Sul set di Harry Potter e l'Ordine della Fenice - quinto film della serie, in uscita a luglio 2007 - Alec ha avuto una lunga conversazione con Rickman, in cui i due attori si sono scambiati opinioni e impressioni su Severus. "Ovviamente ero emozionatissimo", confessa; "io non sono nessuno e lui è un attore famoso. Affronta il suo lavoro con molta serietà, ma gli piace anche scherzare. E' stato molto gentile, e mi ha sorpreso: pensavo che una grande star come lui fosse diversa dalle altre persone, ma invece è così alla mano".

Alec ha studiato attentamente i primi quattro film, per cercare di immedesimarsi al meglio con la personalità di Piton, ma soprattutto con gli atteggiamenti, la mimica e la gestualità di Alan Rickman.

"La parte è facile, in realtà è una scena molto breve; ma poiché il personaggio è già stato interpretato da un altro attore prima di me, la cosa difficile è stata imitare e fare mie le caratteristiche di Piton. Ho osservato attentamente il suo modo di muoversi, le emozioni che mostra; ma anche la sua camminata e la postura, sempre ritta sulla schiena."

Alec è obbligato per contratto a non lasciare l'Inghilterra fino alla fine delle riprese (tra un mese circa), nell'eventualità che sul set abbiano ancora bisogno di lui. Potrebbe essere convocato a Londra da un giorno all'altro. "E' più difficile di quanto si pensi. Così tante persone dipendono da te e fanno affidamento sulle tue capacità. Sono tutti gentilissimi, ma è comunque una responsabilità. Sul set ci sono tantissime persone, ed è facile sentirsi imbarazzati, se si sbaglia qualcosa".

Alla fine delle riprese, Alec inizierà un corso universitario di cinematografia. "E' stato un privilegio poter partecipare a questo film", commenta: "Non è un film qualunque, è un film di Harry Potter! Nel sesto libro non si parla del giovane Piton, ma chissà che non ci sia una particina per me nel settimo film!"

fonte:www.badtaste.it
8 punti a grifondoro ma 5 anche a Serpeverde (dany-keys)