Hogwarts - Piano Terra
Hogwarts - Piano Terra


  • Stefano_Draems

    Fondatore Amministratore Ministro Ad Honorem Certificato

    Dormitorio: VIP
    Livello: 16
    Galeoni: 584328
       
       



    Role Aperta da Royal_Buckett


  • Royal_Buckett

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 1360
        Royal_Buckett
    Grifondoro
       
       

    [BIBLIOTECA]




    *Quando Roy alzò la testa dal libro di Difesa contro le arti oscure su cui stava studiando ormai da ore si accorse che ormai la biblioteca era vuota.
    Guardò fuori dalla finestra e notò, con piacere, che non pioveva.
    Mise a posto tutto quanto e poi chiese alla bibliotecaria che ore fossero.
    Lei gli rispose gentilmente e il grifondoro si rese conto che, come al solito, era in ritardo per la cena.*

    Chissà se qualcuno è mai morto di fame per colpa dei G.U.F.O, se continuo così sicuramente succederà me

    *Pensò Roy ridacchiando mentre il suo stomaco iniziava a protestare.
    Uscì in fretta dalla biblioteca e andò velocemente nella sala grande mentre la fame cresceva sempre di più.*

    speriamo che sia rimasto qualcosa da mangiare e qualcuno con cui chiacchierare



    [SALA GRANDE]



    *Il giovane grifondoro, che ormai non ci vedeva più dalla fame, si sedette nel primo posto che trovò, senza badare quale tavolo fosse e iniziò a riempirsi il piatto con tutto quello che trovava.
    Quelli accanto a lui sicuramente avrebbero pensato che non mangiasse da giorni.
    Cominciò a mangiare così voracemente che per poco non si soffoccò con un boccone di carne.
    Tossendo e lacrimando si guardò intorno sperando che in pochi avessero assistito a quella imbarazzante scena.
    Poi prese un fazzoletto e ci mise sopra della carne; fece un pacchetto e lo mise nella borsa.
    Sarebbe stata la cena della sua crup Soraya*

    il tuo padrone ti pensa sempre

  • Opal_Saphirblue

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 4
    Galeoni: 143
       
       

    [SALA COMUNE DI TASSOROSSO]

    Adesso basta, devi stare fermo!

    *Il carboncino sfrecciava ad una velocità incredibile sulla pergamena, ma era continuamente interrotto da piccole sfumature che dovevano essere applicate a causa del modello alquanto... Movimentato. Opal stava cercando di ritrarre il suo micio, seduto impettito su uno sgabello della Sala Comune dalle pareti colore del sole. Ma la bestiola nera come la notte non ne voleva sapere di stare...*

    Fermo! Per un minuto, ce la fai? Fammi solo finire di tracciare le ombre, poi ti lascio libero, promesso.

    *Di rimando, il gatto si stiracchiò per bene e atterrò sul pavimento con un elegante colpo di coda. La ragazzina appoggiò pesantemente la testa sulla mano, sconsolata: molte volte sembrava fosse Nox a essere il suo padrone, non viceversa. Come al solito, avrebbe vinto lui. E quel giorno non andò diversamente: la giovane strega ripose nell'astuccio il carboncino e spostò il cavalletto in un angolo della sua stanza. Diede un'occhiata alla sveglia della vicina di letto (figuriamoci se una ritardataria cronica come lei possedeva una sottospecie di orologio!): era giusto ora di cena e, dopo studio, allenamento di Quidditch e lotta per ritrarre il gatto, le era decisamente venuta fame. Si raccolse i lunghi capelli turchini in una treccia morbida e si avviò verso la Sala Grande, seguita a ruota dal furbone peloso.*

    [SALA GRANDE]

    *Giunta nella Sala, un calore familiare e un delizioso profumo di cibo fece subito dimenticare a Opal tutte le fatiche della giornata. Agguantò un piatto e lo riempì con cosce di pollo arrosto e frittelle di patate, lasciando un piccolo spazio per alcune polpette destinate alle fauci feline di Nox. La Tassetta prese posto accanto ad un ragazzo che pareva non mangiasse da giorni. Si lanciava il cibo in bocca e quasi si strozzava ingurgitando il boccone successivo. Opal non poté fare a meno di notare, con la coda dell'occhio, che addirittura avvolgeva della carne in un fazzoletto e la riponeva nella borsa.*

    È per lo spuntino di mezzanotte?

    *Chiese la ragazzina scherzosamente, accennando al pacchetto di cibo. Non voleva offendere il mago, era solo una innocente battuta. Inoltre, mangiare da soli in silenzio le metteva una tristezza tale da farle passare l'appetito. Gli sorrise.*

    Tranquillo, anche io ho veramente una gran fame, non sentirti affatto giudicato da me... Comunque mi chiamo Opal!

    @Royal_Buckett

  • Royal_Buckett

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 1360
        Royal_Buckett
    Grifondoro
       
       

    È per lo spuntino di mezzanotte?

    *Roy si fermò all'mprovviso, chinato sul suo piatto voltò lo sguardo verso la ragazza che gli aveva parlato che poi aggiunse*

    Tranquillo, anche io ho veramente una gran fame, non sentirti affatto giudicato da me... Comunque mi chiamo Opal!

    *Il giovane grifondoro si rilassò e pochi istanti iniziò a ridere. In effetti il suo gesto poteva essere frainteso.
    Si immaginò un ragazzo che riempiva le tasche di cibo con una mano e mangiava con l'altra, sì, quasi sicuramente lui era apparso così in quel momento.
    Ormai non riusciva più a smettere di ridere.
    Tra una risata e l'altra disse*

    Oddio, scusa.. il pacchetto era per la mia crup.. comunque mi chiamo Roy, piacere!
    E' da un po che studio per i G.U.F.O, è raro che io riesca a mangiare per bene

    *Il ragazzo poi si mise più composto e osservò meglio Opal. Era giovane, probabilmente era al primo anno*

    Non ci siamo mai incontrati, sei al primo anno, vero?




    Opal_Saphirblue

  • Opal_Saphirblue

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 4
    Galeoni: 143
       
       

    *Un po' titubante di aver offeso il ragazzo con la sua battuta, Opal rimase a fissarlo aspettando una reazione. Dapprima in silenzio, il mago posò quindi la forchetta e aprì gradualmente la bocca in una sincera risata, passando da un sorriso appena accennato a un fragoroso sghignazzare. Era contagioso: la ragazzina non resistette e scoppiò anche lei in un'allegra risata argentea, che risuonò in tutta la Sala Grande. Qualcuno si voltò verso di loro per capire da dove provenissero acuti di tal genere. Ma ormai era troppo tardi: entrambi non la smettevano più di ridere.*

    Oddio, scusa... Il pacchetto era per la mia crup... Comunque mi chiamo Roy, piacere! È da un po' che studio per i G. U. F. O., è raro che io riesca a mangiare per bene

    *Il ragazzo si ricompose, ritrovando quella poca dose di contegno rimasta. Opal sentì il suo sguardo posarsi su di lei.*

    Non ci siamo mai incontrati, sei al primo anno, vero?

    *Si vedeva così tanto il fatto che fosse piccola? Opal si guardò nel riflesso del calice di succo di mirtillo davanti a lei: il suo viso in effetti era piccolo e stretto, mentre i lunghi capelli blu riportavano di certo ad uno stile più adolescenziale. Inoltre, la sua vivacità e spensieratezza era tipica dei giovani maghi. E poi l'altezza e la corporatura di certo non ricordavano quelle di un adulto, essendo piuttosto bassa e mingherlina. Qualche allenamento di Quidditch ancora e si sarebbe fatta muscoli degni di una strega del quinto anno! Bevve un sorso, dimenticandosi della sua immagine puerile.*

    Si esatto... Tu invece sei già sotto esami, non ti invidio per niente! Anche io sono comunque sempre tra le aule di studio, il campo da Quidditch e qualche passeggiata ad Hogsmeade o al Lago Nero, per quello forse non ci siamo mai incrociati

    *Rispose, concludendo con un occhiolino. Poi si concentrò su cosa fosse un crup: era stato casualmente l'ultimo argomento affrontato in Cura delle Creature Magiche e ricordava il disegno di un Terrier a due code stampato a colori sul tomo. Aveva purtroppo dimenticato le abilita speciali di quelle creature e non perse occasione di chiederlo a Roy, mentre allungava una succulenta polpetta ad un famelico Nox nascosto sotto il tavolo.*

    I crup... Assomigliano a cani a due code, giusto? Sono degli animali dalle capacità particolari per caso?

    @Royal_Buckett

  • Royal_Buckett

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 1360
        Royal_Buckett
    Grifondoro
       
       

    Si esatto... Tu invece sei già sotto esami, non ti invidio per niente! Anche io sono comunque sempre tra le aule di studio, il campo da Quidditch e qualche passeggiata ad Hogsmeade o al Lago Nero, per quello forse non ci siamo mai incrociati

    *Roy le sorrise*

    Goditi questi anni di spensieratezza ora che puoi... Oddio, ho parlato come mio nonno...

    *Di nuovo il ragazzo non riuscì a trattenersi dal ridere.
    Dopo un attimo di pura follia si ricompose e si rivolse nuovamente ad Opal*

    Mi è parso di capire che passi molto tempo al campo di Quidditch, ti piace guardare o giochi anche?
    Io è da quando ho sette anni che non tocco più una scopa!

    *Mentre lo diceva alzò la maglia e fece notare alla ragazza una lunga e frastagliata cicatrice sul fianco destro*

    Questa me la sono fatta cadendo dalla scopa... ma tu non dirlo a nessuno eh, faccio una figura migliore se dico che me la sono fatta lottando contro una qualche pericolosissima bestia
    Ah, mi avevi chiesto dei crup è vero.. come hai detto tu hanno due code, una cosa particolare è che riconoscono i babbani, e spesso, proprio per questo motivo, i maghi li tengono come cani da guardia.
    E' facile camuffarli da cani normali, basta tagliare una delle due code... ora che ci penso credo che sia obbligatorio tagliarne una, ma forse vale solo per chi vive vicino a dei babbani



    Opal_Saphirblue

  • Opal_Saphirblue

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 4
    Galeoni: 143
       
       

    Goditi questi anni di spensieratezza ora che puoi... Oddio, ho parlato come mio nonno...

    *Opal ridacchiò all'affermazione del Grifondoro, immaginandolo con una lunga barba bianca e due mustacchi candidi. No, decisamente non gli avrebbero donato. Comunque, la strega doveva ammettere di starsi godendo la sua momentanea spensieratezza: non trascorreva troppe ore sui libri, ma le poche in cui si dedicava allo studio erano già troppo pesanti, nella sua opinione. Opal usciva spesso ad esplorare i dintorni di Hogwarts e si concedeva lunghe passeggiate nei boschi o nei paesi vicini. Il ragazzo si rivolse nuovamente a lei, toccando un argomento che le interessava molto.*

    Mi è parso di capire che passi molto tempo al campo di Quidditch, ti piace guardare o giochi anche? Io è da quando ho sette anni che non tocco più una scopa!

    *Alla piccola Tassorosso venne in mente la prima volta in cui era montata su un manico: la sua prima lezione di Volo. Stranamente, la scopa si era subito armonizzata con il suo corpo e le sembrava che la sua mano si fosse quasi fusa con il legno dell'impugnatura da come rispondeva prontamente ai suoi movimenti. Ma la gioia più grande era stata quella del giorno delle selezioni per la squadra della sua casa, nella quale aveva conquistato faticosamente un posto da Cacciatrice.*

    Proprio da qualche mese sono entrata nella squadra di Tassorosso come Cacciatrice, sono veramente entusiasta di questo sport... Inoltre, perfino quando vivevo a Dublino, in Irlanda, seguivo ogni partita possibile alla televisione: dovessi vedere la mia camera com'è tappezzata di poster e sciarpe color trifoglio...

    *Gli mostrò una spilletta verde chiaro appuntata sulla sua sacca, un piccolo oggetto che riportava l'immagine di un Lepricano, simbolo della squadra nazionale d'Irlanda.*

    Ecco guarda...

    *Roy invece le mostrò una vistosa cicatrice sul fianco destro, sollevandosi appena la maglia, confessandole che proveniva da una brutta caduta dalla scopa. Opal ne sapeva decisamente qualcosa riguardo i ruzzoloni giù dal manico di scopa. Sfilacciò un pezzetto di pollo, riducendolo a brandelli, mentre Roy le illustrava le caratteristiche dei crup. Subito dopo, gli pose una domanda, curiosa.*

    Ma da quando sei caduto non hai più cavalcato una scopa? Per il timore di cadere di nuovo?

    @Royal_Buckett

  • Royal_Buckett

    Grifondoro

    Dormitorio: Grifondoro
    Livello: 7
    Galeoni: 1360
        Royal_Buckett
    Grifondoro
       
       

    Proprio da qualche mese sono entrata nella squadra di Tassorosso come Cacciatrice, sono veramente entusiasta di questo sport... Inoltre, perfino quando vivevo a Dublino, in Irlanda, seguivo ogni partita possibile alla televisione: dovessi vedere la mia camera com'è tappezzata di poster e sciarpe color trifoglio...


    *La ragazza gli mostrò anche una spilla che rappresentava il simbolo della nazionale dell'Irlanda.
    Sembrava amare davvero tantissimo il quidditch, sembrava così tanto entusiasta che a Roy venne quasi voglia di riprovare a volare.*


    Anche io ho visto molte partite, il quidditch mi piace molto, anche se non ci ho mai giocato


    *Poi, dopo averle mostrato la cicatrice lei gli chiese*


    Ma da quando sei caduto non hai più cavalcato una scopa? Per il timore di cadere di nuovo?


    *Roy le sorrise, per essere del primo anno sembrava davvero una ragazza tosta.*


    In effetti sì, anche se parlare di quidditch con te mi fa venire voglia di volare di nuovo.
    Le uniche volte che ho volato era solo a lezione di volo, nulla in confronto a quello che fai tu!
    Se ti va uno di questi giorni possiamo vederci, così mi fai vedere come volare per bene e mi puoi insegnare qualcosa


    *Il giovane grifondoro non si sentì minimamente in imbarazzo a chiedere a una ragazza più piccola di lui di insegnargli a volare*



    @Opal_Saphirblue

  • Opal_Saphirblue

    Tassorosso

    Dormitorio: Tassorosso
    Livello: 4
    Galeoni: 143
       
       

    *Mentre la ragazzina elogiava lo sport preferito dai maghi, una velo di malinconia calò sullo sguardo di Roy, come se provasse nostalgia di un bel manico di scopa volante. Le confessò infatti di essere anche lui appassionato di Quidditch, ma di non aver mai tentato di giocare a causa della cicatrice per la caduta dalla scopa. Opal si concentrò sulla sua coscia di pollo per un momento, ripensando ad una possibile caduta. Per ora di capitomboli ne aveva fatti, ma nulla di grave: subito dopo essersi ripresa poi, era di nuovo balzata in sella e aveva spiccato il volo, sapendo che, se si fosse arresa alla paura, non avrebbe più cavalcato un manico. Era così: bisognava 'spaccare' il timore, come se fosse un muro invalicabile che può essere superato solamente distruggendolo con tutte le forze.*

    Se ti va uno di questi giorni possiamo vederci, così mi fai vedere come volare per bene e mi puoi insegnare qualcosa

    *Dare 'lezioni' di volo? Lei? Ad un mago più grande? Quasi si strozzò con il succo di zucca alla proposta del Grifondoro. Era meravigliata della semplicità con cui il ragazzo le aveva chiesto assistenza nel volo, senza alcun imbarazzo. Mantenne un contegno, dopo aver tossicchiato un paio di volte.*

    Certamente, quando vuoi! Sarei felicissima di volare con qualcuno

    *Esclamò sorridendo. In effetti alcune volte si allenava anche da sola al Campo e un po' di compagnia non sarebbe stata affatto male.*

    @Royal_Buckett