La prima accusa gli derivava dalla sua precedente militanza nei Mangiamorte. Il sospetto era infatti quello secondo cui Severus Piton non ne avrebbe mai abbandonato l'esercito di Voldemort, fingendo semplicemente una fedeltà di comodo ad Albus Silente.
In merito, la giuria popolare si è pronunciata a favore dell'innocenza di Piton con una percentuale del 52,12%, mentre il Wizengamot, il tribunale dei maghi, lo ha assolto con formula piena per non aver commesso il fatto.

Ancora più netta la percentuale a favore del verdetto di innocenza per il secondo capo d'accusa, il più grave di tutti: quello dell'omicidio volontario di Albus Silente. La percentuale dei giurati giunge qui al 61,60%. Il Wizengamot ha prosciolto l'imputato con formula piena dall’imputazione di Omicidio volontario, per non aver commesso il fatto nei termini e modi previsti nel capo d’imputazione, ossia per aver eseguito un ordine legittimo, impartito dal medesimo Albus Silente.

L'unico capo d'accusa per il quale la giuria popolare ha trovato Piton colpevole è stata l'ultima, l'abuso di autorità (35,16% a favore). In varie occasioni egli avrebbe infatti aprofittato infatti della sua posiizione di docente per infliggere punizioni ingiustificate con conseguenti danni fisici e psicologici per gli allievi.

Tuttavia il Wizengamot richiede ai fini del verdetto di colpevolezza, la maggioranza assoluta dei votanti, che non è stata raggiunta. Pertanto, il supremo consenso ha assolto l'imputato per mancanza di prove.

Prossimamente verranno pubblicate le sentenze complete di motivazioni.

Per rivisitare l'articolo inerente alla condanna Clicca qui

Fonte:www.Portkey.it

10 punti a annyfly91