Nella giornata di ieri una triste notizia è giunta alle orecchie dei Potterheads di tutto il mondo, o almeno di quelli che apprezzano l’attore, una notizia che potrebbe anche rivelarsi un duro colpo per la saga di Animali Fantastici.

Pochi giorni fa era apparso su tutti i giornali la notizia che Johnny Depp ha perso la causa per diffamazione contro il quotidiano The Sun, sul quale era stato descritto come un “picchiatore di mogli”. Il servizio contestato dai legali dell’attore riportava un riferimento alla scrittrice J.K. Rowling, il giornalista Dan Wotton del tabloid inglese aveva infatti scritto nel titolo “Come può J.K. Rowling essere "sinceramente felice" per il casting di Johnny Depp, picchiatore di mogli, per il nuovo film Animali fantastici?”. Nell’articolo in questione infatti veniva trattata la problematica natura della relazione tra l’attore e l’ex moglie Amber Heard, che ha portato i due ad accusarsi a vicenda anche in numerose sedute di tribunale, dalle quali Depp è spesso uscito vincitore. Così però non è stato questa volta. Il giudice dell’Alta Corte di Londra, Andrew Nicol, ha infatti rifiutato la denuncia, dichiarando che il contenuto pubblicato dal tabloid non è diffamatorio perchè “sostanzialmente vero”. Un duro colpo per l’attore, la decisione del giudice non da solo ragione al tabloid inglese ma sembra asserire che le violenze effettivamente sono avvenute, mettendolo quindi in cattiva luce.

Proprio in seguito a queste spiacevoli vicende giudiziarie è arrivato l’annuncio di Johnny Depp, pubblicato in forma di lettera sul suo profilo Instagram ufficiale:

In luce dei recenti eventi, vorrei fare la seguente breve dichiarazione. Prima di tutto vorrei ringraziare tutte le persone che mi hanno regalato il loro supporto e lealtà. Sono commosso dai vostri tanti messaggi di amore e preoccupazione, in particolare nell’arco degli ultimi giorni.

In secondo luogo, vorrei farvi sapere che Warner Bros mi ha chiesto di abbandonare il ruolo di Gellert Grindelwald nella saga di Animali Fantastici. Io ho rispettosamente accettato questa richiesta.

Infine, vorrei dire questo.

Il surreale giudizio della corte britannica non cambierà la mia voglia di dire la verità e confermo che sto pianificando di presentare appello contro la sentenza.

La mia determinazione rimane forte e intendo provare che queste accuse nei miei confronti sono infondate. La mia vita e la mia carriera non saranno definite da questo momento. 

La notizia ha lasciato sconvolti tutti, Gellert Grindelwald è infatti uno dei personaggi principali della saga prequel di Harry Potter e la sua assenza comporterebbe gravi conseguenze a livello di trama. Proprio per questo Warner Bros. si è affrettata a far sapere che il ruolo del mago oscuro verrà affidato ad un altro attore. Forse anche a causa di questi cambiamenti nel cast l’uscita del terzo film della saga è stata fatta slittare all’estate 2022.

La notizia non ha lasciato indifferenti i fan: già in seguito alla sentenza sui social era partita una campagna a sostegno dell’attore, l'hashtag #JusticeForJohnnyDepp è infatti diventato virale in poco tempo; ma dopo la notizia del suo addio al ruolo di Grindelwald sui social è iniziata a circolare l’idea di boicottare il film.

Non ci resta quindi che aspettare per vedere cosa effettivamente accadrà.