte le teche d vetro e mensole con vari oggetti apposti erano sparite per lasciare spazio a numerosi tavoli rotondi.
    Il tutto risultava molto elegante, anche grazie al tema Gold che ricorreva in quasi tutto: posate, bicchieri, bordi di patti e cuciture delle vettovaglie. Anche gli abiti dei partecipanti dovevano rispecchiare quel tema, infatti nei vari volantini era stato indicato il “dress code” obbligatorio. Non importava se l'abito delle donzelle era lungo o corto, o a più colori l'importante era che ci fosse anche un piccolo accenno di dorato, lo stesso ovviamente valeva per gli uomini.
    Dopo aver indossato il suo abito dorato, Charlotte si guardò attorno.
    Quella sera era una semplice serata di gala, non le importava se cadeva nello stesso giorno del suo compleanno... Lei non si trovava li per festeggiare la sua nascita, preferiva farlo con pochi intimi piuttosto che numerosi maghi e streghe.*

    ”Ora non devo far altro che aspettare... Come al solito.”


    *Pensò tra sé e sé la donna che, in quel giorno avrebbe compiuto ventotto anni.
    Cercò di non pensarci, aveva già ricevuto abbastanza biglietti d'auguri quella mattina con la posta via gufo da non sopportare già più quella giornata che, per fortuna, stava volgendo al termine.*




    OFF GDR:
    L'evento ha inizio alle 19.30 di Mercoledì 3 Agosto e terminerà il 5 Agosto alle 23.59.
    Nonostante la cena di gala si tiene per tre giorni reali, nel Gioco di Ruolo è ambientata in una sola serata.
    Chiunque può partecipare, l'importante è rispettare il Dress Code indicato. ;)

    Vi attendo numerosi!


    @Gianna_Fields, @Cecilia_Grassi, @Katrin_Hopkirk, @Jane_Casterwill, @Faye_Grent, @Marina_Lightwood, @Dragonis_Witch, @Lavinia_Grent, @Claire_Biovero, @Jack_Turbin, @Samus_Ferrerus, @Elena_Gilbert, @Dramione_Weasotter, @Orelei_Strongale, @Thalita_Revenger, @Elena_Salvatore, @Percy_Smith, @Elena_Dambrosio, @Benjamin_Lasnier, @Michelle_Hodny, @Cornelius_Strange, @Sophia_Hale, @Daenerys_Martin, @Kaylee_Blankenheim, @Percival_Clever, @Emanuel_Pinto, @Oscar_Scorpius, @Tessa_Herondale, @Nathan_Dormer, @Achilles_Davids, @Malcolm_Breakhearts, @Liam_Lloyd, @Adina_Lastrenge, @Samantha_Collen, @Allison_Smith, @Given_Stan, @Cristine_Cullen, @Siria_Smith, @Ludwig_Beilschmidt, @Miriale_Regus, @Lara_Stinat, @Jessamine_Young, @Gabriexz_Demon, @Bisi_Owen, @Sofia_Rickman, @Iris_Lavoone, @Rachel_Clint, @Alayra_Skulter, @Keith_Connington, @Simons_Dowson, @Alexia_Dixon, @Ellen_Caulfield, @Nova_Starling, @Ailey_Killian, @Crystal_Hopstader, @Emma_Snow,
    @Hayley_Emerson, @Charlotte_Cavery, @Annabeth_Lightwood, @Phedre_Nuit, @Marta_Bonanni, @Chiharu_Suzuya, @Tobias_Edison, @Beatris_Prior, @Nathalie_Fournier, @Yasmine_Oropherion, @Jade_Roberts, @Sofia_Alighieri, @Sarah_Pressley, @Entropia_Fabbri, @Ryan_Cullen, @@Annabeth_Carstairs,


  • Angelina_Largh

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 5
    Galeoni: 95
       
       

    *Angelina Largh era in piena crisi pre festa.
    Lei era un ragazza adolescente e, come molte sue coetanee, ci teneva all'aspetto oltre che ai bei vestiti.
    Chiusa nella camera a casa sua, quella dove abitava d'estate con suo padre, la matrigna e il fratellastro Brian che proprio non sopportava, stava ultimando gli ultimi preparativi. Il vestito era appoggiato sul letto rifatto alla perfezione, le scarpe che trovava davvero alte erano li vicine, mentre lei si trovava difronte a uno specchio intenta a creare uno chignon con i capelli lunghi.
    Ci mise molte minuti a a crearne uno perfetto senza imperfezioni. Successivamente si truccò e si vestì elegantemente.
    Mentre infilava le scarpe scure sentì una voce provenire dal salotto: il suo “mezzo di trasporto” era arrivato.*

    Eccomi, eccomi!

    *Disse la ragazza scendendo di corsa le scale. Per poco non cadde dall'ultimo gradino, ma per fortuna nessuno sembrava averci fatto caso.
    Maledì quelle scarpe alte, e rimpianse le sue mitiche scarpe da ginnastica. Solo poco dopo si smaterializzò insieme a suo fratello.
    Non si sarebbe mai abituata.
    Quando aprì gli occhi vide che si trovava proprio difronte alla Bottega dei Rettilofoni, destinazione di quella sera.
    Una bellissima musica l'avvolse quando entrò nella prima grande stanza. Un sorriso comparve sul suo volto, si affievolì solo quado salutò cordialmente la professoressa Mills facendole I coplimenti per l'evento che aveva organizzato e per l'abito che indossava.
    Anche quello di Angelina rispecchiava il “dress code” di quella serata, ma era decisamente meno bello di quello della Serpeverde.*



    Professoressa Mills è sempre bravissima ad organizzare eventi.

    @Charlotte_Mills,


  • Kristal_Thratchet

    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
    MANGIAMORTE

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 9
    Galeoni: 146
       
       

    *Kristal camminava per le stradine di Hogsmeade con un unica destinazione in mente: la Bottega dei Rettilofoni di proprietà della professoressa
    C'era già stata tempo addietro, e per fortuna quel giorno il suo turno al pub, dove lavorava quell'estate, era terminato verso le cinque del pomeriggio. Aveva avuto tutto il tempo per prepararsi e rilassarsi. Un piccolo appartamentino era a sua disposizione, proprio sopra al Pub.*

    Chissà cosa avrà pensato per oggi la professoressa Mills.

    *Pensava tra sé e sé la grifondoro che avrebbe seguito il suo quarto anno al castello a partire da quel settembre.
    Ci mise davvero poco ad arrivare alla bottega gestito da Charlotte Mills docente a Hogwarts.
    Nell'entrare fu sorpresa di come la donna aaveva trasformato quel luogo. Un tavolo pieno di leccornie erano poste su un tavolo non molto distante dall'entrate.
    Anche la musica che si diffondeva era davvero deliziosa. Quando la professoressa Mills organizzava un qulsiasi tipo di evento, quello era sempre un successone,*

    Salve professoressa, complimenti per l'idea.

    *Affermò la ragazzina che indossava un vestito corto dorato e I capelli ch le cadevano semplici sulle spalle. Non aveva acconciature complesse e quindi in novante er cento delle volte tenev I capelli sciolti o legati in una semplice coda bassa, in particolare quando si trovava dietro al bancone del pub Tre Manici di Scopa.


    Solo in quel momento si accorse di non aver mai fatto l'iscrizione nel Club dei Purosangue che aveva sede proprio li.*

    Professoressa, se per lei va bene dopo la cena vorrei iscrivermi al Club.

    *Disse sorridente la Grifondoro di origine puronsangue.
    Suo padre proveniva da una famiglia inteeramente di maghi, e lo stesso valeva per sua madre. I suoi genitori si erano conosciuti a lavoro, anche se entrambi provenivano dallo stello luogo e avevano frequentato Hogwarts in periodi diversi.
    Solo dopo salutò Angelina, sua amica, che indossava un abito davvero molto bello ed elegante.*

    @Charlotte_Mills, @Angelina_Largh,


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 253950
       
       

    *Charlotte, per fortuna, non dovette aspettare molto.
    Forse era per via dei vari volantini distribuiti, forse della musica che si diffondeva per gran parte di Merlin Street stava di fatto che i primi partecipanti si fecero vivi pochi minuti dall'apertura.
    Le prime furono delle giovani streghe di esattamente quindici e quattordici anni e l donna le conosceva perché le aveva viste a lezione di Arti Oscure numerose volte. Forse quelle due ragazze erano le sue più assidue seguitrici.*

    Grazie mille Angelina, sei molto gentile.

    *Affermò la ventott'enne sorridente.
    Amava organizzare certi eventi, anche prenderne parte anche se l'idea di rimanere a casa a leggere un bel libro, in compagnia di suo figlio Kyle, era sicuramente migliore.
    Per un attimo la sua mente vagò verso casa sua. Li suo figlio era insieme alla babysitter che era stata assunta per quella sera. Si trattava di una strega del villaggio, che tuti consideravano una donna per bene e adatta a passare del tempo con i bambini dato che lei stessa ne aveva avuti, tempo prima, quattro.
    Fu la voce di Kristal a destarla dai suoi pensieri.*

    Professoressa, se per lei va bene dopo la cena vorrei iscrivermi al Club.

    Ma certo Kristal, quando vuoi io ti faccio l'iscrizione.

    *Disse contenta la donna, era anche quello lo scopo di quella serata di gala: "raccimolare" nuovi iscritti al Club dei Purosangue, che nell'ultimo periodo non aveva visto molti nuovi iscritti, soprattutto tra i più giovani. Per quella sera bastava avere con se la somma di venticinque galeoni invece che il doppio... Era un affare da non perdere che solo i maghi e le streghe purosangue potevano cogliere.
    Al Circolo riservato a quei maghi e a quelle streghe, alla detta di tutti i partecipanti, ci si divertiva: non accadeva nulla di che ma le serata passate in compagnia a discutere e chiacchierare portavano il buon umore tra chi si fermava fino a sera tardi alla Bottega dei Rettilofoni.*

    @Kristal_Thratchet, @Angelina_Largh,




    Ultima modifica di Charlotte_Mills oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Marcus_Largh

    Tassorosso Insegnante
    AUROR

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 9
    Galeoni: 1380
        Marcus_Largh
    Tassorosso Insegnante
       
       

    *Marcus stava finendo di prepararsi per l'evento alla Bottega dei Rettilfoni della professoressa Mills. Era stato molto riluttante, dato che da li a qualche giorno sarebbe dovuto partire per le sue vacanze in compagnia di Sylvia, la sua ragazza.
    Stava finendo di allacciarsi le scarpe nere lucide quando lo sguardo cadde sull'orologio a pendolo nella stanza da letto.
    Erano quasi le sette e mezza della sera e, prima di recarsi al locale dove doveva andare, doveva recarsi a Bedford dove sua sorella abitava con suo padre, la loro matrigna e il loro fratellastro. Da quando se n'era andato da quella casa la sorellina si era guadagna una stana tutta sua, che non avrebbe diviso con nessuno a parte la sua civetta.
    Dopo aver preso tutto quanto si smaterializzò in quella cittadina modesta e prettamente abitata da Babbani.
    Per fortuna i vicini non l'avevano visto arrivare.*

    Buonasera.

    *Disse Marcus piombando in sala da pranzo, salutando la matrigna che non gli andava molto a genio. Neppure lui le andava a genio, in particolare quando aveva scoperto che i due figli acquisitivi erano dei maghi. Sembrava quasi... gelosa della loro magia.
    Meno di cinque minuti dopo Angelina finalmente scese le scale e, insieme a lei, si smaterializzò a Hogsmeade, proprio difronte alla Bottega Dei Reettilofoni, poco distante da casa sua.
    Era da quasi un anno che il Tassorosso aveva una casa tutta sua in quel villaggio di soli maghi.
    Insieme alla sorella varcò la soglia del negozio dove, la professoressa Mills stava aspettando i primi arrivati.*

    Buona sera professoressa Mills.

    *Salutò il diciassettenne mentre sistemava la camicia tirando, leggermente, i polsini.*




    @Angelina_Largh, @Kristal_Thratchet, @Charlotte_Mills,


  • Daenerys_Martin

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 9
    Galeoni: 49
       
       

    [Wilthshire, Inghilterra – Villa Martin – Tre giorni prima]

    *Daenerys si recò sorridente nel salone della villa in cui era cresciuta, la villa nel quale purtroppo aveva vissuto anche suo fratello. Lui se ne era andato di casa da poco tempo, se ne era andato da quel luogo lasciandosi dietro tutto il male che aveva inflitto a sua sorella. Se solo i genitori avessero saputo di tutte le volte che quel ragazzo aveva alzato le mani o puntato la sua bacchetta contro Daenerys. Forse non l'avrebbero mai saputo e secondo lei era meglio così. Era meglio per loro continuare a vedere quel ragazzo come hanno sempre fatto. L'unico figlio maschio, il fratello maggiore. Il ragazzo che era entrato a far parte definitivamente dell'oscurità in cui quella famiglia aveva deciso di vivere. Aveva scelto il male, proprio come i due ex mangiamorte che lo avevano cresciuto, che avevano cresciuto Daenerys. Ex per validi motivi, ma la loro devozione non era mai sparita. Spesso Daenerys si chiedeva da chi avesse realmente ripreso. Poi se lo ricordava… Da sua nonna. L'unica serpeverde purosangue della famiglia ad aver scelto il bene. Ma Daenerys era davvero come lei? Spesso si chiedeva chi fosse, certe volte non si riconosceva, davanti a lei c'erano due strade e ben preso lei avrebbe dovuto scegliere quale intraprendere.
    Per ora però non voleva pensarci, tre giorni dopo si sarebbe recata ad una festa ad Hogsmeade, nella Bottega dei Rettilofoni. Una festa organizzata dalla Mills, proprietaria di quel negozio. Ed ora, proprio in quel salone, sua madre la stava aspettando, dopo averla chiamata, con in mano il vestito che la bionda diciassettenne avrebbe indossato all'evento.*

    Eccomi qui.
    Allora, dov'è il vestito che mi hai fatto fare?


    *Chiese, dopodiché la madre con un sorrisetto indicò il vestito. Daenerys girò il capo verso destra e vide, appeso ad una stampella volante, il suo vestito dorato. O meglio, la parte sopra era appesa, la lunga gonna del “vestito” era praticamente appesa all'aria. L'abito era quindi diviso in due pezzi. Rispettava perfettamente il Dress Code di quella serata, cioè “Gold”. Daenerys si avvicinò al vestito, era bellissimo, o almeno secondo i suoi gusti.*


    E' davvero bello! Ma… Non pensi che sia un po'... troppo? Non so come si vestiranno le altre, non vorrei essere esagerata.

    *Ma ovviamente sua madre la convinse che era perfetto; bisognava vestirsi eleganti dopotutto e quello non era altro che un vestito lungo a due pezzi, sopra brillantinato e sotto no, con un bello spacco sulla gamba. Inoltre per la signora Martin era la prima a pensare che una Martin doveva essere appariscente. Tipico. Sta di fatto che sul manifesto dell'evento c'era scritto "Gala Dinner", quindi che c'era di meglio di un vestito da gala?*


    [Hogsmeade – Bottega dei Rettilofoni – 3 Agosto]

    *Arrivò alla festa in perfetto orario. Entrò nella famosa Bottega dei Rettilofoni e una splendida musica Soul fece capolino nelle sue orecchie. Ad accoglierla ci fu anche un bel tavolo di rinfreschi e tante bevande, e la Mills pronta a salutare i suoi ospiti.*

    Salve professoressa Mills, ha fatto davvero uno splendido lavoro.
    Oh, e il suo vestito è davvero meraviglioso, le sta d'incanto.


    *Disse la ragazza elogiando il buon lavoro della donna fatto nel suo bel negozio. Poi salutò anche Angelina Largh, Kristal Thratchet e Marcus Largh che era appena arrivato come lei. I tre si trovavano proprio vicino alla professoressa. Oltre a salutarli si complimentò con le ragazze per il loro aspetto incantevole, erano davvero belle. I loro vestiti erano corti a differenza del suo e di quello della Mills, ma erano comunque molto belli.*

    Buonasera!
    Ragazze, complimenti, siete bellissime! Adoro i vostri vestiti!


    *Solo un attimo prima aveva sentito Kristal dire alla Mills che si sarebbe voluta iscrivere al Club dei Purosangue dopo la cena, la donna sembrò contenta di quella richiesta. Anche Daenerys aveva pensato di iscriversi, dopotutto avrebbe dovuto versare solo venticinque galeoni, una cifra che per la ricca famiglia Martin non era di certo un problema. Così, decise di farlo presente alla Mills.*

    Professoressa, se permette vorrei iscrivermi anche io al Club dei Purosangue.


    @Charlotte_Mills, @Kristal_Thratchet, @Angelina_Largh, @Marcus_Largh


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 253950
       
       

    *Char, così la chiamavano i suoi amici, stava chiacchierando con una delle due giovani streghette, quando una terza voce la costrinse a fermarsi ed a voltarsi.
    Davanti a lei c'era Daenerys, una Serpeverde del settimo anno. Quella ragazza era davvero molto promettente nello studio, aveva molta voglia di fare.. Una vera e propria Serpeverde. Le erano giunte voci sulla sua famiglia, ma poco le importava.*

    Ciao Danerys, anche tu stai molto bene complimenti.


    *Affermò Charlotte sfoderando un leggero sorriso nei confronti della quindicenne.
    Ciò che dopo Daenerys le disse non la sorprese più di tanto.*

    Professoressa, se permette vorrei iscrivermi anche io al Club dei Purosangue.

    Ma certo, possiamo farlo pure adesso, mentre attendiamo gli altri arrivati.
    Per iscriversi al Club bastano venticinque galeoni per il resto me ne occupo io.


    *Disse la proprietaria di quel negozio, che per quella serata ospitava la prima cena di gala di Hogssmeade, osservando Kristal e Daenerys. Mai nessuno era arrivato a tanto per un piccolo paesino come quello.
    Solo quando le due ragazze consegnarono le piccola somma di denaro, che sarebbe servito al sostenziamento del circolo, un piccolo Elfo Domestico si avvicinò alle due bionde studentesse di Hogwarts e scatto, una macchina fotografica magica, una foto ai loro voli che successivamente divenne parte della tessera d'iscrizione.




    Ecco qua.
    Queste tessere sono "speciali", per così dire. Quando ci saranno delle novità riguardo al Club dei Purosangue questa si illumina e, sul retro, verranno indicate le buon nuove come incontri e cose del genere.


    *Disse la professoressa di Arti Oscure porgendo alle ragazze le due tessere.
    Solo successivamente ricordò ai presenti che il buffet degli aperitivi era a loro totale disposizione e che solo verso un determinato momento, che solo Charlotte e gli elfi conoscevano, sarebbero scesi nel cuore della bottega dove si sarebbe svolta la cena di gala di quella sera.*


    @Daenerys_Martin, @Kristal_Thratchet, @Angelina_Largh, @Marcus_Largh,




    Ultima modifica di Charlotte_Mills oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Dolores_Walker

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 3
    Galeoni: 117
       
       

    *Dolores, o meglio Dolly, era davvero indecisa se partecipare all'evento organizzato dalla professoressa Mills o rimanersene a casa.
    Era davvero tanto tempo che non partecipava a feste del genere, anzi di quel tipo proprio mai! Non aveva mai indossato in abito dorato e mai aveva preso parte a una cena di gala.*

    E se faró una figuraccia?

    *Disse la ragazzina rivolta alla madre che le mostrò il suo abito dopo alcune modifiche. A lei piaceva cucire abiti, anche solo rammendarli... Era davvero fortunata.
    Con in grande sorriso l'abbracciò ed indossò quello che la madre le stava porgendo. Era un abito che aveva modificato. Era appartenuto a lei molti anni prima e da semplice abito lungo, lo aveva trasformato in qualcosa di sbarazzino (sempre lungo fino ai piedi) ma piú adatto alla sua etá e all'occasione.


    La madre di Dolores era di origine indiana e, da lei, derivava il color "caffè latte" del suo incarnato. Le aveva raccontato tante volte dell'India e delle tradizioni ma mai l'aveva portata a vederla.
    Quando finalmente fu pronta si smaterializzó grazie all'aiuto del padre, un mago inglese. Quando arrivarono a Hogsmeade per fortuna se ne andò via subito, solo dopo averle fatto le solite raccomandazioni. Non era molto felice di pensare sua figlia in compagna di un ex Mangiamorte.
    Quando entrò bella bottega una bellissima musica soul la fece sorridere.
    Notò alcune ragazze poco distanti da li, non ne conosceva molte a parte Kristal, una sua compagna di casata.*

    Ciao Kristal, come sei bella oggi!
    Salve professoressa Mills, lei invece é divina. Complimenti anche per la festa.


    *Disse la ragazzina sorridente, salutando prima l'amica e poi la padrona del negozio che, da quanto poteva saperne lei, aveva trasformato il locale per l'occasione.*



    Ultima modifica di Dolores_Walker oltre 1 anno fa, modificato 2 volte in totale


  • Jane_Casterwill

    Grifondoro Insegnante Responsabile di Casa Certificato

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 8
    Galeoni: 3115
       
       

    [HOGSMEADE – Casterwill's Kitchen - il giorno precedente]


    *Il locale delle sorelle Casterwill quel giorno era in fermento, elfi che andavano avanti e indietro esaudendo le richieste della quindicenne proprietaria di quel locale. Jane infatti si trovava in cucina, ricoperta come sempre di farina e ingredienti vari mentre si cimentava nella preparazione di pasta e tutto quello che poteva mandare avanti il lungo lavoro che aveva per preparare un intero menù con più portate e contorni . Era la prima volta per lei da quando aveva aperto il locale, insieme alla sorella, che si ritrovava a doversi occupare di un'intera cena e sopratutto circondata da elfi domestici che pendevano dalle sue labbra per ricevere qualche ordine. Non era cresciuta fra i maghi quindi non aveva l'abitudine di avere qualcuno che voleva fare tutto al posto suo, infatti più di una volta i simpatici elfi avevano cercato di persuaderla a continuare nel suo lavoro per lasciar fare a loro. Alla fine avevano solo ottenuto il permesso di aiutarla per pesare i vari ingredienti e altre piccole cose che però sembravano molto apprezzate dai piccoli aiutanti i quali si sentivano già più utile. Fortunatamente o sfortunatamente quello che potevano preparare già quel giorno non era molto, infatti molta pietanze avrebbero dovute prepararle il giorno stesso dell'evento.
    Dopo qualche ora passata in cucina per la giovane Grifondro giunse il momento di andare perché c'era qualcuno ad attenderla fuori dal ristorante.*

    Allora io vado, mi raccomando però per domani deve essere tutto impeccabile!

    *L'unica risposta che ricevette prima di essere spinta fuori fu un “vada signorina Casterwill” che fece scappare un sonoro sbuffo da parte della ragazza, cosa che succedeva ogni volta che uno dei suoi aiutanti la chiamava così. Uscita dal locale si trovò davanti una donna alta, snella, con i capelli più scuri dei suoi e con un sorriso magnifico che le illuminava il viso. La osservò per un momento, pensando a quanto fosse belle e a quanto poco avesse preso da lei, cercando di non pensare al motivo per il quale non si vedevano da un po', prima di andarle incontro. *

    Ciao mamma!

    *Le disse sorridente prima di abbracciarla, sentendo sotto le narici quel profumo familiare di...non sapeva cosa ma era comunque un profumo che le ricordava casa. *



    *Madre e figlia passarono una bella giornata insieme, fra chiacchiere e negozi alla ricerca del vestito perfetto per la festa che si sarebbe tenuta la sera dopo al negozio della professoressa Mills, che la madre di Jane aveva conosciuto quando la donna era andata a chiedere a lei e il marito il permesso di convivere in una nuova casa con la ragazzina e Sylvia Turner, loro amica.
    Verso sera la Grifondoro tornò a casa con il vestito e pronta a godersi il meritato riposo prima di svegliarsi presto la mattina seguente per finire il suo lavoro. *

    [HOGSMEADE - BOTTEGA DEI RETTILOFONI – sera della festa]


    *Tutto era pronto ormai, gli elfi avevano lavorato bene e alla fine Jane si rese conto che il loro aiuto era stato fondamentale. Grazie alla loro collaborazione era riuscita a tornare a casa in tempo per prepararsi al meglio per la serata che l'attendeva, così era arrivata puntuale davanti all'entrata della Bottega dei Rettilofoni dalla quale usciva una bellissima musica Soul intonata da una cantante dalla voce inconfondibile, sopratutto per una strega cresciuta fra i Babbani. Sorrise la ragazzina congratulandosi mentalmente con la proprietaria per l'ottima scelta della musica e prima di entrare si spostò dal viso un ciuffo ribelle, dando anche un'ultima sistemata al vestito che lei riteneva un po' troppo corto per i suoi gusti ma la madre aveva tanto insistito quando lo aveva visto indossare dalla figlia in un camerino di prova che alla fine Jane si era arresa. *



    * Il ticchettio dei tacchi, abbastanza moderati che indossava risuonò al contatto con il pavimento del negozio appena la Grifondoro varcò la soglia e vide subito che non era l'unica puntuale ma che anzi il locale era già parecchio animato.*

    Buonasera a tutti!
    Professoressa Mills è sempre un piacere partecipare alle sue feste e lei è meravigliosa come sempre, complimenti!


    *Disse prima guardando gli invitati per poi avvicinarsi e rivolgersi alla padrona del negozio con un dolce sorriso in viso. Si rese conto all'ora che il tavolino con il piccolo rinfresco era stato preparato alla perfezione e ne fu molto sollevata, sperava veramente che tutto sarebbe filato liscio e che le pietanze sarebbero state gradite ma sopratutto la piccola sorpresa che aveva in serbo per quella serata. *

    @Angelina_Largh, @Kristal_Thratchet, @Charlotte_Mills, @Marcus_Largh, @Daenerys_Martin,


  • Charlotte_Mills

    Serpeverde Amministratore Preside Insegnante Moderatore Web Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 11
    Galeoni: 253950
       
       

    *Charlotte consegnò le tessere a chi ne aveva fatto richiesta, salutando poi gli altri arrivati.
    L'evento stava avendo il suco successo e la donna ne era davvero molto felice.*

    Salve professoressa Mills, lei invece é divina. Complimenti anche per la festa.

    Grazie mille signorina... *fece una brevissima pausa per ricordare il cognome di quella ragazza che aveva già visto da qualche parte.* Walker.

    *Poco dopo anche un'altra Grifondor fece il suo ingresso. La professoressa Mills conosceva quella ragazzina del quinto anno, ma si contenne. Da buona padrona di casa avrebbe dedicato ad ognuno una quantità giusta di attenzioni.*

    Cari, sono felice che abbiate deciso di partecipare alla cena di gala. Il tavolo degli aperitivi è a vostra disposizione.
    Tra pochi minuti avrà inizio invece la cena di gala, proprio al piano inferiore della Bottega.


    *Disse la ventott'enne che, solo dopo ulteriori chiacchiere con i presenti si avviò, insieme ad un manipolo di loro al piano inferiore. Li di finestre non ce n'erano, ma le luce delle varie candele creava un'atmosfera davvero piacevole magica. Le vettovaglie dei numerosi tavoli rotondi erano di un bianco candido che sembrava quasi risaltare in quella stanza, mentre le posate e i vari complementi richiamavano il tema di quella sera: l'oro.
    Appena i partecipanti misero piede al piano inferiore si ritrovarono avvolti da alcuni uccellini completamente dorati. Ovviamente non erano veri, ma solo frutto di un incantesimo di trasfigurazione ben riuscito. Quegli uccellini svolazzarono qua e la fino a posarsi sui tavoli e ritornando immobili.
    Un sorriso comparve sul volto di Charlotte: amava quella stramba ma bella idea per i segnaposto che, i partecipanti, potevano poi portare a casa.



    Sui tavoli erano presenti dei menu davvero interessanti in perfetto stile "magico".

    Citazione:

    ANTIPASTI
    Flan di zucca con Billywig caramellato
    Plimpi grigliato e Radigorga







    PRIMI
    Risotto ai Puffagioli
    Fagotto di creps al pomodoro e Horklump







    SECONDI
    Trancio di Ramora al forno
    Arrosto di Nogtail alle mele
    Zucchina ripiena di Tofu e Aneto









    CONTORNI
    Insalata di Artemisia
    Crocchette di Bulbi Balzellanti







    DOLCI
    Crostata di fragole e basilico
    Semifreddo di Belladonna al cioccolato







    Ovviamente i presenti presero posto nei tavoli che più preferivano, vicino ai loro amici e conoscenti.
    Fu felice di vedere, sui loro volti, espressioni di curiosità nell'osservare quei caratteristici segnaposto che, fino a qualche minuto prima, svolazzavano intorno alle loro teste.*


    @Jane_Casterwill, @Dolores_Walker, @Daenerys_Martin, @Kristal_Thratchet, @Angelina_Largh, @Marcus_Largh,


  • Kristal_Thratchet

    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
    MANGIAMORTE

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 9
    Galeoni: 146
       
       

    *Kristal chiacchierò un po' con la sua amica Angelina, salutò anche suo fratello Marcus che purtroppo non conosceva molto bene e poi tornò a volgere la sua attenzione alla professoressa Mills che, l'invitò al tavolo dove si trovava un posto dove appoggiarsi.
    Li disse che per partecipare al Club dei Purosangue doveva solo versare la somma di 25 Galeoni. La Grifondoro prese la borsetta in tinta con il vestito e ne tirò fuori la somma corretta, e solo dopo un piccolo Elfo Domestico si avvicinò a lei e le scattò una foto che passò alla professoressa Mills per creare la tessera.*

    Ecco qua.

    Grazie mille professoressa è molto gentile

    *Solo dopo tornò a chiacchierare con le presenti, in particolare con Dolores una sua compagna di casata che conosceva da tanto tempo.
    Anche Jane si fece viva, e la salutò muovendo nella sua direzione l'esile mano.
    Doveva ammettere che si stava divertendo, anche quando la professoressa MIlls indicò il tavolo degli aperitivi dalla quale prese un paio di salatini accompagnati con una bevanda con delle bollicine. Era buona ma allo stesso tempo strana.
    Insieme poi scese al paiono inferiore dove si rivelò essere tutto sistemato a dovere per l'occasione.*

    Dolores, Jane, che ne dite se ci sediamo allo stesso tavolo?



    @Jane_Casterwill, @Dolores_Walker,


  • Eurus_Holmes

    Serpeverde

    Dormitorio: Serpeverde
    Livello: 7
    Galeoni: 420
        Eurus_Holmes
    Serpeverde
       
       

    *Yasmine aveva saputo da pico di quell'evento. Era tornata in Francia per qualche giorno ma era riuscita a tornare nei pressi di Londra in tempo per l'evento organizzato da Cgarlotte Mills,proprietaria del negozio La bottega dei Rettilofoni e sua docente. Si era vestita con un bellissimo vestito aderente nero e argento e si era diretta al luogo dell' incontro. Entrando vide che la stanza era già piena di persone, infondo aveva cercato di fare del suo meglio ma il treno era comunque arrivato tardi.*

    Buonasera professoressa Mills, davvero un ottima serata! Ho cercato di fare prima possibile.

    *Yaz si guardava attorno stupita, aveva visto un sacco di posti negli ultimi tempi ma quello era uno di quelli che la faceva sentire più a suo agio e le piaceva di più. *

    Ho saputo che qui ci si può iscrivere al club dei Purosangue...mi piacerebbe iscrivermi dopo la serata!

    *La ragazza sorrise alla professoressa e si guardò attorno. Vide parecchie persobe che aveva cobosciuto e altre che non aveva mai visto prima d'ora. Le piaceva quel posto ed era curiosa di sapere come si sarebbe svolta la serata.*

    @Kristal_Thratchet @Charlotte_Mills, @Marcus_Largh, @Daenerys_Martin


  • Marcus_Largh

    Tassorosso Insegnante
    AUROR

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 9
    Galeoni: 1380
        Marcus_Largh
    Tassorosso Insegnante
       
       

    *Marcus salutò chi conosceva chiacchierò con loro.
    Bevve del succo di zucca proveniente dal tavolo degli aperitivi e, solo dopo, insieme alla professoressa Mills e agli altri presenti, si recò al piano inferiore.
    Rimase davvero sorpreso nel vedere come la professoressa aveva trasformato il tutto. Era completamente diverso da come se lo ricordava. Erano presenti alcuni tavoli che richiamavano il tema Gold anche dai bordi dei bicchieri o delle posate.*

    E' davvero molto bello!

    *Disse esterefatto il diciassettenne.
    Rimase anche affascinato da alcuni piccoli uccellini anch'essi dorati che volevano qua e la, per poi posarsi sui tavoli.
    Fu li che Marcus vide il menu della serata. Lo lesse e, ovviamente, il suo appetito aumentò.*

    Buona cena.


    *Affermò sorridente a chi si era seduto al suo stesso tavolo.
    Iniziò così a gustarsi il suo flan di zucca che scoprì essere davvero delizioso e gustoso. Solo quando arrivò ai secondi capì di essere davvero sazio e satollo.
    Ma, quando fu il turno dei dolci un piccolo spazio riuscì a trovarlo... Misteriosamente c'era sempre spazio per un piccolo dolcetto, soprattutto se si trattava di una torta o di qualsiasi cosa al cioccolato.*




    @Jane_Casterwill, @Dolores_Walker, @Daenerys_Martin, @Kristal_Thratchet, @Angelina_Largh, @Charlotte_Mills, @Yasmine_Oropherion,


  • Dolores_Walker

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 3
    Galeoni: 117
       
       

    *Wow, era davvero tutto bellissimo!
    Dolores non era mai entrata in quel negozio, e non sapeva il perché, ma se ne pentì. Vide su alcuni scaffali poco distanti alcuni oggetti davvero interessanti.
    La sua curiosità e stupore aumentarono quando seguì la professoressa al piano di sotto. La donna, e anche gli Elfi, avevano svolto un meraviglioso lavoro.*

    E' davvero molto bello!

    Hai ragione!
    Scusami: piacere Dolores, Grifondoro del terzo anno.


    *Dolores si guardò attornò fino a quando la voce dell'amica Kristal la destò da tali meraviglie.

    Dolores, Jane, che ne dite se ci sediamo allo stesso tavolo?

    ma certo Kris.

    *Disse la ragazzina accettando la proposta della compagna di casata.
    Quando si sdette notò che anche molto altro era in tema con quella serata. Ovviamente, da buon buongustaia, lesse il menu e lo trovò un tantino strano, ma allo stesso tempo accattivamente. Soprattutto i dolci della quale lei aveva un debole.*

    @Marcus_Largh, @Kristal_Thratchet,



Vai a pagina 1, 2  Successivo