Hogwarts - Dintorni
Hogwarts - Dintorni


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Royal_Buckett


  • Royal_Buckett

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 1360
        Royal_Buckett
    Grifondoro
       
       

    [HOGWARTS - SALONE INGRESSO]



    *Pioveva. Ma al giovane grifondoro la cosa non disturbava. In realtà la pioggia non gli piaceva per niente, ma in quel momento non ci pensava.
    Roy cercò di non farsi vedere da troppa gente, nonostante il suo solito sorriso furbetto potesse ingannare abbastanza persone, in quei giorni non era allegro e spavaldo come al solito e un occhio solo un poco più attento poteva benissimo intuire la verità:
    anche Royal Buckett soffriva.

    Non in molti sapevano ciò aveva passato il giovane grifondoro, il suicidio di sua madre non lo aveva colto impreparato, ma il vuoto che lei aveva lasciato nel suo cuore gli era sembrato incolmabile.
    Lui non aveva mai perso il sorriso, si era circondato di amici ed era andato avanti.
    Chi non lo conosceva poteva anche scambiare quel suo modo di fare per totale indifferenza e superficialità.
    Ma dentro soffriva, forse un giorno avrebbe raccontato tutta la sua storia a qualcuno
    Chi lo conosceva, invece, sapeva che non era così e lo considerava forte e coraggioso, capace di portare allegria anche dove di allegria non ce n'era neanche un po.
    Era proprio per quel motivo che non voleva destare troppa attenzione, non voleva farsi vedere vulnerabile, o almeno ci provava.


    Qualche giorno prima aveva dovuto dire addio al suo peloso compagno.
    Xant, il volpotto che lo aveva accompagnato fin dal primo giorno in cui era arrivato a Hogwarts, non c'era più.
    Come ogni mattina, prima delle lezioni, erano andati a fare una corsa; avevano corso fino alla riva del lago poi, come al solito si erano seduti sotto un albero per riprendere fiato.
    Xant si era accoccolato accanto a lui con la testa sulle ginocchia di Roy e non si era più alzato.
    Il ragazzo, da quel momento, andava a sedersi sotto quell'albero ogni giorno, e rimaneva lì per un po; ogni tanto studiava, altre volte restava lì senza fare niente anche per un'ora.
    Solitamente ci andava la mattina, ma quel giorno si era svegliato molto tardi e, senza neanche aver pranzato, si era incamminato verso l'ingresso del castello.


    [IN RIVA AL LAGO]



    *Roy uscì dall'ingresso principale e si avviò verso la riva del lago.
    Nonostane gli sforzi era quasi impossibile non farsi notare: proprio il giorno prima era arrivata una sorpresa da parte del padre che aveva saputo dell'accaduto.
    Non era poi così tanto facile andare in giro furtivamente se insiema a lui c'era una piccola palla di pelo bianco che non faceva altro che strillare*

    uuiiiiiii iiiiiiii iiiiiiii uiiiiiiiiiiii uuuiiiiiiiiiiiiiii

    *Arrivato all'albero il giovane grifondoro sospirò e si guardò intorno.
    Poi si sedette e prese fuori un libro dalla sua tracolla cercando di non bagnarlo troppo.
    Soraya, la minuscola cucciola di crup si rintanò nello zaino per proteggersi dalla pioggia*

    iiiiiu uuu iuuuuuu iiiiiiiiii iiiiii

    *La pioggia proprio non le piaceva*



    Ultima modifica di Royal_Buckett oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Freya_Hansen

    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
    AUROR

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 9
    Galeoni: 2383
        Freya_Hansen
    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    * Era una giornata piovosa e fredda come negli ultimi giorni ad Hogwarts. Per quanto amasse la pioggia, ora ne aveva fin sopra ai capelli. Voleva uscire, vedere un raggio di sole ma niente. Pioggia tutti i giorni. Era in camera con Marina che era impegnata in un lungo discorso e stava mettendo una certa ansia e pressione alla Grifondoro. Alzò gli occhi al cielo e decise di uscire. La salutò, nonostante i suoi tentativi di farla restare, dicendole che si sarebbero viste più tardi. Indossò una felpa calda con cappuccio e uscì in fretta dalla camera. Arrivò all'entrata del castello e lanciò sulla sua felpa un incantesimo impermeabile, almeno non si sarebbe bagnata del tutto. Decise di dirigersi al Lago, sicura di riuscire a starsene un po' tranquilla li. Non pensava di trovare qualcuno con quel tempo, forse era lei l'unica sciocca a gironzolare sotto la pioggia. Arrivata poco distante dal lago, vide un ragazzo appoggiato contro un albero, con un libro in mano che era certa avrebbe inzuppato completamente con la pioggia. Non sapeva chi fosse, non riusciva a riconoscerlo, ma aveva un qualcosa di familiare. Di avvicinò ancora un po' e riconobbe il ragazzo. Il suo stupore fu grande: era Royal, non lo vedeva da una vita! Ed ora era li tutto solo a leggere. Sentiva anche degli strani versi provenire dal suo zaino.....evidentemente il piccolo animale che si nascondeva li odiava la pioggia. Si schiarì la voce e disse:*

    Roy sei proprio tu? Non ti vedo da tantissimo tempo....che fine avevi fatto?

    * Chiese d'impulso chiandosi di fronte a lui. Probabilmente non erano affarsi suoi ma vedeva nel volto del ragazzo un'espressione triste, preoccupata. Ma forse era solo una sua impressione.*

    @Royal_Buckett,


  • Royal_Buckett

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 1360
        Royal_Buckett
    Grifondoro
       
       

    Roy sei proprio tu? Non ti vedo da tantissimo tempo....che fine avevi fatto?

    *Il giovane grifondoro sobbalzò, non si era accorto che si stava avvicinando qualcuno, cercò di alzarsi, ma lo fece esattamente mentre la ragazza, che aveva riconosciuto dalla voce, si stava chinando verso di lui e ci mancò poco che le loro teste si urtassero.
    Roy, per evitare di dare una testata a Gianna barcollò e quasi cadde per terra.
    Riuscì a mantenere l'equilibrio solo grazie all'albero dietro di lui.
    Posò lo sguardo verso la ragazza che gli aveva fatto prendere un colpo, appoggiò un piede contro l'albero e, con uno sguardo da "era tutto calcolato/non mi sono spaventato", fece un veloce saluto militare*

    Gianna! Che piacere vederti, è passato quasi un secolo dall'ultima volta che ci siamo visti..
    sto studiando un sacco per i G.U.F.O e raramente mi concedo delle pause..
    per diventare Auror dovrò impegnarmi molto

    *Roy cercò di assumere un'espressione severa e autoritaria meglio che poteva e si rivolse alla grifondoro*

    Mi ci vedi come Auror? Nella mia famiglia sono sempre stati tutti Auror, e toccherà anche a me diventarlo

    *Poi il ragazzo assunse un aria un poco più triste e si scostò un minimo dall'albero.
    Per lui quell'albero ormai significava molto, era il luogo dell'ultimo riposo della sua volpe Xant.
    Roy, indicando il tronco, fece notare a Gianna un incisione nel legno che lui stesso aveva fatto con un coltello:
    "XANT"*

    Questo è l'ultimo posto dove sono stato con Xant prima che lui... prima che lui...

    *Il giovane grifondoro scosse la testa prima che delle lacrime potessero fare capolino dai suoi occhi glaciali, poi sorrise tristemente alla ragazza*

    Immagino che tu abbia capito...
    wow, per poco non mi mettevo a piangere come una ragazzina..
    credo di aver pianto solo una volta nella vita e per fortuna c'era Emily che mi ha aiutato a superare quel momento

    *Scosse energicamente la testa di nuovo come per far uscire i pensieri tristi e sfoggiò uno dei suoi soliti sorrisi da "guarda come è bella la vita"*

    Piuttosto, raccontami un po di te..
    sono curioso, cosa hai fatto di bello in questo periodo?
    Hai notizie di Emily? Sta bene? Una delle ultime volte che l'ho vista anche lei non stava passando un bel momento, anche se non me ne ha voluto parlare..

    *Roy si guardò intorno e si accorse che il libro che prima stava leggendo era per terra totalmente zuppo, lo raccolse e si avvicinò di più a Gianna notando che la sua felpa era asciutta*

    Conosci qualche incantesimo per asciugare questo libro?
    Come mai la tua felpa è asciutta? Hai fatto un incantesimo presumo.. lo potresti fare anche a me e al mio zaino?
    Dentro c'è una piccola crup, non vorrei che si ammalasse per la pioggia.. si chiama Soraya

    @Gianna_Fields


  • Elisabeth_Boleyn

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 616
       
       

    *Elisabeth stava guardando la pioggia che si riversava sul castello di Hogwarts, indecisa se uscire subito o attendere che diminuisse.
    La giovane Corva era diretta nuovamente al Lago, non per sedersi a riflettere, ma per cercare il braccialetto che era sicura do aver perso li, il venerdì precedente.
    Sicuramente, durante la discussione con il Serpeverde le si era sganciato ed era caduto, almeno aveva un idea di dove cercarlo.
    Preso il mantello e la bacchetta, lanciò un incantesimo per far rimanere asciutti i vestiti e si incamminò sotto l'acqua.*

    [IN RIVA AL LAGO]


    *Elisabeth faceva fatica a vedere con tutta quella pioggia e nonostante i suoi vestiti fossero asciutti il freddo di quella giornata di Febbraio penetrava tutti gli abiti che aveva addosso.*

    Devo fare presto, o mi prenderò una maledetta influenza!

    *Arrivata nei dintorni del lago, all'incirca dove si trovava anche la notte di venerdì, vide due ragazzi intenti a chiacchierare. La giovane provò a cercare il braccialetto nel terreno bagnato, ma nessuna traccia dell'oggetto.
    Si avvicinò ai dud ragazzi, con l'intenzione di dare una controllata veloce al terreno circostante quando si rese conto che la ragazza era Gianna.*

    Oh! Ciao Gianna, non so se ti ricordi.. Sono Elisabeth, portiere di Corvonero, ci siamo scontrate qualche settimana fa..

    *La giovane Corvonero si girò verso il ragazzo, non le sembrava un volto conosciuto, quindi si presentò per buona educazione.*

    Ciao! Io sono Elisabeth Boleyn, piacere..
    Scusate l'interruzione, stavo solo cercando una cosa che deve essermi caduta qui...


    *Elisabeth sorrise, un po' imbarazzata all'idea di aver interrotto, magari, qualche discorso privato.*


    @Royal_Buckett, @Gianna_Fields,


  • Freya_Hansen

    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
    AUROR

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 9
    Galeoni: 2383
        Freya_Hansen
    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    * Nel tentativo di alzarsi, Roy per poco non diede una testata alla Grifondoro che si stava chiando di fronte a lui. Barcollò un attimo, tanto che Gianna fu tentata di allungare una mano per evitare che cadesse ma, grazie all'albero al quale era appoggiato riuscì a rimanere in piedi. Poi assunse un' aria come a voler dire "ero in perfetto equilibrio" disse:*

    Gianna! Che piacere vederti, è passato quasi un secolo dall'ultima volta che ci siamo visti..
    sto studiando un sacco per i G.U.F.O e raramente mi concedo delle pause..
    per diventare Auror dovrò impegnarmi molto

    * Gianna annuì sorridendo, ricordava bene il periodo durante il quale anche lei studuava per i G.U.F.O. e aveva quasi del tutto perso il contatto con il mondo esterno e con i suoi amici. Ma nonostante questo era davero felice di rivederlo, era uno dei pochi maschietti Grifnodoro con il quale avesse avuto una conversazione. Gli altri erano tutti supermontati ma lui no, era diverso. Le chiese anche se lo vedeva bene come Auror e che nella sua famiglia lo erano tutti. Gianna incrociò le braccia squandrandolo da capo a piede, mentre lui assumeva una posa autoritaria. Sorrise e rispose:*

    Se ti vedo come Auror? Si certo che si, puoi diventare tutto ciò che vuoi, ne hai le possibilità. Sai anche io voglio diventare Auror, spero che ci ritroveremo anche a lavorare insieme appena finita la scuola, sarebbe bello conoscere almeno una persona no?

    * Concluse facendogli un occhiolino. Ma ad un tratto Roy diventò serio e triste. Indicò alla ragazza un'incisione nell'albero "XANT", il nome le era familiare, aveva visto quel cucciolo ai Tre manici di scopa e anche nella sala comune e ricordava quanto fosse stato affettuoso con la Grifondoro.*

    Questo è l'ultimo posto dove sono stato con Xant prima che lui... prima che lui...
    Immagino che tu abbia capito...
    wow, per poco non mi mettevo a piangere come una ragazzina..
    credo di aver pianto solo una volta nella vita e per fortuna c'era Emily che mi ha aiutato a superare quel momento

    * Gianna sgranò gli occhi osservando il giovane ragazzo fare di tutto per non lasciar scendere nessuna lacrima dai suoi occhi. Era sconvolta per quella notizia, non ne aveva la minima idea e la cosa le mise una profonda tristezza. Guardò Roy e disse:*

    Roy, mi dispiace tantissimo.

    * E così dicendo fece qualche passo in avanti e lo abbracciò. Poi si scostò aggiungendo:*

    Non vergognarti dei tuoi sentimenti e non vergognarti di farti veder piangere. E' normale che ti senta cosi, era il tuo animaletto.....sono qui se e quando avrai bisogno Roy.

    * Poi si ricompose sfoggiando un sorriso e disse:*

    Piuttosto, raccontami un po di te..
    sono curioso, cosa hai fatto di bello in questo periodo?
    Hai notizie di Emily? Sta bene? Una delle ultime volte che l'ho vista anche lei non stava passando un bel momento, anche se non me ne ha voluto parlare..

    * Gianna fece spallucce, non aveva avuto un periodo interessante tanto da essere raccontato. Ma su Emily almeno aveva notizie:*

    Mah Roy, la mia vita è stata piuttosto noiosa e piatta in questo periodo, mi divido tra studio e aellenamenti.....quando posso vado a trovare Emily al pub altre volte vado nella casa che ho ad Hogsmeade. Ah si ho una casa tutta mia, o quasi, ora....
    Emily si ora sta bene o almeno meglio rispetto all'ultima volta che l'hai vista. Non te ne ha voluto parlare perchè è un argomento piuttosto delicato, tanto che si è confidata solo con me. Sarà sicuramente felicissima di sapere che sei di nuovo in giro con noi...Potremmo andarla a trovare uno di questi giorni che ne pensi?


    * Chiese con un largo sorriso. Quando pensava a Emily era per lei inevitabile sorridere. Lo vide poi raccogliere da terra quel libro che stava leggendo e che, come aveva immaginato la Grifondoro, era zuppo. Si avvicinò a Gianna dicendo:*

    Conosci qualche incantesimo per asciugare questo libro?
    Come mai la tua felpa è asciutta? Hai fatto un incantesimo presumo.. lo potresti fare anche a me e al mio zaino?
    Dentro c'è una piccola crup, non vorrei che si ammalasse per la pioggia.. si chiama Soraya

    * Gianna ci pensò su. Ricordava di aver sentito parlare di un incantesimo che permetteva di far fuoriuscire dalla bacchetta un getto di aria calda cosi provo a farlo, e funzionò. Quell'aria calda avrebbe permesso di rendere asciutto il libro di Roy. Poi si rivolse al Grifondoro dicendo:*

    Ecco fatto, non mi chiedere come perchè ci sono riuscita per puro caso. Per quanto riguarda i miei vestiti asciutti si, ho utlilzzato un incantesimo molto utile in queste situazioni. Te lo lanciò subito, poi mi farai conoscre la piccola Soraya!

    * Disse sorridendo per poi puntare la bacchetta prima su di lui, poi sulla sua borsa diceno:*

    Impervius! Ecco fatto, così dovrebbe andar meglio.

    * Concluse ripondeno la bacchetta nella cinta dei suoi leggins. Qualche secondo dopo sentì una voce femminile alle loro spalle e quella ragazza doveva conoscerla:*

    Oh! Ciao Gianna, non so se ti ricordi.. Sono Elisabeth, portiere di Corvonero, ci siamo scontrate qualche settimana fa..

    * Giannala guardo in viso e si, ricordava di averla vista durante la partita che si era svolta tempo prima:*

    Ciao Elisabeth, si certo che mi ricordo di te.....a proposito bella partita, complimenti!

    * Disse con un sorriso. Erano stati degli ossi duri quei Corvi! Ricordava benissimo quella partita, compreso il tempaccio che la faceva ancora rabbrividire! Poi si presentò anche a Roy e si scusò per l'interruzione dicendo che cercava qualcosa. Gianna allora disse:*

    Tranquilla , nessun problema. Anzi se mi dici cosa hai perso magari ti aiuto a cercarlo oppure utilizziamo un incantesimo di appello e vediamo se punta fuori.

    * Si offrì in modo cortese.*

    @Royal_Buckett, @Elisabeth_Boleyn,


  • Elisabeth_Boleyn

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 616
       
       

    *Gianna dovette guardarla un attimo in viso per riconoscerla, effettivamente le due ragazze non si erano mai presentate ufficialmente.*

    Ciao Elisabeth, si certo che mi ricordo di te...a proposito bella partita, complimenti!

    Oh, grazie! Entrambe le squadre sono state brave, con quel tempaccio mi aspettavo che qualcuno cadesse dalla scopa completamente congelato!

    *La ragazza sorrise in direzione della giovane Grifondoro, ricordava che in quella partita avevano dovuto sostituire il portiere a causa di un bolide.
    Gianna fu tanto gentile da non farla sentire di troppo e, in aggiunta, si offrì di darle una mano a cercare qualsiasi cosa avesse perso.*

    Come sta il vostro portiere? Si é ripreso, si?
    Comunque sto cercando un braccialetto, é piuttosto insignificante dal punto di vista economico...ma ha un grande valore affettivo. Devo averlo perso venerdì not...ehm...pomeriggio...


    *Elisabeth divenne rossa in viso, rendendosi conto di ciò che stava per dire. Non conosceva Gianna e per quanto ne sapeva avrebbe potuto riferirlo a qualche responsabile mettendo così nei guai la Casa di Corvonero oltre che Elisabeth stessa.*


    @Gianna_Fields, @Royal_Buckett,




    Ultima modifica di Elisabeth_Boleyn oltre 1 anno fa, modificato 1 volta in totale


  • Royal_Buckett

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 1360
        Royal_Buckett
    Grifondoro
       
       

    * La ragazza gli sorrise, sicuramente anche lei sapeva cosa significava studiare per i G.U.F.O. Poi incrociò le braccia e lo osservò attentamente*

    Se ti vedo come Auror? Si certo che si, puoi diventare tutto ciò che vuoi, ne hai le possibilità. Sai anche io voglio diventare Auror, spero che ci ritroveremo anche a lavorare insieme appena finita la scuola, sarebbe bello conoscere almeno una persona no?

    * Roy si sentì confortato da quelle parole, era bello sentirsi dire quel genere di cose.
    Non sapeva che anche Gianna volesse diventare Auror.
    Sarebbe stato davvero bello poter lavorare insieme un giorno.
    Le sorrise e le disse*

    Mi farebbe molto piacere poter lavorare al tuo fianco

    *Poi il giovane le raccontò di Xant e Gianna si rabbuiò, sembrava davvero triste per la notizia, gli disse che le dispiaceva molto per la sua perdita e lo abbracciò.
    Roy non se lo aspettava, diventò rosso e il cuore iniziò a battegli forte.
    Per fortuna ebbe la prontezza di ricambiare l'abbraccio senza restare lì fermo come un broccolo lesso.

    *Poi Gianna si sciolse dall'abbraccio e gli disse*

    Non vergognarti dei tuoi sentimenti e non vergognarti di farti veder piangere. E' normale che ti senta cosi, era il tuo animaletto.....sono qui se e quando avrai bisogno Roy.

    *Roy ebbe l'impulso di abbracciare di nuovo la ragazza ma si trattenne, parlare con lei lo fece stare meglio.
    Poi Gianna gli raccontò quello che aveva fatto nell'ultimo periodo, nulla di che a quanto diceva lei e che era andata a vivere in una casa sua.
    Gli disse che Emily stava meglio e Roy fu molto lieto nell'apprenderlo.
    Poi, sorridendo, chiese al ragazzo se un giorno voleva andare con lei a trovarla e Roy ne fu felice*

    Mi farebbe davvero piacere andare a trovare Emily! Possiamo organizzarci, mandami un gufo per sapere quando e io ci sarò.. lo prometto

    *Fece l'occhiolino a Gianna e le chiese se poteva fare qualche incantesimo per asciugare il suo libro e per impermeabilizzare i suoi vestiti e la sua borsa.
    Fortunatamente la ragazza li conosceva e riuscì a lanciarli tutti.*

    Grazie mille, sei la migliore!
    *Poi Roy raccolse la borsa da cui proveniva un zonzio, Soraya si era addormentata e stava russando leggermente.
    Il ragazzo la prese fuori delicatamente senza svegliarla e si assicurò che non si bagnasse.
    La minuscola crup bianca aveva solo tre mesi ed era più piccola rispetto ai cuccioli della sua età, la mostrò a Gianna*

    Lei è Soraya, mio padre me l'ha regalata un paio di giorni fa

    *Poco dopo arrivò arrivò una ragazza che Roy non conosceva, ma pareva che lei conoscesse Gianna*

    Oh! Ciao Gianna, non so se ti ricordi.. Sono Elisabeth, portiere di Corvonero, ci siamo scontrate qualche settimana fa..

    *Poi si rivolse a Roy*

    Ciao! Io sono Elisabeth Boleyn, piacere..
    Scusate l'interruzione, stavo solo cercando una cosa che deve essermi caduta qui...


    *Il giovane le fece un piccolo inchino e, sfoggiando uno dei suoi migliori sorrisi spavaldi le rispose*

    Molto piacere, io sono Royal Buckett.. ma chiamami pure Roy
    Nessun problema, non ti preoccupare

    *Gianna la riconobbe e iniziarono a chiacchierare*

    Ciao Elisabeth, si certo che mi ricordo di te.....a proposito bella partita, complimenti! Tranquilla , nessun problema. Anzi se mi dici cosa hai perso magari ti aiuto a cercarlo oppure utilizziamo un incantesimo di appello e vediamo se punta fuori.

    Oh, grazie! Entrambe le squadre sono state brave, con quel tempaccio mi aspettavo che qualcuno cadesse dalla scopa completamente congelato!

    *Poi la ragazza aggiunse che stava cercando un braccialetto che aveva perso lì da quelle parti qualche giorno prima.*

    Ti diamo una mano a cercarlo volentieri


    @Elisabeth_Boleyn, @Gianna Fields


  • Freya_Hansen

    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
    AUROR

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 9
    Galeoni: 2383
        Freya_Hansen
    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    Mi farebbe molto piacere poter lavorare al tuo fianco

    * Disse il ragazzo sorridendo a Gianna. Poi di fornte al suo abbraccio, lo vide arrossire e sentì contro il suo petto il cuore di Roy battere forte, forse l'aveva messo in imbarazzo o forse era stata troppo avventata. Ma lui un secondo dopo ricambiò l'abbraccio. Poi, quando gli chiese di andare a trovare Emily un giorno, rispose felice:*

    Mi farebbe davvero piacere andare a trovare Emily! Possiamo organizzarci, mandami un gufo per sapere quando e io ci sarò.. lo prometto

    Benissimo allora è deciso! Appena riesco ti mando la mia Shiva e andiamo, tanto i turni di Emily li ricordo a memoria.

    * Rispose facendogli un occhiolino. Roy poi la ringraziò per averlo aiutato con quegli incantesimi ed estrasse dala sua borsa la piccola Soraya e le disse che gliel'aveva regalata il padre. Gianna allungò la mano accarezzandola dolcemente per evitare di svegliarla, poi disse:*

    Oh grazie Roy, non sono mica la migliore....erano incantesimi facili. Wow è adorabile, tuo padre ha scelto davvero bene.

    * Rispose sorridendo al ragazzo e dando un'ultima carezza alla piccola. All'arrivo di Elisabeth anche Roy si presentò facendo una specie di inchino e sorridendo disse anche lui che non disturbava affatto. Intanto Elisabeth le chiese come stesse la sua copagna di squadra che, nell'ultima partita, era stata copita da un bolide che l'aveva costretta al ritiro. Era stata dura perchè non avevano riserve e Marina era stata costretta a prendere il suo posto come portiere. Spiegò anche che cercava un braccialetto che per lei aveva un forte valore sentimentale e si lascio sfuggire qualcosa che pensava forse potesse comprometterla o metterla nei guai. Gianna d'istinto portò la mano sul polso destro toccando il suo braccialetto con il mezzo cuore che aveva lei e Emily. Poi disse:*

    Helen sta bene grazie a Dio. Non era nulla di grave. E tranquilla, non sono una spia puoi parlare liberamente. Per il bracciale ti capiso bene, non oso immaginare il mio sconforto se perdessi il mio braccialetto. Prova con l'incantesimo Accio, magari funziona.

    * Disse mentre anche Roy si offriva di aiutarla.*

    @Royal_Buckett, @Elisabeth_Boleyn,


  • Elisabeth_Boleyn

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 616
       
       

    *Il giovane accanto a Gianna si presentò a sua volta, rivolgendole un inchino e tirando fuori un bel sorriso.*

    Molto piacere, io sono Royal Buckett... ma chiamami pure Roy
    Nessun problema, non ti preoccupare

    Oh, quanta galanteria Roy! Penso di non aver mai incontrato un ragazzo che facesse ancora l'inchino!

    *Elisabeth rise, guardando il ragazzo; non le pareva di averlo mai visto in giro per il castello, ma probabilmente avevano solo preso strade diverse per tutti quegli anni. Poi Gianna si rivolse nuovamente a lei.*

    Helen sta bene grazie a Dio. Non era nulla di grave. E tranquilla, non sono una spia puoi parlare liberamente. Per il bracciale ti capiso bene, non oso immaginare il mio sconforto se perdessi il mio braccialetto. Prova con l'incantesimo Accio, magari funziona.

    *Anche Royal si offrì di aiutarla ed Elisabeth fu davvero grata ai due ragazzi per la comprensione dimostrata; il bracciale era un regalo del padre di Elisabeth, un piccolo pensiero che l'uomo aveva acquistato per la nascita della sua unica figlia e che le aveva consegnato il giorno prima di partire per Hogwarts, ormai sette anni prima.*

    Bene, sono contenta per Helen! Per quanto riguarda la spia... non intendevo farti alcun tipo di accusa, semplicemente, di solito noi Corvonero siamo quelli con la testa sulle spalle! Se si venisse a sapere che vado a spasso per il castello durante la notte, potrei davvero mettere nei guai le mie compagne.
    Dici che possa funzionare quell'incantesimo? Proviamo allora! Accio braccialetto!


    *La ragazza prese la bacchetta e, dopo aver lanciato l'incantesimo, attese che accadesse qualcosa. Sperava davvero che bastasse un incantesimo di appello per farle ritrovare quel piccolo filo d'argento ma a quanto pare aveva sbagliato qualcosa.*

    Ehm, avreste voglia di provare voi? Io credo di aver sbagliato qualcosa...



    @Royal_Buckett, @Gianna_Fields,


  • Royal_Buckett

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 1360
        Royal_Buckett
    Grifondoro
       
       

    Oh, quanta galanteria Roy! Penso di non aver mai incontrato un ragazzo che facesse ancora l'inchino!

    *Elisabeth iniziò a ridere e, subito dopo lo fece anche lui.

    è abitudine, ho preso da mio padre che lo fa ogni volta che incontra qualcuno.

    *Poi le due ragazze iniziarono a parlare di una partita di quidditch dve si era fatta male una certa Helen che per fortuna ora stava bene.
    Gianna disse a Elisabeth di provare con un incantesimo di appello che però non funzionò*


    Prova a tenere la bacchetta in questo modo

    *Roy mostrò la posizione in cui lui teneva la bacchetta ogni volta che faceva quell'incantesimo e poi disse*

    Accio libro!

    *il suo libro volò verso il ragazzo e lui lo prese al volo*

    per fortuna è andato bene sennò chissà che figuraccia


    *Pensò Roy sorridendo, quindi si rivolse alla ragazza con aria trionfante e le disse*

    magari puoi provare a lanciarlo più volte in più direzioni.. tentar non nuoce

    @Elisabeth_Boleyn, , @Gianna_Fields,


  • Freya_Hansen

    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
    AUROR

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 9
    Galeoni: 2383
        Freya_Hansen
    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    Bene, sono contenta per Helen! Per quanto riguarda la spia... non intendevo farti alcun tipo di accusa, semplicemente, di solito noi Corvonero siamo quelli con la testa sulle spalle! Se si venisse a sapere che vado a spasso per il castello durante la notte, potrei davvero mettere nei guai le mie compagne.
    Dici che possa funzionare quell'incantesimo? Proviamo allora! Accio braccialetto!


    * Gianna sorrise alzando le mani per tranqullizzarla e per farle capire che non la stava accusando di nulla. Ognuno era libero di fare quello che voleva....lei, visto i suoi precedenti, non poteva proprio permettersi di giudicare o rimproverare qualuno. Non era nella posizione adatta. Vide che l'incantesimo non riuscì, nessun bracciale atterrò sulle mani della ragazza. Chiese loro di provare, magari avevano più fortuna. Roy le fece vedere come mantenere correttamente la bacchetta e riusci, con quell'incantesimo, a far arrivare nelle sue mani il libro. Gianna sorrise applaudendo:*

    Wow, bravissimo Roy! Elisabeth provo io, magari ho piu fortuna. Accio braccialetto!

    * Qualcosa si mosse da un ciuffo d'erba e un braccialetto le finì dritto tra le mani. Gianna si voltò sperando che fosse il suo.*

    E' per caso questo? Non so come sia fatto.

    * Chiese speranzosa.*

    @Royal_Buckett, @Elisabeth_Boleyn,


  • Elisabeth_Boleyn

    Corvonero

    Dormitorio: Corvonero
    Livello: 7
    Galeoni: 616
       
       

    *Roy si offrì di farle vedere la posizione corretta della bacchetta, in modo che l'incantesimo funzionasse. Il ragazzo le diede anche una dimostrazione pratica, richiamando a se' il suo libro.*

    magari puoi provare a lanciarlo più volte in più direzioni.. tentar non nuoce

    *Il ragazzo le sorrise con aria trionfante, contento della buona riuscita del suo incantesimo ed Elisabeth non potè che sorridere di rimando, contagiata dalla sua allegria.*

    Bravo! Io sono una frana, come avete potuto notare...

    *Gianna a quel punto prese in mano la situazione, offrendosi di riprovare.*

    Wow, bravissimo Roy! Elisabeth provo io, magari ho piu fortuna. Accio braccialetto!

    *Da una parte del terreno volò un piccolo oggetto, finendo dritto nelle mani della Grifondoro che lo mostrò subito ad Elisabeth.*



    E' per caso questo? Non so come sia fatto

    *Elisabeth sgranò gli occhi, sorpresa che la giovane ragazza accanto a lei fosse riuscita nell'intento e, con mani tremanti, recuperò il bracciale da quelle di Gianna. In un moto di felicità abbracciò la ragazza, ringraziandola infinite volte.*

    Oddio, Gianna! Grazie mille, non sai cosa voglia dire per me! Grazie, grazie!

    *Elisabeth si tirò leggermente indietro, rossa in viso per quella dimostrazione d'affetto con una ragazza che conosceva appena e sperò di non averla messa in imbarazzo.*

    @Gianna_Fields, @Royal_Buckett,


  • Freya_Hansen

    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
    AUROR

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 9
    Galeoni: 2383
        Freya_Hansen
    Grifondoro Sindaco di Hogsmeade Membro del Consiglio di Hogsmeade
       
       

    * Dal modo in cui la ragazza sgranò gli occhi, Gianna capì che aveva fatto centro! Era quello il suo braccialetto al quale tanto teneva. Elisabeth lo prese con mani tremante e, invasa da un'immensa felicità, si lanciò sulla ragazza in un abbraccio carico di gratitudine mentre disse:*

    Oddio, Gianna! Grazie mille, non sai cosa voglia dire per me! Grazie, grazie!

    * Gianna ricambiò l'abbraccio sorridendo nel vedere che era stata utile alla Corvetta. Poi la ragazza sciolse l'abbraccio e Gianna non potè non notare uno strano rossore suo visto. Forse quel gesto così impulsivo e spontaneo l'aveva messa in imbarazzo oppure pensava di aver messo in imbarazzo lei. Non sapeva quale delle due ipotesi fosse la verità, così decise di chiederlo a lei. Aveva un difetto, se cosi si poteva definire, cioè non aveva peli sulla lingua, preferiva essere schietta con le persone che aveva davanti senza troppi giri di parole.*

    Cosa c'è? Ti vedo un pochino a disagio! Se è per questo abbraccio non devi preoccuparti, non mi hai messa in imbarazzo se è quello che pensi.

    * Disse sorridendole. Non aveva motivo di essere in imbarazzo, quella era una sensazione che provava poche volte e non di certo per via di un abbraccio. Poi guardò il cielo, aveva smesso di piovere finalmente! Un raggio di sole faceva capolino da dietro le nuvole regalando la fantastica visione di un arcobaleno che s'impennava sul lago nero. Gianna si avvicinò alla riva stiracchiandosi un pochino, poi disse ai due:*

    Finalmente un po' di sole! Guardate che bell'arcobaleno ce li! Direi di approfittare del fatto che non piove più per tornare al castello che ne dite?

    * Chiese voltandosi vero i due.*

    @Elisabeth_Boleyn, @Royal_Buckett,


  • Royal_Buckett

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 1360
        Royal_Buckett
    Grifondoro
       
       

    *Sia Gianna che Elisabeth fecero i complimenti al ragazzo per essere riuscito nell'incantesimo di dimostrazione e lui ne fu molto lieto. Fece un grande inchino e disse*

    Grazie, per altre dimostrazioni sono 5 falci

    *Dopo di che si mise a ridere.
    Poi Gianna lanciò l'incantesimo per attirare a sè il braccialetto e ci riuscì*

    E' per caso questo? Non so come sia fatto

    *Il braccialetto ra proprio quello.
    Roy capì quanto Elisabeth tenesse a quel braccialetto perchè all'improvviso abbracciò Gianna ringraziandola di cuore*

    Oddio, Gianna! Grazie mille, non sai cosa voglia dire per me! Grazie, grazie!

    *Poi Elisabeth divenne rossa, forse si sentiva in imbarazzo per quel moto di affetto nei confronti della ragazza, ma la lei le assicurò che non c'era alcun problema.
    Poco dopo Gianna, fece notare agli altri due che finalmente non pioveva più*

    Finalmente un po' di sole! Guardate che bell'arcobaleno ce li! Direi di approfittare del fatto che non piove più per tornare al castello che ne dite?

    *Anche il giovane grifondoro osservò l'arcobaleno e... wow, era davvero magnifico.
    Roy raccolse la tracolla e poi, con molta nonchalance, prese sottobraccio le due ragazze e disse con tono fin troppo formale*

    Mie care signore, permettetemi di riaccompagnarvi al castello

    @Elisabeth_Boleyn, @Gianna_Fields



Vai a pagina 1, 2  Successivo